PROVATE PER VOI

Honda Accord: ti coccola senza consumare troppo

Prova pubblicata su alVolante di
ottobre 2008

Listino prezzi Honda Accord non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 34.200
  • Consumo medio rilevato

    14,9 km/l
  • Emissioni di CO2

    148 grammi/km
  • Euro

    4
Honda Accord
Honda Accord 2.2 i-DTEC Exclusive DPF
L'AUTO IN SINTESI

Una berlina che punta tutto sul comfort, in grado di “coccolare” pilota e passeggeri con soluzioni tecnologiche sofisticate, una dotazione di serie di prim'ordine e una sicurezza del massimo livello.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
5
Average: 5 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
5
Average: 5 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
2
Average: 2 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Dotazione
5
Average: 5 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Sicura, confortevole, tecnologica

Oltre alla bella linea, al motore brillante e economo, la versione Exclusive ha già tutto: gli unici optional sono la vernice metallizata e il pacchetto "Advance" per migliorare ulteriormente la sicurezza. Considerando il livello della dotazione il prezzo non è elevato.

La linea rappresenta un giusto mix tra eleganza e sportività, merito soprattutto del “muso”, che mette in bella mostra una generosa calandra cromata e dei piacevoli fari sottili e “spalmati” sul frontale, che danno alla vettura un piacevole tocco di personalità.

Il motore è il moderno turbodiesel 2.2 Honda con potenza portata a 150 CV, che si rivela ben proporzionato alla vettura oltre che piacevolmente sobrio. La potenza non è esagerata (la cilindrata renderebbe lecito aspettarsi qualcosa in più), ma nella guida in souplesse si apprezza la sua miglior dote: la fluidità.

Alla versione Exclusive non manca proprio nulla, e difficilmente vi troverete nell’imbarazzo della scelta: gli unici optional disponibili sono la vernice metallizzata e il “pacchetto” Advance (un sofisticato dispositivo che regola l’andatura della vettura in funzione del traffico, frena se individua il rischio di collisione, ed evita di uscire involontariamente dalla propria corsìa di marcia).

La Honda Accord piace a chi “macina” tanti chilometri e vuole viaggiare in tutto relax riservando grande attenzione alla sicurezza. Non invidia nulla alle concorrenti più blasonate, e anche nella versione più accessoriata il prezzo rimane nella media.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Comodi come nel salotto di casa

L’abitacolo è ricco di utili ripostigli, ma scivola su alcune finiture. I molti comandi presenti nella consolle, inoltre, richiedono un periodo di apprendistato. I sedili sono accoglienti e trovare la posizione di guida ideale è facile grazie alle numerose regolazioni (compresa quella del bracciolo centrale). Il comfort è ai massimi livelli, ma il divano posteriore è davvero comodo solo per due persone. Il bagagliaio è grande, ed è un peccato che la sua forma irregolare lo renda poco sfruttabile.

Plancia e comandi
La plancia è completissima, ma i pulsanti sono troppi e diventa difficile “manovrare” sulla consolle centrale se non la si conosce bene. Peccato anche per la qualità delle plastiche, non sempre omogenea. Superato un congruo periodo di assuefazione, difficilmente ci si troverà a disagio nei viaggi. I vani portaoggetti sono numerosi e capienti (addirittura due sono refrigerati) e la strumentazione - le indicazioni sono chiare e immediate - è completa e provvista di un piccolo schermo nel contagiri che suggerisce quando cambiare marcia (serve ad evitare gli “sprechi”). Ineccepibile la qualità della pelle dei rivestimenti: morbida e piacevole al tatto.

Abitabilità
Grazie a poltrone anteriori dai fianchi ben profilati (per contenere il corpo in curva), riscaldate e dotate di regolazioni elettriche, e l’aggiunta di un volante ampiamente registrabile e del bracciolo scorrevole, il comfort è di alto livello e viaggiare sulla Honda Accord si rivela un vero piacere. Bene anche il divano posteriore, che è largo a sufficienza per ospitare tre persone, ma avendo la seduta del posto centrale rialzata di 6 cm, chi supera i 175 cm arriva a toccare il soffitto con la testa.

Bagagliaio
Con 467 litri è tra i più capienti della categoria, ma la sua forma è fortemente irregolare, e questo limita la possibilità di sfruttamento ottimale dello spazio disponibile. Il pavimento del baule è ben 12 cm sotto la soglia, l'altezza della bocca è di appena 40 cm e quando si abbatte lo schienale posteriore (in due parti) il piano di carico non ha il fondo “piatto”; in più la soglia a 71 cm da terra non è fra le più basse. Ne consegue che per sfruttare bene lo spazio occorre esibirsi in fantasiosi “incastri” coi bagagli.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
L'elettronica alza i "limiti"

È una vettura lunga e dal lunotto si percepisce con poca esattezza ciò che succede dietro: nei parcheggi è gradito il soccorso dei sensori di distanza e della telecamera posteriore di serie. Le sospensioni turistiche preservano il comfort e sulle strade con molte curve si sposano al meglio con la guida tranquilla: se si esagera, l’auto allarga un po’ col muso, ma ci pensa l’ESP a riportare la situazione sotto controllo. Resta il fatto che, il meglio di sé, la Accord lo dà in autostrada, dove mette in mostra un’eccellente souplesse, una notevole silenziosità e bassi consumi.

In città
Le soluzioni studiate dai tecnici giapponesi per aiutare il guidatore sono molteplici, e molte di queste si rivelano fondamentali in città; se la scarsa visuale posteriore può impensierire nei parcheggi, la telecamera e i sensori (anteriori e posteriori) vengono prontamente in aiuto tagliando una grossa “fetta” dell'impegno richiesto. Le sospensioni morbide filtrano ogni tipo di asperità, e anche i consumi sono contenuti.

Fuori città
Nella guida tranquilla la Honda Accord si fa condurre con piacere, ma forzando l'andatura emergono i limiti dell’impostazione turistica. Gli inserimenti in curva non sono “fulminei” e le poltrone rivestite in pelle (anche se ben profilate) tendono a far scivolare il corpo. Quando si spinge, mostra una certa tendenza ad allargare col “muso”, prontamente mitigata, però, dall'azione di un ESP che non si rivela mai troppo invasivo.

In Autostrada
Il motore è fluido e poco rumoroso, i sedili supportano bene il corpo senza risultare “duri” e il clima automatico bizona si regola automaticamente anche rispetto all'irraggiamento solare. Cos’altro desiderare? Il comfort è davvero totale e fa venire voglia di viaggiare a lungo.

QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Col pacchetto Advance "guida quasi da sola"

È un’auto sicura, e non solo perché ha brillantemente superato i crash test EuroNcap. La tecnologia la fa da padrona, nell’imbrigliare la Accord, che è provvista di tutti i controlli elettronici “d’ordinanza” ma non solo: ci sono anche i fari allo xeno e il cruise-control “attivo” (mediante un radar tiene sotto controllo i veicoli che precedono e, se necessario, rallenta).

Di serie offre ABS, ESP, ASR, una nutrita serie di airbag e persino i fari allo xeno. Con il pacchetto “Advance” la Honda Accord arriva a “guidare quasi da sola”: merito del cruise control “intelligente”, che rallenta se davanti individua una vettura più lenta (un radar monitora costantemente la strada, e interviene sul “cruise” in caso di necessità) e di una telecamera che “legge” la strada (senza contare che nel caso stiate uscendo dalla vostra corsia, ve lo segnala sul cruscotto e agisce sul volante per “correggere” la traiettoria). Eccellenti anche i risultati dei crash test EuroNcap: 5 stelle per la protezione dei passeggeri, 4 stelle per la protezione dei bambini e 3 stelle per la protezione dei pedoni in caso di investimento.

NE VALE LA PENA?
3
Average: 3 (1 vote)
Il 2.2 i-DTEC è il motore da scegliere

Ha una linea gradevole e sportiveggiante, non costa molto e con il 2.2 turbodiesel consuma poco senza rinunciare a prestazioni accettabili. Nella versione Exclusive da noi provata non manca nulla. Ogni accessorio è di serie.

È fra le berline medie più valide, ha un prezzo è allineato a quello della concorrenza (e nella versione “base” è addirittura fra le meno care) pure avendo - nella versione Exclusive - una dotazione di serie tra le più complete sul mercato. Il motore 2.2, poi, pur non garantendo prestazioni irresistibili, è il più moderno, equilibrato e “tecnologico” per questa vettura.

PERCHÉ SÌ
 
 

Comfort
È la miglior qualità della Accord. Ogni elemento dell'auto è stato studiato per offrire un'esperienza di viaggio soprattutto piacevole: l'abitacolo è ben insonorizzato, il clima funziona in modo egregio e i sedili sono comodi e rivestiti in morbida pelle.

Consumi
Il turbodiesel 2.2 è poco assetato, merito anche della potenza non esagerata. In più, nel cruscotto figura uno schermo che suggerisce il momento migliore per cambiare marcia: il che aiuta a risparmiare ulteriormente gasolio.

Portaoggetti
Sono tanti, grandi e ben rifiniti. Addirittura due sono refrigerati, ed entrambi di generose dimensioni. Il vano portaoggetti dal lato passeggero è dotato anche di chiusura a chiave.

PERCHÉ NO
 
 

Baule 
Nonostante la buona capienza dichiarata è difficile da sfruttare per via della forma irregolare del vano: ci si deve sbizzarrire con gli “incastri”. Molte concorrenti offrono di meglio, seppure con bagagliai più piccoli.

Plancia
Completa sì, ma troppo affollata di pulsanti. È difficile capire “al volo” quale sia il pulsante che fa al caso nostro. Tanti anche i tipi di plastica utilizzati, peccato che alcuni siano al di sotto delle aspettative.

Sterzo
Nei curvoni ad ampio raggio è piacevole, e permette di mantenere la traiettoria senza dover effettuare continue correzioni. Di contro, è un po' lento e non molto diretto su percorso misto-veloce.

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4100 giri   212,8 km/h 212 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,1   9,6 secondi
0-400 metri 16,5 136,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 30,2 174,6 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 34,4 166,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 32,7 160,6 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 11,2   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,8 km/litro 13,7 km/litro
Fuori città   16,7 km/litro 21,7 km/litro
In autostrada   14,3 km/litro non dichiarato
Massimo   6,5 km/litro non dichiarato
Medio   14,9 km/litro 17,9 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   39,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   67,8 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,8 metri 11,0
Cilindrata cm3 2199
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/4000
Coppia max Nm/giri 350/2000
Emissione di CO2 grammi/km 148
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 473/184/144
Passo cm 271
Peso in ordine di marcia kg 1540
Capacità bagagliaio litri 467/n.d.
Pneumatici (di serie) 225/50 R 17
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4100 giri   212,8 km/h 212 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,1   9,6 secondi
0-400 metri 16,5 136,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 30,2 174,6 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 34,4 166,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 32,7 160,6 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 11,2   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   12,8 km/litro 13,7 km/litro
Fuori città   16,7 km/litro 21,7 km/litro
In autostrada   14,3 km/litro non dichiarato
Massimo   6,5 km/litro non dichiarato
Medio   14,9 km/litro 17,9 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   39,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   67,8 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,8 metri 11,0
Cilindrata cm3 2199
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 110 (150)/4000
Coppia max Nm/giri 350/2000
Emissione di CO2 grammi/km 148
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 473/184/144
Passo cm 271
Peso in ordine di marcia kg 1540
Capacità bagagliaio litri 467/n.d.
Pneumatici (di serie) 225/50 R 17
Honda Accord
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
20
15
27
3
4
VOTO MEDIO
3,6
3.63768
69
Aggiungi un commento
Ritratto di Pleporin
20 settembre 2009 - 12:09
l'ho provata, la comprerò a breve...è tutto!
Ritratto di simonetto
25 ottobre 2009 - 09:49
bella scelta, molto meglio della wagon, che ha un baule quasi da utilitaria
Ritratto di iphone3gs
27 settembre 2010 - 17:50
non stare a guardare il baule, perchè la wagon è meglio , inanzitutto 480 litri non sono da utilitaria ma da berlina e da wagon, ma poi la berlina ha il baule fortemente irregolare ed dietro è più brutta. Non ti sto insultando, anche io quando non sapevo che il baule era di 480 litri ma leggevo sul alvolante che il baule era di 399 litri ero convinro che la wagon fosse uno spreco di soldi ma dopo che l'ho saputo...... La stessa cosa ha fatto sulla prova di alvonte della toyota yaris, diceva che non consumava molto e nel consumo c'era scritto 5.4 km/l figuriamoci, una ferrari avrebbe fatto meglio!!!!!!!!!!!! Ciao simonetto Da iphone 3gs
Ritratto di iphone3gs
23 ottobre 2010 - 15:02
HA anche la retrocamera? su google non c'è nessun video che la mostra (ma sul alvolante c'è la retrocamera). Grazie a tutti coloro mi risponderanno a breve e correttamente.