NEWS

Autostrade: si punta al congelamento delle tariffe per tutto il 2019

10 gennaio 2019

ll ministro dei trasporti Danilo Toninelli ha dichiarato di voler estendere il blocco delle tariffe autostradali oltre il 30 giugno per il 90% della rete autostradale.

Autostrade: si punta al congelamento delle tariffe per tutto il 2019

OBIETTIVO AMBIZIOSO - Il governo punta a congelare gli aumenti dei pedaggi autostradali sulla quasi totalità delle autostrade italiana fino alla fine del 2019, estendendo il blocco che avrà validità fino al 30 giugno. Lo ha dichiarato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli durante il question time alla Camera svoltosi il 9 gennaio. Inoltre, il ministro mira a ridurre o addirittura eliminare gli incrementi dei pedaggi per il restante 10% della rete autostradale.

LE TARIFFE POTRANNO ANCHE DIMINUIRE - Il Ministro ha fatto cenno anche alla nuova regolamentazione introdotta dal Governo, che attribuisce alla Autorità di Regolamentazione dei Trasporti la competenza per la applicazione delle tariffe, che potranno anche ridursi; gli attuali concessionari e i futuri affidatari vi si dovranno conformare. Anche per le concessioni autostradali scadute, per cui sono già state avviate le procedure di affidamento, sono previsti nuovi regimi tariffari. 

REGIME TARIFFARIO UNITARIO - Il ministro Toninelli ha infine esposto gli obiettivi futuri facendo riferimento a quando sarà decorso il quinquennio di validità dell’indicatore di produttività fissato dall’Autorità di Regolazione dei Trasporti (indice su cui si basano le tariffe). L’auspicio è quello di adottare un regime tariffario unitario per tutti i concessionari, che consenta di applicare pedaggi più equi e maggiormente rapportati ai costi effettivi che le autostrade richiedono.



Aggiungi un commento
Ritratto di anarchico2
10 gennaio 2019 - 12:53
A me pare un sistema per posporre gli aumenti e lasciare il problema a chi arriverà.
Ritratto di Asburgico
10 gennaio 2019 - 13:23
E se li aumentano è perchè li aumentano e se non li aumentano è perchè non li aumentano. Se qualcuno lo ha già dimenticato: HANNO FATTO CROLLARE UN PONTE. CHE COSA CHIEDONO ANCORA PIU' SOLDI OGNI ANNO. E' IL MINIMO.
Ritratto di Rav
11 gennaio 2019 - 12:10
3
Tecnicamente da quel che hanno sempre detto tutti, quel ponte era in manutenzione continua oltre al fatto che c'era una gara in corso per un'importante manutenzione aggiuntiva, purtroppo però il viadotto ha ceduto prima. Poi che ci siano stati problemi è ovvio e palese, ma credo che la situazione sia più ampia di così e dare la colpa solo ad Autostrade sia sbagliato. Mi sarebbe piaciuto sentire la voce di chi urla oggi se in primavera avessero chiuso il ponte sulla base di supposizioni, tagliando in due la tratta. Chi negli anni si è sempre opposto a soluzioni alternative a mio modesto parere è colpevole quanto chi non ha rimediato in tempo, o forse pure di più dato che le proposte c'erano per un motivo ben preciso. Ma comunque non sta a me condannare nessuno, per quello ci sono le sedi opportune. E tra l'altro tutti parlano di Autostrade, ma la faccenda dell'aumento dei pedaggi, leggendo gli articoli precedenti, ricade anche su parecchie altre società.
Ritratto di mxm861
10 gennaio 2019 - 12:59
Beh, calcolando che i casellanti sono in sostituzione le uscite a self service e che la manutenzione... Non dico ridurre le tariffe, ma neanche aumentarle...
Ritratto di Alfonso De Sario
10 gennaio 2019 - 13:25
Non è proprio così: il Piemonte non rientra in quel oltre il 90 % per cui TO-SV aumentata, TO- Bardonecchia aumentata. TO- Aosta Courmayeur aumentata..in pratica hanno aumnetato il pedaggio delle autostrade già di per se più care, grazie Toninelli. Aveva senso congelare tutti i pedaggi per 6 mesi, la bufala sta nel fatto che con gli aumenti che prendono già da queste autostrade riescono a pagarsi in parte gli aumenti che non sono stati fatti sugli altri tratti autostradali.
Ritratto di marcoveneto
10 gennaio 2019 - 14:28
In Veneto sono stati applicati degli aumenti, congelato un bel cavolo...
Ritratto di Ivan92
10 gennaio 2019 - 19:31
6
Esatto, anche in Lombardia sulla A35 Brebemi hanno aumentato le tariffe.
Ritratto di marcoveneto
10 gennaio 2019 - 23:44
Questi titoli fanno incazz.are perché non è così in tutte le tratte..
Ritratto di Ivan92
10 gennaio 2019 - 19:46
6
Proprio oggi ho comprato due vignette autostradali, una per l'auto e una per la moto. Costo di una singola vignetta 40 CHF (36 euro), la quale vale dal 01.12.2018 fino al 31.01.2019 e mi permette di guidare quanto voglio su tutta la rete autostradale elvetica senza alcun limite chilometrico. In Italia invece riesco a spendere addirittura di più x andare dal confine di Brogeda all'Autodromo di Franciacorta a Castrezzato (via Brebemi) per un totale di ben 36,20 euro x soli 250 km (andata e ritorno).
Ritratto di erresseste
11 gennaio 2019 - 10:57
L'importante è che non facciano aumenti "doppi" l'anno prossimo...
Pagine