PROVATE PER VOI

Mercedes E: non usatela per correre

Prova pubblicata su alVolante di
giugno 2009
  • Prezzo (al momento del test)

    € 53.080
  • Consumo medio rilevato

    13,2 km/l
  • Emissioni di CO2

    159 grammi/km
  • Euro

    5
Mercedes E
Mercedes E 250 CDI BlueEfficiency Avantgarde Automatica
L'AUTO IN SINTESI

Questa berlina è fatta per viaggiare comodi e “protetti” da vari dispositivi di sicurezza. Il motore spinge forte ma il cambio e lo sterzo non sono fatti per la guida sportiva.

Posizione di guida
5
Average: 5 (1 vote)
Cruscotto
5
Average: 5 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
5
Average: 5 (1 vote)
Cambio
2
Average: 2 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
3
Average: 3 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Linea moderna e tanta sicurezza

Muso slanciato e linea classica: l’ammiraglia tedesca non tradisce le sue origini. Ha un motore 2.1 sobrio e poco inquinante che assieme alla morbidezza delle sospensioni, al comfort sopraffino e al cambio automatico garantisce viaggi in assoluto relax e un elevato livello di sicurezza attiva e passiva. Per la sua impostazione da “passista” va, però, guidata in modo tranquillo, senza prendersi troppe “confidenze”
 

La Mercedes Classe E era come l’abito blu: non passava mai di moda; cioè un vero classico nel suo genere. Ma la nuova generazione è stata rivista da cima a fondo, e ha acquisito una linea più moderna e “grintosa”, con quattro atipici fari spigolosi (a losanga) che caratterizzano il frontale. Il cofano è molto lungo ed è stato studiato per ridurre i danni in caso di investimento di un pedone: nell’urto si solleva di circa 5 cm per smorzare l’impatto. Nella coda si notano i grandi fanali uniti da un profilo cromato sopra la targa.

Per quanto sia potente, il turbodiesel 2.2 è un po’ penalizzato nelle prestazioni da un cambio automatico (un optional davvero costoso) piuttosto deludente: ha solo cinque rapporti e non è fatto per la guida sportiva. Del resto, anche la nuova E rimane fedele al concetto base di questo modello: una grande berlina (con un abitacolo che è un vero salotto e un capiente bagagliaio) pensata per offrire viaggi comodi e sicuri, e non per “divorare” le curve nella guida al limite, dove peraltro lo sterzo (non sempre puntuale nelle risposte) si rivela inadeguato.

Il 4 cilindri della Mercedes E 250 CDI è più piccolo e meno pesante del 3.0 V6 al quale subentra, ma la potenza (204 CV) è in pratica analoga; inoltre, è Euro 5 e dispone di due turbo che lavorano “in serie”: quello più piccolo serve ai bassi regimi, mentre il secondo interviene man mano che il regime aumenta. La gamma comprende quattro versioni: la “base” è la Executive da 46.780 euro, contro i 49.280 della Elegance, che non ha i fari bixeno né il navigatore, ma ha un assetto più morbido rispetto alla Avantgarde. Per chi ama le prestazioni, c’è anche la AMG Avantgarde da 56.380 euro (sospensioni sportive, pneumatici super ribassati e sedili di forma più anatomica).

Come per tutte le Mercedes, quello degli optional più che un elenco è un vero e proprio… “catalogo”, per cui l’auto è personalizzabile a piacere. Importanti per la sicurezza sono voci come il pacchetto “Lane” che avvisa se si sta involontariamente uscendo di corsia, il “Distronic Plus” (un regolatore di velocità dotato di radar per mantenere la distanza di sicurezza dal veicolo che ci precede) e persino un sistema per combattere i pericolosi colpi di sonno.

VITA A BORDO
5
Average: 5 (1 vote)
I signori possono accomodarsi

La forma del tetto, leggermente inclinata verso la coda, non incide negativamente sull’abitabilità. Le finiture e le plastiche sono di ottima qualità e la strumentazione offre un livello di informazioni davvero completo. Quasi tutti i comandi (solo quelli del “clima” sono un po’ troppo in basso) risultano posizionati correttamente. Si sta comodi anche in cinque, e non mancano i vani per riporre i piccoli oggetti. Il bagagliaio è ampio è ben sfruttabile: peccato soltanto che il suo “soffitto” non sia rivestito.

Plancia e comandi
La razionalità nella progettazione di questo modello si intuisce anche dalla forma della plancia, semplice ma con comandi davvero intuitivi. Curate le finiture, e di elevato livello le plastiche usate per gli interni. Solo i comandi del  “clima” sono disposti un po’ troppo in basso. La strumentazione è una “miniera di notizie”: volendo, si può avere persino lo “Speed limit assist”, un “cruise control” con tanto di telecamera che riprende i cartelli con i limiti di velocità e li riporta al centro del tachimetro. Il cambio automatico e sequenziale (non c’è il pedale della frizione) consente di selezionare manualmente i rapporti spostando la leva a destra o a sinistra: non è molto pratico. 

Abitabilità
I sedili anteriori sono in realtà due vere e proprie comodissime poltrone, con regolazione elettrica dell’altezza e dell’inclinazione. Volendo, con un congruo sovrapprezzo, si possono avere con la memoria di tre posizioni diverse. Sul divano si trova posto comodamente anche in tre senza stare troppo stretti. Il rivestimento di serie è in finta pelle e tessuto neri, ma a richiesta si può avere il rivestimento in vera pelle. Né davanti né dietro mancano i vani dove riporre i piccoli oggetti, mentre il cassetto di fronte al passeggero anteriore è refrigerato: le bibite sono sempre al fresco.

Bagagliaio
La soglia di carico è alta solo 68 cm da terra, per cui sistemare i bagagli o scaricarli non è mai un problema. Il vano è “lungo” e sotto il ripiano c’è anche un “pozzetto” supplementare della capacità di 78 litri. Peccato, però, che il “soffitto” del baule sia privo di rivestimento: le valigie in materiale pregiato sono “a rischio graffi”. Per sfruttare al meglio la capacità del vano (540 litri, non sono pochi) è bene fare ricorso a bagagli piccoli e in materiale morbido. Criticabile il fatto che la Mercedes sia una delle poche Case, insieme alla BMW, a far pagare come optional lo schienale ribaltabile in due sezioni.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Sempre agile ma poco sportiva

La berlina tedesca se la cava un po’ dappertutto, a patto di non guidare in maniera nervosa. Fuori città è comoda e sicura (anche se non è molto agile sui percorsi tortuosi)e i sorpassi non sono mai un problema, mentre nel traffico urbano il motore fluido e il cambio automatico-sequenziale sanno rendere piacevole il tempo passato al volante. L’autostrada è, ovviamente, il suo habitat ideale: il motore è davvero silenzioso, le riprese dopo un rallentamento (o nel caso di un sorpasso) sono sempre pronte, e i consumi piacevolmente bassi.

In città
A dispetto delle dimensioni (la Mercedes E 250 è lunga quasi cinque metri) in città è assai meno a disagio di quello che si può pensare. Il cambio automatico-sequenziale, la risposta sempre pronta del motore, il sorprendentemente ridotto diametro di sterzata e la buona visibilità agevolano gli spostamenti nel traffico urbano. Ovviamente, vista la lunghezza, sono consigliabili i sensori di distanza anteriori e posteriori (optional).

Fuori città
Tutto bene sui percorsi con poche curve e con strade larghe, dove i sorpassi si effettuano in un batter d’occhi,  mentre bisogna fare attenzione quando si devono affrontare strade tortuose: il cambio e lo sterzo un po’ lento non consentono eccessi di confidenza, anche se in aiuto del guidatore interviene sempre con prontezza il controllo di stabilità ESP. Di serie gli utili fari allo xeno che si orientano automaticamente nelle curve.

In autostrada
Nei tragitti autostradali si apprezzano i bassi consumi di gasolio e l’assenza di rumori fastidiosi: il motore non “invade” mai l’abitacolo, le sospensioni “lavorano” bene (solo sulle asperità più evidenti tendono a irrigidirsi un po’), non si avvertono fruscii aerodinamici e, quando serve un po’ di scatto, la risposta all’acceleratore è sempre piacevolmente vivace. La E 250 permette di guidare rilassati anche perché offre una lunga lista di dispositivi importanti per la sicurezza (alcuni dei quali, però, sono optional…).

QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Sa “coccolare”, ma soprattutto proteggere

La dotazione di serie è davvero di prim’ordine: airbag anteriori, laterali e per la testa anteriori e posteriori. Peccato che quelli laterali posteriori si paghino a parte, mentre sono di serie i poggiatesta attivi. Questo modello non è stato ancora sottoposto ai test dell’EuroNcap, anche se va detto che la serie precedente, in produzione dal 2002, aveva ottenuto risultati di tutto rispetto sia negli urti frontali sia in quelli laterali.

L’EuroNcap deve ancora sottoporre ai suoi crash test la nuova Mercedes E. Però, a titolo di paragone, va detto che la serie precedente aveva ottenuto già ben cinque stelle (il massimo dei voti) per quanto riguarda la protezione di guidatore e passeggeri. Il fatto che il modello 2002 avesse riportato una sola stella nella tutela dei pedoni ha indotto il Costruttore a studiare per la nuova serie un cofano con dispositivo di sicurezza (il citato sistema di sollevamento automatico) che riduce il rischio di lesioni in caso di investimento. In aggiunta, il modello 2009 ha di serie l’ESP, l’allarme anti-colpo di sonno, due airbag anteriori, due laterali nei sedili anteriori a protezione del torace, e altrettanti a tendina per la testa di chi è seduto sia davanti sia dietro. I “cuscini salvavita” laterali posteriori sono optional.

NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Il meglio per i lunghi viaggi

È un'auto di qualità, comoda e di grande interesse per chi fa tanti chilometri. Inoltre è sicura e offre un buon bagagliaio. Unica percca, l'impostazione tutt'altro che sportiva. Sui percorsi tortuosi, sopratutto se si spinge, non è a suo agio.

Da sempre fra i modelli più “gettonati” per chi macina tanti chilometri in autostrada (noleggiatori con autista, agenti di commercio), la “E” rimane fedele alla “filosofia” di qualità e affidabilità della Casa tedesca. È la quintessenza della sicurezza, ed è fatta per chi ama viaggiare in relax e non vuole spendere troppo in gasolio per spostarsi. Comoda per cinque persone e corredata di un ampio bagagliaio, ha anche il pregio di mantenere un valore elevato da usata. Ma non è fatta per chi vuole “spingere a fondo” guidando sportivamente sui percorsi tortuosi: se l’esigenza è questa, meglio cercare altrove.
 

PERCHÉ SÌ

Finiture
Curatissima e dai montaggi precisi, la Mercedes “E” offre la gradevole sensazione di avere a che fare con materiali solidi e fatti per durare negli anni. Gli interni non sono vistosi, e questo è davvero un pregio.

Linea 
La serie precedente era un classico nel suo genere, e la sua eleganza si ritrova in pieno in questa nuova generazione, con quel pizzico di grinta in più che in questo caso non guasta: anzi…

Prestazioni 
Il “piccolo” 2.1 turbodiesel se la cava in modo eccellente pur dovendo spostare una “berlinona” che pesa quasi 1700 kg. E lo fa senza “pesare” troppo sul portafogli.

Sicurezza 
Da questo punto di vista è un’auto che non teme confronti: di serie troviamo, tra l’altro, i fari orientabili, il cofano che protegge i pedoni in caso di investimento e l’allarme contro i colpi di sonno. Oltre a tanti airbag. Meglio di così…
 

PERCHÉ NO

Agilità
La notevole demoltiplicazione dello sterzo costringe a ruotare più del solito il volante quando si deve affrontare una curva. Sui percorsi tortuosi si deve “lavorare” molto con le braccia.

Cambio 
Non si capisce perché si sia optato per un “cinque marce”, oltretutto tutt’altro che fulmineo nelle risposte. Non ci sono le levette dietro il volante, e le marce si inseriscono manualmente spostando di lato la leva: non è un sistema molto pratico.

Prezzo 

Decisamente elevato se rapportato alla dotazione di serie: si devono pagare a parte persino il divano ribaltabile e i sensori di parcheggio, che molte rivali montano come equipaggiamento standard.

Spazi d'arresto 
Quelli dalle medie andature sono un po’ lunghi. Paradossalmente, le cose vanno meglio alle velocità superiori ai 100 km/h (in autostrada, quindi, si può stare tranquilli…).

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in D a 4400 giri   236,1 km/h 239 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 8,2   7,4 secondi
0-400 metri 15,8 143,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 28,7 187,7 km/h non dichiarata
       
RIPRESA in Drive S Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 26,8 188,1 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 25,7 189,3 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h 5,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   10,6 km/litro 12,3 km/litro
Fuori città   15,4 km/litro 21,3 km/litro
In autostrada   12,8 km/litro non dichiarato
Massimo   5,2 km/litro non dichiarato
Medio   13,2 km/litro 16,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,2 metri non dichiarata
da 130 km/h   65,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,8 metri 11,2 metri
Cilindrata cm3 2143
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 150 (204)/4200
Coppia max Nm/giri 500/1600-1800
Emissione di CO2 grammi/km 159
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 487/185/147
Passo cm 287
Peso in ordine di marcia kg 1660
Capacità bagagliaio litri 540/n.d.
Pneumatici (di serie) 245/45 R 17
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in D a 4400 giri   236,1 km/h 239 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 8,2   7,4 secondi
0-400 metri 15,8 143,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 28,7 187,7 km/h non dichiarata
       
RIPRESA in Drive S Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 26,8 188,1 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 25,7 189,3 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h 5,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   10,6 km/litro 12,3 km/litro
Fuori città   15,4 km/litro 21,3 km/litro
In autostrada   12,8 km/litro non dichiarato
Massimo   5,2 km/litro non dichiarato
Medio   13,2 km/litro 16,7 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   40,2 metri non dichiarata
da 130 km/h   65,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,8 metri 11,2 metri
Cilindrata cm3 2143
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 150 (204)/4200
Coppia max Nm/giri 500/1600-1800
Emissione di CO2 grammi/km 159
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione posteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 487/185/147
Passo cm 287
Peso in ordine di marcia kg 1660
Capacità bagagliaio litri 540/n.d.
Pneumatici (di serie) 245/45 R 17
Mercedes E
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
57
55
26
21
21
VOTO MEDIO
3,6
3.58889
180
Aggiungi un commento
Ritratto di Chicolatino
19 agosto 2009 - 12:58
Stai tranquillo alvolante che un auto cosi la si usa principalmente per andare al supermercato a fare la spessa....con un baule cosi capiente....
Ritratto di Montanelli
20 agosto 2009 - 10:52
Non avrà l'agilità di una BMW, ma è un'auto decisamente più appagante in termini di qualità e comfort. Certo, è difficile vedere al volante di quest'auto degli "under 60", l'immagine non è proprio giovanile. Il prezzo? Se fosse più basso non sarebbe una Mercedes...
Ritratto di antonioconte
31 agosto 2009 - 13:26
Commento rimosso perché l'utente ha richiesto la cancellazione del profilo. La redazione.
Ritratto di Triky
17 gennaio 2010 - 13:52
forse faresti meglio a scrivere: sono disgustato dalle mercedes perche non me le posso permettereXDXD
Ritratto di Sprint105
1 settembre 2009 - 11:48
1
sarà sicuramente una gran macchina, ma sa di vecchio
Ritratto di Triky
30 dicembre 2009 - 14:41
e la serie 5 e l'audi a6... sicuramente questa è mille volte meglio!! e non credo che sappia di vecchio.. e per risp agli altri nn mi sembra la tipica macchina da pensionati.. secondo me chi la disprezza, non ha i soldi per comprarsela!!!
Ritratto di Mirco1980
1 settembre 2009 - 17:26
Che volevate di piu' ? un ferrari con cambio a doppia frizione ? io la trovo piu' che adeguata .
Ritratto di giob
10 settembre 2009 - 15:00
Commento rimosso perché l'utente ha richiesto la cancellazione del profilo. La redazione.
Ritratto di Ghigo il figo
10 settembre 2009 - 15:09
la mercedes sl 63amg è nata per correre mica viaggiare
Ritratto di querelle61
23 marzo 2011 - 18:33
E infatti questa NON E' una AMG63, ah ah ah!
Pagine