La Cadillac ATS diventa coupé

14 gennaio 2014

Presentata a Detroit la versione due porte della recente ATS, che sfida la BMW Serie 4 con un 2 litri turbo da 276 cavalli.

La Cadillac ATS diventa coupé
ARRIVA LA COUPÉ - È stata così presentata al Salone di Detroit la Cadillac ATS Coupé che si va ad affiancare alla berlina ATS introdotta sul mercato Usa lo scorso anno. Si tratta anche della prima Cadillac a portare il nuovo stemma rivisto per la prima volta dal 1999. Questa coupé, la più compatta di sempre della Cadillac, sarà in vendita a partire dalla stagione estiva. Le sue principali concorrenti saranno l'Audi A5, la BMW Serie 4 Coupé e la Mercedes C Coupé.
 
 
CARROZZERIA DEDICATA - La Cadillac ATS Coupé ha lo stesso passo (277 cm) della berlina, tuttavia la carrozzeria è inedita. La Coupé offre un aspetto grintoso, con carreggiate anteriori e posteriori più larghe rispetto alla berlina, peraltro sottolineate dalla lamiera che avvolge strettamente gli pneumatici. I cerchi di serie da 18 pollici sono esclusivi per la Coupé e, tanto per rimanere nell'ambito delle curiosità o conferme Cadillac-oriented, essa è dotata inoltre di sistema di rifornimento senza tappo. L’abitacolo costruito intorno al guidatore della berlina viene mantenuto dalla ATS Coupé e dunque esso non offre, per così dire, alcuna variazione su un tema già visto.
 
DOTAZIONI TECNICHE - Per la Cadillac ATS Coupé la casa dichiara una distribuzione delle masse quasi perfetta (50% sull'avantreno e 50% sul retrotreno) e basso baricentro; sospensione posteriore indipendente con cinque bracci, connotata dall’impiego di acciaio leggero e ad alta resistenza oltre a efficienti bracci diritti; sospensione anteriore multi-link con montante MacPherson con doppio perno e barra antirollio ad azione diretta; protezioni aerodinamiche sottoscocca; servosterzo elettrico Premium ZF a cinghia a intensità variabile e trazione integrale a richiesta. Sono anche disponibili sospensioni sportive regolabili dal guidatore dotate di Magnetic Ride Control (il sistema è in grado di “leggere” la strada e adeguare di conseguenza gli ammortizzatori ogni millisecondo) e differenziale meccanico autobloccante. 
 
 
ARRIVA LA CAVALLERIA - Si potrà scegliere tra una trazione posteriore o integrale abbinata al motore 4 cilindri sovralimentato da 2.000 cc. Quest'ultimo sviluppa a 276 cavalli di potenza massima e quasi il 14 per cento di coppia motrice in più rispetto a quello della berlina, giungendo a 400 Nm. La Cadillac ATS Coupé raggiunge i cento km orari da ferma in 5,8 secondi.
Aggiungi un commento
Ritratto di PariTheBest93
14 gennaio 2014 - 16:32
3
Per favore rimettete il vecchio stemma che questo sembra solo schiacciato, per il resto è ancora più bella della berlina da cui deriva, la luce di stop posteriore l'hanno fatta schiacciata e non a rilievo come la berlina, mi piace di più cosi nella coupé... Ah dimenticavo: la cavalleria deve arrivare a gasolio altrimenti la maggior parte dei clienti europei non la vedrà nemmeno e dire che nel gruppo GM c'è l'imbarazzo della scelta se si vogliono motori diesel, anche molto prestanti...
Ritratto di Challenger RT
14 gennaio 2014 - 17:05
Bellissima, elegante e dalle linee pulite. Meno male che non sarà mai diesel! Ma a che pro rovinare tale bellezza con il rumore e la puzza del motore diesel? Senza contare che il sicuro maggior prezzo d'acquisto, con un motore a gasolio di pari o inferiore potenza, verrebbe difficilmente ammortizzato con le percorrenze tipiche di una coupé. Non si capisce come ma oggi ci si spaventi di fronte ad un 4 cilindri 2000, neanche fossimo tornati indietro di 50 anni! Protestiamo invece affinché dal distributore la benzina sia venduta al suo reale prezzo, cioè inferiore a quello del gasolio!
Ritratto di PariTheBest93
14 gennaio 2014 - 17:19
3
Puzza del diesel? Rovinarla? Ti sembra una cosa sensata proporla con un solo motore, a benzina per giunta, in Europa, la terra dove la maggior parte delle ventite sono diesel in questo segmento? Ovviamente non lo è vista che ha perfettamente senso il mio ragionamento... In Italia poi con il superbollo e il marchio poco noto qui, non ne vedremo neanche una purtroppo... Non è una muscle car, è una berlina concepita per i gusti degli europei, ma anche i motori lo devono essere! Nessun accanimento contro questo ottimo quattro cilindri ma se vogliono fare una anti-m4 dovrebbero montare il nuovo 3.6 v6 da circa 400cv!!! Sono certo che con il 2.0 biturbo diesel della insigna, opportunamente adattato, da 194cv sarebbe un successo, farebbe conoscere di più il marchio, abbasserebbe la media di co2 della gamma in attesa che arrivino nuovi modelli e, voce prezzo, costerebbe meno della 2.0 a benzina visto un notevole gap di potenza...
Ritratto di Challenger RT
14 gennaio 2014 - 18:51
Sensatissimo! Se Cadillac ha tolto il diesel dalla berlina, a maggior ragione avrà fatto i conti che offrirlo su una coupé sarebbe assolutamente anti-economico per le sue casse. Il mercato italiano delle coupé vere (quelle 2 porte, anche se nelle stupide classifiche ufficiali per cercare inutilmente di fare numero inseriscono pure le berline 4/5 porte un po' più filanti ed altro...) è ridotto, dati 2013, a numeri che vanno da una a tre cifre per i modelli più venduti. Quante ATS coupé si venderebbero in più rispetto al solo modello dotato dell'inaccessibile 2.0 litri 4 cilindri benzina? Più o meno di 10 all'anno? In un mercato dove, chi ha qualche soldo in più per passare dall'utilitaria a qualcosa di più grande, dirige il proprio sguardo quasi sempre verso suv o similari, credi davvero che grazie ad un motore diverso molti si orienterebbero verso una "scomoda" coupé? Io no, né credo poi che si possa utilizzare così facilmente ed economicamente il motore trasversale dell'Insigna a trazione anteriore sulla Cadillac a trazione posteriore e motore disposto longitudinalmente. Quindi concordo in pieno con la politica Cadillac: meglio poche ma buone!
Ritratto di PariTheBest93
14 gennaio 2014 - 19:09
3
Per una coupé ci può anche stare solo dei motori a benzina ma come la mettiamo con le berline ATS e CTS? Forse era la Bls l'unica con i diesel Saab se non erro... La rivale di riferimento è la serie 4, infatti sarà il diesel il cavallo di battaglia in europa! E' inutile desistere ad una versione a gasolio, altrimenti un modello realizzato ad hoc per noi europei sarà sicuramente un investimento fallimentare senza se e senza ma... Preferiresti vedere una Cadillac su strada con motore diesel (peraltro distinguibile solo dalla targhetta) oppure una Cadillac fuori dall'Europa? Il motore della insigna l'ho preso d'esempio e non credo sia una "mission impossible" montarlo sulla ATS/CTS come pure un bel 3.0v6 tdi.... Se non si fanno un nome non vanno da nessuna parte e cio è possibile solo proponendo ANCHE motori diesel !! Con "poche ma buone" non si va da nessuna parte e visto che non si parla una supercar, allora meglio restarsene a casa (Usa), il che è un peccato visto che le Cadillac mi piacciono molto :(
Ritratto di Challenger RT
14 gennaio 2014 - 19:39
Anche a me piacciono le Cadillac, e mi auspico, come dice Fr4ncesco, che venga prodotta anche la coupé full size Elmiraj. Il problema italiano, ed in parte europeo, di non poterci permettere l'acquisto e/o il mantenimento di una "piccola" coupé Cadillac (adesso che il marchio statunitense propone qualcosa di per se accessibile), è dovuto alla pluri-decennale scellerata politica che ha distrutto il settore automobilistico. Imposte e tasse hanno colpito i carburanti meno inquinanti e le auto più belle ed anche, spessissimo, meno costose di altre meno tassate. Quello del gasolio è un bisogno indotto, tanto è vero che si usano principalmente auto a benzina anche nei Paesi in via di sviluppo e addirittura in quelli del terzo mondo.
Ritratto di PariTheBest93
14 gennaio 2014 - 21:11
3
Quindi come tu stesso hai detto, diesel vuol dire Europa, quindi le vendite in europa necessitano almeno di un motore diesel, persino Infiniti lo ha capito, infatti non avendo un diesel loro usano uno Mercedes...
Ritratto di Mattia Bertero
14 gennaio 2014 - 17:23
3
Personalmente non piace, troppo spigolosa per i miei gusti. Ma toglietemi una curiosità: da quanto tempo è in produzione questa macchina? Forse dirò una cavolata ma la versione Sedan 5 porte me l'ha ricordo nel secondo film della trilogia di Matrix, che è del 2002...
Ritratto di Fr4ncesco
14 gennaio 2014 - 17:32
L'ATS è in vendita negli USA da metà 2012 e sostituisce la BLS prodotta dal 2005-2009. Quella in Matrix è una CTS di prima generazione. prodotta dal 2002 al 2007, poi c'è stata la seconda generazione 2008-13 e la terza 2014-... Sei rimasto un po' indietro.
Ritratto di Challenger RT
14 gennaio 2014 - 19:13
Cadillac sa benissimo che costerebbe troppo fare un motore diesel apposta per 3-4 dieselisti italiani, e forse dieci europei, appassionati di coupé diesel (se lo legge un americano scoppia a ridere!) made in Usa. Come già scritto sopra nei miei altri commenti, non conviene assolutamente a General Motors e nemmeno ai pochissimi possibili acquirenti. A parte il superbollo tutto italiano (di cui è attesa l'eliminazione) che incide su 26 cv, la differenza di consumi non sarà assolutamente così insopportabile per un 2.0 litri benzina con percorrenze annue non certo da furgone (senza contare i risparmi su assicurazione e manutenzione più cara per la utopica versione diesel).
Pagine