NEWS

Area C di Milano: divieto per i diesel Euro 4?

03 ottobre 2016

L’amministrazione starebbe pensando a delle modifiche alle regole di accesso all'area a pagamento all'interno della città.

Area C di Milano: divieto per i diesel Euro 4?

REGOLE PIÙ SEVERE - Il Comune di Milano sta pensando di inasprire le condizioni per l’ingresso nell’Area C, la zona a traffico limitato all’interno della Cerchia dei Bastioni, in maniera da far scattare il divieto anche per le automobili con motore diesel Euro 4 e per quelle alimentate a metano o Gpl. L’anticipazione viene lanciata dal Corriere della Sera e risponde alle direttive elaborate dal nuovo assessore alla Mobilità e all’Ambiente, Marco Granelli, che ha promesso di incentivare il trasporto pubblico e diminuire il numero di automobili in città. Per farlo ha intenzione di ampliare il bacino di vetture alle quali è proibito l'ingresso: ad oggi sono esclusi dall'Area C i veicoli con motore benzina Euro 0 e i diesel Euro 0, 1, 2 e 3 senza filtro antiparticolato, ma in futuro potrebbero esserlo anche i diesel Euro 4 e le auto con motore a Gpl o metano che oggi possono entrare (le Gpl e metano gratis, le Euro 4 diesel pagando 5 euro).

NOVITÀ ANCHE PER I FURGONI? - L’amministrazione meneghina vuole intervenire entro la scadenza delle proroghe decise dalla precedente giunta, fissata per il 31 dicembre 2016, e lavora anche per introdurre nuove regole in termini di carico e scarico delle merci: secondo le indiscrezioni, l’idea consiste nell'utilizzare le telecamere anche per regolare l’accesso nell’Area C dei furgoni, limitandolo solo a specifiche fasce orarie. L’accesso continuerà ad essere gratuito per le automobili ibride e elettriche, per quelle che trasportano disabili, per quelle dirette al Pronto Soccorso dell’Ospedale Fatebenefratelli e per tutti i motocicli, dagli scooter a quelli tre ruote. Le 43 telecamere rimangono attive dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, mentre il giovedì vengono spente alle 18.00. Il ticket d’accesso costa 5 euro al giorno.



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
3 ottobre 2016 - 12:49
2
Sempre contrario a queste iniziative. Le penalizzazioni non dovrebbero avere effetti retroattivi. Perché una persona con una macchina in buone condizioni, che l'ha scelta diesel perché i governi precedentemente promuovevano il diesel, adesso dovrebbe essere svantaggiata? Si limita la libertà di circolazione, è anticostituzionale, dove sono i garanti? È poi cosa c'entrano gpl e metano?
Ritratto di nicktwo
3 ottobre 2016 - 13:30
mi ricorda un po' gli econincentivi in voga fino a una decina di anni fa che sulle macchine nuove erano previsti mentre per il poveraccio che nel rispetto di uno spirito ecologista comune semplicemente voleva impiantizzare a gas la sua vecchia euro zero assolutamente no... saluti
Ritratto di nicktwo
3 ottobre 2016 - 13:41
invece concordo con l'articolista che implementare i mezzi pubblici e il relativo usarli la ritengo una buona cosa... io avendone la possibilita' li userei piu' spesso possibile non per altro che in certi periodi qua si raddoppia (e si birincojonisce) la popolazione locale e spostarsi con la macchina ti porta all'esaurimento... saluti bis
Ritratto di Ercole1994
3 ottobre 2016 - 19:41
Ma comunque la vera pagliacciata rimangono ste norme euro 4...5...6 ecc , soprattutto queste ultime 3, in cui i valori di emissioni limite, sono molto simili, talvolta ingiustificabili a far cambiare una valida vettura di 10 anni fa.
Ritratto di Sepp0
3 ottobre 2016 - 14:27
Sta cosa non ha senso, sarebbe come lamentarsi che i giochi di oggi non funzionano sull'Amiga 500. E st1c4zzi? La tecnologia si evolve, le norme pure, non è scontato nè sacrosanto che i limiti di 10 anni fa possano andar bene anche oggi. Altrimenti saremmo ancora tutti coi tetti fatti di Eternit, con tutti i "lievissimi" svantaggi del caso.
Ritratto di Fr4ncesco
3 ottobre 2016 - 14:52
2
Invece si che ha senso perché nell'evoluzione c'è una selezione naturale e le auto obsolete vengono rimpiazzate automaticamente e non per forzatura, l'Amiga se ce l'hai in casa lo puoi usare, sei stato tu a capire che era obsoleto, non te l'hanno vietato. Se poi tiriamo in ballo L'Eternit tiriamo in ballo qualsiasi cosa di tecnologico che tutto o più o meno è nocivo.
Ritratto di Edoardo98
3 ottobre 2016 - 15:33
5
Concordo fr4ncesco visto che le euro 4 sono tutt'altro che vecchie e sarebbe assurdo pretendere che la gente le sostituisca visto che molte non hanno neanche 10 anni. Inoltre fino a un paio di anni fa non se ne parlava dei danni provocati dai diesel ed anzi venivano incentivati non poco. Poi paragonare l'Amiga con le auto euro 4 non mi sembra molto sensato.
Ritratto di Fr4ncesco
3 ottobre 2016 - 16:21
2
Infatti!
Ritratto di AlexTurbo90
3 ottobre 2016 - 19:16
@ Francesco Concordo e tra l'altro la cosa assurda è che si limitino anche le auto a metano e GPL ma poi si lascia circolare indiscriminatamente motocicli e ciclomotori!
Ritratto di Challenger RT
4 ottobre 2016 - 02:05
Certamente sarebbe molto più onesto bandire tutti i diesel dalle città, ma dicendolo prima: Avvertendo che da una certa data in poi chi compra un'auto nuova, se diesel, non potrà usarla in tutte le città italiane di una certa tipologia. Più tardi si comincia più i casi di limitazioni retroattive saranno frequenti. Ormai a Milano devono vietare solo le diesel Euro 5 ed Euro 6. Se si sapesse già che dal 2020 anche le diesel Euro 6 non potranno più circolare forse qualcuno ci penserebbe bene prima di acquistarne una e si rivolgerebbe, finalmente, ad un altro tipo di motorizzazione. Ma se Stato e Province (ma non le avevano abolite?) continueranno a mantenere l'attuale sproporzione tra i prezzi dei carburanti, il povero automobilista non saprà che pesci pigliare!
Pagine