PROVATE PER VOI

Opel Agila: sbarazzina ma concreta

Prova pubblicata su alVolante di
maggio 2008

Listino prezzi Opel Agila non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 12.150
  • Consumo medio rilevato

    15,6 km/l
  • Emissioni di CO2

    120 grammi/km
  • Euro

    4
Opel Agila
Opel Agila 1.0 12V
L'AUTO IN SINTESI

Ha una linea accattivante e originale. Consuma poco ed è piuttosto curata sotto il profilo della sicurezza. Può ospitare cinque persone, ma il bagagliaio è piccolo e il divano non è scorrevole.

Posizione di guida
3
Average: 3 (1 vote)
Cruscotto
2
Average: 2 (1 vote)
Visibilità
4
Average: 4 (1 vote)
Comfort
3
Average: 3 (1 vote)
Motore
3
Average: 3 (1 vote)
Ripresa
2
Average: 2 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
2
Average: 2 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
4
Average: 4 (1 vote)
Dotazione
3
Average: 3 (1 vote)
Qualità/prezzo
3
Average: 3 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Originale e pratica

E' una vettura che si muove molto bene in città perché è corta, agile e ha consumi ridotti. Ha molti accessori già di serie, ma il motore è un po' rumoroso agli alti regimi.

La linea “rompe” decisamente con la precedente generazione di questo modello. Il risultato è un’auto originale, inconfondibile nelle forme e con un sostanzioso spazio interno, nonostante la lunghezza di appena 374 centimetri (20 in più della “vecchia”). Come “effetto collaterale”, però, ora il bagagliaio è meno capiente.

Il motore 1.0 a tre cilindri a benzina consuma davvero poco e sembra fatto su misura per questa vettura destinata a un utilizzo prevalentemente urbano. È vivace ma rumoroso agli alti regimi, mentre la frizione non affatica (e questo, nella guida in città, è un vantaggio da non sottovalutare).

L’allestimento “Enjoy” ha molti accessori inclusi nel prezzo: “clima” manuale, fendinebbia, radio con cd e comandi al volante, controllo di stabilità (ESP) e di trazione, nonché gli airbag frontali e laterali.

I “cuscini salvavita” a tendina si possono, invece, avere solo a richiesta (anche se costano poco), mentre per chi vuole risparmiare c’è la versione “base” (che fa pagare a parte tutti gli accessori citati, ed è priva anche del sempre utile computer di bordo).

VITA A BORDO
3
Average: 3 (1 vote)
Ambiente "giovane" e arioso

La plancia in due tonalità di colore è originale, realizzata con materiali di qualità e ben curata. Migliorabile la leggibilità del cruscotto in particolari condizioni di luce. Le ampie superfici vetrate aumentano la sensazione di ariosità dell’abitacolo, in grado di accogliere senza problemi cinque persone (dietro si sta in tre senza sacrificarsi troppo) e i sedili davanti trattengono bene in curva. Nella media il bagagliaio, ben sfruttabile e ampliabile ribaltando lo schienale del divano.

Plancia e comandi
Pratiche la leva del cambio e le manopole del “clima” manuale, entrambe disposte nella parte bassa dell’ampia consolle centrale. Il contagiri è separato dal cruscotto (tondo e ridotto ai minimi termini), e sporge, più in alto, dalla curiosa e fresca plancia bicolore. Esteticamente gradevole, la strumentazione ha il difetto di essere poco visibile in certe condizioni di luce, e pure l’indicatore digitale della benzina si legge male. I materiali di rivestimento sono di discreta qualità e i montaggi precisi, anche se in alcuni punti le plastiche risultano un po’ rigide. Il comando degli alzacristallo è elettrico, ma c’è solamente per i posti anteriori.

Abitabilità
L’abitacolo è gradevole e allegro, mentre i colori scelti per i sedili e la plancia assieme ai grandi vetri, conferiscono una piacevole luminosità all’ambiente. I sedili anteriori sono ben costruiti e sagomati, trattengono correttamente il corpo nei percorsi tortuosi e sono regolabili in altezza tramite una comoda manopola. Dietro, lo spazio su un divano largo soltanto 122 cm è pure sufficiente per starci in tre, a patto di stringersi un po’; inoltre, lo spazio per la testa non manca e l’accesso è agevolato dalle comode porte posteriori.

Bagagliaio
L’apertura non è molto grande, ma ha una forma regolare. In termini di volume di carico la Opel Agila si colloca nella media della categoria, per quanto sia inferiore a quella del vecchio modello. Tuttavia è ben sfruttabile, e i rigonfiamenti degli ammortizzatori posteriori, separati dalle molle, “rubano” poco spazio. Con gli schienali alzati e cinque persone a bordo c’è posto, in pratica, solo per un borsone e due zainetti. Poiché il divano non scorre, per avere più spazio occorre ribaltare i due schienali (la cappelliera si può riporre in un apposito vano). Una comodità quando c’è poca luce, e rara per un’auto da città, è costituita dalla plafoniera laterale.

COME VA
3
Average: 3 (1 vote)
In città è agile come uno scoiattolo

Nessun problema di visibilità, dimensioni compatte, ridotto raggio di sterzata, sospensioni valide e consumi bassi: in città non si può chiedere di più. Nei percorsi extraurbani, invece, sì: il motore è rumoroso oltre i 3000 giri. La tenuta di strada è buona come pure la frenata e la stabilità (quest’ultima tenuta efficacemente sotto controllo dal puntuale intervento dell’ESP), mentre i consumi sono bassi. In autostrada il piccolo motore tricilindrico “gira alto” e la rumorosità si fa davvero fastidiosa. È un peccato, perché i fruscii aerodinamici sono contenuti e le sospensioni offrono un discreto comfort.

In città
La compatta monovolume tedesca sterza in spazi ridotti, mentre i grandi specchi retrovisori favoriscono al meglio le manovre (in pratica si può tranquillamente fare a meno dei sensori di distanza). Inoltre, nel rispetto del suo nome, grazie alla compattezza e al peso contenuto, si muove con grande agilità, ha sospensioni che filtrano bene le asperità del fondo stradale e consumi decisamente contenuti.

Fuori città
Il motore della Opel Agila risponde all’acceleratore con prontezza, tuttavia, quando si oltrepassa la soglia dei 3000 giri fa sentire la sua voce in modo fastidioso, anche se si fa poi perdonare con percorrenze chilometriche per litro di gasolio sempre di ottimo livello. Nella guida si apprezza la buona tenuta di strada e, nel caso che ci si faccia “prendere la mano”, il controllo di stabilità ESP interviene in maniera efficace e puntuale.

In autostrada
Più dei fruscii aerodinamici è il rumore del motore a disturbare parecchio nelle lunghe percorrenze autostradali: in quinta, ai 130 km/h “da Codice” lavora a oltre 4100 giri, e fa un bel baccano, per cui talvolta si arriva un po’ “rintronati”. Inoltre, con la potenza di 65 CV, quando si deve effettuare un sorpasso il piccolo tre cilindri ha il fiato un po’ corto. Positivo il contributo dei freni: l’auto è ben bilanciata anche nelle “inchiodate” più decise.

QUANTO È SICURA
3
Average: 3 (1 vote)
Ha solo quattro airbag, ma c’è l’ESP di serie

Gli airbag di serie sono quattro (frontali e laterali), mentre quelli per la testa sono optional. In compenso i controlli della trazione e della stabilità sono di serie. L’Agila non è ancora stata verificata nei crash test EuroNcap, ma la “gemella” Suzuki Splash li ha superati con risultati soddisfacenti (quattro stelle per la protezione degli occupanti).

L’Euro NCAP non ha ancora sottoposto ai crash test l’Opel Agila, ma ha già “giudicato” la Suzuki Splash (che in pratica è la “sorella gemella”), che ha riportato buoni risultati per una vettura da città: quattro stelle per quanto riguarda la protezione di guidatore e passeggeri, tre per quella dei bambini fissati agli appositi seggiolini e altrettante per la protezione dei pedoni in caso di investimento. Del resto anche la dotazione di sicurezza, perlomeno in termini di airbag (sono quattro: due frontali e due laterali) è analoga, col vantaggio che la piccola tedesca ha in più, di serie, anche il controllo di stabilità e di trazione.

NE VALE LA PENA?
3
Average: 3 (1 vote)
Se non si viaggia troppo

Facile ed agile in città, è ben "climatizzata" e all'occorrenza porta anche cinque persone (diversamente da alcune concorrenti che sono omologate per quattro).

Se si cerca un’auto che in città si parcheggi facilmente e si muova con agilità, che consumi poco e consenta di spostarsi anche con cinque persone a bordo (seppure con pochi bagagli), questa Opel è la scelta giusta. Comoda e ben “climatizzata”, è gradevole se guidata con equilibrio. Ma non è adatta ai lunghi viaggi.
 

PERCHÉ SÌ
 
 

Abitabilità
A bordo in quattro si sta bene: le gambe di chi siede dietro hanno a disposizione il giusto spazio e anche in altezza non ci si può lamentare. In cinque, però, manca qualche centimetro in larghezza.

Cambio
La leva è posizionata correttamente nella parte bassa della consolle centrale e l’inserimento delle varie marce è sempre fluido e preciso. Comoda anche la frizione nel traffico: il pedale è “leggero”.

Consumi
Questo “mille” a tre cilindri, dall’ottimo rendimento, è davvero poco assetato (un piccolo contributo in questo senso viene anche dall’aerodinamica curata e dal servosterzo elettrico, che non sottrae “cavalli”).

ESP
Per molte auto da città non è disponibile neppure tra gli optional. Invece, tutte le versioni dell’Agila lo montano di serie. Ed è utile anche in città, per evitare “sbandate” nelle curve più strette su fondo viscido.
 

PERCHÉ NO
 
 

Baule
Per quanto sia più lunga della “vecchia”, a beneficiarne è soprattutto l’abitacolo. Lo spazio per le valigie è diminuito e la mancanza del divano scorrevole si fa sentire.

Cruscotto
Realizzato con cura, e con il simpatico contagiri in posizione separata, ha l’indicatore del livello del carburante poco visibile, ed è privo del termometro del liquido refrigerante.

Poggiagomiti
Sono rivestiti con una plastica un po’ troppo rigida: anche se sono facili da pulire, nel caso di lunghi viaggi si possono rivelare scomodi.

Rumorosità
Se “gira” in alto il motore a tre cilindri a benzina “invade” l’abitacolo con la sua rumorosità. E ciò può infastidire sia quando si “tirano” le marce, sia nei lunghi viaggi autostradali.
 

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
    158,6 km/h 160 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 15,0   14,7 secondi
0-400 metri 19,6 111,1 km/h non dichiarata
0-1000 metri 36,8 136,3 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 39,9 128,8 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 38,9 117,9 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 41,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   15,4 km/litro 17,0 km/litro
Fuori città   17,2 km/litro 22,7 km/litro
In autostrada   13,7 km/litro non dichiarato
Massimo   8,7 km/litro non dichiarato
Medio   15,6 km/litro 12,0 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   41,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   71,8 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   9,9 metri 9,6 metri
Cilindrata cm3 996
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 48(65)/6000
Coppia max Nm/giri 90/4800
Emissione di CO2 grammi/km 120
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 374/168/159
Passo cm 236
Peso in ordine di marcia kg 975
Capacità bagagliaio litri 225/1050
Pneumatici (di serie) 185/60 R 15
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
    158,6 km/h 160 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 15,0   14,7 secondi
0-400 metri 19,6 111,1 km/h non dichiarata
0-1000 metri 36,8 136,3 km/h non dichiarata
       
RIPRESA Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h in 4a 39,9 128,8 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h in 5a 38,9 117,9 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h in 5a 41,8   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   15,4 km/litro 17,0 km/litro
Fuori città   17,2 km/litro 22,7 km/litro
In autostrada   13,7 km/litro non dichiarato
Massimo   8,7 km/litro non dichiarato
Medio   15,6 km/litro 12,0 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   41,5 metri non dichiarata
da 130 km/h   71,8 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   134 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   9,9 metri 9,6 metri
Cilindrata cm3 996
No cilindri e disposizione 3 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 48(65)/6000
Coppia max Nm/giri 90/4800
Emissione di CO2 grammi/km 120
Distribuzione 4 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 374/168/159
Passo cm 236
Peso in ordine di marcia kg 975
Capacità bagagliaio litri 225/1050
Pneumatici (di serie) 185/60 R 15
Opel Agila
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
15
9
13
22
23
VOTO MEDIO
2,6
2.64634
82
Aggiungi un commento
Ritratto di gian2812
15 agosto 2009 - 13:19
Mi chiamo Gian e sono un nuovo iscritto (da oggi) del bel sito "alvolante.it". Leggo la rivista, anche se non sempre regolarmente, dal 1° numero e la trovo ben fatta. Vedendo che qui c'è la possibilità di dire qualcosa sulla vettura che ho acquistato otto mesi fa' (dopo averla attesa quasi sei... mesi), eccomi. Ho acquistato l'Agila 1.2 Enjoy Automatica (la prima automatica della mia vita, dopo circa 37 anni di patente e dopo un paio di decine di auto tutte rigorosamente con cambio manuale) e confesso che, nonostante qualche titubanza iniziale, mi sto trovando realmente molto bene. E' comoda, spaziosa (qualcosina in più di baule non guasterebbe ma si può sopportare la cosa dato che una volta abbattuto tutto o in parte lo schienale posteriore ci si trova davanti ad un vano piuttosto ampio e senza fastidiosi scalini), brillante e, nel complesso, non molto assetata (inizialmente sul misto, saliscendi compresi tutti i giorni, dato che abito in collina, la media si è attestata sui 14 km/litro; successivamente, allo stato attuale, con circa 11000 km percorsi, sono intorno ai 14,5 km/litro col clima acceso e sui 16 km/litro senza). La dotazione di accessori trovo sia davvero ottima, considerato il segmento cui la macchina appartiene: le uniche cose che ho aggiunto sono i cerchi in lega coi vetri posteriori scuri e, in aftermarket, i sensori posteriori di parcheggio - utilissimi; metallizzato no perchè l'ho acquistata bianca. Una pecca che ho trovato (non l'unica ma davvero una delle pochissime) è la visibilità in marcia posteriore molto limitata dai massicci montanti e spesso si deve guidare un po' "alla cieca" (per esempio sugli svincoli autostradali con precedenza da concedere e simili). Altro al momento non mi sovviene. La macchina quindi posso dire che ha soddisfatto e sta continuamente soddisfacendo le mie attese; dimenticavo, la tenuta di strada e la stabilità le ho trovate ottime, sembra di essere sui binari, nonostante l'altezza del corpo vettura. Un saluto a tutti e grazie alla redazione di "alVolante.it" per avermi concesso la possibilità di scrivere la mia testimonianza su queste pagine. Ciao da Gian
Ritratto di WHITEFISH37
21 aprile 2010 - 15:43
Come mai date solo due stelle ai freni e poi scrivete: " Positivo il contributo dei freni: l’auto è ben bilanciata anche nelle “inchiodate” più decise" ?
Ritratto di Blue
30 luglio 2011 - 20:45
Ne vedo molti in giro e per dire la verità mi piace davvero piccola , conveniente senza spendere cifre troppe esorbitanti tipo la 500 allora che dire e una buona macchina li darei un bel 5.
Ritratto di sayuri
13 novembre 2015 - 00:51
OPEL AGILA 2a serie ciao, allora io sono una neopatenta, praticamente l ho presa due giorni fa e mi chiedevo se potevo guidarla ? scusatemi l ignoranza su questo argomento :(
Ritratto di grande_punto
18 settembre 2017 - 13:57
3
Meglio la prima serie
Annunci

opel agila usate

Prezzo minimoPrezzo medio
opel agila usate 20124.7005.3703 annunci
opel agila usate 20136.7906.7901 annuncio
opel agila usate 20146.5006.5001 annuncio
opel agila usate 20157.5007.6002 annunci

opel agila km 0 per anno