PROVATE PER VOI

Hyundai i30 Fastback: dentro berlina, fuori coupé

Prova pubblicata su alVolante di
aprile 2018
Pubblicato 14 febbraio 2019
  • Prezzo (al momento del test)

    € 28.650
  • Consumo medio rilevato

    14,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    129 grammi/km
  • Euro

    6
Hyundai i30 Fastback
Hyundai i30 Fastback 1.4 T-GDI Style DCT
L'AUTO IN SINTESI

Il tetto inclinato verso la filante coda contraddistingue la Hyundai i30 Fastback, variante allungata (di 12 cm) della berlina coreana. Provvista di un ampio baule accessibile da un pratico portellone, e piuttosto spaziosa (anche se l’agio per la testa di chi viaggia dietro non abbonda), questa cinque porte “in salsa coupé” non è solo ricca di personalità ma anche piacevole da guidare: pur senza essere una sportiva, sa divertire fra le curve. Ben dimensionato il 1.4 turbo a benzina da 140 CV, nell’esemplare in prova abbinato al dolce (ma non rapidissimo nell’uso sportivo) cambio robotizzato a doppia frizione DCT. Buono il rapporto qualità/prezzo: la vettura è costruita con cura, garantita 5 anni senza limiti di chilometraggio e ben dotata anche in fatto di dispositivi di ausilio alla guida.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
5
Average: 5 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÈ COMPRARLA
Un’originale alternativa per famiglie

Rispetto alla versione berlina, la Hyundai i30 Fastback è di 12 cm più lunga, per un totale di 446 cm: ha un aspetto originale e dal sapore sportivo. Il disegno filante della coda non condiziona la praticità (ma la visuale posteriore sì, a causa del lunotto piuttosto inclinato): c’è un ampio portellone dal quale si accede (invero superando una soglia non vicina a terra) a un bagagliaio di 450/1351 litri. Soddisfa pure l’abitacolo: moderno nello stile, è generalmente ben rifinito e risulta piuttosto spazioso (ma non in altezza) anche nella zona posteriore. Il 1.4 turbo a benzina della vettura in prova è vivace; complice il dolce cambio robotizzato DCT a doppia frizione e 7 marce (volendo risparmiare c’è pure il classico manuale a 6 rapporti), la guida è piacevole; nella norma i consumi. Al volante si apprezza pure il comfort, che è di buon livello.

La valida tenuta di strada e la frenata potente trasmettono una sensazione di sicurezza, come pure la presenza (di serie) di dispositivi quali la frenata automatica di emergenza, l’assistenza al mantenimento di corsia e l’avviso anti-colpo di sonno. Sistemi, quelli citati, che hanno contribuito all’assegnazione delle 5 stelle (con voti elevati nei diversi ambiti di indagine) da parte dell’EuroNCAP, che ha sottoposto ai crash test la versione berlina, cui si può fare riferimento essendo basata sulla stessa piattaforma di questa versione. Oltre ai vetri posteriori oscurati, la Hyundai i30 Fastback in allestimento Style offre inclusi nel prezzo anche i fari full led e i cerchi di 18”, non previsti nella più accessibile Business che, comunque, non rinuncia al “clima” bizona né ai sensori di distanza posteriori integrati dalla retrocamera. Rimarchevole anche la durata della garanzia, di cinque anni senza limiti di chilometraggio.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Interni al passo coi tempi

Plancia e comandi 
Linee sobrie e attuali per la plancia, che presenta comandi facili da individuare (fra i quali il pulsante per avviare il motore, di serie) e, al centro, propone il sottile display touch (rapido nella risposta) del sistema multimediale con navigatore. La lavorazione dei diversi elementi nella parte superiore dell’abitacolo è curata, ma non altrettanto quella del cassetto davanti al passeggero anteriore. Ben congegnato il cruscotto, che nella Hyundai i30 Fastback consta di due ben leggibili strumenti analogici e dello schermo di 4,2” del computer di bordo. Quest’ultimo, se si aggiunge il Safety Pack (optional, include il monitoraggio degli angoli ciechi e rende la frenata automatica in grado di riconoscere anche i pedoni), mostra pure i limiti di velocità “letti” nella segnaletica stradale.

Abitabilità  
La Hyundai i30 Fastback è equipaggiata di comode e ben sagomate poltrone (a richiesta, possono essere rivestite in pelle) e di un accogliente divano che, grazie alla seduta piatta, può ospitare senza troppi problemi anche il passeggero centrale; il soffitto che discende verso la coda, però, fa sì che chi supera i 180 cm di statura abbia poca “aria” sopra la testa. Luci e ombre sui portaoggetti: nessun dei vani è refrigerato ma, in compenso, risultano particolarmente funzionali quelli nel bracciolo scorrevole anteriore e nella consolle; quest’ultimo, peraltro, nella Style è dotato di piastra per la ricarica a induzione degli smartphone predisposti.

Bagagliaio Hyundai 
L’accessibilità risente della soglia lontana dal suolo (79 cm), ma la bocca che si libera sollevando il grande portellone è ampia, e in quanto a capacità il bagagliaio della Hyundai i30 Fastback non delude: con il divano in uso “tiene” 450 litri, mentre reclinando lo schienale (suddiviso in due sezioni asimmetriche) raggiunge i 1351 litri, un record per la categoria. Regolare e priva di sporgenze la forma del vano che, comunque, non è molto alto: la distanza fra pavimento e tendalino è di 40 cm.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
È comoda e non disdegna le curve

In città  
La Hyundai i30 Fastback non nasce per la città, e per giunta il lunotto offre una visuale davvero limitata: giustamente di serie retrocamera e sensori, che sono indispensabili. Eppure, nel traffico questa coreana se la cava bene grazie alla leggerezza dello sterzo, alla prontezza del motore e al valido aiuto del cambio a doppia frizione (dolce negli innesti) nel ridurre lo stress di guida. Inoltre, le sospensioni non fanno “ballare” sul pavé nonostante le gomme sportive (225/40) installate sui cerchi di 18”. Ragionevoli i 13,7 km/l di consumo rilevato.

Fuori città  
Pur non essendo una berlina “tutta grinta” (quest’auto si rivela piacevole soprattutto nella guida rilassata), la Hyundai i30 Fastback non disdegna i percorsi tortuosi: le sospensioni solide tengono sotto controllo il rollio, lo sterzo è preciso e la risposta dei freni è di alto livello, sia per mordente, sia per resistenza nell’uso intenso. Vivace il motore, che evidenzia un minimo di ritardo nella risposta all’acceleratore solo quando gli si chiede il massimo (nel qual caso, non guasterebbe un pizzico di prontezza in più anche da parte del cambio DCT). Non deludono i 17,2 km/l che si percorrono con un litro di benzina.

In autostrada 
In settima marcia, i 130 km/h si raggiungono ad appena 2550 giri: un regime in corrispondenza del quale il 1.4 non eccede nei consumi (13,3 km/l) e si fa sentire poco, contribuendo a un comfort acustico di notevole livello; inoltre, complice il cambio DCT pronto a scalare quando si preme a fondo l’acceleratore, le riprese dopo i rallentamenti sono incisive. A “coccolare” chi viaggia nell’abitacolo della Hyundai i30 Fastback contribuiscono pure le sospensioni, capaci di un lavoro davvero apprezzabile anche quando il fondo stradale è disomogeneo.

PERCHÈ SÌ

Baule 
Oltre che di forma regolare, il vano è di notevole capacità (e raggiunge i vertici della categoria a schienale reclinato): pazienza se la soglia è alta da terra…

Frenata
Notevole per potenza e modulabilità, l’impianto non perde efficacia nell’utilizzo intenso. 

Linea
È una berlina fuori dal coro, con una coda svelta come quella di una coupé: la personalità non le manca.

Tenuta di strada
Grazie pure alle generose coperture 225/40 installate sui cerchi di 18”, fra le curve la vettura è bene aggrappata all’asfalto. Puntuale l’Esp.

PERCHÈ NO

Accessibilità al divano
Per raggiungere i posti dietro si deve reclinare parecchio il capo: “colpa” dell’andamento discendente del padiglione.

Dettagli
Sottotono rispetto al resto le plastiche utilizzate nella parte inferiore dell’abitacolo e per il cassetto di fronte al passeggero.

Vani refrigerati 
Nessuno dei portaoggetti, che pure sono numerosi, è collegato con l’impianto di climatizzazione.

Visibilità 
Vero che i sensori di distanza e la retrocamera mitigano il problema, ma dal lunotto si vede poco: nelle “retro” serve attenzione.

SCHEDA TECNICA
Carburante benzina
Cilindrata cm3 1353
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 103 (140)/6000
Coppia max Nm/giri 242/1500
Emissione di CO2 grammi/km 129
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (robotizz. doppia friz.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 446/180/143
Passo cm 265
Peso in ordine di marcia kg 1287
Capacità bagagliaio litri 450/1351
Pneumatici (di serie) 225/40 R18
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 4800 giri   203,8 km/h 203 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 9,0   9,5 secondi
0-400 metri 16,6 137,2 km/h non dichiarata
0-1000 metri 30,3 173,7 km/h non dichiarata
       
RIPRESA IN DRIVE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 28,2 174,0 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 27,0 174,4 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,6   non dichiarata
da 80 a 120 km/h 6,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   13,7 km/litro 15,6 km/litro
Fuori città   17,2 km/litro 19,6 km/litro
In autostrada   13,3 km/litro non dichiarato
Medio   14,8 km/litro 17,9 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   34,8 metri non dichiarata
da 130 km/h   58,5 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   136 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,9 metri 10,6
Hyundai i30 Fastback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
32
32
33
11
17
VOTO MEDIO
3,4
3.408
125
Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
15 febbraio 2019 - 02:31
3
Beh il livello di qualità del gruppo Hyundai/Kia si sta alzando in fretta con gli ultimi modelli, sono sempre ai vertici degli indici di affidabilità mondiali, più in alto di marchi Premium. Qualità mediocre una volta forse, ora non è più così. Si, come rivendibilità non si é ancora a livelli di certi marchi, il valore non tiene molto. Però una cosa. Ma dobbiamo comprare macchine pensando sempre a che prezzo possiamo rivenderla? Personalmente compro macchine che posso permettermi che mi piacciono indipendentemente dal marchio d'appartenenza fregandomene a quanto potrei guadagnarci vendendola, li sarà poi un problema quando si presenterà.
Ritratto di Blueyes
15 febbraio 2019 - 08:32
1
Esatto, se pensi già a quanto riuscirai a rivenderla, allora non è la macchina giusta per te. Come per le donne ;-)
Ritratto di Giuliopedrali
15 febbraio 2019 - 09:45
Le coreane le coreane che ogni volta che ci entro dal concessionario che vende pure le DR il livello è quello. Già la quasi uguale MG6 anglo cinese venduta in UK è infinitamente migliore.
Ritratto di emergency
15 febbraio 2019 - 10:06
Condivido pienamente la sua idea. Io felice possessore di Tucson e con ben 96mila km sulle spalle non ho proprio nulla da dire sulla qualità del prodotto. Lo acquistata nel luglio 2016 e di km ne ho già fatti abbastanza Il Motore sembra appena uscito dal concessionario spinge molto bene zero problemi di meccanica ( 5 anni di garanzia non sono pochi ) ( non ci sono sul mercato altre marche di auto che ti diano la garanzia che ti da Hyundai\Kia quindi, esteticamente ha fatto passi da gigante rispetto alle prime risalenti ai primi anni 90 ( il designer è italiano ) quindi di cosa stiampo parlando? I soldi spesi in questa auto è l'eccellenza fatta realtà.
Ritratto di Metalmachine
15 febbraio 2019 - 19:32
1
Ho avuto anche il Coupe mod 2002, 260.0000km e mai un problema .... Si parla spesso di qualità , ma ad oggi ogni casa si equivale nel segmento generalista ... Ho amici e parenti che con auto tedesche hanno avuto e stanno avendo problemi ...io stesso ho avuto molti problemi con le tedesche (seg premium ), e dal 2009 ho deciso che mai più comprerò una tedesca ... Le lascio comprare a chi ha soldi da buttare ... Io con questa mi ci trovo benissimo , a prestazioni non mi lamento e non mi sembra così tanto inferiore alla media ... Più che altro si riesce ad avere a prezzi ragionevoli , ... Aggiungo che bisogna essere anche consapevoli che la svalutazione e’ maggiore rispetto ad una berlina tradizionale ... Ma chi come me , porta le auto a fine o quasi , non si fa tanti problemi ...
Ritratto di Alfiere
15 febbraio 2019 - 08:59
1
A parte che il problema rivendibilità è ormai superato, tra noleggi e V.f.g. per tutti i marchi.
Ritratto di Metalmachine
15 febbraio 2019 - 19:34
1
Vero , un Tiguan 4x4 pagato 45000€ 4 mesi fa , e’ stato valutato 22500....
Ritratto di tramsi
15 febbraio 2019 - 23:18
???????????? Ha perso il 50% in 4 mesi????? Ma dai, è una Tiguan, non una russa sconosciuta.
Ritratto di emergency
18 febbraio 2019 - 08:43
Le posso rispondere con sincera verità la mia Tucson del 2016 acquistata a 35000 euri valutata oggi 2019 a 23800 euri.
Ritratto di Cosworth141090
15 febbraio 2019 - 08:30
Commento profondo, ricco di argomentazioni e ben strutturato nell'analisi del panorama automobilistico....una decina d'anni fa. Continuiamo a ragionare per stereotipi vecchi, che intanto Hyundai/Kia continuano la loro crescita qualitativa.... mentre noi stiamo a guardare e rimaniamo indietro.
Pagine
Annunci

Hyundai I30 fastback usate

Hyundai I30 fastback km 0 per anno