NEWS

Formula 1 2017, risultato gara Gp del Messico: vince Verstappen. Classifica e calendario

29 ottobre 2017

Formula 1, ordine d’arrivo del Gran Premio del Messico: Hamilton è campione del mondo, Vettel quarto dopo lo scontro in partenza con Hamilton.

Formula 1 2017, risultato gara Gp del Messico: vince Verstappen. Classifica e calendario

QUARTO TITOLO - A Lewis Hamilton (foto più in basso) basta la nona posizione al traguardo del Gran Premio di Formula 1 del Messico 2017 per aggiudicarsi il quarto titolo in carriera, dopo quelli ottenuti nel 2008 (con la McLaren), nel 2014 e nel 2015 (con la Mercedes). Il pilota inglese ha fatto rendere al massimo l’enorme vantaggio in classifica, che prima della partenza era di 66 punti, recuperando senza troppi affanni dopo il contatto al via con Sebastian Vettel (foto qui sotto) e la foratura di un pneumatico (causata proprio dal tedesco), che lo avrebbe fatto scivolare in ultima posizione. Hamilton si laurea campione con due gare d’anticipo e diventa l’unico pilota britannico con 4 allori, staccando il connazionale Jackie Stewart e leggende come Niki Lauda, Nelson Piquet e soprattutto Ayrton Senna, che per l’inglese è un vero e proprio mito. Gli altri piloti a vantare quattro titoli in Formula 1 sono Alain Prost e Sebastian Vettel.

TUTTO AL VIA - Il trionfo di Hamilton ette in ombra la vittoria di Max Verstappen (foto più in alto), sulla Red Bull, che precede al traguardo la Mercedes di Valtteri Bottas e le Ferrari di Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel. La gara si decide alla partenza: Verstappen infila Vettel alla prima curva e assume il comando della gara, mandando Vettel fuori traiettoria. Il tedesco viene affiancato anche da Hamilton e nella concitazione lo tocca. Entrambi i piloti accusano i segni dell’impatto: il ferrarista si deve fermare per cambiare il musetto danneggiato, mentre l’inglese raggiunge i box lentamente dopo la foratura e riparte con uno svantaggio enorme sugli altri piloti. Hamilton avrebbe vinto il titolo anche in questa situazione, perché Vettel sarebbe dovuto arrivare al massimo secondo (con l’inglese nono o più in basso) per mantener vivi i giochi e sperare di “allungare” il campionato alla prossima gara. Con Vettel terzo o peggio, il titolo sarebbe andato ad Hamilton.

RIMONTA VANA - La gara prosegue sul duello a distanza fra Hamilton e Vettel, autori di una gara agli opposti. Il pilota della Mercedes rimonta senza prendersi rischi, consapevole dell’impresa a cui era chiamato il ferrarista, autore di tanti sorpassi ma non abbastanza per conquistare la seconda posizione: Bottas (secondo) ha finito la gara con 19 secondi di ritardo da Verstappen, Vettel con oltre 70 secondi. A fine gara Hamilton non trattiene la gioia e ringrazia in particolare la Mercedes, il team che lo ha reso grande nelle ultime 5 stagioni: basti sapere che l’inglese è andato a podio in 70 gare delle 95 che ha disputato con il team tedesco. Il successo di Hamilton non mette fine al campionato, che terminerà dopo le gare del Brasile (12 novembre) e di Abu Dhabi (26 novembre). A Vettel resta da difendere la seconda posizione in classifica da Bottas: il suo vantaggio è di 15 punti.

GP DEL MESSICO: L'ORDINE D'ARRIVO

POS NO DRIVER CAR LAPS TIME/RETIRED PTS
1 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 71 1:36:26.552 25
2 77 Valtteri Bottas MERCEDES 71 +19.678s 18
3 7 Kimi Räikkönen FERRARI 71 +54.007s 15
4 5 Sebastian Vettel FERRARI 71 +70.078s 12
5 31 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 70 +1 lap 10
6 18 Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 70 +1 lap 8
7 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 70 +1 lap 6
8 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 70 +1 lap 4
9 44 Lewis Hamilton MERCEDES 70 +1 lap 2
10 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 70 +1 lap 1
11 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 70 +1 lap 0
12 2 Stoffel Vandoorne MCLAREN HONDA 70 +1 lap 0
13 10 Pierre Gasly TORO ROSSO 70 +1 lap 0
14 94 Pascal Wehrlein SAUBER FERRARI 69 +2 laps 0
15 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 69 +2 laps 0
NC 55 Carlos Sainz RENAULT 59 DNF 0
NC 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 55 DNF 0
NC 28 Brendon Hartley TORO ROSSO 30 DNF 0
NC 27 Nico Hulkenberg RENAULT 24 DNF 0
NC 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 5 DNF 0
Aggiungi un commento
Ritratto di attilio66
29 ottobre 2017 - 23:19
Il solito Verstappen sfascia-macchine e zig-zagatore ha colpito ancora. La preghiera di ogni pilota è quella di non trovarselo al fianco in partenza. Ogni gran premio con l'olandese assistiamo a pezzi che volano,gomme danneggiate .E' insopportabile che in ogni gran premio venga compromessa la corsa degli altri e soprattutto che l'olandese creda di essere un Dio mentre è un pericolo permanente per sè e per gli altri.Il duello tra Hamilton e Alonso è stato bello, pulitissimo e corretto e non è successo alcun incidente. Questa è la differenza! Questa è la F1 e non quella insopportabile dell'olandese.
Ritratto di andrea120374
30 ottobre 2017 - 08:45
2
attilio66 curati che è meglio per noi ma soprattutto per te !
Ritratto di attilio66
30 ottobre 2017 - 19:02
Questo è un sito dove ognuno può esprimere la propria opinione ma senza offendere gratuitamente. Grazie.
Ritratto di Mattia Bertero
30 ottobre 2017 - 17:10
3
Per essere uno che ha vissuto gli anni d'oro della Formula 1 mi stupisce molto che critichi così l'olandese. Dovrei ricordare forse, tanto per fare un esempio, il duello Arnoux-Villeneuve al Gp di Francia nel 1979? Due giri di sportellate nemmeno così velate ma nessuna polemica, anzi è storia della Formula 1. Dov'è che poi Verstappen qui ha zizzagato lo sai solo te, anzi Vettel ha cercato di buttarlo fuori pista e giustamente l'olandese si è difeso fino ai denti. I pezzi che volano e le gomme forate sono perchè queste macchine sono molto fragili alle botte non certo perchè c'è di mezzo Verstappen. Tra l'altro poi la gomma forata di Hamilton non è causata da una toccata di Verstappen ma di Vettel... Attilio66 vatti a rivedere i vecchi grand premi dei tempi gloriosi di questo sport (ri)scoprirai tanti Verstappen che correvano ma non c'erano tutte queste polemiche tipicamente calcistiche che stanno imperversando in Formula 1. Avercene piloti come Verstappen, danno spettacolo, corrono senza filtri, questo serve a questo sport, non piloti a pilota automatico di frasi fatte e di gare noiose.
Ritratto di attilio66
30 ottobre 2017 - 19:10
Guardati Verstappen - Raikkonen a SPA -2016 giro 12. All'epoca ci furono polemiche feroci . Quanto poi agli anni d'oro della F1 su duellava con la massima sportivita' e nel duello Villeneuve - Arnoux nessuno ha speronato l'altro !
Ritratto di Prrrrr
30 ottobre 2017 - 02:37
Niente, ad attilio66 non rispondo più, è evidente che vede solo quello che vuol vedere. Complimenti a Lewis, Campionato meritato, miglior macchina e Squadra, gran Pilota, bravo. Gara del Messico, Circuito veloce e grande cornice di Pubblico, partenza ottima di Seb ma il Torello, è il Torello, gran staccata e sorpasso perfetto, peccato che Vettel abbia perso i riferimenti (vistosi già superato), Hamilton approfitta e prova ma nella mischia ha la peggio. La Gara alla fine si svolge in maniera normale, Vettel rimonta e dimostra che aveva un ottimo passo, Lewis si accontenta, lascio stare i Team Radio, dove si sentono veramente domande idiote e considerazioni allucinanti, che un Pilota Campione con lustri alle spalle, non dovrebbe neanche pensare. Cmq. in linea di massima questo cambio di vetture ha riportato nuova linfa, le Ferrari sono tornate competitive, e speriamo che il 2018 sia l'Anno Rosso. Ps: In cronaca (SKY) PER TUTTO IL TEMPO, HANNO PARLATO DELLE SOSPENSIONI RED BULL. Sostenendo che siano come le sospensioni attive, risultando determinanti, visto i risultati in prova e ultime Gare... vedremo se ci saranno irregolarità, o semplicemente un altra genialata del noto Ingegnere Britannico!
Ritratto di Dirk
30 ottobre 2017 - 07:08
Povera Ferrari...
Ritratto di Superevo
30 ottobre 2017 - 10:57
La Ferrari ha perso il mondiale a Singapore e non certo in Messico. Se avesse vinto quella corsa credo che il mondiale avrebbe preso un'altra piega. Non sono daccordo sulla macchina migliore però. La Mercedes accusa dei forti problemi in circuiti più guidati, è stata la peggior Mercedes degli ultimi anni, e gli altri sono arrivati eccome! In finale di campionato non prende "legnate" solo da Ferrari ma anche da Redbull. Hamilton può ringraziare Max Verstappen, la candela (incredibile davvero) di Vettel a Suzuka e la follia Ferrari di Singapore, altrimenti sarebbero stati cavoli amari. Max anche ieri a mio avviso ha fatto un'azione poco corretta. Patetico il commento di Hamilton, nonostante abbia 32 anni suonati e 4 titoli mondiali ( anche se gli altri 2 non sono neppure da prendere in considerazione vista la vettura strasuperiore che aveva fra le mani), che ha dato colpa a Vettel della foratura, quando è chiaramente Verstappen che ha innescato tutto. I campioni si sa però, simpatici difficilmente sono e Max ha la stoffa per migliorarsi. Cmq è incredibile. Quando c'è Verstappen nelle prime file ci sono sempre collisioni pezzi che partono, bho c'è chi lo difende, secondo me andrebbe un pochino regolato. La Mercedes si deve preoccupare eccome! Ha Bottas evanescente ed una macchina che ormai non è più superiore a nessuno. Il prossimo anno ne vedremo delle belle. Complimenti cmq alla Ferrari, ci ha regalato un bel Campionato.
Ritratto di andrea120374
30 ottobre 2017 - 13:07
2
Ancora uno che rompe con Verstappen che ieri tra l'altro non c'entra nulla , avete veramente rotto .... avercelo!
Ritratto di Luke_66
30 ottobre 2017 - 15:19
4
Il fenomeno Verstappen nonostante sia il cocco di casa RedBull, abbia avuto per primo le migliorie sulla sua auto e il compagno sia stato costretto piu' di una volta al ritiro per cause non sue, e' dietro a Ricciardo di ben 44 punti.... altro che fenomeno. Io in squadra vorrei Daniel non Max lo sfasciacarrozze.
Pagine

PROSSIMO GP

Circuit of the Americas F1 2018
Circuit of the Americas
ORARI
Venerdì 19 Ottobre
Prove 117:00 - 18:30
Prove 221:00 - 22:30
Sabato 20 Ottobre
Prove 320:00 - 21:00
Qualifiche23:00 - 00:00
Domenica 21 Ottobre
Gara20:00

NEWS FORMULA 1