Alfa Romeo

Alfa Romeo
Stelvio

da 55.200

Lungh./Largh./Alt.

469/190/167 cm

Numero posti

5

Bagagliaio

525 litri

Garanzia (anni/km)

2/illimitati

In sintesi

L'Alfa Romeo Stelvio è la prima suv della casa del Biscione. Sotto le linee grintose ma "pulite", caratterizzate da un'eleganza tutta italiana, c'è la raffinata meccanica della berlina Giulia (ma la Stelvio dista da terra sette cm in più). Parliamo di un pianale nuovo e sviluppato appositamente, di sospensioni anteriori a quadrilatero e posteriori multibraccio, nonché di una distribuzione dei pesi equamente ripartita fra i due assali, per sfruttare al meglio l'aderenza delle gomme e ottenere un comportamento in curva equilibrato ed efficace. La 2.2 diesel da 160 cavalli (cioè la Stelvio meno potente) ha solo le ruote posteriori motrici, le altre sono a trazione integrale: nella guida normale la potenza arriva al retrotreno, ma in caso di slittamento delle gomme, in curva o nelle forti accelerazioni, fino al 50% dei cavalli possono essere inviati (tramite una frizione a comando elettromeccanico) all'avantreno. In effetti il comportamento sui fondi viscidi è valido, ma dove questa suv si distingue è nella guida brillante. Lo sterzo diretto e preciso, la grande rapidità nei cambi di traiettoria e l'ottima tenuta di strada garantiscono un comportamento sicuro e appagante. Sono all'altezza anche il cambio (solo automatico, e velocissimo) e i motori (molto reattivi e vigorosi). Tanta sportività non influisce sulla praticità dell'Alfa Romeo Stelvio: l'abitacolo è ampio, mentre il bagagliaio è capiente, facilmente accessibile (con il portellone elettrico) e pratico (il divano è in tre parti reclinabili). Le finiture sono piuttosto curate e la dotazione è buona per il prezzo. Con l'aggiornamento di fine 2019 si sono aggiunti un impianto multimediale al passo con i tempi, la ricarica wireless per i telefonini predisposti e gli auiuti elettronici che, in determinate situazioni, permettono all'Alfa Romeo Stelvio di muoversi un modo semi-autonomo (il guidatore deve, comunque, tenere le mani sul volante).

Versione consigliata

Razionalmente le diesel, che riescono ad abbinare consumi contenuti e scatto deciso, sono una scelta quasi "obbligata". Le 2.0 a benzina sono entusiasmanti e hanno un "sound" più piacevole e raffinato, ma non bevono poco: fateci un pensierino solo se non siete grandi "macinatori" di chilometri. Oppure, se avete un portafogli davvero ben fornito e mettete le prestazioni al primo posto, c'è la Quadrifoglio.

Perché sì

Cambio Prontissimo eppure fluido, è un ottimo automatico, adatto a tutte le situazioni. 

Guida Maneggevolezza e tenuta di strada sono da auto sportiva.

Prestazioni Anche le diesel vanno forte. Quelle a benzina, poi... 

 

Perché no

Diametro di sterzata Non è dei più contenuti. Nelle manovre in spazi ristretti occorre tenerne conto.

Impianto multimediale Lo schermo non è grande e si sviluppa poco in altezza.

Terminali di scarico Quadrifoglio esclusa, sono piccoli rispetto alla cornice che li ospita: esteticamente non è il massimo.

SALIAMO A BORDO

Alfa Romeo Stelvio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
576
171
109
117
165
VOTO MEDIO
3,8
3.76977
1138

Photogallery