PROVATE PER VOI

Citroën Grand C4 Picasso: così ci si gode il paesaggio

Prova pubblicata su alVolante di
gennaio 2007

Listino prezzi Citroën Grand C4 Picasso non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 26.050
  • Consumo medio rilevato

    14,5 km/l
  • Emissioni di CO2

    150 grammi/km
  • Euro

    4
Citroën Grand C4 Picasso
Citroën Grand C4 Picasso 1.6 HDi 16V CMP-6 Elegance
L'AUTO IN SINTESI

Grazie al parabrezza eccezionalmente ampio, l’abitacolo è luminoso e la visibilità ottima. Gli interni sono molto spaziosi in rapporto alle dimensioni esterne: si può viaggiare anche in sette. Da guidare in relax, peccato che il cambio robotizzato sia un po’ lento.

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
5
Average: 5 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
2
Average: 2 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
2
Average: 2 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Per la famiglia e per viaggiare

Ha una linea semplice e armonica, con grandi superfici vetrate e un insolito parabrezza esteso fino al tetto. Come ingombri si pone a metà strada fra le monovolume medie e quelle grandi (è lunga 459 cm), e l’abitacolo è davvero spazioso: ha sette posti, con i due sedili della terza fila che sono abbattibili e “scompaiono” nel pavimento. Adatta alla famiglia e ai viaggi, è spinta da un turbodiesel 1.6 da 109 CV che non brilla nelle prestazioni, ma ha un funzionamento molto fluido e consumi contenuti. È ideale per la guida turistica, anche perché abbinato a un cambio robotizzato che, se utilizzato in modalità automatica, è lento nei passaggi di marcia (ma si “velocizza” un po’ inserendo manualmente i rapporti mediante le due apposite levette al volante). Decisamente completa la dotazione, sia per quanto riguarda il comfort, sia per la sicurezza

È una monovolume di medie dimensioni, lunga più o meno quanto una famigliare (469 cm), con interni decisamente spaziosi e sette posti (con i due sedili della terza fila che, quando non sono in uso, scompaiono nel pavimento): è un’auto confortevole e pratica, adatta alla famiglia e ai viaggi. L’estetica è equilibrata e pulita, contraddistinta da grandi superfici vetrate e dal particolare parabrezza che si prolunga sul tetto.

Il motore è un turbodiesel 1.6 da 109 CV, dal funzionamento silenzioso e fluido e dai consumi abbastanza contenuti malgrado il non trascurabile peso dell’auto (1539 kg). Quest’ultimo fattore si riflette anche nelle prestazioni, dal momento che a pieno carico oppure in salita la spinta perde un po’ di smalto: la Citroën Grand C4 Picasso è una vettura dal carattere turistico, che rispecchia la filosofia della casa francese puntando più sul comfort che sulla sportività.

Il cambio CMP-6 è di tipo robotizzato a sei rapporti
: permette di scegliere l’inserimento automatico delle marce oppure quello manuale mediante due levette al volante. Nel primo caso si rivela piuttosto lento, mentre nel secondo gli innesti risultano un po’ più pronti. Ci sono anche il sistema di assistenza alle partenze in salita (“frena” l’auto per due secondi evitando che arretri) e il freno di stazionamento elettrico.

La dotazione è piuttosto completa sia per quanto riguarda la sicurezza, sia per il comfort: quella della versione Elegance include anche il clima automatico “quadrizona” e l’impianto hi-fi con lettore cd e comandi ripetuti sul volante. Ma già nella versione base (l’economica Classic) offre di serie l’Esp, sette airbag (compreso quello per le ginocchia del guidatore) e il filtro antiparticolato.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
C’è spazio per tutti… e per tutto

L’elegante essenzialità della plancia è valorizzata dall’ottima qualità dei materiali. Tuttavia, il cruscotto a cristalli liquidi, ricchissimo di informazioni, e i numerosi comandi raggruppati nella parte centrale del volante (fissa), rischiano di distrarre dalla guida. L’abitabilità è ottimale per cinque persone, che viaggiano su sedili morbidi e ben profilati, con la possibilità di ospitarne altre due (meglio se ragazzini) su una coppia di poltroncine in terza fila, che quando non sono in uso scompaiono nel pavimento. Di grande capacità il bagagliaio, peraltro ampiamente modulabile: i sedili centrali possono scorrere longitudinalmente di 13 cm e, se necessario, essere abbattuti trasformando l’auto in un piccolo furgone. Abbondanti anche i portaoggetti nell’abitacolo, uno dei quali è refrigerato dall’aria del climatizzatore.

Plancia e comandi
Grazie agli ampi finestrini e all’enorme parabrezza, l’abitacolo è davvero luminoso; volendo, si può avere anche il tetto in vetro, di tipo fisso e dotato di tendina parasole (optional). Notevole la qualità dei materiali con cui è realizzata la lineare ed elegante plancia, davvero gradevoli al tatto. Il cruscotto è collocato in posizione centrale ed è costituito da uno schermo a cristalli liquidi ben protetto dai riflessi. Il colore del fondo si può scegliere fra cinque, mediante un tasto sul volante (ma soltanto se l’auto non è equipaggiata di navigatore). La leggibilità è corretta, tuttavia il gran numero di informazioni a disposizione rischia di distrarre dalla guida; stesso discorso vale per i comandi al volante: quelli raccolti nella parte centrale (che non ruota assieme alla corona, ma è fissa) sono davvero tanti e occorre farci l’abitudine.

Abitabilità
Fuori la Citroën Grand C4 Picasso è più compatta rispetto alle monovolume di categoria superiore, ma dentro offre più o meno la stessa abitabilità: in cinque c’è tutto lo spazio che si desidera, mentre sui sedili della terza fila stanno comodi al massimo due ragazzi. Le poltrone anteriori, provviste di braccioli individuali, sono regolabili manualmente (quella del guidatore anche in altezza), hanno forme avvolgenti e imbottitura “alla francese”, cioè piuttosto morbida. Dietro ci sono tre sedili separati, larghi 45 cm e scorrevoli: possono arretrare o avanzare di 13 cm. Alla terza fila si accede ribaltando uno dei posti laterali. Abbondante la disponibilità di vani dove riporre gli oggetti: oltre a quello di fronte al passeggero, ce n’è uno al centro che è refrigerato dall’aria dl “clima”.

Bagagliaio
Se le poltroncine della terza fila sono in uso, sotto di esse si formano due utili vani (quelli in cui i sedili stessi si ripiegano) per 80 litri di capacità, e dietro gli schienali restano comunque 36 cm di piano di carico utile, discretamente sfruttabile in virtù della notevole larghezza e dell’altezza (92 cm fra pavimento e soffitto). In configurazione 5 posti, logicamente, lo spazio a disposizione cresce di molto: si possono stivare almeno 4 valigie rigide e varie borse senza dover rimuovere il tendalino copribagagli. Abbattendo, infine, anche la fila di sedili centrale, si ottiene un vero “furgoncino”, con il pavimento perfettamente piatto sul quale sistemare oggetti lunghi fino a 206 cm. Come optional si può avere il lunotto apribile in pacchetto con due reti fermabagagli.

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
Poca grinta ma tanto comfort

Nella guida in città si apprezzano la comodità del cambio automatico e lo sterzo morbido da azionare; tuttavia, al momento di trovare parcheggio, bisogna fare i conti con gli ingombri importanti della vettura e con la limitata visibilità posteriore: i sensori, optional, sono consigliabili. Nei tragitti extraurbani è meglio mettere da parte le velleità sportive e godersi, invece, la souplesse di cui questa vettura è capace: il motore ha un’erogazione fluida ma non certo grintosa (e per di più il cambio automatico è troppo lento) e le sospensioni sono tarate per privilegiare il comfort a scapito della rapidità fra le curve. L’ottimo isolamento acustico dell’abitacolo rende i viaggi autostradali molto piacevoli, anche se un appunto si può muovere allo sterzo, che a velocità sostenuta risulta troppo leggero e, di conseguenza, migliorabile nella precisione.

In città
Nel traffico la Citroën Grand C4 Picasso non consuma troppo, ha lo sterzo leggero da azionare (che aumenta l’impressione di agilità) e il cambio automatico che alleggerisce lo stress, visto che non c’è un pedale della frizione da pigiare. Occhio, però, nei parcheggi: le dimensioni (183 cm di larghezza e 459 di lunghezza), nonostante la visibilità facilitata dalle ampie superfici vetrate e dalla posizione di guida rialzata, impongono circospezione. Soprattutto in retromarcia, dal momento che percepire l’ingombro posteriore è difficile e i sensori di distanza (optional come quelli davanti) sono caldamente consigliabili.

Fuori città
La massa della vettura non è trascurabile e il turbodiesel ne risente: non si fa certo apprezzare per la grinta, bensì per l’erogazione dolce e per la silenziosità, peraltro in linea con la filosofia della casa francese. In automatico, il cambio resta comunque eccessivamente lento: se si ha fretta, meglio utilizzarlo in manuale. La tenuta di strada e la stabilità sono elevate (l’Esp entra in funzione di rado e con molta discrezione), ma resta il fatto che questa monovolume offra il meglio se guidata con piglio turistico, perché le sospensioni sono morbide e gli inserimenti in curva non certo fulminei. 

In autostrada
Confortevole e, soprattutto, silenziosa: per conversare nella Grand C4 Picasso non serve alzare la voce, e si può ascoltare la musica senza essere infastiditi da fruscii oppure dal rombo del motore (che a 130 km/h lavora attorno ai 3000 giri). Grazie all’overboost (un dispositivo che, quando si pigia repentinamente sull’acceleratore, aumenta la pressione della sovralimentazione per un breve intervallo di tempo) si dispone di una riserva di potenza che permette accelerazioni abbastanza pronte, e solo a pieno carico è necessario scalare marcia. Ben frenata e precisa nel seguire le traiettorie, risulta, però, migliorabile nella precisione dello sterzo, che ad andatura sostenuta risulta un po’ leggero e sensibile.

QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Non è necessario aggiungere nulla

Nei crash test EuroNcap la C4 ha ottenuto ottimi risultati, in particolare per quanto riguarda la protezione degli occupanti. La dotazione di airbag è completa sin dalla versione base (i “cuscini salvavita” sono sette), e naturalmente, non mancano i controlli elettronici di trazione e stabilità. Ci sono poi i fari fendinebbia (ma quelli allo xeno non si possono avere nemmeno come optional) e il regolatore di velocità.

L’eccellente campo visivo offerto dall’ampia vetratura, la valida tenuta di strada e la stabilità sono alcuni aspetti che testimoniano che, nel “progetto Picasso”, la sicurezza è stata un tema prioritario. Appare dunque in linea con questa filosofia che di serie vengano offerti ben sette airbag (oltre a quelli frontali, laterali e per la testa, c’è anche quello per le ginocchia del guidatore), come pure l’Esp e il controllo della trazione. L’equipaggiamento è completato dal cruise control e dai fendinebbia, ma non sono disponibili i fari allo xeno. Ci sono, però, i sensori di pioggia e di luminosità, che attivano automaticamente i tergicristallo e l’accensione dei fari. Ottime le capacità di protezione in caso di impatto: i crash test dell’EuroNcap hanno determinato l’assegnazione di cinque stelle (il massimo) per la protezione degli occupanti, tre per i bambini sistemati su seggiolini Isofix e due per la tutela dei pedoni in caso di investimento.

NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Versatile, comoda e ben dotata

La monovolume francese è un buon compromesso fra le monovolume medie e quelle più grandi: con ingombri appena superiori a quelli delle prime, offre un’abitabilità paragonabile a quella delle seconde. Va bene per le famiglie numerose e, più in generale, per chi ha esigenze di carico superiori alla media e vuole una vettura pratica e versatile. Che in questo caso viene offerta a un prezzo correttamente centrato in rapporto ai contenuti tecnici e alla notevole dotazione di serie.

Tipica monovolume d’Oltralpe è perfetta per chi ama guidare in relax, che ne apprezzerà la dolce erogazione del motore (oltretutto non troppo assetato di gasolio) e le sospensioni tarate per offrire il massimo comfort. Chi desidera grinta, invece, sarà disturbato soprattutto dalla lentezza del cambio robotizzato. È una vettura concreta, molto ben equipaggiata in rapporto a quel che costa: dai sette airbag al clima automatico a quattro zone, c’è tutto quel che serve per il comfort e per la sicurezza. Ha un abitacolo ben congegnato, modulabile a seconda delle esigenze (facile passare dalla configurazione a cinque a quella a sette posti) e con molto spazio per i bagagli: si può andare in vacanza con tutta la famiglia senza lasciare nulla a casa.

PERCHÉ SÌ

 

Abitabilità
Nell’abitacolo, luminoso e versatile, c’è tutto lo spazio che serve per viaggiare comodamente in cinque adulti. E i posti della terza fila, non troppo sacrificati, risultano comodi per due ragazzi.

Capacità di carico
Il bagagliaio è ampio e regolare, pratico grazie alla soglia di carico a filo e alla notevole modulabilità. Quando si viaggia in cinque, gli strapuntini posteriori scompaiono nel pavimento; e quest’ultimo resta piatto anche se si ribalta il divano posteriore per sfruttare tutto lo spazio a disposizione.

Equipaggiamento
La dotazione di serie è molto ricca in rapporto al prezzo, e la sua “composizione” evidenzia più l’attenzione alla sicurezza e al comfort che al superfluo: gli airbag sono ben sette, e il climatizzatore è quadrizona. Di serie anche l’utile dispositivo antiarretramento (che facilita le partenze in salita) e il freno a mano elettrico.

Visibilità
La posizione di guida è rialzata e i montanti sono sottili e non creano angoli ciechi. Il parabrezza è molto esteso e anche i vetri laterali sono grandi: agevole tenere la strada e gli incroci sotto controllo.

PERCHÉ NO

Cambio 
La lentezza che lo caratterizza nella modalità completamente automatica è sgradevole: nei passaggi fra una marcia e l’altra si avverte un vuoto. La situazione migliora un po’ impostando la selezione manuale.

Manovre 
Dietro si vede poco, principalmente a causa della scarsa funzionalità dei retrovisori (quelli esterni sono molto arretrati, quello interno è piccolo). Per rendere meno difficoltose le manovre in retromarcia conviene acquistare i sensori di parcheggio (optional).

Porte 
La sicurezza è stata fra le priorità dei progettisti e anche l’illuminazione è molto ben studiata. Per questo è sorprendente che non siano stati previste piastre riflettenti o luci d’ingombro che rendano visibili le portiere quando vengono aperte al buio.

Sterzo 
La rotazione del volante richiede uno sforzo molto ridotto: una “leggerezza” che fa piacere in città o in manovra, ma che in velocità limita notevolmente il feeling di guida e intacca la precisione del comando.

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4300 giri   180,4 km/h 180 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 13,9   13,4 secondi
0-400 metri 19,0 117,6 km/h non dichiarata
0-1000 metri 35,0 150,0 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in Aut. 32,5 150,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in Aut. 30,9 151,0 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in Aut. 10,9   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,5 km/litro 14,7 km/litro
Fuori città   16,1 km/litro 19,6 km/litro
In autostrada   13,0 km/litro non dichiarato
Massimo   7,8 km/litro non dichiarato
Medio   14,5 km/litro 17,5 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   65,7 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,4 metri 11,3
Cilindrata cm3 1560
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 80 (109)/4000
Coppia max Nm/giri 260/1750
Emissione di CO2 grammi/km 150
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (rob) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 459/183/168
Peso in ordine di marcia kg 1539
Peso massimo ammesso kg 2250
Capacità bagagliaio litri 208/672/1951
Pneumatici (di serie) 215/55 R 16
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4300 giri   180,4 km/h 180 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 13,9   13,4 secondi
0-400 metri 19,0 117,6 km/h non dichiarata
0-1000 metri 35,0 150,0 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in Aut. 32,5 150,2 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in Aut. 30,9 151,0 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in Aut. 10,9   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,5 km/litro 14,7 km/litro
Fuori città   16,1 km/litro 19,6 km/litro
In autostrada   13,0 km/litro non dichiarato
Massimo   7,8 km/litro non dichiarato
Medio   14,5 km/litro 17,5 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   65,7 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,4 metri 11,3
Cilindrata cm3 1560
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 80 (109)/4000
Coppia max Nm/giri 260/1750
Emissione di CO2 grammi/km 150
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 (rob) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 459/183/168
Peso in ordine di marcia kg 1539
Peso massimo ammesso kg 2250
Capacità bagagliaio litri 208/672/1951
Pneumatici (di serie) 215/55 R 16
Citroën Grand C4 Picasso
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
7
5
6
8
10
VOTO MEDIO
2,8
2.75
36
Aggiungi un commento
Ritratto di davitonin
1 novembre 2010 - 16:41
1
monovolume ideale, penso che batta perfino le nuove Scenic e l'ultimissima 5008; Citroen è stata sempre avveniristica in relazione alle altre case, dovranno ancora inventare qualcosa in grado di batterla.
Annunci

citroen grand-c4-picasso usate

Prezzo minimoPrezzo medio
citroen grand-c4-picasso usate 20128.5008.5001 annuncio
citroen grand-c4-picasso usate 201410.90013.05011 annunci
citroen grand-c4-picasso usate 20159.99013.80016 annunci
citroen grand-c4-picasso usate 201617.90018.2002 annunci
citroen grand-c4-picasso usate 201717.90019.76015 annunci
citroen grand-c4-picasso usate 201821.90022.9003 annunci

citroen grand-c4-picasso km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
citroen grand-c4-picasso km 0 201819.90023.3307 annunci