NEWS

“Benzina, giù i margini per compensare l’accisa”

31 maggio 2012

Il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, chiede ai petrolieri di abbassare i loro margini di guadagno: obiettivo, neutralizzare volontariamente l’aumento dell’accisa.

LA RICHIESTA - Abbassare i prezzi alla pompa, per neutralizzare l’aumento dell’accisa (vedi qui): il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, ha chiesto ai petrolieri di diminuire i loro margini di guadagno.

LA RISPOSTA
- Immediata la replica dell’Unione petrolifera, che “trasferirà tempestivamente alle aziende l’invito arrivato dal ministro Passera. Ogni società, nella propria autonomia, non potrà che valutare con la dovuta attenzione tale invito, in considerazione dell’eccezionalità del momento”. Il presidente dell’Up, Pasquale De Vita, è stato chiaro: "Non siamo noi dell’Unione petrolifera a fare i prezzi dei carburanti”.

SINO AL 31 DICEMBRE - Di sicuro l’aumento dell’accisa sui carburanti a favore dei terremotati dell’Emilia (due centesimi) durerà fino al 31 dicembre: lo ha dichiarato il viceministro dell'Economia Vittorio Grilli. In totale, lo stanziamento deciso dal Consiglio dei ministri è di due miliardi e mezzo: 500 milioni saranno reperiti con il rincaro dell’accisa dalla pubblicazione del decreto fino al 31 dicembre 2012; un miliardo per il 2013 e un miliardo per il 2014 per effetto dello spending review (il taglio delle spese deciso dal governo). È questo il programma dell’esecutivo, secondo quanto riferito dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Antonio Catricalà. Va però ricordato che le 75 lire "d'emergenza" per il terremoto dell'Irpinia non sono mai state eliminate in 32 anni: idem le accise per il sisma in Friuli e il disastro del Vajont, o le 1,9 lire per finanziare la guerra d'Abissinia del 1935...



Aggiungi un commento
Ritratto di Montreal70
31 maggio 2012 - 12:44
Ma che vergogna... In che stato viviamo? Accise, tasse temporanee... Dopo decenni di prese in giro, si aspettano che la gente continui a crederci? L'Italia è bellissima, lo stato fa pena. Che società che ci ritroviamo... L'altro giorno ero in tribunale per un cliente che deve pagarmi da 6 anni. Il giudice quasi criminalizzava me e a quanto ho capito, ci perdo tutto per un cavillo. Mi alletta sempre di più l'idea di trasferirmi altrove, in un paese civilizzato.
Ritratto di marcello86
marcello86 (non verificato)
31 maggio 2012 - 12:57
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di Montreal70
31 maggio 2012 - 13:02
Attività di famiglia?? La storia è alquanto complessa...
Ritratto di marcello86
marcello86 (non verificato)
31 maggio 2012 - 13:07
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di Montreal70
31 maggio 2012 - 13:52
In pratica la fattura non l'ho fatta subito perchè aspettavo che mi portasse l'intestazione, assieme ai soldi. Ho aspettato in fiducia, visti i genitori che erano nostri buoni clienti. Metteva sempre tempo. Poi ha addirittura fatto smontare tutto prima del processo, rendendo impossibile la perizia.
Ritratto di marcello86
marcello86 (non verificato)
31 maggio 2012 - 23:05
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di Montreal70
31 maggio 2012 - 23:14
All'epoca dei fatti ero dipendente, per cui la causa non l'ho avviata io e non conosco i dettagli. Mi sono state fatte domande dall'avvocato della difesa e dal giudice. Curiosità, sei già avvocato o non ancora?
Ritratto di marcello86
marcello86 (non verificato)
31 maggio 2012 - 23:25
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di Montreal70
31 maggio 2012 - 23:31
Ho capito... Comunque, credo che noi siamo i più vicini, l'uno all'altro del forum! Gli altri sono prevalentemente di Catania o giù di lì...
Ritratto di marcello86
marcello86 (non verificato)
31 maggio 2012 - 23:36
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Pagine