NEWS

L'accordo fra FCA e Google è ufficiale

4 maggio 2016

La FCA metterà a disposizione di Google cento vetture e riceverà in cambio l’accesso alle tecnologie per la guida autonoma sviluppate da Big G.

L'accordo fra FCA e Google è ufficiale

FIRME FRESCHE - La FCA e Google hanno definito in forma ufficiale i confini di un accordo ritenuto primo nel genere, in quanto raggiunto da una casa automobilistica fra le principali al mondo e da un’azienda leader nel settore della tecnologia. La notizia dell’accordo segue giorni di indiscrezioni e regala nuove prospettive alla FCA, che in tal modo può rilanciarsi nel settore della guida autonoma dove. La Fiat Chrysler si impegna a fornire cento esemplari della monovolume ibrida Chrysler Pacifica Hybrid, che Google utilizzerà per compiere ulteriori test su strada delle sue tecnologie per la guida autonoma. 

LAVORO IN SINERGIA - Le Chrysler Pacifica Hybrid (nella foto) saranno allestite in maniera specifica dalla FCA, affinché Google possa “integrare i sensori ed i computer a cui il veicolo si affiderà per viaggiare su strada in maniera autonoma”. Le due aziende condivideranno uno stabilimento nell’area sud-orientale del Michigan, in maniera da velocizzare i lavori di progettazione, collaudo e produzione delle Pacifica modificate. Le vetture circoleranno inizialmente lungo strade private, ma i test si sposteranno in seguito anche strade pubbliche. Le due compagnie non hanno svelato per il momento ulteriori dettagli di questa collaborazione non esclusiva, limitandosi a sottolineare la gravità del problema legato alla guida distratta: secondo i dati, la scarsa attenzione è all’origine del 94% delle 33.000 morti che si registrano ogni anno sulle strade statunitensi.

ACCORDO STORICO - Sergio Marchionne, amministratore delegato della Fiat Chrysler, ritiene che l’accordo possa “accelerare la velocità alla quale l’industria automobilistica si innova”. Il responsabile del progetto guida autonoma per conto di Google, John Krafcik, è convinto che “l’opportunità di lavorare vicino agli ingegneri della FCA possa accelerare il nostro impegno a sviluppare un’auto del tutto autonoma che renda le strade più sicure”. Google ha iniziato sette anni fa a lavorare sulle automobili prive di conducente, che hanno percorso finora oltre 2 milioni di chilometri sulle strade pubbliche di Mountain View (California), Austin (Texas), Kirkland (Washington) e Phoenix (Arizona).

Aggiungi un commento
Ritratto di Utente_1976
4 maggio 2016 - 10:38
Dipende…per la maggioranza degli italiani è un gran brutto colpo.
Ritratto di autolog
4 maggio 2016 - 10:58
why?
Ritratto di Utente_1976
4 maggio 2016 - 11:01
Mysteries of Tafazzism.
Ritratto di VEIIDS
4 maggio 2016 - 11:02
Non sono d'accordo. La maggioranza degli italiani è orgogliosa delle sue aziende, poi ci sono sempre i falliti che sperano invano negli insuccessi altrui. E puntualmente i fallimenti arrivano solo a chi li augura agli altri, vedi wesker8719 e simili...
Ritratto di impala
4 maggio 2016 - 20:29
... concordo anch'io, brava FCA
4 maggio 2016 - 11:06
Ottima notizia per FCA, meno per gli appassionati di auto, ma (purtroppo) è necessario. Dopo l'acquisizione di Chrysler e questo accordo Marchionne si presta ad essere uno dei miglior manager del settore, al pari di Iacocca ecc.
Ritratto di AlexTurbo90
5 maggio 2016 - 01:12
Che sia necessario per FCA è ovvio, sennò non tiene il passo della concorrenza. Che sia necessario per il bene degli automobilisti ho i miei forti dubbi: il fatto che la guida autonoma salvi vite umane (?) non è ancora stato provato al 100%. Anzi, sono sicuro che ci saranno centinaia di situazioni (leggi: imprevisti) che un software, per quanto avanzatissimo possa essere, non riuscirà MAI a "prevedere" ed evitare. Perché? Perché l' improvvisazione è una capacità che non appartiene a nessun super-computer al di là del CERVELLO umano (quello che purtroppo ormai usano in pochi) :D
5 maggio 2016 - 01:40
Chiaramente mi riferivo dal punto di vista industriale. Tutti i gruppi stanno prendendo quella direzione e FCA non poteva rimanere esclusa. Per me la guida autonoma sarebbe un incubo, e parlo io che guido per lavoro e ciononostante amo farlo. Guidare è assolutamente uno dei piaceri della guida. E sono anche piuttosto scettico sull'efficienza della guida autonoma perchè anche i computer vanno in tilt, infatti piuttosto proporrei una guida assistita, ovvero la presenza di un guidatore umano in ogni caso, che possa prendere il controllo del mezzo in caso di avaria e viceversa il computer che possa prendere il controllo dell'auto in caso di colpo di sonno, malore ecc.
Ritratto di SINESTRO
4 maggio 2016 - 12:12
3
bene.
Ritratto di napolmen4
4 maggio 2016 - 12:46
opportunita' enormi verso il futuro!!! tante categorie attendo cio': dagli anziani...invalidi....etc!! e che dire come auto aziendali nelle grandi aziende? INSOMMA IL FUTURO E' STATO APERTO DA FCA....
Pagine