NEWS

Formula 1 2017, risultato gara Gp di Spagna: vince Hamilton. Classifica e calendario

14 maggio 2017

Formula 1, ordine d’arrivo del Gran Premio di Spagna: secondo Vettel, fuori Raikkonen e Bottas.

Formula 1 2017, risultato gara Gp di Spagna: vince Hamilton. Classifica e calendario

MIGLIORE STRAEGIA - L’illusione di potersi aggiudicare il Gp di Spagna 2017 di Formula 1 dura per Sebastian Vettel (foto qui sotto) fino al giro numero 44. Sul rettilineo però Lewis Hamilton (qui sopra)effettua il sorpasso decisivo e fa valere una strategia di gara più audace, complice la scelta delle gomme morbide, che resistono meno all’usura di quelle medie (scelte da Vettel) ma offrono prestazioni superiori. Il pilota inglese si concede anche il lusso di stabilire il miglior tempo in gara al penultimo giro, il 65°, passando sotto la bandiera a scacchi del Gran Premio di Formula 1 di Spagna davanti a Sebastian Vettel, Daniel Ricciardo, Sergio Perez, Esteban Ocon, Nico Hulkenberg, Carlos Sainz Jr, Pascal Wehrlein, Daniil Kvyat e Romain Grosjean. Vettel mantiene il comando della graduatoria piloti, anche se Hamilton gli è lontano 6 punti (104 a 98).

RAIKKONEN FUORI - Il Gp di Spagna riserva per tradizione grosse sorprese, se è vero che nelle precedenti dieci edizioni si erano imposti altrettanti piloti. Quest’anno le emozioni non mancano fin dalla partenza: Vettel supera Hamilton e si aggiudica la testa della corsa, per effetto di una partenza al fulmicotone, mentre Raikkonen, Bottas e Verstappen si toccano. Il finlandese della Ferrari paga le conseguenze maggiori, fermandosi poco dopo, stesso destino a cui andranno in contro Verstappen (il ritiro al giro 25) e Bottas, che alza bandiera bianca al giro 39 dopo un problema meccanico. Vettel mantiene la testa della gara con un margine rassicurante su Hamilton, ma nel corso della sosta monta pneumatici dalla mescola media e adotta una strategia più conservativa. Il pilota inglese e la Mercedes non faranno lo stesso, raccogliendo i frutti della strategia al giro 44.

DELUSIONE PER ALONSO - La gara è stata ricca di soddisfazioni per i team minori, a partire dalla Sauber, che ottiene i primi punti del campionato grazie all’ottavo posto di Wehrlein. L’unica scuderia a secco rimane così la McLaren, nonostante le premesse incoraggianti della vigilia: Fernando Alonso ha stabilito il settimo tempo in qualifica e sembrava poter ottenere un piazzamento nei primi dieci, ma invece è scivolato in 12° posizione. Il compagno di team, Stoffel Vandoorne, si è ritirato per la terza volta in cinque gare. L’umore è completamente diverso all’interno del box della Force India, complice il finale a punti di entrambi i piloti: è successo in tutte le gare del campionato. Il prossimo Gran Premio si correrà domenica 28 maggio nel Principato di Monaco.

GP DI SPAGNA: L'ORDINE D'ARRIVO

POS NO DRIVER CAR LAPS TIME/RETIRED PTS
1 44 Lewis Hamilton MERCEDES 66 1:35:56.497 25
2 5 Sebastian Vettel FERRARI 66 +3.490s 18
3 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 66 +75.820s 15
4 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 65 +1 lap 12
5 31 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 65 +1 lap 10
6 27 Nico Hulkenberg RENAULT 65 +1 lap 8
7 55 Carlos Sainz TORO ROSSO 65 +1 lap 6
8 94 Pascal Wehrlein SAUBER FERRARI 65 +1 lap 4
9 26 Daniil Kvyat TORO ROSSO 65 +1 lap 2
10 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 65 +1 lap 1
11 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 64 +2 laps 0
12 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 64 +2 laps 0
13 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 64 +2 laps 0
14 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 64 +2 laps 0
15 30 Jolyon Palmer RENAULT 64 +2 laps 0
16 18 Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 64 +2 laps 0
NC 77 Valtteri Bottas MERCEDES 38 DNF 0
NC 2 Stoffel Vandoorne MCLAREN HONDA 32 DNF 0
NC 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 1 DNF 0
NC 7 Kimi Räikkönen FERRARI 0 DNF 0




Aggiungi un commento
Ritratto di Dirk
14 maggio 2017 - 17:23
Strategia alquanto discutibile della casa di Maranello. Se avesse osato di più avrebbe potuto vincere. Mercedes in questo caso superiore. Le 'seconde' guide fuori entrambe.
Ritratto di Luzo
14 maggio 2017 - 18:06
come mai c'era un paracarro al montmelò oggi?
Ritratto di Dirk
14 maggio 2017 - 21:51
La sua definizione della Mercedes la qualifica Luzo. E poi lei non denigra? Ma per piacere!! Se non avesse avuto le gomme più fresche col piffero che lo superava.
Ritratto di Luzo
15 maggio 2017 - 08:14
il paracarro con tuta evidenza era il pilota (bottas) che è andato a zonzo cercando di schiacciare le formiche.....visti i margini ridotti anche 2" persi dietro a lui vi hanno tolto una lotta più serrata alla fine della gara, chissà. In ogni caso la tua difesa è stucchevole , sei talmente un bamboccio che fvi pena!! e ancora !!
Ritratto di Dirk
15 maggio 2017 - 08:20
Altro commento che la qualifica Luzo e che a me non interessa più di tanto: problemi suoi. Sarebbe interessante sapere come mai ha tutto questo astio verso i tedeschi. D'altro canto se Vettel non riusciva a superarlo non è colpa di Bottas.
Ritratto di Davelosthighway
14 maggio 2017 - 18:12
Ormai sono i dettagli a fare la differenza. Seb ha fatto una gara super , sorpasso e gran tenacia mentre effettivamente dai box della rossa quest oggi non é uscita una strategia particolarmente efficace. Se i piloti ormai combattono ad armi e...gomme pari
Ritratto di Strige
14 maggio 2017 - 19:57
Dire che il muretto Ferrari abbia sbagliato e' dire una inesattezza. L'unico errore che gli si puo' dare alla ferrari e' che era meglio montare le bianche prima e le gialle dopo (come hamilton), ma col senno di poi tutto e' facile. Quello che ha rotto le uova nel paniere alla ferrari sono stati due eventi, il primo chiamasi Bottas che ha fatto perdere 10 secondi a Vettel, il secondo e' il secondo pit-stop da fare un giro prima. Senza questi due eventi, penso che comunque avremmo avuto lo stesso risultato, ma la ferrari avrebbe perso verso la fine. Ripeto, col senno di poi e' molto piu' semplice giudicare. Aggiungo una nota personale, se non ci fosse stato il DRS la gara sarebbe stata ancora piu' spettacolare. vedere un gran premio con piu' di 5 sorpassi, non e' un gran premio, ma uno show. I sorpassi devono essere difficili, non facili. Altra castroneria e' quella di aver allungato la DRS zone.
Ritratto di Davelosthighway
14 maggio 2017 - 21:05
beh diciamo che la strategia soft-soft-medie é stata una mossa del muretto che non ha messo seb nelle condizioni di sbattagliare nel finale di gara e visti gli ultimi gran premi é proprio nel finale di gara che bisogna dare il massimo. (Vedi best lap di Hamilton ) con la speranza a questo punto che non ci sia sempre il doppiaggio di Massa a rompere i cosiddetti...
Ritratto di Strige
14 maggio 2017 - 23:38
piu' che mossa del muretto direi che nel pre-gara vettel e muretto non hanno pensato bene. Pero', oggi, non me la sento di dare la colpa al muretto ferrari, forse l'unica colpa e'quello del pit-stop un giro dopo.
Ritratto di mika69
15 maggio 2017 - 08:32
Bottas si è mosso al limite del lecito e ha fatto perdere a Vettel almeno 4 secondi. Poi sfiga con la virtual SC e quello sprovveduto di Massa hanno fatto il resto. Oggi Vettel avrebbe vinto con la strategia impostata. Sfortuna però.
Pagine

PROSSIMO GP

Circuit Paul Ricard F1 2021
ORARI
Venerdì 18 Giugno
Prove 111:30 - 12:30
Prove 215:00 - 16:00
Sabato 19 Giugno
Prove 312:00 - 13:00
Qualifiche15:00 - 16:00
Domenica 20 Giugno
Gara15:00

NEWS FORMULA 1