PROVATE PER VOI

Opel Antara: fatta per chi bada al sodo

Prova pubblicata su alVolante di
marzo 2013

Listino prezzi Opel Antara non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 29.900
  • Consumo medio rilevato

    11,8 km/l
  • Emissioni di CO2

    175 grammi/km
  • Euro

    5
Opel Antara
Opel Antara 2.2 CDTI 16V 163 CV Cosmo
L'AUTO IN SINTESI

Suv dallo stile sobrio e adatta alla famiglia, offre un abitacolo ben fatto e spazioso; ricca la dotazione dell’allestimento Cosmo. Il generoso 2.2 turbodiesel (163 CV) non si fa impensierire dalla stazza della vettura, e su strada si apprezzano pure le buone caratteristiche di aderenza e la facilità di guida, un po’ meno l’agilità (nonostante le sospensioni siano sin troppo rigide). La trazione integrale a inserimento automatico assicura la necessaria “motricità” sui fondi sdrucciolevoli, tuttavia la limitata luce a terra sconsiglia i percorsi impegnativi. 

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
2
Average: 2 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Ricca non solo di spazio
Suv poco appariscente e costruita con cura, in rapporto ai 460 cm di lunghezza offre un’ottima abitabilità; invece, il baule, pur pratico, non è enorme. Sebbene il 2.2 turbodiesel (163 CV) sia fluido e brioso, e la tenuta di strada è sicura, l’Antara non ha un’anima sportiva: fra le curve il rollio è sensibile e lo sterzo poco preciso in velocità. Buono il comfort, a dispetto delle sospensioni “brusche” sulle buche. Sui fondi scivolosi si può contare sull’efficiente trazione integrale a inserimento automatico, ma l’altezza minima è insufficiente per avventurarsi lungo percorsi impegnativi. Al prezzo della Cosmo – che non è basso – corrisponde una dotazione completa sotto ogni profilo.
 
 
Tutt’altro che vistosa, la Opel Antara è una solida suv da famiglia, equilibrata e senza grosse pretese sportive. Oltre alle discrete prese d’aria dietro i parafanghi anteriori, si notano i fascioni in plastica nera che rivestono i passaruota e la parte bassa delle fiancate, utili per proteggere la vernice dal pietrisco quando si va sulle strade sterrate. Il lunotto e i vetri posteriori oscurati sono di serie, come le barre sul tetto, i fendinebbia e i cerchi in lega di 18”.
 
Provvista di sedili anteriori ampiamente regolabili e di un largo divano, ospita comodamente cinque adulti e non fa mancare lo spazio per riporre gli oggetti; razionale pure l’organizzazione dei comandi, ma è un peccato che il “clima” automatico monozona sia privo di bocchette posteriori. Non grande – considerati i 460 cm di lunghezza della carrozzeria – ma pratico il baule, con il piano di carico che resta piatto anche con gli schienali reclinati. 
 
Fluido, silenzioso e adeguato ai quasi 1900 kg di massa della vettura, il 2.2 a gasolio (163 CV) non pecca di brio. La tenuta di strada è sicura, ma nelle curve affrontate in velocità le sospensioni, peraltro rigide sulle buche, non riescono a contrastare il rollio. Anche se la luce a terra di soli 17,5 cm sconsiglia i percorsi impegnativi, fuori dall’asfalto si può contare sul sistema 4x4 che trasferisce fino al 50% della coppia alle ruote posteriori qualora quelle davanti tendano a slittare.
 
Commisurata al prezzo la dotazione della Cosmo, che oltre ai sei airbag e all’Esp include le sospensioni posteriori autolivellanti (compensano le variazioni d’assetto dovute al carico), il cruise control, il “clima” automatico, i retrovisori elettrici, i sensori di distanza anteriori e posteriori e i sedili davanti riscaldabili. Volendo, c’è la Unlimited, che aggiunge la selleria in pelle, i fari allo xeno, i sensori di pressione delle gomme e i tergicristallo ad attivazione automatica.

 

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Pratica e curata
L’abitacolo è spazioso e confortevole grazie ai sedili ben disegnati (quelli anteriori sono anche riscaldati). Buona la dotazione di portaoggetti, ma mancano le bocchette di aerazione per i posti dietro. Piacevoli e senza fronzoli la plancia e la consolle, che ospitano comandi di foggia classica e intuitivi da utilizzare; elevata la qualità di materiali e finiture. Ben fatto, anche se non molto capiente, il bagagliaio: soglia a filo e fondo piatto anche a schienale reclinato lo rendono pratico.
 
 
Plancia e comandi
La plancia unisce linee sobrie e assemblaggi robusti; buona la scelta dei materiali, con rivestimenti in plastica morbida estesi anche ai pannelli delle porte. I quadranti analogici del cruscotto (tachimetro, contagiri e indicatore di livello del gasolio) sono chiaramente leggibili, tuttavia manca l’indicatore della temperatura del liquido di raffreddamento. Facile da consultare anche l’ampio display digitale del computer di bordo, al centro della plancia. Ordinati e facili da individuare i comandi nella consolle, fra i quali le manopole del “clima” e i controlli dell’impianto audio. 
 
Abitabilità
Lo spazio non manca nemmeno in altezza: c’è posto per cinque adulti, anche di corporatura robusta. Le poltrone anteriori, riscaldate e provviste di ampie regolazioni, sono bene imbottite e profilate in modo da essere piacevolmente contenitive, mentre del divano si apprezza la seduta ampia e regolare. Purtroppo mancano le bocchette posteriori del “clima” automatico monozona, ma in compenso i portaoggetti abbondano: oltre al cassetto nella plancia e ai tasconi nelle portiere, c’è una vaschetta con portalattina ai piedi del cambio (al posto della leva del freno a mano, che è elettrico) e un ripostiglio nel bracciolo.
 
Bagagliaio
La capacità (420 litri, cui se ne aggiungono altri 1000 rinunciando ai posti dietro) non è il punto di forza del baule: le rivali offrono di meglio; un appunto va anche alla conformazione interna del vano, irregolare a causa della presenza dei passaruota. In compenso l’accesso è abbastanza agevole perché l’imboccatura è ampia e la soglia è a filo del pavimento; quest’ultimo, inoltre, rimane piatto anche a schienale abbattuto (nel qual caso si può contare su un massimo di 194 cm di profondità utile). Tra gli accessori a pagamento, il portabici FlexFix che scompare nel paraurti.
COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
Rapida, ma non sportiva
Le dimensioni non sono esagerate, ma in città si devono fare i conti con la scarsa visibilità posteriore: preziosi i sensori di distanza, previsti di serie. Anche se troppo rigide sulle sconnessioni secche, le sospensioni non riescono a contrastare il rollio nelle curve: ne risentono la maneggevolezza e le attitudini sportive – che, pure, sarebbero assecondate dal generoso turbodiesel – ma non la sicurezza di marcia. Di buon livello il comfort, soprattutto per merito dell’insonorizzazione efficace anche in autostrada. Quanto al comportamento fuori dall’asfalto, si deve tenere conto del limite rappresentato dalla scarsa luce a terra, ma la trazione integrale a inserimento automatico è efficace.
 
 
In città
Pur non esagerate, le dimensioni non sono da citycar, e per di più la visuale offerta dal lunotto è davvero limitata. Ma a facilitare la vita nella “giungla urbana” ci sono lo sterzo leggero, la posizione di guida rialzata che aumenta la sensazione di controllo, e i sensori di distanza (di serie davanti e dietro, sono preziosi nei parcheggi). Il motore è pronto e progressivo sin dai bassi regimi, e assicura percorrenze decorose in rapporto alla massa della vettura (si può contare su circa 10 km/l). Il comfort sullo sconnesso risente dell’eccessiva rigidità delle sospensioni.
 
Fuori città
Anche se deve fare i conti con una stazza di quasi 1900 kg, il turbodiesel da 163 CV assicura il necessario brio nei sorpassi e non consuma un’esagerazione: i 14,1 km/l rilevati dai nostri strumenti rappresentano un valore accettabile, anche se distante dai 17,9 km/l dichiarati dalla casa. La tenuta di strada è inappuntabile (e l’Esp puntuale a intervenire nelle manovre d’emergenza) e del comfort non ci si può certo lamentare, tuttavia affrontando le curve con grinta la vettura tende a coricarsi parecchio di lato: la sicurezza non ne risente, ma l’agilità sì.
 
In autostrada
Impeccabile per quanto riguarda la souplesse di marcia, il 2.2 a quattro cilindri mostra il fianco a qualche critica soltanto nelle riprese dopo i forti rallentamenti: la sesta marcia è lunga e per riguadagnare in fretta velocità è meglio scalare. L’efficace insonorizzazione dell’abitacolo permette di viaggiare a lungo senza stancarsi, con il solo fastidio rappresentato dai contraccolpi che le sospensioni trasmettono quando si passa sulle giunzioni dei viadotti o sui rattoppi. Perfettibile la risposta dello sterzo, un po’ “vago” ad andatura sostenuta, mentre dai freni – potenti e non troppo sensibili alla fatica – arrivano risposte sempre rassicuranti.
 
In fuori strada
Non ha né le marce ridotte né il blocco del differenziale centrale, e i 17,5 cm di distanza da terra del punto più basso della carrozzeria sono ben lontani dai valori tipici delle vetture pensate per il fuori strada impegnativo. Ma in compenso la trazione integrale “intelligente” funziona bene e le ruote posteriori ricevono la giusta quantità di coppia proprio quando serve: con le gomme giuste, neve e fango non rappresentano un ostacolo. Nelle discese impegnative torna utile il limitatore di velocità DSC, che rallenta automaticamente la vettura lasciando al “pilota” il solo compito di tenerla in linea agendo sul volante.
QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Non richiede (né permette) aggiunte
L’Euro NCAP non ha ancora esaminato la Antara, ma la “cugina” Chevrolet Captiva – realizzata sulla medesima base tecnica – ha superato i crash test con le cinque stelle del punteggio massimo. Quanto alla dotazione di sicurezza, la suv di casa Opel offre di serie tutto l’indispensabile, a cominciare dall’Esp e dai sei airbag. Appropriato, per una “tuttoterreno”, il limitatore automatico di velocità in discesa. La Cosmo non permette aggiunte, e per avere i fari allo xeno e i sensori di pressione delle gomme occorre rivolgersi all’ancor più ricca Unlimited, che li offre di serie.
 
 
Oltre ai due airbag frontali (con quello del passeggero disattivabile quando si utilizza un seggiolino per bambini), ci sono quelli laterali anteriori e quelli a tendina estesi a riparare anche la testa di chi viaggia sul divano. L’Esp è integrato dal sistema antiarretramento (agevola le ripartenze in salita), né mancano il cruise control e il dispositivo di limitazione automatica della velocità in discesa (semplifica il controllo della vettura sui fondi scivolosi e in fuori strada). Sono di serie anche i fendinebbia, mentre i fari allo xeno sono riservati alla versione top Cosmo Unlimited 4WD, che li include nel prezzo assieme ai sensori di pressione delle gomme. In mancanza dei risultati dei crash test – l’Euro NCAP non ha preso in esame la Antara – a titolo di riferimento possono far fede le cinque stelle (ossia il massimo) totalizzate dalla Chevrolet Captiva, suv che con questa Opel condivide la base tecnica (meccanica inclusa) e la maggior parte delle componenti della carrozzeria, e che ha un equipaggiamento paragonabile. Nello specifico, la Captiva ha riportato 88 punti percentuali per quanto riguarda la protezione degli occupanti, 82 per i bambini ancorati a poltroncine Isofix e 48 per la tutela dei pedoni in caso di investimento, mentre ai sistemi di assistenza alla sicurezza sono stati assegnati 71 punti.
NE VALE LA PENA?
3
Average: 3 (1 vote)
Sostanza al giusto prezzo
È una suv di taglia media, spaziosa, confortevole, sicura e non troppo impegnativa da guidare. Provvista di un motore ben dimensionato, vanta buone prestazioni a consumi accettabili, anche se l’anima non è sportiva. Data l’impostazione prevalentemente stradale è bene evitare i percorsi più accidentati, tuttavia la trazione 4x4 “automatica” preserva la mobilità sui fondi a bassa aderenza. La qualità costruttiva e la dotazione completa fanno digerire il prezzo, non propriamente stracciato.
 
 
Costruita negli stabilimenti coreani General Motors assieme alla “cugina” Chevrolet Captiva (che condivide la stessa base tecnica, ma è leggermente più lunga e offre 7 posti), la Antara è una suv costruita con cura e – nell’allestimento Cosmo – ben dotata sotto ogni profilo: vale i soldi che costa. Su strada è confortevole (nonostante le sospensioni poco efficaci sugli ostacoli secchi) e sicura, ma non sportiva: il 2.2 turbodiesel si fa valere anche quando lo si mette alla frusta (senza nemmeno accusare consumi esagerati) e la tenuta di strada non delude, anche se l’agilità risente del rollio e lo sterzo perde di precisione all’aumentare della velocità. Non eccessivamente ingombrante e perciò “compatibile” con l’impiego cittadino (grazie pure ai sensori di parcheggio, di serie), vanta un abitacolo spazioso e correttamente insonorizzato, e un bagagliaio pratico e dalla capacità sufficiente per le esigenze di una famiglia. La trazione integrale a inserimento automatico e il limitatore di velocità in discesa fanno sì che la guida sia facile e intuitiva anche sui fondi a bassa aderenza, ma la scarsa luce a terra e l’impossibilità di bloccare il differenziale centrale – ancor prima dell’assenza delle marce ridotte – la rendono inadatta al fuori strada impegnativo.
PERCHÉ SÌ

Abitacolo
Oltre che costruito con cura, è davvero accogliente: davanti stanno comodi anche gli i passeggeri di corporatura robusta e il divano – largo e provvisto di seduta dal profilo piatto – è in grado di accogliere tre adulti. 

Motore 
Si tratta di un turbodiesel riuscito: eroga con omogeneità i suoi 163 CV e – senza troppo risentire della cospicua massa della vettura – è pronto a rispondere all’acceleratore. Equilibrata la richiesta di gasolio.
 
Silenziosità
L’isolamento dell’abitacolo è studiato come si deve: il rumore del motore giunge ovattato, e non si viene disturbati dal rotolamento delle gomme e dai fruscii aerodinamici, nemmeno ad andatura autostradale.
 
Tenuta di strada
L’auto, per quanto alta, pesante e afflitta da un sensibile rollio, rimane incollata all’asfalto e risponde in modo progressivo anche quando ci si avvicina al limite; in caso di necessità si può contare su un Esp capace di interventi tempestivi e ben misurati.
PERCHÉ NO

“Clima”
Il climatizzatore automatico è di tipo monozona e, al contrario che nelle rivali, quello a due zone non è previsto nemmeno come optional. Inoltre, in una suv di questa classe stupisce che non siano state predisposte le bocchette posteriori.

Sospensioni
Sullo sconnesso rispondono in modo secco, dimostrando eccessiva rigidità e scarse capacità filtranti, e nemmeno sono in grado di contrastare i movimenti della carrozzeria quando si affrontano allegramente le curve.
 
Sterzo
Leggero e alquanto demoltiplicato, si fa apprezzare a bassa andatura ed è davvero progressivo nel fuori strada; per contro, al crescere della velocità pecca di precisione e non fa capire esattamente quel che accade sotto le ruote.
 
Visibilità
In retromarcia è indispensabile far fede sui sensori di distanza (di serie): il piccolo lunotto è distante da terra, parzialmente coperto dai voluminosi poggiatesta posteriori e, per giunta, oscurato come lo sono i finestrini posteriori.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 2231
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 120 (163)/3800
Coppia max Nm/giri 350/2000
Emissione di CO2 grammi/km 175
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione integrale
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi autoventilanti
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 460/185/176
Passo cm 271
Peso in ordine di marcia kg 1896
Capacità bagagliaio litri 420/1420
Pneumatici (di serie) 235/55 R 18

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 6a a 3500 giri   192,2 km/h 188 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 10,1   9,9 secondi
0-400 metri 17,1 128,1 km/h non dichiarata
0-1000 metri 31,8 161,4 km/h 27,3 secondi
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 38,3 149,4 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 36,4 139,3 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 12,2    
da 80 a 120 km/h in 6a 15,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   10,1 km/litro 11,6 km/litro
Fuori città   14,1 km/litro 17,9 km/litro
In autostrada   11,0 km/litro non dichiarato
Medio   11,8 km/litro 15,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,9 metri non dichiarata
da 130 km/h   65,6 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   132 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   12,2 metri 12,8

 

 

Opel Antara
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
18
15
23
23
32
VOTO MEDIO
2,7
2.675675
111
Aggiungi un commento
Ritratto di bubu
4 marzo 2013 - 15:48
a me non piace proprio! è vecchia sia fuori che dentro, e costa pure 30 mila euro.. per quel prezzo ci sono moltissime altre auto sicuramente più attraenti e moderne... e poi trovo il restayling veramente mal riuscito!
Ritratto di doodle
4 marzo 2013 - 16:09
Questa è la dimostrazione di quanto il gusto personale incida sulla valutazione di un auto, a prescindere dai rilevamento obiettivi di una rivista specializzata: personalmente lo trovo un ottimo SUV, di linea classica ed elegante, molto diverso dalla concorrenza in circolazione che senza i rispettivi marchi non si riconoscono l'uno dall'altro. La dichiarazione dei consumi è finalmente allineata alla realtà, a differenza di quanto dichiarato dalla casa o da altre riviste del settore. Molto curati gli interni, trovo il motore potente e generoso, e convengo sulle sospensioni un pò dure. Risolti i problemi dei primi modelli (avantreno/scatola guida rumorosa), risente della presenza del FAP (DPF), caratteristica comune a tutte le autovetture che lo montano, a prescindere dal brand: non ama percorsi SOLO cittadini, ed ha bisogno di tanto in tanto di percorrere alcuni km a ritmi allegri, per consentire una corretta rigenerazione del filtro anti-particolato. Ottimo il rapporto qualità/prezzo. Moltissime altre informazioni e dettagli sono disponibili sul forum: www.opelantaraclub.it
Ritratto di Luca g
24 marzo 2014 - 09:29
Concordo in tutto! Forse perché la guido direttamente e perché non scrivo per sentito dire. Da ottobre 2013 a oggi solo soddisfazioni. Rapporto qualità/prezzo ottimale e uso nella guida di tutti i giorni entusiasmante.
Ritratto di marcoveneto
4 marzo 2013 - 18:27
preferisco di gran lunga come esterni la cugina captiva molto piu attraente!
Ritratto di Baq
4 marzo 2013 - 19:02
non mi sembra assolutamente a buon prezzo, considerando la linea vecchia e impersonale, e gli interni.... Di alta qualita'??? ma sono quelli della vecchia Astra.....
Ritratto di asweil
5 marzo 2013 - 01:02
E' un'auto di buona qualità generale ma rimane di vecchia generazione... gli interni sono della vecchia astra e quella plancia (personalmente) non mi è mai piaciuta. Andrebbe fatto un profondo restyling magari prendendo spunto dalla mokka, molto più attuale con i tempi.
Ritratto di preoccupato
5 marzo 2013 - 13:17
Ormai progetto vecchio,è ora che alla opel anzicchè copiare la 500 con la adam svecchi questo brutto modello di suv e abbassi i prezzi principalmente e non solo di questa auto ma di tutti i suoi modelli dato che dopo 4 anni non valgono quasi nulla.
Ritratto di preoccupato
5 marzo 2013 - 17:17
Questo suv è l'ora che la opel lo cambi,e non scopiazzi con la adam la 500.Poi per quanto riguarda i prezzi non ci siamo.30000€ sono tanti,con la crisi che attraversiamo ,tra l'altro si tratta di un progetto vecchio.
Ritratto di prinz4ever
6 marzo 2013 - 04:50
3
con quell' insensato baffo anteriore, a parte questo, reputo che il titolo dell' articolo vada meglio per altre concorrenti (esempio la rexton) non per questa. E' invecchiata molto velocemente. p.s. a me ha sempre dato l'impressione di una saponetta (mah)
Ritratto di Ruby
6 marzo 2013 - 08:13
E' un'auto vecchia (è uscita nel 2006) con interni vecchi eppure alvolante dice che gli interni sono accoglienti e ben fatti (ma l'hanno vista ???).Inoltre consuma uno sproposito (stando tranquilli si fanno al max 11 km/l, altro che i 14...).Insomma a parte questo è un'auto da non comprare.E parlo perchè l'ho usata per circa 1 mese. Rigida, rifinita maluccio,obsoleta, dispendiosa e molto rigida...ma dai...
Pagine
Annunci

opel antara usate

Prezzo minimoPrezzo medio
opel antara usate 20128.55010.66013 annunci
opel antara usate 20138.95011.73013 annunci
opel antara usate 201411.20012.23010 annunci
opel antara usate 20159.72013.7206 annunci

opel antara km 0 per anno

Prezzo minimoPrezzo medio
opel antara km 0 201822.50022.5001 annuncio