A spasso con la BMW i3

11 settembre 2013

Al Salone di Francoforte abbiamo analizzato a fondo la piccola elettrica della BMW: la i3. E ci abbiamo anche fatto un giro.

A spasso con la BMW i3
INCONFONDIBILE - Della BMW i3, la nuova piccola elettrica della casa tedesca, abbiamo già parlato più volte. Ma qui a Francoforte abbiamo potuto osservarla per bene, e farci anche un breve giro come passeggeri. Ma iniziamo dalle impressioni statiche. Le linee sono assai personali. Il cofano anteriore corto e di colore nero, le luci a led con forma a U, i finestrini con lo “scalino” in corrispondenza della porta posteriore e il portellone anch'esso nero lucido e che incorpora i fanali composti da sottili strisce di led, la rendono diversa da ogni altra auto. Ma tanta originalità è anche funzionale?
 
 
 
PRATICITÀ COSÌ COSÌ - Al proposito, abbiamo qualche riserva: pur essendo lunga 400 cm e con un ingombro della meccanica limitato (il motore è tra le ruote posteriori e le batterie sono sotto il pavimento), la BMW i3 ha solo quattro posti, e lo spazio per chi sta sul divanetto è solo discreto. Inoltre, nonostante l'assenza del montante centrale, entrare dietro non è comodissimo: le porte posteriori sono piccole e si aprono solo dopo avere spalancato quelle anteriori. Scarso anche lo spazio per i bagagli: se non si reclina il divano, il baule è di circa 200 litri, e la vaschetta sotto il cofano anteriore va bene al massimo per un paio di zainetti. 
 
 
UN SALTO NEL FUTURO - Ciò detto, l'abitacolo della BMW i3 ha una personalità molto forte, ed è indubbiamente affascinante. Interessanti i materiali: pelle per i sedili, legno grezzo di colore chiaro per la plancia e fibre naturali pressate di colore grigio (e leggermente “pelose”) per i pannelli delle porte. L'insieme è piacevole, moderno e ben assemblato. Degna di nota in particolare la plancia, con due schermi che fanno da cruscotto (il più piccolo, davanti al guidatore) e da navigatore (al centro). Per scegliere tra marcia avanti e “retro” c'è una massiccia leva sul piantone dello sterzo, che ha consentito di eliminare la consolle liberando spazio. Molti dei comandi sono  poi gestiti dal grosso pomello sul tunnel tipico delle BMW.  
 
 
GRAN SILENZIO E GRANDE SPRINT - Per guidarla dovremo aspettare la presentazione ufficiale (prevista a breve), ma nel frattempo abbiamo potuto provare la BMW i3 da passeggeri. Ebbene, la sensazione di sprint è notevole (del resto, il motore ha 170 cavalli) ma quello che più ci ha sorpreso è stata la silenziosità: anche accelerando, il “fischio” tipico di molte elettriche resta fuori dall'abitacolo. E, quando si passa sulle buche, l'assorbimento delle sospensioni è valido e non dà origine a fastidiosi “rumorini”: niente male per un'auto all'inizio della produzione.

 

VIDEO
loading.......
BMW i3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
46
34
61
44
143
VOTO MEDIO
2,4
2.37805
328
Aggiungi un commento
Ritratto di sharry
11 settembre 2013 - 15:08
1
Questo è il minimo, se non di meno. Il bagagliaio e la abitabilità sono ridicoli, un'inezia. Tanto vale comprarsi una normale MPV da città, che inquina meno di questa e che è meglio studiata. Mi aspettavo di più, che delusione.
Ritratto di Lorenzolml
11 settembre 2013 - 16:53
questa è elettrica, e non c'è nessuna concorrente a questa
Ritratto di Erdadda
12 settembre 2013 - 08:10
1
Consuma di più nel senso ampio della frase. Trivellazioni, quindi inquinamento da mezzi di lavoro, trasporto in raffineria del materiale, e altro gasolio per i trasportatori, il consumo e inquinamento per la lavorazione e trasporto finale nelle concessionarie. Il consumo c'è. Solo non lo vede il cliente finale.
Ritratto di MatteFonta92
11 settembre 2013 - 18:03
3
Volendo è anche carina, ma l'autonomia e la praticità sono quelle che sono e il prezzo è folle: si parla di 36.000 € per la versione "base". Diventerà il giocattolino da città di qualche estroso riccone.
Ritratto di Erdadda
12 settembre 2013 - 08:15
1
Esteticamente fa pena, secondo il mio parere personale , mentre dentro mi piace tantissimo. Classica BMW ma finalmente svecchiata!! Peccato sia elettrica, che a me non piacciono, per adesso, BMW potrebbe provare a fare una piccola termica.
Ritratto di fabri99
12 settembre 2013 - 14:21
4
Sono d'accordo, esteticamente è davvero orrenda, ma gli interni sono molto belli. Secondo me il problema non è soltanto il fatto di andare a batteria, ma i costi dell'auto, che sicuramente si abbatteranno non poco nella versione termica, che però dovrebbe corrispondere, a grandi linee, con la Active Tourer, anche se credo che quest'ultima sia più grande... Ciao!
Ritratto di nero zabriski
13 settembre 2013 - 11:59
Giocattolino pretenzioso, futile, costoso e come tutte le elettriche limitante e limitata. Scimmiotta, in modo sacrilego, alcune linee care a Bertone soprattuto nel frontale in cui ricorda, in modo a dir poco imbarazzante, l'Alfa Romeo Pandion. In complesso ha quel bel tocco di blu che declassa e svilisce il tutto a qualcosa già in uso ai modelli ecologici Toyota. Gli interni sanno di vetturetta economica anni 80 con quelle belle plasticone ruvide e rigide che tanto piacevano alla Fiat e alla Citroen e che oggi puoi ritrovare nelle DR. Però c'ha il finto Ipad sul cruscotto che fa tanto Classe B Mercedes e soprattutto sa di posticcio. la Vista laterale è una via di mezzo tra la Opel Meriva e la Citroen BX, il retro è moderatamente carino. Non capisco cosa sia quel pisellone vicino al piccolo Volante e se il cruscotto sia di finto legno o finto velluto... E' una finta BMW e se questo è il futuro della casa bavarese, visto il brutto che già ci regala la concorente di Stoccarda, tanto vale ripiegare sulle Audi...
Ritratto di porsche 356
14 settembre 2013 - 13:02
A Stoccarda fanno auto tra le più brutte del mondo. Non esiste una casa che presenta tanti modelli nel suo listino come la Mercedes. e poi anche una che si chiama, mi sembra Porsche , che brutte auto .
Ritratto di duracell
26 novembre 2013 - 07:54
Sarà ma il nome che porta tradisce ... fa veramente schifo mai acquisterei una vettura del genere !! Se voglio divertirmi con una elettrica , vado ai baracconi sugli autoscontri con una manciata di spiccioli. 36,000 € ? Che poi si va a finire con qualche opzioni necessari vicino ai 40 , non fatemi ridere che vomito.