NEWS

Volkswagen: presentati i correttivi per i motori EA 189

25 novembre 2015

Il gruppo VW annuncia le soluzioni tecniche per i motori con cilindrata 1.6 e 2.0. Entro fine mese quella per il diesel 1.2.

Volkswagen: presentati i correttivi per i motori EA 189
KBA APPROVA - Punto di svolta, almeno dal punto di vista tecnico, nel cosiddetto Dieselgate che ha investito la Volkswagen: le soluzioni per fare rientrare i motori EA 189 entro i limiti di inquinamento prescritti sono state approvate dalla KBA, l’autorità federale tedesca per i trasporti. A fine mese, quindi entro pochi giorni, saranno presentati allo stesso ente i correttivi per i motori diesel 1.2 con emissioni inquinanti non corrette.
 
SOLO SOFTWARE PER IL 2.0 - La soluzione per il 2.0 TDI è quella più semplice: un aggiornamento software che, stando alla Volkswagen, richiede indicativamente mezz’ora. Per il 1.6 TDI è invece prevista l’installazione di quella che la casa chiama “trasformatore di flusso” davanti al flussometro, preposto alla misurazione della massa d’aria (guarda il video qui sotto). Questo trasformatore riduce la formazione di vortici d’aria aumentando la precisione nella lettura della portata dell’aria, che permette, dopo un aggiornamento del sowftare, di ricreare il corretto (e veritiero) coefficiente stechiometrico. La modifica, dichiaratamente, soddisfa ora i parametri richiesti in termini di emissioni, senza influire su potenza e consumi e, a dire il vero, non può che essere così, per evitare eventuali azioni congiunte dei consumatori. 
 
ENTRO FINE 2016 I RICHIAMI - Il passo ulteriore, successivo all’avvenuta approvazione della KBA per le misure tecniche, è la pianificazione per i richiami delle auto coinvolte: obiettivo dichiarato è l’implementazione dell’aggiornamento tecnico necessario entro il prossimo gennaio 2016 ed effettuare il richiamo, per tutte le varianti di motori, entro il prossimo anno. Il gruppo Volkswagen ha assicurato che “si adopererà per tener conto delle necessità individuali (quelle dei clienti contattati per il richiamo) durante l’intervento in modo da evitare, per quanto possibile, difficoltà quali un’eventuale limitazione della mobilità”. Sarà un intervento gratuito: la casa, infatti, “rinuncia a far valere ogni eccezione sul mancato esercizio nei termini di legge dei diritti di garanzia, in relazione al software installato sui veicoli con motore EA 189, salva la già intervenuta estinzione di ogni diritto”. Uno dei primi passi verso la riconquista della fiducia degli utenti (e l’ancora più difficile slalom tra possibili iniziative legali), insomma.
VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di Pelide
25 novembre 2015 - 20:58
Insomma bastava un fantomatico trasformatore di flusso per evitare tutto questo casino? Beh ma allora lo installino di serie tutte le case se fa' questi miracoli...Ma per favore!!! Se il motore inquinava di piú perchè risparmiava gasolio per rigenerare il filtro, come è possibile correggerlo senza aumentarne i consumi o ridurne la potenza? Aspetto con ansia la lettera di richiamo per la mia tiguan...
Ritratto di Etneo
26 novembre 2015 - 07:40
io la mia tiguan al richiamo non la porterò. Tempo perso
Ritratto di Porsche
26 novembre 2015 - 08:48
non mi sembra sbagliato come ragionamento
Ritratto di autolog
26 novembre 2015 - 09:29
La gente non andrà ai richiami x paura di alterazioni ai consumi e alle performance ed il risultato sarà che per colpa di Audi e Volkswagen l'Italia avrà pseudo euro 5 che inquinano più di un Euro 1!!!!! Alla faccia del rispetto dell'ambiente
Ritratto di Mazzy74
26 novembre 2015 - 19:39
1
io avessi un motore soggetto a richiamo lo porterei eccome a fare l'aggiornamento. Un usato non in regola rischia di valere la metà del suo valore di mercato. Inoltre ho dei dubbi sul fatto che esista un obbligo normativo al fine dell'omologazione dato che la precedente omologazione non è più valida.
Ritratto di Yellowt
26 novembre 2015 - 10:15
L'intervento sarà obbligatorio. A chi non lo fa gli auguro un bel sequestro al primo posto di blocco...
Ritratto di Etneo
26 novembre 2015 - 10:56
I vigili chiedono se hai fatto il richiamo?
Ritratto di Helio
26 novembre 2015 - 11:58
Teoricamente, essendo tutto informatizzato, potrebbero anche fare che a fine 2016 o quando in VW hanno previsto di concludere la risistemazione (se mai la cosa si concluderà), la motorizzazione si fa dare i nominativi di chi non ha mai aderito al "richiamo" e partono segnalazioni alle autorità delegate per eventuali, multe o se proprio vogliono scomodare i vigili per addirittura dei fermi. Ossia teoricamente quanto si potrebbe già fare col bollo che non viene pagato o l'assicurazione non fatta o fasulla. Il fatto è che in questi ultimi casi FORSE lo stato tende a non agire presumendo che dall'altra parte vi sia un cittadino MORTODIFAME; se permetti però uno che si è comprato un'Audi non più di 5-6 anni fa forse tanto porello non è (o meglio forse tanto porello non vuole dar l'impressione di essere).
Ritratto di Lorenz99
28 novembre 2015 - 18:25
ADESSO CI VORREBBE UNA PROVA COMPARATIVA SERIA PRIMA E DOPO IL"MIRACOLO" SOFTWARE. L'UNICA DUBBIO, È CHE MOLTE TESTATE AUTO NON POTRANNO PUBBLICARE EVENTUALI RISULTATI NEGATIVI DI UNO DEI MAGGIORI INSERZIONISTI PUBBLICITARI.
Ritratto di Gaetano1970
25 novembre 2015 - 21:04
Venditelo il tiguan....che è' meglio,
Pagine