PROVATE PER VOI

Mercedes CLA: quasi coupé, anche da guidare

Prova pubblicata su alVolante di
settembre 2013
  • Prezzo (al momento del test)

    € 40.630
  • Consumo medio rilevato

    17,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    117 grammi/km
  • Euro

    6
Mercedes CLA
Mercedes CLA 220 CDI Sport Automatic
L'AUTO IN SINTESI

Slanciata e ricca di personalità, grazie alle quattro porte la Mercedes CLA è un po’ più pratica delle normali coupé e altrettanto gratificante nella guida: il 2.1 a gasolio (peraltro davvero parco) è generoso nelle prestazioni e abbinato a un valido cambio robotizzato, e le sospensioni sportive esaltano tenuta di strada e agilità; tuttavia, le sospensioni mal digeriscono lo sconnesso. La dotazione soddisfa, soprattutto sotto il profilo della sicurezza, mentre alcune finiture, in rapporto al prezzo, appaiono un po’ “tirate via”.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
4
Average: 4 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
4
Average: 4 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
5
Average: 5 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Sportiva con un occhio alla praticità
Più lunga e slanciata della Classe A, con la quale condivide la piattaforma e la meccanica, la Mercedes CLA ha una linea da coupé ma grazie alle quattro porte offre pure una discreta praticità. Il 2.1 da 170 CV, abbinato a un efficace cambio robotizzato a sette marce, è brillante e consuma pochissimo. Notevoli pure le qualità di guida, che nella Sport sono esaltate dai cerchi di 18 pollici e dalle sospensioni ribassate e irrigidite; il comfort sullo sconnesso, però, non è ottimale, mentre l’insonorizzazione è ben curata. Adeguata al prezzo la dotazione di serie, che include, fra l’altro, l’avviso anti-colpo di sonno e il navigatore. 
 
 
Realizzata sulla base della Classe A, la Mercedes CLA se ne differenzia nella foggia del tetto – che è ad arco come quello della sorella maggiore CLS – e nella coda, dov’è stato aggiunto uno sfuggente “terzo volume” che fa crescere la lunghezza totale a 463 cm (per un’altezza di soli 143 cm): la CLA è una coupé a quattro porte, che alla linea grintosa associa un grado di praticità nettamente superiore a quello di una vera sportiva. E vanta anche un baule abbastanza capiente.
 
Con la due volumi a cinque porte dalla quale deriva, condivide anche la meccanica: il brillante 2.1 a quattro cilindri turbodiesel dell’esemplare in prova invia i suoi 170 CV alle ruote anteriori, ed è abbinato a un cambio automatico robotizzato con doppia frizione e sette marce azionabile anche manualmente tramite le palette al volante. Fra le qualità del motore ci sono anche i consumi, più bassi di quelli di molte utilitarie.
 
L’allestimento Sport ha le sospensioni irrigidite rispetto a quelle della più accessibile Executive e monta cerchi di 18 pollici anziché di 17: scelte che comportano qualche rinuncia in fatto di comfort sullo sconnesso in favore della maneggevolezza e della tenuta di strada, davvero elevate; adeguate alla guida sportiva anche le caratteristiche dello sterzo e quelle dell’impianto frenante. Curata a dovere, inoltre, l’insonorizzazione dell’abitacolo.
 
La dotazione della Mercedes CLA include dispositivi di sicurezza “tecnologici”, come quello che avvisa se si marcia troppo vicini al veicolo che precede o l’allarme contro il rischio di colpo di sonno; la Sport offre di serie anche l’utile telecamera di retromarcia e il navigatore (che per l’allestimento inferiore sono a pagamento). Tuttavia, qualche dettaglio dell’abitacolo rimane da migliorare, e per avere il “clima” bizona al posto di quello automatico a zona singola bisogna sborsare un extra.
VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Sedili sportivi e un discreto baule
Salvo qualche svista, gli interni sono curati ed esteticamente gratificanti. Il ponte di comando, elegante ma non privo di tocchi di sportività, riprende il layout di quello della Classe A, e lo stesso vale per i sedili davanti, davvero avvolgenti, ma confortevoli; dietro, invece, viaggiano comodi soltanto due adulti, meglio se non troppo alti. Ampio e ben sfruttabile il bagagliaio, che, però, non è il massimo in fatto di accessibilità e finiture interne.
 
 
Plancia e comandi
L’impostazione della plancia e della consolle della Mercedes CLA riprende quella della classe A, e altrettanto vale per la qualità costruttiva: generalmente buona sia per quanto riguarda i materiali, sia per gli assemblaggi, delude un po’ a causa delle plastiche del tunnel. Da rivedere pure la posizione del comando del freno a mano elettrico (irraggiungibile per il passeggero in caso di necessità), mentre alla leva del cambio automatico – che è nel piantone – si fa in fretta l’abitudine (per selezionare manualmente le marce ci sono i paddle al volante). Il cruscotto, con i due strumenti analogici separati da un display digitale, coniuga l’eleganza con la sportività, ed è ben leggibile.
 
Abitabilità
Davanti, accolti dai fascianti e sportivi sedili con poggiatesta integrato (rivestiti in tessuto e finta pelle), si sta comodi e larghi come nella Classe A, mentre dietro manca qualche centimetro sopra la testa. Ma non ci si può lamentare: se non sono troppo alti, sul divano due adulti sono accolti senza sacrifici (mentre un eventuale terzo passeggero sta stretto e patisce l’imbottitura rigida dello schienale). Sempre a proposito della zona posteriore, l’accessibilità non è il massimo e mancano le bocchette d’aerazione. Sufficienti i vani portaoggetti, sebbene il cassetto di fronte al passeggero – pur rivestito internamente – non sia climatizzato; in compenso, il vano nel bracciolo reca le prese Aux e Usb, in modo che un lettore di musica digitale non debba essere lasciato a vista.
 
Bagagliaio
L’imboccatura che si restringe nella parte inferiore non è l’ideale per l’accessibilità, e anche le finiture lasciano un po’ a desiderare (il rivestimento presenta imperfezioni, e nel “soffitto” manca del tutto). Eppure lo spazio nella Mercedes CLA non manca: con tutti i posti in uso il volume disponibile è di 470 litri, con 47 cm di distanza fra pavimento e cappelliera che permettono di sovrapporre un paio di grandi valigie rigide. Non manca la possibilità di reclinare lo schienale del divano (diviso in due parti), ma la botola passante per stivare gli sci mantenendo quattro posti si paga a parte.
COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Sportiva e anche piuttosto comoda
Sebbene non compattissima, in città la Mercedes CLA è agile, pur costringendo a fare i conti con le sospensioni rigide sullo sconnesso e con la scarsa visuale posteriore: in retromarcia, la telecamera è preziosa. Ma è fra le curve che dà il meglio di sé: ha uno sterzo preciso, freni potenti e un assetto “piatto” che permette di divorare le curve con grande sicurezza e precisione. Inoltre, il motore è vigoroso, poco assetato e si fa sentire poco anche in autostrada, dove, però, a risultare rumorose – in presenza di asfalto irregolare – sono le larghe gomme.
 
 
In città
Sebbene le dimensioni non siano particolarmente contenute, nel traffico la Mercedes CLA è agile, complice pure lo sterzo con servoassistenza variabile che alleggerisce il comando in manovra o quando si va piano; inoltre, il cambio automatico rende la guida fluida ed evita lo stress nella marcia a singhiozzo. La visibilità, però, non è ottimale né di lato né tantomeno dietro, anche se nei parcheggi in retromarcia viene in soccorso la telecamera (di serie). Lascia a desiderare anche il comfort sullo sconnesso, penalizzato da gomme e sospensioni sportive, ma ci si consola con i consumi che (anche grazie all’efficiente Stop&Start) sono bassi. 
 
Fuori città
La spinta del turbodiesel è vigorosa sin dai 1000 giri e l’allungo non si esaurisce prima dei 4500: con il cambio automatico in modalità Sport (che innalza il regime di cambiata) o in Manual (con selezione sequenziale dei rapporti tramite le palette al volante) il brio non manca. D’altronde, assecondano la guida veloce anche lo sterzo, pronto e diretto, e le solide sospensioni, che mantengono la vettura “piatta” nelle curve e nei cambi di direzione. Selezionando la modalità Economy, invece, la risposta di motore e cambio è più fluida (il rapporto superiore viene inserito prima possibile) e scendono i consumi (abbiamo rilevato oltre 19 km/l).
 
In autostrada
Completamente carenata nel sottoscocca, e provvista di alette mobili nella mascherina (che si chiudono quando è possibile parzializzare il flusso d’aria destinato al raffreddamento del motore), la Mercedes CLA è eccezionalmente aerodinamica (la Sport in prova ha un CX dichiarato di 0,24): anche per questo in autostrada i fruscii sono davvero contenuti, come pure i consumi (ben 17 i km/l misurati dai nostri strumenti). Si fa sentire poco anche il motore, che a 130 orari in settima marcia lavora a soli 2200 giri, mentre sull’asfalto ruvido è evidente la rumorosità generata dalle larghe gomme ribassate. Notevoli le capacità di ripresa, impeccabili la stabilità e la precisione (anche quando si sfrutta a fondo il potente e tenace impianto frenante).
QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Ti avverte quando sei stanco
Il sistema che rileva segni di stanchezza del guidatore e aiuta a evitare i colpi di sonno è di serie, come il radar che avvisa se la distanza di sicurezza dal veicolo che precede è insufficiente. Ovviamente sono standard pure l’Esp, sette airbag e il cruise control, ma non mancano gli optional a pagamento, fra i quali i dispositivi “avanzati” quali il monitoraggio dell’angolo morto degli specchi retrovisori oppure l’avviso di involontario abbandono della propria corsia di marcia. I crash test Euro NCAP non sono stati ancora effettuati, ma a questo proposito possono far fede le cinque stelle (il massimo) ottenute dalla Classe A, dalla quale la CLA deriva.
 
 
L’Euro NCAP non ha ancora esaminato la Mercedes CLA, ma possono far fede i risultati ottenuti nei crash test della Classe A: è la berlina a due volumi con la quale questa “coupé a quattro porte” condivide la piattaforma, la meccanica e numerosi parti della carrozzeria (fino alle porte davanti le due auto sono quasi identiche), e che è stata promossa con le cinque stelle del punteggio massimo. Elevate le valutazioni specifiche: 93% per la protezione degli occupanti, 81% per i bambini trasportati su seggiolini Isofix (i relativi attacchi sono di serie), 67% per la salvaguardia dei pedoni in caso di investimento e 86% per i sistemi di assistenza alla sicurezza. La CLA conta, d’altra parte, su una dotazione standard superiore alla media, che prevede sette airbag (oltre alle coppie frontali, laterali e a tendina con estensione ai posti dietro, c’è quello per le ginocchia del conducente), l’Esp con assistenza antiarretramento nelle partenze in salita, il regolatore elettronico di velocità, i sensori di pressione delle gomme e a un paio di dispositivi non comuni. Il primo è il sistema che si attiva oltre i 7 km/h e grazie a un radar dietro la mascherina avvisa se la distanza dal veicolo che precede è scarsa; inoltre, in caso di frenata improvvisa fa sì che l’impianto funzioni con la massima efficienza. L’altro è l’avviso anti-colpo di sonno, che consiglia una sosta qualora rilevi segni di stanchezza del guidatore. A pagamento si possono avere anche i fari allo xeno e gli airbag laterali posteriori, nonché gli ultimi ritrovati della tecnologia, quali il controllo dell’angolo cieco dei retrovisori, l’avviso di cambio involontario di corsia oppure il cruise control adattativo. Tuttavia, stupisce che siano fra gli optional anche i fendinebbia.
NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Personalità che vale
La CLA esce dal coro delle berline medio-grandi grazie alla sua spiccata personalità e a una grinta quasi da coupé. Nell’allestimento Sport, con assetto ribassato e generosi cerchi di 18 pollici, punta parecchio sul piacere di guida, peraltro ben sostenuto dal generoso turbodiesel e dall’efficace cambio robotizzato. Per quel che costa avrebbe potuto essere meglio curata in alcuni dettagli secondari, ma la sostanza c’è: i contenuti tecnici sono di alto profilo e l’equipaggiamento di serie è piuttosto ricco sotto ogni aspetto, incluso quello relativo alla sicurezza.
 
 
Chi vuole una spaziosa berlina da famiglia farà bene a guardare altrove: la Mercedes CLA, nello spirito, è una coupé. Certo, ha quattro porte e un buon bagagliaio, ma l’abitabilità posteriore (come anche l’accessibilità al divano) si può considerare buona soltanto in rapporto al carattere “dinamico” di questa tedesca. Che nell’allestimento Sport è nella sua forma più smagliante, grazie a un assetto in grado di assecondare i pruriti sportivi, e a un turbodiesel grintoso e piacevole da utilizzare quanto parco nei consumi. Il tutto, peraltro, accompagnato da un comfort di buon livello, se si eccettua qualche comprensibile sobbalzo sui fondi sconnessi. Il prezzo, al livello della concorrenza, è ampiamente giustificato dai contenuti, considerata la presenza di un cambio robotizzato davvero efficiente e di una dotazione di tutto rispetto: sono di serie pure il navigatore e la telecamera di retromarcia, oltre a dispositivi di sicurezza “avanzati” che vanno ad aggiungersi all’Esp e ai sette airbag. Un appunto può essere rivolto agli interni, perfettibili in alcuni dettagli, e al fatto che qualche optional da aggiungere (facendo lievitare il conto finale) resta: difficile, in una vettura del genere, rinunciare all’upgrade dal “clima” monozona a quello bizona, ai fendinebbia o ai vetri posteriori e lunotto oscurati.
PERCHÉ SÌ
Cambio
Le sette marce sono ben scalate. Inoltre, anche se la sua velocità di funzionamento non è da record, l’automatico robotizzato a doppia frizione è capace di innesti inavvertibili e risponde con adeguata prontezza anche nella guida sportiva
 
Personalità 
Equilibrata ed elegante, ma anche ricca di grinta, per strada si fa notare. Anche perché, a ben vedere, nella sua categoria non ci sono proposte altrettanto originali, nell’estetica come nella filosofia.
 
Prestazioni
Bene assistito dall’efficiente cambio automatico, il 2.1 a gasolio assicura grande vivacità in accelerazione (abbiamo rilevato 7,9 secondi nello “0-100”, tre decimi in meno di quanto dichiarato dalla casa) e in ripresa; elevata pure la velocità massima, bassi i consumi.
 
Sicurezza
I dispositivi di protezione dei passeggeri e quelli di assistenza alla guida (alcuni di serie, altri optional) sono allineati ai migliori standard attuali. Nondimeno, alla sicurezza di marcia contribuiscono la tenuta di strada sempre sicura e la frenata potente.
PERCHÉ NO
Accessibilità
Raggiungere il divano è (ovviamente) più facile che nelle coupé classiche, ossia quelle con due sole porte. Ma resta il fatto che bisogna chinare parecchio la testa se non la si vuole urtare contro i montanti. 
 
Comfort sulle buche
L’allestimento Sport è pensato per esaltare la guidabilità, ma il rovescio della medaglia è che i cerchi di 18” con gomme ribassate (al posto di quelli di 17” dell’Executive) e le sospensioni irrigidite trasmettono contraccolpi quando si transita su fondi sconnessi.
 
Particolari interni
La collocazione di alcuni comandi non è quella ideale, e alcune finiture dell’abitacolo (per esempio il tunnel, in plastica troppo economica) e del baule (che ha il “cielo” non rivestito) sono inadeguate al prezzo di questa tedesca.
 
Visibilità
La telecamera di retromarcia (di serie, diversamente dai sensori anteriori e posteriori con Park Assist, che sono optional) aiuta nei parcheggi, ma dalla limitata visuale laterale e posteriore si è condizionati anche in marcia.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2143
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 125 (170)/3400-4000
Coppia max Nm/giri 350/1400-3400
Emissione di CO2 grammi/km 117
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 7 (doppia frizione) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 463/178/143
Passo cm 270
Peso in ordine di marcia kg 1450
Capacità bagagliaio litri 470
Pneumatici (di serie) 225/40 R18

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 7a a 3950 giri   235,4 km/h 230 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 7,9   8,2 secondi
0-400 metri 15,8 144,5 km/h non dichiarata
0-1000 metri 28,7 186,6 km/h  
       
RIPRESA in DRIVE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 26,5 189,3 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 25,5 187,5 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h 2,2    
da 80 a 120 km/h 5,1   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,3 km/litro 17,9 km/litro
Fuori città   19,2 km/litro 26,3 km/litro
In autostrada   17,0 km/litro non dichiarato
Medio   17,2 km/litro 22,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   37,0 metri non dichiarata
da 130 km/h   63,9 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11 metri 11

 

 

Mercedes CLA
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
180
94
49
36
42
VOTO MEDIO
3,8
3.83292
401
Aggiungi un commento
Ritratto di salvospak
27 settembre 2013 - 16:38
Davvero bella questa Mercedes, come del resto lo è tutta la gamma della classe A; nonostante io sia un grande appassionato dell'unica VERA rivale della Mercedes, la BMW, devo ammettere che (serie 3 e Z4 a parte!) in quest'ultima generazione ha nettamente superato in termini di design la bavarese; ahimè. servirebbe un ritorno a Bangle in casa BMW! Tornando alla classe A, se devo trovare una pecca, affermo che il navigatore è posticcio, sorretto da una staffa; sembra montato in secondo momento, nonostante sia però bello da vedere e nella grafica; inoltre provate a toccare alcune parti del cruscotto: scadenti! Palese prova che anche le tedesche, tanto osannate, ogni tanto si concedono un pizzico di economia (pertanto non giudicatemi la "plastichina" scadente in altri marchi!)
Ritratto di lollo76
5 dicembre 2013 - 20:01
1
17 km\l un 2.2 da 170cv? wow!
Ritratto di Flavio Pancione
27 settembre 2013 - 17:06
7
secondo me è riuscitissima la linea, dal vivo ancora meglio, l'ho vista a fondo e nel pacchetto premium tira fuori una sportività notevole senza entrare nell'esagerazione.. a me sembra una piccola supercar in alcuni tratti. Mi ha colpito in pieno. Prestazioni notevoli, consumi bassissimi.. tutto grazie a motori davvero eccellenti e aerodinamica curatissima come in tutte le mercedes. Altro pregio: finalmente cambio all'altezza anche della guida sportiva. La pecca? La derivazione Classe A!!! Auto che non sopporto affatto, ok fare volumi ma avrei tanto desiderato non vederla in listino.. Immaginatela con l'ottimo telaio della Classe C, appiattita nell'assetto per una vocazione prettamente sportiva.. e quindi con le ruote che tirano da dietro: in queste codizioni sì che c'era piacere in più nel pennellare curve e controcurve.
Ritratto di PariTheBest93
27 settembre 2013 - 17:34
3
Ma in questo modo avrebbe portato via clienti alla classe c non credi? Poi per le super prestazioni c'è la 2.0 da 360cv firmata amg dal rombo che sembra quello di un auto elaborata! Anch'io l'ho vista dal vivo nell'allestimento premium ma mi ha dato la sensazione che il posteriore sia troppo schiacciato a terra, cosa che si nota soprattutto nella vista laterale. Tecnicamente invece nulla da dire se non ottima, stupisce invece la qualità di alcuni dettagli, visto il prezzo non proprio basso... Personalmente preferisco di più la cls
Ritratto di Flavio Pancione
27 settembre 2013 - 23:27
7
perchè in fondo già adesso potrebbero sovrapporsi no? La clientela dell'ultima Classe C non è poi così "anziana" come potrebbe essere la clientela di una Classe E quindi secondo me racchiudono la stessa fascia di clienti e già potrebbe portarne via alla C, stesso io che adoro la Classe C avrei pensato dieci volte all' alteternativa CLA. Per cui, perchè non usare il pianale della C?? In fondo nulla vietava fare una 4 porte coupè su pianale C altrettanto affascinante . Comunque a me ha colpito parecchio :D e la AMG con quel motore è superba.. ma come già detto non sopporto la A mi dispiace.. sembrerà un contro senso ma è così
Ritratto di PariTheBest93
28 settembre 2013 - 10:41
3
Veramente esisteva già la classe c coupé a due porte, quindi trovo curioso il fatto che hanno fatto la cla, ma forse è meglio così ;-) Poi posso capirti se non ti piace la classe A "normale", visto che la cla sembra proprio un'altra vettura di cui riprede solo interni, e parte del frontale dalla classe a (oltre al pianale)
Ritratto di Flavio Pancione
28 settembre 2013 - 10:46
7
però questa nuova categoria di coupè a 4 porte "medie" sta andando benino in termini di vendite, vedi A5 e Vw cc
Ritratto di PariTheBest93
28 settembre 2013 - 11:05
3
Più che altro ci sono parecchi modelli così perchè i tedeschi tra di loro fanno una stretta "marcatura ad uomo" però anche le vendite stanno andando bene, infatti ne vedo parecchie di a5 sportback
Ritratto di osmica
27 settembre 2013 - 22:17
Concordo in tutto. Cmq questa vettura con il colore grigio scuro, perde tutta la sua siluette. Un colore che non le dona per niente. Prendetela rossa, bianca, argento, ma non grigio scuro
Ritratto di Flavio Pancione
27 settembre 2013 - 23:41
7
anche blu non è male però..
Pagine
Annunci

mercedes cla usate

Prezzo minimoPrezzo medio
mercedes cla usate 201313.80023.15013 annunci
mercedes cla usate 201416.99022.72028 annunci
mercedes cla usate 201516.80025.76073 annunci
mercedes cla usate 201617.35026.68065 annunci
mercedes cla usate 201721.99029.15096 annunci
mercedes cla usate 201825.80032.72026 annunci

mercedes cla km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
mercedes cla km 0 201735.50036.7502 annunci
mercedes cla km 0 201829.20032.49014 annunci