NEWS

Alfa Romeo Stelvio: più potenza per le diesel

02 luglio 2018

La suv sportiva Alfa Romeo Stelvio guadagna un nuova versione di ingresso alla gamma e il diesel 2.2 eroga 10 CV.

Alfa Romeo Stelvio: più potenza per le diesel

MINORI EMISSIONI - Da qualche giorno è ordinabile in Italia l’Alfa Romeo Stelvio edizione 2018, invariata a livello di stile rispetto a quella venduta finora, ma dotata di motori più potenti e in linea con la normativa anti-inquinamento Euro 6d-Temp, che entra in vigore a settembre 2019. Il motore a benzina resta il 2.0 turbo, offerto con due potenze (200 CV e 280 CV), in abbinamento alla trazione integrale Q4 e al cambio automatico EAT8 con 8 marce. I prezzi partono da 51.700 euro.

PIÙ POTENZA - L’incremento della potenza interessa solo il diesel 2.2 che, nella versione base, passa da 150 a 160 CV e, in quella più potente, da 180 a 190 CV. L’Alfa Romeo Stelvio con 160 CV è ordinabile solo con la trazione posteriore e il cambio EAT8, mentre quella con 190 CV si può avere con la trazione posteriore oppure integrale Q4 (su entrambe il cambio è automatico). Al vertice c’è il motore 2.2 con 210 CV. L’Alfa Romeo Stelvio 2.2 con 160 CV parte da 47.450 euro, che diventano 49.950 euro per la 2.2 con 190 CV a trazione posteriore, mentre la Stelvio 2.2 Q4 con 190 CV costa 52.450 euro e la Stelvio 2.2 Q4 con 210 CV 53.450 euro. Le percorrenze dichiarate sono superiori rispetto a prima, complice il passaggio al più realistico ciclo di omologazione WLTP: il dato dichiarato dall’Alfa Romeo per la 2.2 da 160 CV, ad esempio, è una percorrenza media di 18,7 km/l contro i precedenti 21,3 km/l.

Qui sopra il nuovo listino in vigore dal 18/6/2018.

TRE ALLESTIMENTI - L’allestimento di primo livello si chiama Business (la 2.2 con 160 CV in versione Business è la nuova versione più economica della gamma) e prevede i sedili in tessuto, il volante multifunzione in pelle, le ruote di 17”, i fari anteriori allo xeno, il regolatore di velocità adattivo, il “clima” automatico bizona e lo schermo a sfioramento nella consolle di 6,5”. La Super aggiunge i rivestimenti sui sedili in pelle e tessuto, le ruote di 18” e il mantenimento della velocità di crociera in discesa, dotazioni che la ricca Executive integra con lo schermo di 7” nel cruscotto, lo schermo a sfioramento di 8,8” nella consolle, i sensori di prossimità anteriori, la telecamera anteriore di parcheggio, il sistema d’ingresso senza chiave e il monitoraggio dell’angolo cieco.

Alfa Romeo Stelvio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
486
134
64
49
129
VOTO MEDIO
3,9
3.926915
862


Aggiungi un commento
Ritratto di gjgg
2 luglio 2018 - 17:01
1
Se vabbe'... Già con 210HP stava davanti ai blasonatissimi concorrenti benzina da 250HP. Figuriamoci ora con 220HP. Senza pudore insomma, Alfa Rulez
Ritratto di torque
2 luglio 2018 - 17:07
E' quasi un peccato dirti che il diesel da 210 cavalli resta a 210 cavalli.
Ritratto di gjgg
2 luglio 2018 - 17:15
1
Ah. Meno male allora. Ammazzare definitivamente a livello prestazionale il segmento non sarebbe stato il massimo, anche per il forum
Ritratto di torque
2 luglio 2018 - 17:28
Meno male va', che ad ammazzare il forum ci riesci già benissimo anche senza lo Stelvio da 220 cavalli, ci mancava solo quello.
Ritratto di danym
2 luglio 2018 - 17:08
sta davanti a cosa? Intendi Macan ? ad ogni modo...in effetti da 0-100 è abbastanza impressionante, complice anche la trazione q4 e un cambio velocissimo, poi in effetti cala parecchio la spinta.. ad ogni modo, è un bel muoversi
Ritratto di troy bayliss
3 luglio 2018 - 09:52
1
porto ad esempio la mia storia: ho acquistato la giulietta 2.0 ltdm da 140 cv e dopo 3 anni quella da 150 cv. La differenza tra i due motori è il atto che in quella da 150 cv hanno messo un turbo che spingeva in basso guadagnando così Nm in basso e il record di coppia (350 nm) anche più potente del 175cv. Ovviamente se la spinta è in basso muore prima in alto.Il 140 cv nn era così, meno coppia 320, ma spinta anche in alto(poca ma più del nuovo modello).In definitiva gestendo così i motori hai più coppia in basso e meno velocità di punta.Infatti anche la giulia nn ha grandi doti velocistiche nonostante il suo peso leggero rispetto alla concorrenza.E questo pensiero si stà traslando nel resto della gamma
Ritratto di Vincenzo1973
3 luglio 2018 - 11:26
giusto cosi, nel 90% dei casi, se non di piu, si usa la coppia e non la potenza...scelta condivisibile
Ritratto di troy bayliss
3 luglio 2018 - 12:35
1
beh io nn la condivido al 100% perchè credimi che gestire 150 cv con la mappatura D nelle rotonde, nn è molto piacevole e facile, dà degli strattoni nn da poco. e poi arrivi ai 200 (vel max dich.210) e la macchina si pianta
Ritratto di Vincenzo1973
3 luglio 2018 - 14:41
ah ok, partivo dalla mia esperienza, la mia ormai va come i muli, nel senso che salgo e mi porta a lavoro in modo tranquillo ;)
Ritratto di -BOSS-
3 luglio 2018 - 12:35
Non è necessariamente vero che se hai molta coppia in basso, hai per forza una velocità di punta più bassa. Per fare un esempio, i diesel Mercedes sono famosi per avere una notevole pienezza in basso e poca incisività nella zona alta del contagiri; al tempo stesso, però, si distinguono per un'alta velocità di punta... La Giulia ha un picco di tutto rispetto nelle versioni da 150 e 180 CV, considerando la cavalleria. Solo le Q4, per via dell'eccesso di attriti che provoca l'integrale in velocità, risultano un po' sottotono da questo punto di vista.
Pagine