NEWS

Il car sharing dell’Eni si chiama Enjoy

28 novembre 2013

Ufficializzato il nome del servizio di car sharing dell'Eni, del quale conosceremo ulteriori dettagli il prossimo 16 dicembre.

Il car sharing dell’Eni si chiama Enjoy
FORZA TRE - Anche l’Eni ha deciso di buttarsi nella mischia del car sharing. Alcune indiscrezioni erano già trapelate (ne avevamo scritto qui) ma ieri è stato reso noto il nome del servizio, che si chiama Enjoy, e presentata la vettura che comporrà la flotta di circa 650 veicoli inizialmente operativi a Milano. L'auto scelta è la Fiat 500 in livrea rigorosamente rossa. La Fiat, ma anche Trenitalia, sono partner commerciali del servizio di Eni. Per conoscere ulteriori dettagli bisognerà attendere il 16 dicembre, data scelta per la conferenza stampa di presentazione. Secondo voci di corridoio, il costo del car sharing Eni dovrebbe attestarsi sui 25 centesimi al minuto, un prezzo concorrenziale rispetto ai 29 centesimi richiesti dalla Car2go.
 
 
I CONCORRENTI - Proprio la Car2go, attiva da agosto a Milano, ha già raggiunto i 50.000 iscritti e sarà il principale concorrente del servizio Enjoy di Eni (nella foto qui sopra il presidente Giuseppe Recchi e più in alto l'amministratore delegato Paolo Scaroni). Nella città della Madonnina sono attivi altri servizi di car sharing, come GuidaMi, dell’ATM, ed E-Vai, di Trenord. Ma, a causa della loro minore flessibilità per l'utente, non sono mai decollati. In totale, sono oltre 1.300 le macchine in condivisione nel capoluogo lombardo che, secondo delle stime, ha un bacino d’utenza di circa 2.000 potenziali fruitori. Milano sarà solo la prima tappa: l'Eni ha intenzione di estendere il nuovo servizio Enjoy anche ad altre città.
Aggiungi un commento
Ritratto di PariTheBest93
28 novembre 2013 - 12:37
3
Chissà perché le fanno solo a Milano queste cose...
Ritratto di gbvalli
29 novembre 2013 - 09:31
Siamo italiani (forse), c'è un'iniziativa italiana da parte di un'azienda (ancora per il momento) italiana, e viene denominata con un appellativo inglese ! Il solito becero provincialismo e pauperismo culturale di certe istituzioni e persone italiane ! Alla faccia della valorizzazione dei prodotti e della cultura italiani: CHE SCHIFEZZA !!!!!!!!
Ritratto di lucios
1 dicembre 2013 - 12:33
4
....in questo topic avevo messo un post! Come mai non c'è? AL VOLAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA! Ultimamente il vostro sistema policy mi sa un po' troppo di censura! Anche per altri post chemetto, continuate a dire che devono essere controllati, eppure non credo ci siano parole offensive o calunniose! INTERNET E' BELLO PERCHE' E' LIBERO (ovviamente nel rispetto degli altri)!
Ritratto di p.catalini
1 dicembre 2013 - 12:57
È una idea inteliggentissima, ma secondo me, il motore doveva essere alimentato elettricamente o al massimo a Metano o GPL.
Ritratto di p.catalini
1 dicembre 2013 - 12:59
Buona l'idea di car sharing, ma secondo me le vetture dovevano essere a trazione elettrica, o al massimo a GPL o Metano!!!