NEWS

BMW X6, la seconda è in sviluppo

23 ottobre 2013

Dal Nürburgring arrivano inedite foto della seconda generazione della BMW X6, che sarà in vendita da fine 2014.

BMW X6, la seconda è in sviluppo
UNA SUV FILANTE - Dopo il lancio della nuova BMW X5, a Monaco stanno lavorando sulla seconda generazione della BMW X6. Dalle foto spia scattate al Nürburgring da Autoblog.com, nonostante le camuffature, possiamo intuire le prime sostanziali novità. La linea, anzitutto, sarà più sportiva, con le fiancate caratterizzate da particolari nervature, che daranno alla coupè-crossover un aspetto più grintoso. Il frontale ricalcherà lo stile della nuova X5, con la quale condivide anche gran parte delle parti meccaniche, ed il posteriore sarà più filante e sportivo. Le dimensioni dovrebbero crescere in larghezza e perdere qualcosa in altezza. La presentazione della nuova BMW X6 è prevista non prima della fine del 2014. 
 
SOLO 6 E 8 CILINDRI - La nuova BMW X6 dovrebbe montare i medesimi motori della “cugina” X5, tranne il “piccolo” turbodiesel 2.0 a quattro cilindri. Per quanto riguarda i modelli a gasolio dovrebbero essere confermatissimi il 6 cilindri in linea 3.0 nelle versioni da 258, 313 CV e 381 CV (quest'ultimo dotato di ben tre turbo). Tra i motori alimentati a benzina il sei cilindri in linea turbo 3.0 con 320 CV e il 4.4 V8 con 449 CV. A completare la scelta dovrebbero poi arrivare una versione ibrida e la X6 M nella quale il motore V8 viene portato a 555 CV.
 
NUOVE RIVALI - Sin dal suo debutto, avvenuto nel 2008, la BMW X6, non ha mai avuto delle concorrenti dirette. Ma il suo successo, ottenuto soprattutto negli Usa e in Cina, non è passato inosservato. Secondo alcune indiscrezioni le acerrime rivali Audi e Mercedes starebbero preparando altrettanti modelli da opporre alla BMW X6.


Aggiungi un commento
Ritratto di mustang54
23 ottobre 2013 - 18:59
2
bella, ma inutile...
Ritratto di BETTER
25 ottobre 2013 - 08:57
Oltre 2 tonnellate di ferraglia per portare al massimo 2 adulti + 2 nani ed offerta con due altrettanto inutili motorizzazioni da 3.0 e 4.4 lt. da 407Cv e 250 Km/h (la strada non è una pista, a meno che chi guidi non si sia fatto prima un altro tipo di pista), offre però una delle novità maggiori proposte dalla Casa teutonica: il dispositivo “xDrive” che garantisce sempre la massima trazione “scaricando” in maniera opportuna, sia la coppia motrice, sul retrotreno ed avantreno, sia la coppia “matrice”, cioè i vostri logorroici genitori seduti dietro, tramite un ingegnoso sistema di ribaltamento longitudinale dei sedili. Vi stupiranno l'agilità, la precisione e la sicurezza con cui affronterete anche le curve più veloci e l’emozione di ritrovarvi scaraventati a centinaia di metri dalla vettura. Al dispositivo xDrive è abbinato anche il “DPC”, che non è un partito politico ma il Dynamic Performance Control che, lavorando in diretta simbiosi con il primo, garantisce una maggiore possibilità di accelerazione trasversale in modo da avere la certezza matematica di andare a fare compagnia a mamma e papà. Nel dettaglio, consiste in un particolare differenziale sull'asse posteriore combinato con due riduttori epicicloidali e due freni lamellari a controllo elettronico. Questo sistema all’avanguardia unisce informatica, elettronica, meccanica e lo spirito santo, che non guasta mai. È in grado di elaborare dati complessi quali l'imbardata, la velocità della ruota, l'angolo di sterzata, la coppia motore, le previsioni del tempo, le estrazioni del lotto... su richiesta queste informazioni vengono visualizzate anche dal computer di bordo, presentate da Paolo Corazzon.
Ritratto di sharry
23 ottobre 2013 - 19:57
1
è orrendo, a mio parere non cambia visto in foto o dal vivo. Come concezione (coupé per gli sterrati) non è per niente male, ma è nell'ossessione per il marketing che si perde. Forse è nata così: un manager BMW, qualche anno fa, ha avuto quest'idea da sbronzo, è stato licenziato perché l'dea era troppo fuori dagli schemi, e il successore ha ripreso la sua idea e l'ha fatta diventare una porcata commerciale. Pensate... come sarebbe venuta se l'idea (ipotetica) di fare una coupé-fuoristrada fosse arrivata integra fino alla progettazione? Sono sicuro che sarebbe uscito qualcosa di meraviglioso, probabilmente tutti i giornali ne avrebbero parlato come il mostro BMW con un 3.0 diesel biturbo sotto al cofano (posteriore magari), ammortizzatori da 30cm e altezza da terra di 20. 0-100 in 2 e mezzo e velocità di 260 con rapporti ravvicinati. Scalate di montagne, apparizioni a Goodwood, sfide a TopGear, articoli su Autocar... Ma ci dovremo accontentare di questo bisonte.
Ritratto di PariTheBest93
23 ottobre 2013 - 21:20
3
Alé arrivano Mercedes classe g coupé e Audi Q6...(nomi ipotetici) -.-
Ritratto di LucaPozzo
24 ottobre 2013 - 23:30
Beh, non sarebbe da escludere. Pare che Audi sia effettivamente tornata in Corso Agnelli a rinegoziare l'accordo per le sigle Q2 e Q4. E se lo fanno la ragione è una sola
Ritratto di PariTheBest93
25 ottobre 2013 - 12:38
3
Già visto Q2 e Q4 sono i nomi con cui l'alfa indica rispetivamente il differenziale elettronico e la trazione integrale (questa fino a qualche anno fa); staremo a vedere...
Ritratto di LucaPozzo
25 ottobre 2013 - 15:10
Sí, l'accordo era di non pestarsi i piedi, per cui si era giunti alla conclusione di lasciare tutte le Q tranne 2 e 4 a Fiat e le altre poteva usarle Audi. Ora sembra che da corso Agnelli non intendano cedere l'uso di queste due (non gratis come chiede Audi)
Ritratto di Moreno1999
24 ottobre 2013 - 10:12
4
In una puntata di Top Gear non è riuscita nemmeno a scavalcare una collinetta e ha dovuto farsi trainare dalla Range Rover di quelli che facevano le riprese -.-
Ritratto di Williams
24 ottobre 2013 - 12:18
lascia perdere Top Gear e le loro buffonate; in quella scena non ha mostrato i pneumatici montati dalle 2 macchine quindi come prova non vale niente
Ritratto di federix-5
24 ottobre 2013 - 13:15
fino a prova contraria top gear parla sempre più che bene delle bmw, per cui non vedo perchè quella puntata dovrebbe essere screditata
Pagine