NEWS

Al via il Mini Challenge 2020

Pubblicato 30 giugno 2020

La nona edizione del campionato partirà il 18 luglio. Con l’occasione, debutta un’edizione speciale della Mini stradale.

Al via il Mini Challenge 2020

ANCHE PER I GIOVANISSIMI - Parte la nona stagione del Mini Challenge, trofeo monomarca riservato alle “pepate”  britanniche preparate per le corse. Sono divise in due categorie, entrambe derivate dalla Mini John Cooper Works di serie: Challenge Pro per le vetture da 265 CV e Challenge Lite per quelle con 231 CV. Per il 2020 si aggiunge una novità dedicata ai più giovani: la Mini Challenge Academy riservata ai piloti con meno di 25 anni che, affiancati da “driver” prefessionisti, daranno vita a un autentico campionato nel campionato.

CINQUE APPUNTAMENTI - Nel rispetto delle norme governative contro la diffusione del Covid 19 il Mini Challenge 2020 si svolge a “porte chiuse” in cinque weekend di gara nei più celebri circuiti italiani. Sono organizzati nell’ambito degli Aci Racing Weekend (promossi da ACI Sport Italia), in cui sono raggruppate corse di tutte le categorie. Ecco le date:

18-19 luglio 2020 – Autodromo internazionale del Mugello
Viale Giacomo Matteotti, 72, 50038 Scarperia e San Piero (FI)

1-2 agosto 2020 – Misano World Circuit Marco Simoncelli 
Via Daijiro Kato 10 - 47843 Misano A. (RN)

29-30 agosto 2020 – Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola 
Via F.lli Rosselli, 2 - 40026 Imola (BO)

19-20 settembre 2020 – Autodromo Piero Taruffi, Vallelunga
Via Mola Maggiorana 4/6 - 00063 Campagnano di Roma (RM)

17-18 ottobre 2020 – Autodromo Nazionale di Monza  
Via Vedano n° 5 – Parco di Monza – 20900 Monza 

A TIRATURA LIMITATA - Per festeggiare l’edizione 2020 del campionato debutta la Mini John Cooper Works Challenge Edition (43.900 euro), una versione speciale del più potente dei modelli stradali e prodotta in soli 35 pezzi. Si differenzia dalla Mini John Cooper Works di serie per la tinta rossa col tetto bianco ispirata a quella delle antenate che vinsero il Rally di Montecarlo negli anni 60, per i loghi celebrativi e per la ricca dotazione di serie, che include: fari supplementari, impianto audio Harman Kardon, navigatore, retrocamera, ruote di 18”, sedili “racing”. La meccanica resta quella del modello di serie, con il 2.0 turbo a benzina da 231 CV, abbinato al cambio automatico a otto rapporti.

Mini Mini
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
164
94
57
37
71
VOTO MEDIO
3,6
3.57447
423


Aggiungi un commento
Ritratto di Sprint105
30 giugno 2020 - 19:07
Dal vivo le gare sono divertenti
Ritratto di Giulio Menzo
16 luglio 2020 - 16:38
2
Interessante