NEWS

Parola d'ordine: rifare gli interni della "ex" Alfa Romeo Milano

28 novembre 2009

Stando alle informazioni in nostro possesso Sergio Marchionne in persona, non soddisfatto degli interni, ne avrebbe ordinato una rivistazione da completare in tempi brevissimi.

NERVOSISMO - Da settimane c’è un palpabile nervosismo all’Alfa Romeo. I vertici del Gruppo Fiat hanno percepito l’incredibile attesa che si è creata attorno al modello (di notevole importanza strategica e commerciale) che sostituirà la 147, e si stanno muovendo con la massima attenzione per evitare “passi falsi”.
 
FALLIMENTO - Un nervosismo che ha toccato il culmine alcuni giorni fa nel corso di una riunione fra i vertici Fiat a Torino, dove il “grande capo” Sergio Marchionne ha fortemente criticato il lavoro di alcuni componenti del Centro Stile: secondo i nostri informatori, infatti, al “boss” non sono proprio piaciuti gli interni della nuova media che si sarebbe dovuta chiamare “Milano” (la denominazione, come abbiamo anticipato, leggi qui la news, al momento è ancora da definire).

RIFARE GLI INTERNI
- Il risultato? Due designer rimossi dall’incarico e l’affidamento della ridefinizione degli interni a un nuovo gruppo di lavoro che dovrà completare il compito in tempi strettissimi: solo poche settimane. Le cose che hanno fatto arrabbiare di più Marchionne sono state l’estetica e l’ergonomia della radio, la plancia, e la qualità di alcuni comandi e dei rivestimenti.

 

alfa_milano_spy_radio.jpg

La parte "incriminata" della plancia: a Marchionne non sarebbe piaciuta, tra le altre cose, l'estetica e l'ergonomia della radio.

 

PRE-SERIE - Anche per questo la piccola produzione di pre-serie (destinata agli ultimi test di affinamento e affidabilità) avviata ieri negli stabilimenti di Cassino non ha superato le venti unità, mancando ancora la definitiva approvazione del vertice del Gruppo riguardo ad alcuni importanti elementi dell’abitacolo.

È BELLA - Chi ha avuto modo di vedere le vetture uscite dalla linea di montaggio, ha confermato che si tratta di un prodotto davvero riuscito, dal notevole impatto estetico soprattutto nell’inedita livrea sportiva rosso pastello: l’unica non metallizzata che si è vista finora. Inoltre, ci è stato segnalato che la “ex-Milano” ha l’avviamento con una tradizionale chiave nel piantone di sterzo ed eleganti cerchi ruota con cinque bulloni di collegamento al mozzo.

CAMBIA IL LOGO? - Fra le altre novità, “si sussurra” che probabilmente verrà cambiato anche il logo sul caratteristico “scudetto del biscione”, e questo, assieme a quanto abbiamo raccontato, dovrebbe portare a un cambiamento di strategia e a un conseguente ritardo nella diffusione delle prime fotografie ufficiali (in precedenza previste per il 1° dicembre 2009). In ogni caso, il piano di sviluppo del nuovo modello non subirà ritardi né modifiche.

Alfa Romeo Giulietta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
478
234
135
60
117
VOTO MEDIO
3,9
3.875
1024
Aggiungi un commento
Ritratto di Peppe
28 novembre 2009 - 18:44
Effettivamete di dentro mi sembra una 500 "Alfisizzata".. E i comandi del clima sono praticamente identici a quelli dell'Alfa 156 di mio papà, che però è 11 anni più vecchia...
Ritratto di Francesco T
28 novembre 2009 - 18:53
SAREBBE MEGLIO SE GLI INTERNI SIANO STILE MITO O BRERA.........SUL LOGO NN CREDO LO CAMBINO MI AUGURO DI NO....
Ritratto di Silence800
28 novembre 2009 - 18:46
1
Io direi di riguardare anche il frontale, che non ha proprio carattere...assolutamente. Ora si cambia anche il logo, e magari leviamo il biscione perchè ora non c'è rimasto più niente di Alfa Romeo a Milano?? Caro Marchionne ti consiglierei di dare una controllatina anche a tutta l'Alfa Romeo, che se continuano così non si riconoscerà più, si vedrà sempre più stile Fiat. Roba da non credere...
Ritratto di FrecciaItalia
28 novembre 2009 - 19:19
In effetti il cambio del nome da solo non giustificava il ritardo nella pubblicazione delle foto ufficiali. Sarebbe bastato dire "nome provvisorio 149" e tutto sarebbe filato liscio. Adesso la situazione è molto più chiara e coerente. In effetti gli interni sembravano un po' "scontati" rispetto alla media attuale delle nuove produzioni del gruppo Fiat (penso alla 500). Mancavano di carattere, cosa che nel caso di un'Alfa dovrebbe essere la componente principale. In ogni caso, questa attenzione per ogni minimo particolare è molto positiva: sia perchè, complice anche programmi come Top Gear, alla Fiat pare che abbiano capito che l'Alfa Romeo è l'unico brand in loro possesso capace di imporsi nei mercati internazionali, sia perchè la perfezione si cerca solo nei prodotti ritenuti davvero validi. Solitamente un lancio tribolato è un lancio fortunato (vedi la Panda). Sono sicuro che questa nuova compatta dell'Alfa sarà una nelle auto di maggior successo dei prossimi anni. Infine, un ringraziamento speciale a "Al Volante.it" per la copertura totale di news ed indiscrezioni sulla nuova Alfa Romeo. Davvero un lavoro straordinario.
Ritratto di matt
28 novembre 2009 - 20:01
sta diventando una farsa completa.
Ritratto di max79
28 novembre 2009 - 20:12
ma ti pare che Marchionne si ricorda di vedere un modello così importante qualche giorno prima della presentazione delle foto ufficiali? mi sa che si stia perdendo credibilità...
Ritratto di matt
28 novembre 2009 - 20:27
e pensare che il prodotto c'è... o tutti fin ora hanno visto soltanto cartonati bidimensionali con su fotografata l'alfa milano, oppure nessuno nn ha mai visto nulla. come si fà a rifare un'auto a soli 4 mesi dal lancio commerciale?????????? è da pazzi e incompetenti
Ritratto di silvio59
28 novembre 2009 - 21:10
Ma hai letto l'articolo? C'è scritto che Marchionne ha dato ordine di ridefinire l'interno, non di rifare tutta l'auto! A me, invece, sembra che sia stata una bella dimostrazione di intelligenza e corretteza chiedere di rifare una parte dell'abitacoilo piuttosto che mandare l'auto in vendita così com'era.
Ritratto di matt
29 novembre 2009 - 19:08
è una battuta, pensavo fosse evidente...
Ritratto di gabsalva
28 novembre 2009 - 21:17
Anche se c'è qualcuno che dice che tutto questo can can di alvolante sulla Milano sia concordato col marketing fiat, concordo con frecciaitalia. Credo che la serie di articoli e di informazioni fastte filtrate poco a poco abbiano aumentato l'attesa per la nuova ex-alfa
Pagine