PROVATE PER VOI

Renault Grand Modus: "Beve" pochissimo ma "fuma"

Prova pubblicata su alVolante di
agosto 2008

Listino prezzi Renault Grand Modus non disponibile

  • Prezzo (al momento del test)

    € 17.920
  • Consumo medio rilevato

    16,7 km/l
  • Emissioni di CO2

    119 grammi/km
  • Euro

    4
Renault Grand Modus
Renault Grand Modus 1.5 dCi 86 CV Dynamique Quickshift
L'AUTO IN SINTESI

Confortevole e “parsimoniosa”, ha una linea originale, beve poco gasolio e in soli 4 metri garantisce un ottimo comfort. Peccato che con il cambio “Quickshift” si debba rinunciare al filtro antiparticolato…

Posizione di guida
4
Average: 4 (1 vote)
Cruscotto
3
Average: 3 (1 vote)
Visibilità
3
Average: 3 (1 vote)
Comfort
4
Average: 4 (1 vote)
Motore
4
Average: 4 (1 vote)
Ripresa
4
Average: 4 (1 vote)
Cambio
4
Average: 4 (1 vote)
Frenata
3
Average: 3 (1 vote)
Sterzo
4
Average: 4 (1 vote)
Tenuta di strada
3
Average: 3 (1 vote)
Dotazione
4
Average: 4 (1 vote)
Qualità/prezzo
4
Average: 4 (1 vote)
PERCHÉ COMPRARLA
Prima di tutto versatile

È la versione allungata della Modus. I 16 cm in più di lunghezza garantiscono più spazio ai passeggeri posteriori e aumentano di 120 litri la capienza del vano bagagli.

La Renault  Grand Modus è la versione “allungata” (soprattutto nel “passo”, cioè la distanza fra i centri delle ruote anteriori e posteriori) della piccola monovolume Modus. Sono comuni ad entrambe il muso corto e un po’ tozzo, e il tetto alto.

La “crescita” nelle dimensioni, oltre a rendere la linea più slanciata ha, ovviamente, giovato all’abitacolo, in particolar modo per chi occupa i posti dietro, grazie anche al divano scorrevole. Ma anche il bagagliaio ha una capienza superiore rispetto al “modello base”, con ben 120 litri in più.

Il motore 1.5 dCi turbodiesel sviluppa 86 cavalli, non fa tanto rumore, è un “bevitore” moderato in ogni situazione di utilizzo, e offre una certa vivacità di erogazione, oltre a un buon comfort di marcia. Un “problema ecologico” si verifica, però, nel caso che si scelga il cambio robotizzato “Quickshift” (che è optional), perché obbliga a rinunciare al filtro antiparticolato. Un fatto che, per chi usa la vettura nelle grandi città, rappresenta un fastidioso limite.

La versione “Dynamique”, quella provata, è un buon compromesso fra prezzo e dotazione di serie. Dispone, infatti, di: “clima” manuale, radio con cd, sei airbag e “specchi” elettrici. L’ESP, però, è soltanto optional. Scegliendo la versione base si risparmia circa il 10%, ma offre solo quattro airbag. divano scorrevole e servosterzo.

VITA A BORDO
4
Average: 4 (1 vote)
Immersi nel comfort e nella luce

L’aspetto delle plastiche è gradevole, e colpisce l’originale design della plancia. Alcuni dei (numerosi) comandi non sono di utilizzo immediato: serve un po’ di pratica. Le poltrone anteriori sono ben profilate, ma è perfettibile l’imbottitura di quella di destra (che, fra l’altro, “nasconde” un utile vano portaoggetti). Sul divano posteriore – che scorre longitudinalmente e permette di sfruttare meglio il baule (non molto capiente ma dal profilo regolare) – si sta bene anche in tre.

Plancia e comandi
Ampia e parecchio inclinata, la plancia colpisce per l’originalità, oltre che per l’insolito “innesto” della generosa consolle dallo strano disegno, che ingloba i tasti del “clima” e la radio con lettore di cd. Particolarmente affollato di comandi il volante (che, come il pomello del cambio, è rivestito in pelle), che richiedono un po’ di pratica. Il cruscotto è ben leggibile e ha una dotazione completa, ma essendo disposto al centro della plancia può distrarre. Discreta la qualità dei materiali utilizzati per gli interni e, in particolare, gradevoli al tatto le plastiche. Ampio il cassetto portaoggetti davanti al passeggero anteriore, che è anche refrigerato dall’aria del “clima”.

Abitabilità
Davanti si sta piuttosto comodi: la posizione di guida è alta e dominante e in curva il corpo è ben trattenuto dalla corretta sagomatura delle poltrone. Peccato che quella del passeggero anteriore, ospitando la seduta scorrevole per creare un vano portaoggetti nascosto (sistema “Fip up”) abbia la seduta dall’imbottitura un po’ rigida. Il divano dietro, che può scorrere di circa 15 cm, può ospitare bene tre persone (certo, qualche centimetro in più in larghezza non guasterebbe…), anche perché la parte centrale è bene imbottita e il “tunnel” non dà fastidio ai piedi.

Bagagliaio
L’apertura è piuttosto regolare, anche se il fondo è più in basso di 12 cm rispetto al punto di battuta del portellone. Se si reclina lo schienale c’è posto per oggetti lunghi fino a 156 cm, ma sul pavimento si forma un “gradino” alto ben 24 cm (che sparisce solo ribaltando anche la seduta, anche se così la lunghezza utile si riduce di alcuni centimetri). Il volume del baule non è fra i più grandi della categoria, ma è ben sfruttabile e senza protuberanze: con gli schienali alzati e la cappelliera in posizione, i 58 centimetri di altezza utile offrono spazio per due valigie rigide, un trolley e una sacca morbida.

COME VA
4
Average: 4 (1 vote)
Consuma poco ed è spaziosa

Posizione di guida rialzata, ingombri ridotti e ben percepibili, grande agilità e diametro di sterzata contenuto: in città si “domina” il traffico. Inoltre, il cambio QuickShift, privo di pedale della frizione, riduce lo stress. Consente pure di cambiare marcia tramite due “palette” al volante: una possibilità che, assieme al motore sempre molto disponibile, rende la Grand Modus divertente sulle strade extraurbane. Ma attenzione a non esagerare, perché la vettura è alta e ha sospensioni turistiche: meglio ordinarla con l’ESP. Tutto bene in autostrada: tanto comfort e consumi bassi.

In città
A parte i montanti anteriori, che limitano un po’ la visibilità nelle curve, per il resto nella “jungla urbana” la Renault Grand Modus è davvero a suo agio: l’impostazione di guida rialzata permette di vedere bene intorno, il ridottissimo diametro di sterzata e la compattezza della vettura consentono manovre disinvolte negli spazi più angusti. Dulcis in fundo, l’assenza del pedale della frizione fa sì che si guidi in maniera quasi rilassata anche quando si procede in colonna a passo d’uomo.

Fuori città
La vettura è facile e divertente da guidare (grazie anche alle sportivissime levette per cambiare le marce dietro il volante) ed è ben coadiuvata da un motore poco rumoroso e dall’erogazione fluida, ma non gode certo delle caratteristiche per assecondare la guida sportiva. Il servosterzo non ha una risposta sempre omogenea nelle curve veloci e, nonostante la soddisfacente tenuta di strada, le sospensioni piuttosto morbide e la consistente altezza della vettura consigliano di non esagerare (e di ordinarla comunque con l’ESP…).

In autostrada
Grazie all’abitacolo modulabile a piacere (assieme al baule), al motore che non fa baccano, alla morbidezza delle sospensioni e all’efficiente impianto di climatizzazione automatico (optional) i lunghi viaggi sono una piacevole sorpresa sulla Renault Grand Modus. Oltretutto, le soste dal benzinaio per il rifornimento sono piuttosto rare…

QUANTO È SICURA
5
Average: 5 (1 vote)
Un livello ottimo per una piccola monovolume

Di serie ci sono sei airbag, mentre l’ESP è optional, in “pacchetto” con il controllo della trazione. Non costa molto e lo consigliamo: la Grand Modus ha una tenuta sicura, ma è pur sempre una vettura piuttosto alta e con sospensioni “morbide”. I crash test EuroNcap sono stati effettuati per la Modus base (più corta), che ha ottenuto eccellenti risultati.

L’Euro NCAP ha sottoposto ai crash test la Modus “corta” (sostanzialmente uguale alla “Grand”, a parte il “passo”) e i risultati sono stati di tutto rispetto: cinque stelle (il massimo) per la protezione di guidatore e passeggeri e ben quattro per i bambini sugli appositi seggiolini. Una sola stella, invece, per quanto riguarda la protezione dei pedoni in caso di investimento, che non sono tanto tutelati. La dotazione di serie comprende airbag frontali, laterali e per la testa e ABS, ma non il controllo di stabilità e di trazione, che fanno parte di un unico “pacchetto” optional da richiedere a parte (e venduto comunque a un prezzo piuttosto contenuto).

NE VALE LA PENA?
3
Average: 3 (1 vote)
"Quasi" l'uovo di Colombo

Ha una linea "simpatica" e originale che può anche non piacere. Se la cava bene in città ma va bene anche in autostrada. Meglio però comprarla con il pacchetto che offre i controlli di trazione e stabilità, fondamentali per la sicurezza.

Come estetica potrà anche non piacere a tutti, però è a suo agio in città, non affatica nella guida, consuma poco e si difende molto bene anche nei lunghi viaggi. Peccato che col cambio “Quickshift” non si possa avere il filtro antiparticolato.

PERCHÉ SÌ

Cambio
Questo robotizzato non è velocissimo nei passaggi di marcia, anche se si rivela pratico e comodo in città. Volendo, agendo sulle levette dietro il volante si usa come un sequenziale e fa persino risparmiare qualcosa nei consumi.

Comfort
Le sospensioni “lavorano” bene filtrando al meglio le asperità del fondo stradale. Lo spazio a bordo, l’accurata insonorizzazione del motore e l’efficace “clima” fanno il resto, regalando ulteriore relax.

Motore
Davvero equilibrato, è potente quanto basta, ha consumi molto contenuti e non fa troppo rumore.

Spazio
Rispetto alla Modus “normale”, il “passo” allungato di 9 cm si traduce in maggior spazio per le gambe di chi siede dietro. Ma anche il bagagliaio (la coda “ha più sbalzo” rispetto alle ruote) ne trae vantaggio.

PERCHÉ NO

Comandi
Ce ne sono sin troppi attorno al volante e alcuni, come quello del regolatore di velocità (piccolo e posto accanto alla leva del freno a mano), sono in una posizione scomoda.

Esp 
Per una vettura così alta (e con le sospensioni soffici) dovrebbe essere di serie. Invece fa parte degli optional.

Filtro antismog 
Se si ordina l’auto con il cambio robotizzato “Quickshift” si deve rinunciare al filtro antiparticolato: è una contraddizione per una versione pensata soprattutto per la città.

Freni
Gli spazi di arresto sono nella media. Ma anche quando si vuole rallentare con dolcezza rispondono troppo bruscamente, e la cosa può infastidire (soprattutto i passeggeri).

SCHEDA TECNICA
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 4a a 4000 giri   169,8 km/h 171 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 14,6   15,2 secondi
0-400 metri 19,5 114,0 km/h 19,5 secondi
0-1000 metri 36,1 143,5 km/h 36,3 secondi
       
RIPRESA in Drive Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 33,8 144,4 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 31,6 145,5 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h 12,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   16,1 km/litro 19,2 km/litro
Fuori città   18,2 km/litro 24,4 km/litro
In autostrada   14,1 km/litro non dichiarato
Massimo   8,8 km/litro non dichiarato
Medio   16,7 km/litro 22,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   39,0 metri non dichiarata
da 130 km/h   67,2 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,2 metri non dichiarato
Cilindrata cm3 1461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 63 (86)/3750
Coppia max Nm/giri 200/1900
Emissione di CO2 grammi/km 119
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 (robotizz.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 403/170/159
Passo cm 258
Peso in ordine di marcia kg 1225
Capacità bagagliaio litri 305-404/1454
Pneumatici (di serie) 185/60 R 15
I NOSTRI RILEVAMENTI
VELOCITÀ MASSIMA   Rilevata Dichiarata
in 4a a 4000 giri   169,8 km/h 171 km/h
       
ACCELERAZIONE Secondi Velocità di uscita Dichiarata
0-100 km/h 14,6   15,2 secondi
0-400 metri 19,5 114,0 km/h 19,5 secondi
0-1000 metri 36,1 143,5 km/h 36,3 secondi
       
RIPRESA in Drive Secondi Velocità di uscita Dichiarata
1 km da 40 km/h 33,8 144,4 km/h non dichiarata
1 km da 60 km/h 31,6 145,5 km/h non dichiarata
da 80 a 120 km/h 12,5   non dichiarata
       
CONSUMO   Rilevato Dichiarato
In città   16,1 km/litro 19,2 km/litro
Fuori città   18,2 km/litro 24,4 km/litro
In autostrada   14,1 km/litro non dichiarato
Massimo   8,8 km/litro non dichiarato
Medio   16,7 km/litro 22,2 km/litro
       
FRENATA   Rilevata Dichiarata
da 100 km/h   39,0 metri non dichiarata
da 130 km/h   67,2 metri non dichiarata
       
ALTRI VALORI   Rilevati Dichiarati
A 130 km/h effettivi il tachimetro indica   133 km/h  
Diametro di sterzata tra due marciapiede   10,2 metri non dichiarato
Cilindrata cm3 1461
No cilindri e disposizione 4 in linea
Potenza massima kW (CV)/giri 63 (86)/3750
Coppia max Nm/giri 200/1900
Emissione di CO2 grammi/km 119
Distribuzione 2 valvole per cilindro
No rapporti del cambio 5 (robotizz.) + retromarcia
Trazione anteriore
Freni anteriori dischi autoventilanti
Freni posteriori tamburi
   
Quanto è grande  
Lunghezza/larghezza/altezza cm 403/170/159
Passo cm 258
Peso in ordine di marcia kg 1225
Capacità bagagliaio litri 305-404/1454
Pneumatici (di serie) 185/60 R 15
Renault Grand Modus
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
4
0
5
6
9
VOTO MEDIO
2,3
2.333335
24
Aggiungi un commento
Ritratto di salmaso
29 novembre 2009 - 18:10
Io posseggo la 1.2 dynamique 16v da poco più di un mese. Devo dire che per ora mi trovo bene. Se devo parlare di difetti, forse la radio che spesso si alza e si abbassa di volume e non so perchè. Poi il divano che forma quel gradino già citato nelle prove e quando si ribalta tutto il sedile posteriore, bisogna arretrare i sedili anteriori e così se uno è alto si trova a guidare troppo vicino al volante. I consumi mi sembrano buoni, anche se io l'ho usata quasi sempre in città o qualche volta fuori città. All'atto dell'acquisto non volevo il pacchetto "sicurezza" che costava 80 euro e comprendeva di triangolo, lampadine, giubbino catarifrangente e tappetini. Il tutto poteva costare al massimo 30 euro, ma hanno insistito e... mi sono fatto fregare. Niente di male alla fine, però la vostra rivista lo aveva fatto notare qualche mese fa. Per il resto la macchina va bene e sono contento. E' vero che a volta la frenata è un pò brusca, ma con l'esperienza, si trova il modo di non inchiodare.
Ritratto di simopate
10 dicembre 2010 - 11:50
Devo cambiare auto perchè la mia vecchia Alfa m'ha lasciato a piedi, e tra le varie auto che sono andato a vedere, c'era proprio la Grand Modus 1.5 cdti 90cv Night&Day: da quello che ho capito l'hanno migliorata parecchio nella dotazione, solo che hanno pensato "bene" (ovviamente in senso ironico!!!) di non mettere di serie l'ESP.. A questo punto, a parità di costo (circa) sono indeciso se prendere questa oppure la nuova Opel Meriva 1.3 tdi 75cv (o 95 aggiungendo circa 1000€): cosa mi consigliate???
Ritratto di Nico 87
1 febbraio 2011 - 11:08
bhè....per me nn ci sono dubbi,la meriva oltre ad essere più bella è nettamente superiore.Per quanto mi riguarda per me la renault non costruisce auto ma ""BANCARELLE"!
Ritratto di giuseppedore
26 febbraio 2011 - 16:02
Cercavamo con mia moglie un'auto comoda nel salire e scendere abbiamo acquistato una Gran Modus Night & Day completa di tutti gli accessori non manca nulla grigia vetri scuri dietro e con i cerchi grigi della Clio 16 stesso colore della macchina e favolosa, premettendo ke già 5 anni fa volevo acquistarla x mio figlio e nn l'ha voluta: oggi mi lascia a piedi........
Ritratto di ricci rolando
24 gennaio 2012 - 21:26
possegggo la gran moduso ormai da un mese, mi trovo un po ristretto perchè prima avevo la scenic, comunque devo dire che è molto confortevole silenziosa e scattante all'occorrenza, l'unica anomalia da segnalare il pulsante per il regolatore della velocità è posto in mdo disagiato.
Ritratto di carlavb
29 gennaio 2012 - 19:49
Mi sembra carina ma dentro, nonostante tutto, mi pare spartana. Per chi come me si mette in auto tutti i giorni, ci vuole un pò più di ... salotto. Meglio la Citroen C3 Picasso che beve di più ma è più confortevole
Ritratto di davami
2 marzo 2012 - 13:38
Certo che la ricomprerei, ma con il dci da 90 hp, potrebbe sostituire lo scenic che ho adesso, specie nella versione a passo lungo... Ho sempre usato anche la modus di mia madre, oltre che lo Scenic... Vorremmo avere una sola auto, e la modus potrebbe sostituirle entrambe, l'unico rimpianto sarebbe per il confort dello Scenic... La modus che abbiamo ora è a benzina, ha avuto qualche inconveniente, ma si fa apprezzare per essere una ottima tuttofare, peccato che allora quella a passo lungo non ci fosse, e, penso, che con il diesel potrebbe essere adatta anche ai viaggi...