Una Giulietta a “tutto gas”

5 dicembre 2011

Al Motor Show di Bologna l’Alfa Romeo ha presentato la versione a doppia alimentazione (benzina/Gpl) della Giulietta: ha un 1.4 turbo da 120 cavalli e arriva in concessionaria a gennaio.

Una Giulietta a “tutto gas”

“GASATA”, MA DISCRETA - Girando per gli stand della kermesse bolognese, in corso in questi giorni, non è facile riconoscere a colpo d’occhio la nuova Giulietta a Gpl (o, meglio, a doppia alimentazione, benzina/Gpl): le forme sono quelle sportive, ma prive di fronzoli delle “sorelle” a benzina o a gasolio, mentre è solo salendo a bordo che si notano le differenze. Non tanto osservando la plancia (che è identica), quanto abbassando lo sguardo alla base della consolle centrale. Lì, a fianco al selettore del Dna (il dispositivo che cambia la risposta di motore, Esp e freni per rendere la guida più o meno sportiva) c’è il commutatore a bilanciere per passare dall’alimentazione a benzina a quella a gas (o viceversa). Lo stesso indica anche la quantità di Gpl presente del serbatoio, grazie a cinque led. Peccato che lo strumento abbia un aspetto posticcio e non sia personalizzato per essere più in sintonia con il resto dell’abitacolo (è lo stesso che si trova in altre auto a Gpl, e contrasta con l’originalità della levetta del Dna).

Giulietta gpl 2
A destra della levetta del Dna si trova il selettore benzina-Gpl.
 

MOTORE RIPROGETTATO - Secondo l’Alfa Romeo, il funzionamento a gas penalizza solo in minima parte le prestazioni della nuova Giulietta a Gpl: la velocità massima dichiarata è di 195 km/h (la stessa della Giulietta 1.4 Turbo a benzina), mentre lo scatto da 0 a 100 km/h diventa di 10,3 secondi (anziché di 9,4). Per il resto si parla solo di vantaggi. Il quattro cilindri turbo è stato riprogettato per ospitare senza problemi l’impianto a Gpl, che è della Landi Renzo. Le valvole e le relative sedi sono realizzate con materiali più resistenti alle alte temperature e alla ridotta lubrificazione tipiche del funzionamento a gas. Inoltre, a differenza delle auto trasformate dopo l’acquisto, la centralina che gestisce il motore è unica e ne controlla il funzionamento con entrambi i combustibili.

alfa_romeo_giulietta_motorshow_2011_2.jpg
Lo stand Alfa Romeo al Motor Show.

I VANTAGGI NON MANCANO - All’avviamento il 1.4 turbo da 120 cavalli e 206 Nm della Giulietta lavora a benzina, per passare al gas appena la temperatura del liquido di raffreddamento è sufficiente a far evaporare correttamente i gas di petrolio liquefatti (questo il significato dell’acronimo Gpl). Così si viaggia inquinando meno: nel funzionamento a gas si riducono le emissioni di anidride carbonica (anche del 15%), di monossido di carbonio (del 20%) e di idrocarburi incombusti (in questo caso, il vantaggio può arrivare al 60%). Per non parlare del risparmio sui rifornimenti, visto che il Gpl costa circa la metà rispetto alla benzina (anche se il consumo dichiarato peggiora di circa il 30% viaggiando a gas: 12 chilometri con un litro anziché 15,6).

IMPONE QUALCHE RINUNCIA - Aprendo il portellone, si accede a un baule ben rifinito, come nelle versioni a benzina o a gasolio, ma leggermente più piccolo. L’Alfa Romeo non ne dichiara la capacità, ma - metro alla mano - l’altezza è ridotta di 8 cm: 42 contro i 50 delle altre Giulietta. Questo perché nell’alloggiamento normalmente destinato alla ruota di scorta (rimpiazzata da un kit “gonfia e ripara” gomme) c’è il serbatoio di 38 litri del Gpl, isolato da un guscio di polistirolo scuro (e con tanto di logo Alfa Romeo), oltre che dal piano di carico del baule. L’altro fattore da considerare nell’acquisto della nuova Giulietta a doppia alimentazione è un problema che accomuna tutte le vetture a Gpl: per legge, non si può parcheggiare nei garage interrati al di sotto del piano “-1”. 

ARRIVA TRA UN MESE - Appena presentata al Motor Show di Bologna, la nuova Giulietta a Gpl arriverà nelle concessionarie Alfa Romeo a gennaio. Tre gli allestimenti previsti: “base”, Progression e Distinctive. Riguardo i prezzi, si dovrebbe partire da circa 22.000 euro per superare i 24.000 con la versione più ricca. 

Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
478
234
135
60
117
VOTO MEDIO
3,9
3.875
1024
Aggiungi un commento
Ritratto di fx88
5 dicembre 2011 - 16:59
molto interessante :D peccato per il baule ridotto
Ritratto di Massimo126
10 gennaio 2012 - 23:23
Perché peccato????
Ritratto di fx88
11 gennaio 2012 - 11:41
beh il baule ridotto rispetto alla versione normale non mi pare un vantaggio
Ritratto di abarth1285
5 dicembre 2011 - 17:02
1
solo manuale o anche col nuovo TCT?
Ritratto di Dareios
5 dicembre 2011 - 18:50
contando che il twin clutch transmission è arrivato solo ora sulle versioni "normali", credo che per vederlo sulla versione a gpl bisognerà attendere almeno metà anno... purtroppo la fiat è sempre molto lenta negli aggiornamenti delle auto...
Ritratto di gig
5 dicembre 2011 - 19:48
Peccato per il baule più piccolo
Ritratto di lucios
5 dicembre 2011 - 22:35
4
.......speriamo facciano qualche offerta interessante. Anche sotto i 20.000 casomai, meno accessoriata. Ma il 1.4 ha le punterie idrauliche?
Ritratto di Aegidius
6 dicembre 2011 - 00:17
Chiedo da disinformato quale sono e senza polemiche: ma c'è ancora qualcuno che produce motori automobilistici con le punterie rigide?
Ritratto di lucios
6 dicembre 2011 - 20:37
4
....i motori a benzina che funzionano con le punterie idrauliche. In pratica, queste permettono l'automatico recupero del gioco valvole che si crea col passare dei km a causa dell'usura delle sedi valvole. Nei motori alimentati a gas quest'ultimo fenomeno si accelera quindi ci si può ritrovare dopo 40-60.000 km a registrare le valvole se queste non hanno le punterie idrauliche. Con una bella spesa (6-700 euro quando va bene).
Ritratto di maparu
5 dicembre 2011 - 22:58
La Giuglietta è la più bella Alfa degli ultimi decenni. Continuate così............innovazione, gusto estetico e sportività !!!
Pagine