PROVATE PER VOI

Dacia Logan MCV: guardi il prezzo e le perdoni tutto

Prova pubblicata su alVolante di
agosto 2009
  • Prezzo (al momento del test)

    € 13.170
  • Consumo medio rilevato

    A Gpl 9,2
  • Emissioni di CO2

    A Gpl 164 grammi/km
  • Euro

    4
Dacia Logan MCV
Dacia Logan MCV 1.6 Lauréate GPL
L'AUTO IN SINTESI

Non avrà una gran linea ma ha una buona capacità di carico ed è concreta e ben fatta. Proposta al prezzo di un’utilitaria, ha consumi abbastanza elevati. Ma con il Gpl i costi si riducono parecchio.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
2
Average: 2 (1 vote)
Comfort
2
Average: 2 (1 vote)
Motore
2
Average: 2 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
2
Average: 2 (1 vote)
Tenuta di strada
2
Average: 2 (1 vote)
Dotazione
2
Average: 2 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Tanta sostanza a un prezzo allettante

Ha linee semplici, quasi da “furgoncino”, con il portellone posteriore diviso in due ante con apertura “a libro” (molto comodo). I suoi punti di forza sono l’abitabilità e la capacità di carico: il bagagliaio è al livello di quello di famigliari più grandi e costose, e come optional offre la terza fila di sedili (sette posti in tutto). Si tratta di una vettura semplice, ma ben costruita e dalle prestazioni discrete. Per quanto consumi parecchio, grazie al Gpl i costi di gestione risultano accettabili. Anche se il  prezzo è abbordabile, la dotazione è migliorabile: il “clima” è optional e non si può avere l’ESP, neppure a richiesta

Non è certo un’auto che si compra per l’estetica: la linea è equilibrata ma manca di spunti originali e coinvolgenti. Lunga circa 4,5 metri, offre una grande abitabilità: accoglie senza problemi cinque persone e, volendo, si può avere la terza fila di sedili (optional) per un totale di sette posti. Notevole la capacità di carico: il bagagliaio è grande e comodamente accessibile grazie al portellone a due ante asimmetriche.

La Dacia Logan MCV ha sospensioni morbide, che filtrano bene le asperità ma che non favoriscono certo la guida sportiva: se si spinge troppo, l’auto tende ad allargare la traiettoria col muso e manifesta un sensibile rollìo. Visto che l’ESP non è presente nemmeno nella lista degli optional, meglio non esagerare. Abbastanza alta da terra, la famigliare romena non dà pensieri nemmeno se si decide di percorrere strade dissestate.

Il motore 1.6 a benzina non è molto potente, ma comunque ha un discreto scatto e permette di raggiungere i 170 chilometri orari. Però, è rumoroso (soprattutto in autostrada) e consuma parecchio, sia viaggiando a benzina, sia a Gpl. In questo secondo caso, comunque, il risparmio è garantito dal minor prezzo del carburante (che costa circa la metà della benzina).

Questa famigliare è offerta al prezzo di un’utilitaria, ma la dotazione va integrata con accessori a pagamento: per quanto la Lauréate sia la versione più ricca, non dispone, infatti, del clima. Per averlo occorre aggiungere altri soldi e acquistare il Pack Comfort (che comprende anche la radio). Si pagano a parte pure gli airbag laterali, che vanno ad aggiungersi ai due frontali di serie.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Si può viaggiare anche in sette

La plancia è lineare e ben curata, senza leziosità ma realizzata con plastiche robuste (sebbene rigide al tatto). Il massimo della semplicità anche per il cruscotto, che risulta comunque ben leggibile con l’eccezione degli indicatori secondari. I sedili sono ampi, con quello di guida regolabile in altezza e il divano posteriore in grado di accogliere tre adulti. Abbastanza comodi anche i due sedili in terza fila (optional), sebbene “faticosi” da raggiungere. Molto ampio e accessibile il baule, ma il lunotto posteriore diviso a metà (il portellone è a due ante) limita la visibilità in manovra.

Plancia e comandi
Plastiche dure al tatto, ma dall’aspetto robusto, contraddistinguono una plancia dal design semplice e razionale. Decisamente essenziale anche il cruscotto, con i due strumenti principali ben leggibili; non sono, invece, altrettanto “chiari” gli indicatori del livello della benzina e della temperatura dell’acqua, visualizzati in uno schermo a cristalli liquidi. I comandi sono ben disposti, anche se per attivare il ricircolo del “clima” bisogna spostare una levetta: una soluzione superata. Difficile da raggiungere (e da “leggere”, visto che attraverso cinque minuscoli led indica quanto gas c’è nel serbatoio) il commutatore dell’alimentazione, con il relativo tasto che permette di scegliere fra benzina e Gpl.

Abitabilità
Il sedile di guida ha la regolazione in altezza (come il volante) e quella lombare: facile trovare la giusta posizione. Le poltrone sono ampie ma poco profilate, dunque in curva non offrono un gran “contenimento”, in particolare per quanto riguarda lo schienale. Lo spazio a disposizione di chi siede sul divano posteriore è davvero parecchio: ci stanno tre adulti, e senza nessun sacrificio per le gambe. Bene anche i due occupanti della terza fila che, però, sono costretti a qualche contorsione al momento di entrare o uscire dall’abitacolo. Non mancano i vani portaoggetti: oltre a quelli tradizionali, ci sono anche un portaocchiali vicino allo specchietto retrovisore e un’ampia “mensola” ricavata nel soffitto, sopra la testa dei passeggeri anteriori.

Bagagliaio
La soglia d’accesso piatta e vicina al suolo (59 cm), il portellone diviso in due ante (provviste di comode tasche portaoggetti) e l’ampia apertura permettono di sfruttare al meglio un bagagliaio che – rimuovendo la terza fila di sedili – è davvero capiente; ripiegando (anche parzialmente) la seconda fila, poi, diventa enorme. Fra il piano di carico e il soffitto c’è un metro, e il profilo interno è molto regolare anche grazie ai passaruota poco ingombranti. Difficile trovare altrettanta praticità sulle concorrenti, e neppure su famigliari più grandi e costose. Peccato solo che si rischi di rovinare le valigie a causa dei ganci fermacarico sporgenti dal pavimento.
 

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
Da guidare senza fretta

Ha sospensioni morbide che assorbono bene le asperità e che garantiscono un buon comfort nei tragitti cittadini; attenzione, però, in manovra, perché la visibilità posteriore è limitata dal lunotto “tagliato” a metà. La frizione è leggera, lo sterzo molto meno, e quest’ultimo pecca anche un po’ di precisione, soprattutto al crescere dell’andatura. Ma la Logan MCV non è una sportiva: in curva si corica parecchio e nelle manovre d’emergenza tende a “scodare”. Per cui meglio guidarla in relax, come d’altronde suggerisce il motore, che ha un carattere tranquillo anche se è rumoroso (in particolare in autostrada, quando si viene infastiditi anche dai fruscii aerodinamici)

In città
L’auto è abbastanza lunga (circa quattro metri e mezzo) e richiede attenzione nelle manovre: dietro si vede poco, perché il lunotto è diviso a metà, e in modo asimmetrico, dai montanti delle ante del portellone. Alla frizione leggera e poco affaticante e al cambio dolce e preciso, si contrappone uno sterzo che, invece, pecca di prontezza ed è pesante da azionare. Il motore permette un discreto scatto al semaforo, ma i consumi sono davvero elevati: per fortuna il Gpl costa poco. Bene le sospensioni, anche quando vengono messe a dura prova sugli sconnessi selciati urbani.

Fuori città
L’assetto non è certo quello di una sportiva: le sospensioni morbide favoriscono il comfort ma procurano anche un sensibile rollìo nelle curve affrontate ad andatura brillante, quando emerge pure una certa tendenza al sottosterzo. Nelle manovre d’emergenza, invece, la coda è un po’ “nervosa” e si vorrebbe avere l’ESP a tenere sotto controllo la situazione. Anche il motore invita alla guida tranquilla: non potentissimo ma dal funzionamento regolare, quale che sia il carburante utilizzato.

In autostrada
La riserva di potenza è quel che è, e per ottenere rapide riprese o fare sorpassi bisogna scalare marcia. Ma il principale difetto della Dacia Logan MCV è la rumorosità: in autostrada il rombo del motore invade l’abitacolo, accompagnato oltretutto da sensibili fruscii aerodinamici. È un peccato, perché diversamente il comfort non sarebbe male, grazie alle sospensioni efficaci nell’isolare l’abitacolo da sconnessioni e rattoppi. Attenzione nelle frenate di emergenza: l’impianto è resistente e garantisce discreti spazi d’arresto, ma il pedale è poco modulabile.

QUANTO È SICURA
2
Average: 2 (1 vote)
C’è solo il minimo indispensabile

L’equipaggiamento per la sicurezza è ridotto al minimo: ci sono i due airbag frontali e, ovviamente, l’ABS. Gli airbag laterali si possono aggiungere a pagamento, mentre quelli per la testa, come pure il controllo elettronico della stabilità, non sono disponibili. La Logan è stata sottoposta ai crash test EuroNcap soltanto nella versione berlina, che non ha riportato risultati brillanti

La Dacia Logan MCV non ha ancora affrontato i crash test EuroNcap, ai quali è, però, stata sottoposta la versione berlina: quest’ultima ha ottenuto valutazioni (di questi tempi) appena accettabili: tre stelle sia per quanto riguarda la protezione degli occupanti, sia per i bambini fissati su seggiolini Isofix, e soltanto una stella per la salvaguardia dei pedoni in caso di investimento. La dotazione di dispositivi di sicurezza è davvero ridotta all’osso: di serie ci sono soltanto l’ABS e due airbag frontali, mentre a pagamento è possibile aggiungere i “cuscini” laterali. D’accordo che si tratta di una famigliare “low cost”, ma accessori importanti come l’ESP o gli airbag per la testa dovrebbero essere previsti almeno come optional.

NE VALE LA PENA?
2
Average: 2 (1 vote)
Per chi vuole il massimo al minimo prezzo

Questa atipica wagon consuma molto, ma grazie al basso costo del Gpl si fa perdonare. E poi, considerato il rapporto fra prezzo e contenuti, anche mettendo in conto gli accessori d’obbligo (Pack Comfort e airbag laterali), resta davvero conveniente. È adatta soprattutto a chi per esigenze di lavoro, di famiglia o solo per il tempo libero ha bisogno di una vettura spaziosa, pratica e senza fronzoli

Con la Logan MCV la Dacia (marchio che fa capo alla Renault) ha applicato con profitto la formula “low cost” alle station wagon: al prezzo di un’utilitaria ci si porta a casa una famigliare che permette di viaggiare anche in sette persone e caricare bagagli a piacimento. È la scelta ideale per chi bada alla sostanza più che all’immagine, per chi è disposto a chiudere un occhio sulla dotazione di sicurezza (qui ridotta al minimo indispensabile) e per chi non viaggia spesso in autostrada: in quest’ultimo caso, il comfort è scarso a causa dell’elevata rumorosità. Il motore 1.6 consuma parecchio, ma questo sarebbe un problema se fosse alimentato soltanto a benzina; stante l’alternativa del Gpl, la “sete” del motore viene abbondantemente compensata dal basso prezzo del gas.

PERCHÉ SÌ
Altezza da terra 
Fra il fondo della vettura e il suolo ci sono almeno 16 cm, cioè una “luce a terra” degna di una Suv: così la Logan MCV permette di affrontare i percorsi accidentati senza eccessivo rischio di far danni.

Bagagliaio
Il portellone a due ante permette di accedere con la massima comodità a un bagagliaio davvero ampio, oltre che perfettamente sfruttabile grazie alla comoda soglia d’accesso e al regolare sviluppo interno.

Prezzo
È quel che si dice una quotazione “aggressiva”. Vero che radio, “clima” e airbag laterali si pagano a parte, come pure la terza fila di sedili, ma anche con questi (indispensabili) optional la cifra finale rimane contenuta.

Sette posti
È fra le pochissime station wagon a offrire questa soluzione, più diffusa, invece, fra le monovolume (decisamente più costose della Logan). Senza contare che chi siede “in terza fila” non è costretto a una sistemazione di fortuna: il divanetto può accogliere anche due adulti.

PERCHÉ NO
Rumorosità  
L’inefficace insonorizzazione dell’abitacolo compromette il comfort: il rumore del motore si sente parecchio, e diventa fastidioso a velocità autostradale, quando si aggiungono anche i fruscii aerodinamici.

Sicurezza 
Il basso prezzo può in parte giustificare la dotazione ridotta all’osso (ABS e airbag frontali), ma non certo il fatto che non la si possa integrare a pagamento: in opzione si possono avere soltanto gli airbag laterali, ma non quelli per la testa, e neppure il controllo elettronico della stabilità.

Sterzo
Il volante è duro da azionare, al punto da risultare affaticante nella guida nel traffico cittadino. Manca anche di prontezza, ma quel che è peggio è che diventa piuttosto impreciso con il crescere dell’andatura.

Visibilità 
Il problema è dietro: la visuale è ostacolata dagli spessi montanti, dai poggiatesta, e soprattutto dal lunotto diviso in due parti (il portellone è costituito da due ante asimmetriche) di cui soltanto una, quella sinistra, è dotata di tergicristallo.

SCHEDA TECNICA

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata   Rilevata GPL
 in 5a marcia a 5.600 giri   170 km/h 167 km/h   162,9 km/h
           
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata Secondi Velocità in uscita
0-100 km/h 13,8   13,4 secondi  14,2  
0-400 metri 18,9 115,4 km/h non dichiarata 19,1 114,1 km/h
0-1000 metri 35,4 144,5 km/h non dichiarata 35,8 142,7 km/h
           
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata Secondi Velocità in uscita
1 km da 40 km/h in 4a 36,9 140,8 km/h non dichiarata 37,1 139,3 km/h
1 km da 60 km/h in 5a 35,9 131,1 km/h non dichiarata 36,1 131,0 km/h
da 80 a 120 km/h in 5a 19,3   non dichiarata 19,7  
           
CONSUMO   Rilevato Dichiarato   Rilevato
In città   9,2 km/litro 9,7 km/l   7,8 km/litro
Fuori città   13,7 km/litro 15,9 km/l   12,2 km/litro
In autostrada   9,7 km/litro non dichiarato   8,9 km/litro
Massimo   5,8 km/litro non dichiarato   non rilevato
Medio   10,4 km/litro non dichiarata   9,2 km/litro
           
FRENATA   Rilevata Dichiarata    
da 100 km/h   41,1 metri non dichiarata    
da 130 km/h   71,3 metri non dichiarata    
           
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati    
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   140 km/h      
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,0 metri non dichiarata    
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri

64(87)/5500 a benzina
62(84)/5500 a Gpl

Coppia max Nm/giri

128/3000 a benzina e a Gpl

Emissione di CO2 grammi/km 164 a Gpl
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 447/174/167
Passo cm 291
Peso in ordine di marcia kg 1120
Capacità bagagliaio litri 198/700/2350
Pneumatici (di serie) 185/65 R 15
I NOSTRI RILEVAMENTI

VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata   Rilevata GPL
 in 5a marcia a 5.600 giri   170 km/h 167 km/h   162,9 km/h
           
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata Secondi Velocità in uscita
0-100 km/h 13,8   13,4 secondi  14,2  
0-400 metri 18,9 115,4 km/h non dichiarata 19,1 114,1 km/h
0-1000 metri 35,4 144,5 km/h non dichiarata 35,8 142,7 km/h
           
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata Secondi Velocità in uscita
1 km da 40 km/h in 4a 36,9 140,8 km/h non dichiarata 37,1 139,3 km/h
1 km da 60 km/h in 5a 35,9 131,1 km/h non dichiarata 36,1 131,0 km/h
da 80 a 120 km/h in 5a 19,3   non dichiarata 19,7  
           
CONSUMO   Rilevato Dichiarato   Rilevato
In città   9,2 km/litro 9,7 km/l   7,8 km/litro
Fuori città   13,7 km/litro 15,9 km/l   12,2 km/litro
In autostrada   9,7 km/litro non dichiarato   8,9 km/litro
Massimo   5,8 km/litro non dichiarato   non rilevato
Medio   10,4 km/litro non dichiarata   9,2 km/litro
           
FRENATA   Rilevata Dichiarata    
da 100 km/h   41,1 metri non dichiarata    
da 130 km/h   71,3 metri non dichiarata    
           
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati    
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   140 km/h      
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,0 metri non dichiarata    
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri

64(87)/5500 a benzina
62(84)/5500 a Gpl

Coppia max Nm/giri

128/3000 a benzina e a Gpl

Emissione di CO2 grammi/km 164 a Gpl
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 447/174/167
Passo cm 291
Peso in ordine di marcia kg 1120
Capacità bagagliaio litri 198/700/2350
Pneumatici (di serie) 185/65 R 15
Dacia Logan MCV
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
1
1
2
3
8
VOTO MEDIO
1,9
1.933335
15
Aggiungi un commento
Ritratto di Rey
10 ottobre 2009 - 13:34
2
Io personalmente sono daccordo con l'introduzione di questo segmento di auto low cost, l'unico problema è che le case automobilistiche le usano per sfruttare gli ecoincentivi al meglio così da "rifilare" al cliente una macchina scarsa a prezzo scarso. Daltraparte questo mezzo è particolarmente adatto a chi ha necessità di trasportare molto o ha una famiglia estesa e magari non può permettersi il solito monovolume o suv. Ora tutte le case hanno attuato un piano ancora più furbo: io lo chiamo Evergreen... Ovvero lasciare in produzione auto della scorsa generazione resylizzandole quel che basta e vendendole ad un prezzo leggermente inferiore.. è il caso della clio calssic....di mille anni fà della punto classic... di mille anni fà (la grande punto farà la stessa fine, probabilmente ci saranno 3 serie di punto in vendita tra poco) ed altre auto che avendo già fatto carriera e successo 10 anni fà rimangono ancora in vendita a poco meno delle attuali.. furboni, almeno le regalassero..
Ritratto di Dan
10 ottobre 2009 - 14:07
Hai ragione, Rey, il fatto è che in questo periodo solo quel genere di vetture può dare una mano alle case...regalarle magari no però sicuramente dovrebbero abbattere i listini invece che farti trattare lo sconto con il concessionaio (che ci deve sempre essere). Spesso quelle "vecchiette" in fatto di sostanza hanno ancora molto da dare e lo sò bene visto che due anni fà ho preso una Punto Classic 1.3mjet ed ho già percorso 80000km senza un problema e con delle percorrenze da record (intorno ai 22-23km/l reali!) alla faccia della Grande Punto! Comunque la Logan MCV è da record per il baule in configurazione 5posti ma l'abitabilità interna mi sembra proprio risicata...da Clio Storia!
Ritratto di Rey
11 ottobre 2009 - 09:03
2
La punto classic come dicevi è un vero esempio, io ho una g. punto del 2005 e ho fatto 71mila km. Diciamo tutto bene a parte i soliti probleimini. La classic invece è super testata da anni, rifinita nei difetti che in passato ha avuto e collaudata, ovvio non avrà motori che spiccano per prestazioni ma acquistandola si ha la tranquillità di prendere un auto che nel tempo ha cancellato quei difetti tipici dei modelli appena usciti.La mia g. punto nel 2005 era una delle prime auto uscite... ed era piena di difettini . se prendiamo una g punto adesso e perfetta. l ho notato dai miei amici.(comunque io ho la versione top quindi .. hihi) Ieri è uscita la evo- si deduce che il posto della classic la prenderà la g punto, o rimarranno in vendita tutte e tre?? lo sapremo col tempo
Ritratto di Dan
15 ottobre 2009 - 13:37
Non fraintendermi, ero lì per comperare una Grande Punto anche io perchè ho sentito dire che la guidabilità è al top e poi i diesel Mjet Fiat vanno veramente bene e la linea mi piace ma quello che dicevo sui consumi l'ho appreso da gente che ce l'ha e nonostante il loro impegno nel risparmio non riescono a vedere più dei 17-18km/l. Comunque sembra che i piani di Fiat siano stati stravolti dalla crisi e dal rinnovato successo della Classic. A rigor di logica la Classic dovrebbe cedere il posto alla Grande Punto (anche se dal sito della Fiat si può notare che le hanno lasciato i motori peggiori e questo mi dispiace perchè è una vetura che ha ancora veramente molto da dare e come linea è meno azzardata della Evo) ma qualche tempo fà girava voce di una nuova Uno e di una Innocenti da produrre a Belgrado visto che hanno di nuovo rilevato il 70% della locale Zastava... (volevano far rivivere la Innocenti come marchio low cost di Fiat) quindi non saprei proprio cosa dire rigardo al futuro delle nostre due vetture. Una cosa è certa... con il successo che hanno avuto entrambe non ci mancheranno mai i pezzi di ricambio XD
Ritratto di Santo
22 gennaio 2010 - 11:00
"Comunque la Logan MCV è da record per il baule in configurazione 5posti ma l'abitabilità interna mi sembra proprio risicata...da Clio Storia!" Assolutamente no. L'accesso ai sedili e al bagagliaio è facile e comodo, e le sedute sono a "prova di colosso", compresi i due posti del divanetto della terza fila di sedili. E' il dato che ogni volta sorprende quando mi trovo a dare uno strappo a qualcuno: tutti si aspettano un'auto grande fuori e piccola dentro, mentre invece a dimensioni esterne tutto sommato non stratosferiche corrisponde uno spazio interno ESAGERATO, anche e soprattutto per i passeggeri. Quello che manca davvero, invece, è qualche vano in più per i piccoli oggetti, e una presa 12V nella bauliera.
Ritratto di marcolone
10 ottobre 2009 - 21:08
opterei per un auto simile a km zero o semestrale per avere un buon risparmio. Meglio un auto più cara ma di seconda mano che un'auto di fascia economica ma nuova
Ritratto di Rey
11 ottobre 2009 - 09:07
2
Si magari a km zero p una buona alternativa ma se nn sbaglio i tassi di interesse salgono per le già immatricolate e nn si sfruttano gli ecoincentivi. La mia l ho comprata nel 2006 era di un anno e ho risparmiato 4000 euro aveva 11mila km percorsi da un dirigente della concessionaria però nn si può mai asapere come son stti percorsi questi km
Ritratto di cris62
13 ottobre 2009 - 20:04
ho letto di tutto e di più su varie testate riguardo alla logan (e aggiungo sandero) e quello che è stato scritto corrisponde (quasi) alla verità. Possiedo una LOGAN MCV 15 dci 7 posti laureate con la quale ho percorso più di 40.000 km prevalentemente sul misto e (abbastanza) spesso con 6/7 persone a bordo. I difetti? si è vero lo serzo è sicuramente migliorabile; la visibilità posteriore richiede attenzione e la mancanza di esp è una "lacuna" che pesa sul giudizio della vettura. Però ritengo giusto sottolineare che: il "prezzo" gioca il ruolo fondamentale per chi non vuole dissanguarsi; lo spazio, la versatilità e la robustezza, sono ottimi; poco importa - a mio giudizio - se qualche particolare non è al "top", (es. molti modelli non hanno l'esp). DACIA con la sua produzione e con i risultati ottenuti in pochissimo tempo, ha tracciato una via che molte case "blasonate" hanno seguito, annunciando a loro volta prodotti "low cost"!. Penso che chi cerca concretezza ed usa la macchina per quello che è ......è il benvenuto in DACIA chi preferisce alte prestazioni, grande visibilità del marchio, radica, pelle etc. non ha che l'imbarazzo della scelta. Posso dire che i difetti della Logan si possono certamente perdonare ...... e poi la perfezione è così noiosa..........non trovate???????????????????? cris'62 loganiano
Ritratto di roberto forlese
14 ottobre 2009 - 20:55
Ne ho trovato una a Km zero. Io cercavo un Doblò per via del cane ma tutti quei soldi per questo mezzo proprio non mi andava di spenderli. In una concessonaria Renault ho visto questa "strana" auto e mi sono fermato a guardarla. Sono stato invitato a provarla e devo dire che mi ha fatto una buonaimpressione. L'auto provata in salita andava decisamente bene, aveva 7 posti, il clima, ....... e costava decisamente la metà di un Doblò (o auto simili). L'ho comprata subito. Oggi ho già percorso 60.000 Km e non ho avuto nessun problema. Anche a pieno carico, in salita, in autostrada (Appennini, Sila, ...) non mi ha mai dato l'impressione che "arrancasse". A proposito, credetemi, con un pieno di 60 l. di gasolio, ad una velocità media di 110 Km/h, con un certo carico a bordo, percorro più di 1100 Km, ed in città con una guida non certo accorta, ne percorro quasi 1000, un bel risultato per il mio portafoglio. Anche dal carrozziere (chi ha figli neopatentati mi può capire) ho speso decisamente poco. E potrei continuare. E' sicuramente un'auto bruttina (ho la prima versione), molto spartana ma che mi sta dando delle soddisfazioni, non lo credevo! Tornassi indietro la ricomprerei!!!
Ritratto di Rey
14 ottobre 2009 - 10:48
2
Chi meglio di te , ovvero di un possessore effetti, può esporre in modo corretto tutto!! Concordo con tutto.
Pagine