NEWS

Agli europei piace ancora guidare?

14 dicembre 2017

Se lo chiede una ricerca commissionata dalla Mazda, che fornisce risultati positivi: il 66% rifiuta l’autopilota.

Agli europei piace ancora guidare?

UN HOBBY DEL PASSATO? - Molti produttori di automobili condividono la visione di un futuro in cui le macchine guidano da sole ed i passeggeri al loro interno si rilassano, lavorano o guardano un film. Questo scenario però è ancora lontano dal realizzarsi, visto che le tecnologie non sono ancora pronte e quasi tutti i paesi al mondo non hanno leggi stradali che permettono ai guidatori di staccare a lungo le mani dal volante e quindi consentire la piena guida autonoma da parte delle vetture. Un altro freno è rappresentato dalla volontà degli automobilisti: molti di loro infatti vogliono continuare a guidare e non intendono farsi “soppiantare” dall’elettronica. Lo dimostra una ricerca della Mazda, effettuata intervistando 11.008 automobilisti in 11 Paesi in Europa a settembre 2017, da cui è emerso che 2 intervistati su 3 (pari al 66%) non rinunceranno al piacere della guida anche quando sarà disponibile l’autopilota.

ANCHE I GIOVANI SONO D’ACCORDO - La percentuale di guidatori “assidui” è superiore alla media (71%) in Austria, Germania, Polonia e Regno Unito, mentre in Italia soltanto il 59% degli intervistati ha giurato “fedeltà” alle automobili convenzionali. La Francia invece si è dimostra il Paese più restio ad accettare le nuove tecnologie, visto che solo 1 intervistato su 4 intende accoglierle favorevolmente (la media negli 11 Paesi è del 33%). Dallo studio non sono emerse discrepanze significative di giudizio in funzione dell’età, nonostante si creda che i giovanissimi non provino più interesse nei confronti della guida e siano più favorevoli ad accettare tecnologie di questo genere: il 33% degli intervistati fra 18 e 24 anni attende l’arrivo dell’autopilota, contro il 26% di quelli fra 25 e 34 anni e il 34% di quelli fra 35 e 44 anni. Il 69% degli intervistati spera che le generazioni future possano continuare a guidare, secondo la Mazda, se è vero che il 36% delle persone a cui piace guidare considera l’auto un’estensione della propria personalità.

PER ALCUNI E‘ MEGLIO DEL SESSO - Gli automobilisti svedesi e britannici si sono espressi maggiormente a favore della guida come espressione di divertimento (73% contro una media del 54%), quelli polacchi non considerano un viaggio in macchina come un semplice spostamento da un luogo A ad un luogo B (66% contro la media del 53%) e noi italiani pensiamo che raggiungere una destinazione in auto con un amico sia un’esperienza speciale (60% contro 55%). Nel sondaggio è stato chiesto infine agli automobilisti se preferiscono un’attività ludica alla guida su strada. Il 37% ha risposto che preferisce mettersi al volante piuttosto che davanti ad una consolle, il 23% preferisce guidare invece di fare sport o uscire per bere un cocktail e il 9% salirebbe a bordo di una macchina anziché fare sesso.

Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
14 dicembre 2017 - 20:16
Oh si, anche nel quotidiano tragitto casa-lavoro mi rilassa e se capita il traffico mi stresserei maggiormente a stare seduto inerme in un autobus. Mi infastidisce anche essere passeggero, preferisco viaggiare con il mio stile di guida. Mi diverto anche con le condizioni impervie quando devo mettere in pratica manovre di guida più tecniche. Ritengo la guida sempre una via di fuga dalla monotonia, quando mi avvicino all'auto non vedo l'ora di mettermi al volante ancora come un 18enne e me ne frego di considera piacevole solo guidare auto sportive, in pista o determiante strade, il gusto è soggettivo. Guiderei ore e ore se non dovessi pagare il carburante e sottolineo guidare, cioè il piacere di avere le mani su volante e cambio e guardare il panorama scorrere attraverso i vetri. L'auto semplice mezzo di trasporto? Io la vedo un membro della famiglia.
Ritratto di AMG
14 dicembre 2017 - 22:17
QUOTOOOOO PAROLA PER PAROLA, potrei averlo detto io. Difatti tutti mi considerarono pazzo quando partii alle 2 di notte in auto per andare a Francoforte al salone e ritorno in giornata.. Beh, un'avventura!! E devo dire che è stato pazzesco perché non mi era mai capitato
Ritratto di Fr4ncesco
15 dicembre 2017 - 08:11
;)
Ritratto di Ivan Cilmi
15 dicembre 2017 - 09:26
Anch'io quoto al 1000x1000, hai detto tutto quello che ho sempre pensato io...Per quanto mi riguarda è un piacere pure la manovra per uscire l'auto dal garage, NO alla guida autonoma!
Ritratto di MAXTONE
15 dicembre 2017 - 12:51
Sottoscrivo tutto: In certi casi quando ad esempio l'auto mi va via in sovrasterzo provo un piacere enorme paragonabile a quello di un centinaio di orgasmi tutti insieme.
Ritratto di Dr.Torque
15 dicembre 2017 - 13:04
eh sì sì, anche io sono d'accordo, quoto in pieno. Forse per certi versi sono ancora più estremo nel senso che quando mi trovo ad avere a che fare con un cambio automatico mi sento già di non sapere più dove mettere la mano destra. LOL ps: scherzo, la mano destra la tengo salda sul volante ma staccarla ogni tanto per cambiare marcia è comunque una gran bella sensazione
Ritratto di Sepp0
15 dicembre 2017 - 13:46
Dipende da cosa guidi e dal perchè stai guidando. La gita fuori porta con un'auto di un certo tipo me la godrei tutta, il tragitto casa-lavoro con una Panda con cambio manuale francamente lo lascerei volentieri godere al pilota automatico mentre io dormo o faccio dell'altro.
Ritratto di MAUROXX
15 dicembre 2017 - 13:47
Da pendolare auto da 240 km al giorno sottoscrivo ogni parola. La guida autonoma ce la vogliono propinare solo perchè è funzionale agli interessi dei super big dell’informatica che vogliono sempre più impadronirsi delle nostre libertà residue.
Ritratto di tetori
15 dicembre 2017 - 20:04
Hai descritto esattamente lo la ragione per la quale siamo tutti qua.. A scrivere, o semplicemente a leggere
Ritratto di torque
14 dicembre 2017 - 20:56
Mazda mi è sempre più simpatica.
Pagine