NEWS

Formula 1 2018, risultato gara Gp di Russia: vince Hamilton. Classifica e calendario

30 settembre 2018

Formula 1, ordine d’arrivo del Gran Premio di Russia 2018: terzo Vettel ora è a meno 50 punti dal leader Hamilton. Classifica e prossima gara.

Formula 1 2018, risultato gara Gp di Russia: vince Hamilton. Classifica e calendario

QUALCHE DUBBIO PER HAMILTON - Sul circuito cittadino di Sochi, sul Mar Nero, il Gran Premio di Russia 2018 di Formula 1 per parecchi giri è sembrato poter riservare una sorpresa: l’olandese Max Verstappen con la Red Bull è stato in testa con sicurezza, con Ferrari e Mercedes a duellare alle sue spalle. Per qualche tornata Vettel è stato l’inseguitore più vicino, poi la pista ha messo in evidenza la superiorità delle Mercedes ed è toccato a Bottas e Hamilton. In proposito, Bottas riusciva a tenere dietro il compagno di squadra, ma dai box gli hanno fatto chiaramente capire quale era la cosa da fare, e anche in modo plateale il finlandese ha ceduto la posizione al leader della classifica del mondiale. Con Bottas fermatosi ai box per cambiare le gomme, a metà gara superata (32esimo giro) Verstappen guidava con 2”7 su Hamilton e 6”6 su Vettel. 

PAURA MERCEDES - Poco dopo la metà gara, le informazioni diffuse con la telecronaca hanno suscitato qualche apprensione nei box Mercedes. Lewis Hamilton ha infatti comunicato di avere delle strane sensazioni dal motore. Ciò mentre le gomme posteriori davano segni di degrado anomalo. Ma i timori (speranza per altri) sono rimasti tali e al 35° giro la graduatoria vedeva Verstappen sempre leader con alle spalle Hamilton (a 2”9, davanti a Bottas (5”011), Vettel (7”272), e Raikkonen (a 13”685). Mancavano ancora una ventina di giri ma i distacchi tra il gruppetto di testa e il resto dello schieramento è già notevole: l’ultimo a non essere doppiato è Ericsson, in 13esima posizione a 1’31”183 di distacco.

TATTGICHE MERCEDES -­ Verstappen continua a tenere la testa grazie al fatto che non si è ancora fermato a cambiare le gomme. Hamilton per un po’ pare tenere conto della cosa e non forza, poi mostra di non sopportare più la situazione e passa all’attacco: in un paio di tornate passa da un distacco di 2”5 a soli 9 decimi. Infine l’olandese della Red Bull va ai box e Hamilton si insedia al comando con Vettel dietro, anche se il ferrarista non riesce a essere minaccioso. Tra l’altro in pista i battistrada devono vedersela con i doppiati e Vettel ha di che lamentarsi.

IL CAMPIONATO - Fatto sta che dopo 53 giri la gara arriva alla conclusione con le posizioni immutate, nell’ordine: Hamilton, Bottas, Vettel, Raikkonen, Verstappen, Ricciardo. Un buon 7° posto lo ha conquistato Leclerc con la Sauber-Alfa Romeo. Dopo il gran premio di Russia, la classifica del campionato del mondo vede leader Lewis Hamilton con 306 punti, davanti a Sebastian Vettel con 256, Bottas 189, Raikkonen 186, Verstappen 158. Nel campionato costruttori la Mercedes è leader con 495 punti, segue la Ferrari con 442, Red Bull 292, Renault 91.



Aggiungi un commento
Ritratto di Coyote07
1 ottobre 2018 - 15:22
In Austria del 2002 anche la Ferrari ha fatto così. Comunque io sono a favore degli ordini di squadra perchè il pilota viene pagato dalla squadra... anch'io se fossi Bottas avrei FORSE fatto lo stesso
Ritratto di Asburgico
30 settembre 2018 - 22:42
Non accettano più scommesse di Hamilton davanti a Bottas. L'opposto è dato 200 a 1.
Ritratto di Gordo88
1 ottobre 2018 - 01:22
Credo che quello che ci ha rimesso di più a livello di immagine sia hamilton.. dopo tutte le sviolinate sul suo talento e sportività questo fatto secondo me ha macchiato la sua immagine peggio di una brutta sconfitta. Per quanto riguarda la ferrari il mondiale l ha perso in germania e vettel ha smesso di lottare dalla qualifica di singapore.. un vero peccato
Ritratto di Gordo88
1 ottobre 2018 - 15:24
Shumi vinceva perché era il pilota più forte sulla macchina migliore dell epoca, come lo stesso hamilton da qualche anno a questa parte .. ecco perché potevano risparmiarsi questa strategia antisportiva
Ritratto di AMG
1 ottobre 2018 - 09:11
ma perché ricciardo è scomparso dalla testa delle gare?
Ritratto di herm52
1 ottobre 2018 - 11:53
Se non sbaglio e a meno che non sia una notizia farlocca è perché la RedBull sta provando motori Honda sulla vettura di Ricciardo.
Ritratto di herm52
1 ottobre 2018 - 11:53
Non è solo l'aerodinamica a fare la differenza tra le Mercedes e le altre vetture degli altri team del circo ciò che fa la differenza sono i cavalli in più che ha la p.u. delle Frecce d'Argento. L'aerodinamica può essere più o meno spinta ma solo in funzione di quanti cv hai a disposizione. Non c'è storia..... non centrano le gomme a meno di scelte scellerate, non centra il driver a meno di errori umani.
Ritratto di Gordo88
1 ottobre 2018 - 15:27
La power unit ferrari non ha nulla da invidiare a quella mercedes in fatto di cv, vedi partenza del gp del belgio.. un altro discorso è la trazione in uscita curva e a sochi la ferrari sembrava proprio non ne avesse
Ritratto di Coyote07
1 ottobre 2018 - 15:17
Eh, ormai Vettel è spacciato: se annullano il gp di Suzuka per il tifone è davvero finita (non che ora non lo sia).
Ritratto di Greycar
1 ottobre 2018 - 19:45
E' già finita, dopo una serie di errori tra Vettel e team e una costante fortuna che ha sempre assistito la Mercedes!

PROSSIMO GP

Marina Bay Street Circuit F1 2019
Marina Bay Street Circuit
ORARI
Venerdì 20 Settembre
Prove 110:30 - 12:00
Prove 214:30 - 16:00
Sabato 21 Settembre
Prove 312:00 - 13:00
Qualifiche15:00 - 16:00
Domenica 22 Settembre
Gara14:00

NEWS FORMULA 1