NEWS

BMW Serie 1 Sedan, ma solo in Cina

28 febbraio 2017

La BMW inizia la commercializzazione nel paese asiatico della BMW Serie1 con carrozzeria 4 quattro porte.

BMW Serie 1 Sedan, ma solo in Cina

AVANTI LA CINA - Debutta sul mercato cinese la BMW Serie 1 Sedan. La presentazione della versione definitiva nel Paese asiatico è un chiaro segnale di come la casa voglia aumentare i numeri nel segmento delle berline dalle dimensioni compatte di fascia alta. Con oltre mezzo milione di auto vendute nel 2016, la Cina rappresenta per la BMW un mercato di assoluto riferimento. E con un potenziale di crescita ancora non espresso del tutto. Non c’è da meravigliarsi, dunque, che il costruttore tedesco abbia scelto di commercializzare la sua berlina più piccola solo nel Paese della Grande Muraglia, inserendo nel proprio listino un modello più economico rispetto alla Serie 3 e alla Serie 5 ma che resta comunque di fascia “premium”.

TRAZIONE ANTERIORE - La BMW Serie 1 Sedan è stata sviluppata a Monaco da un mix di progettisti europei e cinesi. La produzione di questa nuova vettura avverrà, invece, nello stabilimento asiatico di Shenyang. Secondo il centro stile della BMW, la Serie 1 berlina è pensata per soddisfare le preferenze dei clienti cinesi, con uno stile a metà tra l’eleganza e la sportività.  Misura 4 metri e 45 in lunghezza, è larga 1 metro e 80, alta 1 e 44; l’interasse è di 2 metri e 67. La base meccanica, a trazione anteriore, è in comune con la Serie 2 Active Tourer e con la nuova Mini Countryman. Il resto delle Serie 1, invece, sono tutte a trazione posteriore o integrale. 

TRE MOTORI - I motori della BMW Serie 1 Sedan sono a tre o a quattro cilindri turbo, tutti in alluminio e alimentati a benzina, presi dal resto della gamma Serie 1. Sulla 125i, c’è il 2.0 litri, quattro cilindri da 231 cavalli con cambio Steptronic a 8 rapporti; lo 0-100 è coperto in 6.8 secondi mentre la velocità massima è autolimitata a 250 chilometri orari. Sulla 120i, lo stesso 2.0 litri ha una potenza abbassata a 192 cavalli per prestazioni che toccano i 235 chilometri orari di velocità massima con uno 0-100 da 7,5 secondi. Si passa ai tre cilindri, da 1.5 litri, con la 118i da 136 cavalli; in questo ultimo caso, lo scatto 0-100 è di 9,4 secondi e la velocità massima arriva a 212 chilometri orari.

PREMIUM DI NOME E D FATTO - Gli interni riflettono le aspettative del segmento “premium” in cui la BMW Serie 1 Sedan va ad inserirsi. Il connubio tra comfort e piacere di guida, tipico della BMW, è rispettato anche sul nuovo prodotto destinato alla Cina. La plancia è orientata verso il guidatore, come da copione, con posizione di guida e display posizionati in punti che permettono di aver tutto sotto controllo senza distrarsi dalla strada. Finiture precise e alta qualità dei materiali sono le chiavi, secondo la BMW, per conquistare un mercato ancora da esplorare. 

Aggiungi un commento
Ritratto di Magnificus
28 febbraio 2017 - 17:29
l'audi a3 sedan mi piace molto ...questa no..quindi buon viaggio verso l'oriente:-))
Ritratto di studio75
28 febbraio 2017 - 17:43
5
Dalle immagini sembra avere un'abitabilità enorme (forse i sedili anteriori erano spostati tutto in avanti?). Ottime le dimensioni da compatta. Spero abbia successo in Cina e di vederla anche in Europa.
Ritratto di Ercole1994
28 febbraio 2017 - 17:54
Rassegnamoci all'idea che la terza generazione della Serie 1 hatchback, sarà a trazione posteriore. Questa ne è la palese anticipazione, basta solo togliere la coda, et voilà, la nuova Serie 1 hatchback.
Ritratto di IloveDR
28 febbraio 2017 - 17:59
4
trazione anteriore vorresti dire? credo sia una scelta obbligata, perché continuare a produrla con la TP farebbe lievitare i costi inutilmente visto che le dirette concorrenti sono tutte TA
Ritratto di Ercole1994
28 febbraio 2017 - 19:02
Si, si intendevo trazione anteriore per la terza generazione. Comunque, tranne per noi appassionati, non sarà una grande perdita, visto che l'80% dei possessori di Serie 1, non sa nemmeno che spinge da dietro.
Ritratto di Mattia Bertero
28 febbraio 2017 - 18:13
3
SERIE 1 SEDAN. Peccato perché cone linea per me é migliore della nostra Serie 1. Peccato per la trazione anteriore, più guadagni x la casa ma una perdita per il piacere di guida.
Ritratto di Challenger RT
28 febbraio 2017 - 19:22
Esteticamente più bella della maggior parte delle altre BMW (escluse ovviamente M2, Serie 6 e forse poche altre) pecca solo per la scelta, per ovvi motivi, della trazione anteriore. D'altro canto dal punto di vista dei motori il 2000 da 231 cv la rende quasi perfetta. A questo punto è a dir poco scandaloso (per una casa che offre miliardi di versioni e di optional spesso inutili) che la BMW X1 venduta in Italia, a caro prezzo, non vada oltre ad un risicato 1500 tre cilindri da 136 cv.
Ritratto di TommyTheWho
28 febbraio 2017 - 19:33
7
Effettivamente, in un momento di "riscoperta" delle sedan compatte in Europa, non sarebbe una cattiva idea la commercializzazione nel nostro continente. Forse che i numeri sono ancora troppo risicati per giustificarne l'importazione? Molto bella comunque, secondo me.
Ritratto di Davelosthighway
28 febbraio 2017 - 21:17
Se la cina detta i trend dell auto siam messi bene... contenti gli sbandieratori del made in germany, i quali danno fiducia e credono alle imprese che se si tratta di produrre una Porsche o una Mercedes a Calcutta per risparmiare non fanno nemmeno in tempo a finire di pensarlo che già l han fatto.
Ritratto di Davelosthighway
1 marzo 2017 - 08:03
L' Hi-tech decisamente fa storia a se . Apple avrà l'iPhone assemblato in china ma é marchiato laser Designed in california oltre al fatto che fa parte di un settore con margini di guadagno inconfrontabili con l automotive o settori metalmeccanici . Apple genera un fatturato pro capite di 2 milioni di euro per ogni dipendente che ha quando una azienda che sta bene genera un fatturato di 300/400 mila euro annui per ogni dipendente. É un paragone impietoso. La China é indubbiamente forte nel settore elettronico in quanto crocevia logistico per molti paesi e quindi conveniente. Per altri settori e per esperienza diretta lasciamo perdere.. primi 100 pezzi seguono il disegno esecutivo e poi via via la qualità si abbassa sempre più con palesi errori di tolleranze. Questa é mia esperienza. Non si può pretendere che un continente ,quello cinese faccia in 10 anni la rivoluzione meccanica elettronica e digitale quando noi europei/americani ci abbiam messo 150 anni. Distinguiamo per cortesia know-how e forza lavoro.
Pagine