PROVATE PER VOI

Opel Zafira Tourer: Molto comoda, ma non “magra”

Prova pubblicata su alVolante di
gennaio 2014

Listino prezzi Opel Zafira Tourer non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 30.640
  • Consumo medio rilevato

    16,4 km/l
  • Emissioni di CO2

    109 grammi/km
  • Euro

    6
Opel Zafira Tourer
Opel Zafira Tourer 1.6 CDTI 136 CV Cosmo
L'AUTO IN SINTESI

Lunga 466 cm, la Opel Zafira Tourer offre sette posti grazie a una coppia di strapuntini “nascosti” nel generoso bagagliaio. L’abitacolo, davvero curato nei materiali e nelle finiture, è spazioso e flessibile (grazie pure al divano in tre sezioni scorrevoli), oltre che efficacemente insonorizzato. Su strada questa monovolume è gradevole e sicura, sebbene la maneggevolezza risenta del peso elevato; che, però, non mette in difficoltà il “piccolo” 1.6 a gasolio (136 CV), brioso e parco. La Cosmo S&S, la versione più cara è piuttosto bene equipaggiata, ma qualche extra a pagamento va messo in preventivo.

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
3
Average: 3 (1 vote)
Cambio
3
Average: 3 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Aggiungi due posti in più
Monovolume dalla linea grintosa e dalle dimensioni importanti, offre un’abitabilità decisamente buona: il ben rifinito abitacolo è spazioso, provvisto di divano scorrevole e anche di due poltroncine aggiuntive che, quando non sono in uso, restano celate nel pavimento dell’ampio baule. Molto confortevole nei viaggi, fra le curve la Zafira Tourer non è agilissima a causa della massa, che è elevata; eppure il 1.6 a gasolio da 136 CV non sembra risentirne, rivelandosi vivace e poco assetato. La Cosmo – la più ricca – non costa poco e costringe a pagare a parte gli utili sensori di distanza, ma per quanto concerne tutto il resto è discretamente equipaggiata.
 
 
Il design del frontale della Opel Zafira Tourer, con inserti verticali a forma di boomerang che incorporano i fari e i fendinebbia, regala una nota di aggressività a questa moderna monovolume; riuscita anche la fiancata, “alleggerita” da una vistosa nervatura e dalla linea di base dei finestrini che sale verso il tetto (i vetri posteriori e il lunotto scuri sono di serie). Fra gli optional, il parabrezza panoramico e il tetto in vetro termoriflettente.
 
Adeguato ai 466 cm di lunghezza lo spazio a bordo: in cinque si viaggia davvero comodi, grazie anche al divano composto da tre poltrone singole scorrevoli; inoltre, sono previsti due strapuntini a scomparsa nel bagagliaio che portano i posti totali a sette (rinunciando a questa possibilità si ottiene uno sconto). Dell’abitacolo si apprezzano anche i materiali e le finiture, che sono di qualità; criticabili, però, i molti comandi nella plancia, con i quali è facile fare confusione.
 
Il 1.6 a gasolio ha 136 CV e non si fa troppo impensierire dalla stazza della Opel Zafira Tourer. Anzi, le prestazioni sono vivaci e ottenute al prezzo di consumi contenuti. Fra i punti a favore si sono anche il comfort e la tenuta di strada, ma non la maneggevolezza: anche regolando il FlexRide (ossia il sistema optional che varia su tre livelli la risposta di motore, sterzo e sospensioni) nella modalità Sport, la stazza si fa sentire.
 
L’allestimento Cosmo dell’esemplare in prova è il più completo e contribuisce a giustificare il prezzo di listino: oltre a tutto l’indispensabile per la sicurezza sono di serie anche il “clima” automatico bizona, i fendinebbia, il cruise control e i cerchi in lega di 17”. Peccato dover pagare a parte i sensori di parcheggio (anteriori e posteriori, proposti in pacchetto), di fatto obbligatori in una vettura ingombrante e non esemplare in fatto di visibilità offerta dal lunotto.
VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Si viaggia comodi, anche con le valigie
Davvero curata nelle finiture, la plancia ha forme avvolgenti e piacevoli, tuttavia i tanti comandi raccolti nella consolle (fra i quali quelli del navigatore, optional) richiedono assuefazione. Lo spazio a disposizione non manca né per gli occupanti delle ben sagomate poltrone, né per coloro che siedono sulle tre poltroncine scorrevoli in seconda fila. Non sono, invece, “generosi” i due strapuntini aggiuntivi che si sollevano dall’ampio e pratico bagagliaio.
 
 
Plancia e comandi
La plancia della Opel Zafira Tourer, dalle forme avvolgenti, è realizzata con materiali di qualità e rifinita con notevole cura. La consolle, tuttavia, risulta troppo affollata di comandi, fra i quali si trovano quelli del FlexRide (il sistema opzionale che varia su tre livelli, dal più “confortevole” al più sportivo, la risposta del motore, dello sterzo e delle sospensioni) e quelli del navigatore (anch’esso a pagamento); quest’ultimo, con schermo di 7” è abbinabile (con ulteriore sovrapprezzo) alla telecamera OpelEye che, fra l’altro, rileva i segnali stradali e li ripete nel cruscotto (contraddistinto da una grafica leggibile, ma datata per quanto concerne il display del computer di bordo).
 
Abitabilità
Anche se le forme avvolgenti tolgono un po’ d’ariosità alla parte anteriore, l’abitacolo è ampio e le poltrone (rivestite in similpelle e tessuto) comode nonostante l’imbottitura tendenzialmente rigida, oltre che efficaci nel trattenere il corpo nelle curve. Lo spazio non manca nemmeno per chi siede nella fila centrale, suddivisa in tre poltrone singole che possono scorrere longitudinalmente di ben 22 cm; sono, invece, piccoli e non agevoli da raggiungere i due sedili a scomparsa della terza fila. Quanto ai portaoggetti, ce ne sono parecchi ma nessuno spicca per capienza; pratica ed elegante la soluzione della FlexConsole (di serie), costituita da un binario in alluminio sul quale scorrono il bracciolo centrale anteriore e un portalattina: spostandoli, si accede al vano sottostante.
 
Bagagliaio
Il vano della Opel Zafira Tourer misura 610 litri, ma facendo avanzare la fila centrale la capacità aumenta a 785, e reclinando le tre poltroncine a ben 1792 (in tal caso si ottiene un piano di carico piatto, profondo fino a 207 cm). Sollevando in posizione d’uso i due strapuntini aggiuntivi (in verità un po’ pesanti), ovviamente, la capacità si riduce parecchio (152 litri), ma comunque rimane uno spazio profondo 40 cm nel quale ci stanno comodamente un paio di trolley. Nulla da obiettare sulla praticità: la soglia di carico è a soli 65 cm dal suolo, il portellone è ampio e squadrato e non manca una sede nel pavimento dove riporre il tendalino quando lo si smonta.
COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Equilibrio, comfort e poca sete
Date le dimensioni della vettura, in città non si può pretendere di parcheggiare a occhi chiusi (fra l’altro, i sensori di distanza si pagano a parte); inoltre, il cambio offre innesti contrastati. Ma il comfort non manca, soprattutto se la vettura è equipaggiata di FlexRide (optional), che in modalità Tour rende le sospensioni più cedevoli sullo sconnesso, mentre impostando Sport mitiga gli effetti negativi della massa sulla maneggevolezza: così, fra le curve, si possono sfruttare le buone doti di aderenza e la sincerità di comportamento che questa sette posti conserva anche al limite. Quanto al 1.6 a gasolio, offre una spinta sempre generosa, non fa baccano nemmeno in autostrada e “beve” poco.
 
 
In città
Se la Opel Zafira Tourer è equipaggiata di FlexRide e si imposta la modalità Tour, si gode di un notevole comfort anche sullo sconnesso (le sospensioni vengono rese più morbide) e lo sterzo si alleggerisce, rendendo più agevole la guida a bassa velocità e le manovre. Restano, però, da fare i conti con un cambio dalla manovrabilità migliorabile (innesti contrastati e corsa della leva piuttosto lunga) abbinato a una frizione tutt’altro che leggera nel disinnesto. Inoltre, si deve fare l’occhio alle dimensioni importanti della carrozzeria, dato, anche, che i sensori di distanza sono optional. Non male i 14,1 km/l di consumo rilevato.
 
Fuori città
Fra le curve gli oltre 1600 kg di stazza si fanno sentire, ma il problema viene mitigato se l’auto è equipaggiata di FlexRide e si imposta la modalità Sport: in questo caso le sospensioni diventano  più solide e aumenta anche la “pesantezza” dello sterzo, e così – per quanto gli inserimenti in curva non siano fulminei – si riescono a sfruttare meglio le notevoli doti di tenuta di strada; sempre progressive, inoltre, le reazioni al limite, gestite da un Esp di grande prontezza. Quanto al 1.6 turbodiesel, non è mai a corto di brio e si accontenta di un litro di gasolio ogni 18,5 km.
 
In autostrada
La sesta marcia distesa (appena 2300 giri a 130 km/h) aiuta la Opel Zafira Tourer a non esagerare nei consumi (i 15,2 km/l rilevati dai nostri strumenti sono un buon risultato) e, d’altro canto, a offrire il livello di insonorizzazione che ci si attende da una vettura pensata per viaggiare in tutta comodità con la famiglia al seguito (in effetti, l’unico rumore appena sopra le righe è dovuto a un fruscio aerodinamico che sembra originarsi nella zona dei tergicristallo). Di migliorabile, prevedibilmente, restano le capacità di ripresa: specialmente a pieno carico o in falsopiano, per riguadagnare velocità in fretta conviene scalare.
QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
A pagamento, un “occhio” in più
Equipaggiata di serie di tutto il necessario, la sette posti tedesca può essere arricchita con dispositivi di elevato tenore tecnologico, come la telecamera OpelEye che rileva e ripete nel cruscotto alcuni segnali stradali, oppure i fari bixeno a orientamento automatico. Confortanti i risultati dei crash test Euro NCAP: il punteggio globale di cinque stelle, ossia il massimo, è accompagnato da valutazioni specifiche mediamente elevate. 
 
 
La Opel Zafira Tourer ha superato i crash test Euro NCAP con il massimo punteggio di cinque stelle e “voti” superiori alla media negli ambiti specifici: è, infatti, del 94% la valutazione per la protezione degli occupanti, dell’83% quella relativa ai bambini trasportati su seggiolini Isofix e del 53% per la tutela dei pedoni, mentre sono 86 i punti percentuali con cui è stata valutata l’efficacia dei dispositivi elettronici che incrementano la sicurezza. Fanno parte della dotazione di serie tutti i dispositivi di prima necessità, dunque gli airbag frontali e laterali (disattivabili dal lato passeggero), quelli per la testa estesi ai posti in seconda fila e, naturalmente l’Esp (integrato, nella Cosmo, dal sistema che agisce automaticamente sui freni per evitare che la vettura arretri nelle partenze in salita). Sono standard anche il regolatore elettronico di velocità e i fendinebbia, mentre si pagano a parte i sensori di pressione delle gomme, i fari bixeno a orientamento automatico o dispositivi “tecnologici” come la telecamera OpelEye (abbinabile con ulteriore sovrapprezzo al navigatore) che, fra le sue funzioni, ha quella di leggere e riprodurre nel cruscotto i segnali stradali.
NE VALE LA PENA?
4
Average: 4 (1 vote)
Spazio e sostanza ci sono
Ben costruita e adeguatamente equipaggiata in rapporto al prezzo, la “ricca” Cosmo non mette del tutto al riparo da qualche spesa extra: per esempio, quella necessaria per l’aggiunta dei sensori di parcheggio. Ma per il resto la sostanza non manca: è una monovolume generosa di spazio, pratica, piacevole da guidare e comoda nei lunghi viaggi, spinta da un vivace 1.6 che anche senza essere un portento di prestazioni assicura sempre la necessaria riserva di potenza. E che a dispetto della rilevante massa che deve “muovere” non consuma una follia. Anzi.
 
 
Costruita con notevole cura nella scelta dei materiali e nell’esecuzione delle finiture, la Opel Zafira Tourer è una monovolume che mantiene quel che promette: è spaziosa, versatile e comoda, anche se i due posti aggiuntivi in terza fila sono poco adatti a passeggeri adulti “corpulenti”. Non deludono nemmeno le qualità di guida: di certo non sono da sportiva (il peso si fa sentire), ma la tenuta di strada è sicura come pure sono all’altezza della situazione lo sterzo e i freni; e quanto al 1.6 a gasolio, nonostante la cubatura relativamente bassa assicura sempre prestazioni adeguate, non disturba con il suo rombo ed è tutt’altro che assetato. La Cosmo è ricca, tuttavia il prezzo di listino non può considerarsi “finito”: se, infatti, sono di serie anche i cerchi in lega di 17” (mentre si pagano a parte quelli di 18” o di 19”, il “clima” automatico bizona e la radio con cd/mp3/Aux e vivavce Bluetooth), rimangono da mettere in conto gli accessori di prima necessità, come i sensori di distanza (il pacchetto include sia quelli anteriori, sia quelli posteriori). Difficile, inoltre, rinunciare al sistema FlexRide, che grazie alla possibilità di regolare anche la risposta delle sospensioni permette di mitigare gli effetti della massa elevata nei percorsi tortuosi. Infine, l’aggiunta della telecamera OpelEye è subordinata all’acquisto del navigatore, altro optional che, in una monovolume così ben tagliata per i viaggi, non può di certo essere considerato superfluo.
PERCHÉ SÌ
Comfort
Lo spazio a bordo è parecchio, e l’ambiente risulta insonorizzato a dovere anche a velocità autostradale; grazie all’azzeccata taratura delle sospensioni, si è isolati come si deve anche dalle sconnessioni del fondo stradale.
 
Finiture
La cura costruttiva è di livello superiore alla media, e più che adeguata al prezzo di questa tedesca; oltre all’attenzione rivolta anche ai particolari di secondo piano, si apprezza la scelta dei materiali, piacevoli da vedere e da toccare.
 
Motore
Si tratta di un turbodiesel di ultima generazione (è omologato Euro 6), silenzioso, parco e davvero generoso in rapporto alla cilindrata: nonostante le dimensioni e la stazza della Zafira Tourer, non mostra mai il fiato corto.
PERCHÉ NO
Consolle
Di primo acchito colpisce per il suo aspetto da vera “centrale di controllo”, ma all’atto pratico la quantità di comandi di cui è popolata (ben 33 tasti e quattro manopole) non si rivela comoda né da memorizzare né da utilizzare.
 
Peso
Degli oltre 1600 kg di massa le prestazioni non sembrano risentire troppo, ma la maneggevolezza sì: anche con le sospensioni FlexRide regolate in modalità Sport, i cambi direzione e gli inserimenti in curva non possono dirsi rapidi.
 
Terza fila di sedili
Le due poltroncine aggiuntive (separate da un doppio portalattina) non sono granché accoglienti, e nemmeno agevoli da raggiungere; inoltre, pesano parecchio, e per estrarle dal fondo del baule si fa fatica.
SCHEDA TECNICA
Cilindrata cm3 1598
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 100 (136)/4000
Coppia max Nm/giri 320/2000
Emissione di CO2 grammi/km 109
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 6 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori dischi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 466/193/169
Passo cm 276
Peso in ordine di marcia kg 1626
Capacità bagagliaio litri 152/610-785/1792
Pneumatici (di serie) 225/50 R17

 

 

I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 5a a 4450 giri   194,4 km/h 193 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 11   11,2 secondi
0-400 metri 17,7 125,9 km/h non dichiarata
0-1000 metri 32,6 159,7 km/h  
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 5a 40,7 148,9 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 6a 37,3 141,2 km/h non dichiarata
da 40 a 70 km/h in 5a 16,1   non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 6a 4,9   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   14,1 km/litro 21,7 km/litro
Fuori città   18,5 km/litro 26,3 km/litro
In autostrada   15,2 km/litro non dichiarato
Medio   16,4 km/litro 24,4 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   38,4 metri non dichiarata
da 130 km/h   67,7 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   138 km/h non dichiarata
Diametro di sterzata tra due marciapiede   11,4 metri 11,9

 

 

Opel Zafira Tourer
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
57
50
43
22
26
VOTO MEDIO
3,5
3.454545
198
Aggiungi un commento
Ritratto di Ivan92
9 febbraio 2015 - 12:36
6
E come giustamente deve essere i suoi pregi sono comfort, finiture, motore, e anche se non è il mio genere di auto è una buona familiare a 360 gradi. Certo da tutte le prove del nuovo motore tedesco emerge che hanno fatto passi da gigante nel ridurre rumorosità, vibrazioni e prestazioni rispetto al vecchio. Per poche migliaia di euro in più però si può puntare al 2.0 Biturbo da 195 cv che secondo me per portare in giro una monovolume come questa se la cava molto meglio senza compromettere troppo i consumi (Flavio se non ricordo male mi pare che tu l'hai provata, e se per caso leggi questo facci sapere con i consumi come va rispetto a questa)
Ritratto di Flavio Pancione
9 febbraio 2015 - 15:27
7
L'ho avuta per circa 4 giorni, e ho scritto una prova che vorrei pubblicare data la particolaritá del motore. Comunque posso anticiparti cosa mi ha detto il computer di bordo, e cioe il medio complessivo è sui 12. Chiariamo che ovviamente è parecchio piu brillante, ed essendo un'auto per me nuova l'ho stuzzicata con l'accelleratore per vedere come andava. Insomma puo benissimo fare consumi migliori, nonostante la carrozzeria alta.
Ritratto di Ivan92
9 febbraio 2015 - 21:35
6
Ciao Flavio, grazie per la risposta :) Immaginavo che fosse più o meno così.
Ritratto di Sepp0
9 febbraio 2015 - 15:09
...delle plance delle ultime Opel deve avere qualche santo in paradiso, perchè sono veramente... demenziali. Sul resto non riesco a giudicare obiettivamente, le monovolume mi sembrano tutte uguali e mi fanno tutte più o meno cacare allo stesso modo.
Ritratto di PopArt
9 febbraio 2015 - 15:26
La mia preferita della categoria è la C4 Picasso, che resta anche une delle mie auto preferite. Questa sarà senz'altro una buona vettura, ma è insipida, non "trasuda" passione e ricercatezza nello stile, un bravo designer lo si riconosce dalle auto di tutti i giorni, perché paradossalmente è più facile disegnare dream-cars che modelli da "poche" decine di migliaia di euro.
Ritratto di Flavio Pancione
9 febbraio 2015 - 15:37
7
Ingrassate (vedi Classe B e simili ) l'ho trovata davvero praticissima e pronta a tutto in fatto di comoditá.. Portabici, terza fila "d'emergenza" sospensioni realmente confortevoli ecc.. Purtroppo però la linea lascia davvero a desiderare...va meglio negli interni. Stilisticamente preferiscocla C4 picasso,almeno è originale.
Ritratto di TheStig_97
9 febbraio 2015 - 17:22
A parer mio è una delle migliori monovolumi grosse sul mercato, soprattutto per il rapporto qualità/prezzo.
Annunci

opel zafira-tourer usate

Prezzo minimoPrezzo medio
opel zafira-tourer usate 20125.50010.08020 annunci
opel zafira-tourer usate 20137.99911.95010 annunci
opel zafira-tourer usate 201410.40013.34014 annunci
opel zafira-tourer usate 201510.95014.53013 annunci
opel zafira-tourer usate 201611.00014.4107 annunci

opel zafira-tourer km 0 per anno