NEWS

Una Chevrolet Camaro elettrica al SEMA 2018

30 ottobre 2018

“Sacrilegio” o futuro inevitabile per le muscle americane? La domanda sorge spontanea di fronte a questa concept eCOPO Camaro.

Una Chevrolet Camaro elettrica al SEMA 2018

RITORNA LA SIGLA COPO - Di questi tempi non è inconsueto che una casa automobilistica annunci la versione elettica di un proprio modello, ma dobbiamo ammettere che fa ancora specie vedere un “mostro” come la Chevrolet Camaro, sinonimo della “muscle car” americana per eccellenza, sfrecciare silenziosamente sui lunghi rettilinei appositamente costruiti per le gare dei potentissimi dragster. Succede però con la eCOPO Camaro Concept, annunciata dopo la presentazione al SEMA (la fiera di accessori e tuning in corso a Las Vegas) della COPO Camaro 2019, una versione della leggendaria muscle car che sembra aver abusato di steroidi e che sarà riservata solo alle competizioni sul quarto di miglio. Le versioni COPO del 2019 sono state concepite per celebrare i cinquant’anni della sigla COPO (Central Office Production Order) che venne utilizzata inizialmente nel 1969 per indicare modelli di Chevrolet Camaro particolarmente estremi e con inusuali combinazioni di optional.

SOLO UN PROTOTIPO - La eCOPO Camaro è anch’essa una concept car riservata alla pista e monta, per la prima volta su una vettura General Motors, un pacchetto di batterie capace da 800 volt. Il motore è ricavato dall’integrazione di due BorgWarner HVH 250-150, entrambi con 406 Nm di coppia, e genera una potenza di 700 CV trasmessa alle ruote posteriori. Secondo la Chevrolet la Camaro completa il quarto di miglio in meno di 9 secondi. La Chevrolet ha voluto altresì dimostrare la duttilità di una tale configurazione del motore, che nel caso specifico può essere accompagnato da qualsiasi trasmissione prodotta da General Motors, non andando ad intaccare la posizione delle altre componenti meccaniche. Le quattro batterie da 200 volt pesano 80 kg ciascuna e sono montate strategicamente al posteriore per ottimizzare il bilanciamento dei pesi e sono collegate ad un sistema elettronico che ne gestisce il voltaggio e monitora le temperature. Il sistema di gestione delle batterie ne ottimizza il trasferimento della potenza al motore e consente ricariche molto rapide, aspetto fondamentale trattandosi di una vettura da competizione teoricamente impegnata in diverse manche durante ogni giornata di gare.

Chevrolet Camaro
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
39
6
3
0
1
VOTO MEDIO
4,7
4.67347
49


Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
30 ottobre 2018 - 18:09
Non solo il futuro sarà questo ma sarà elettrificare tutte le auto comprese quelle di interesse collezionistico io ad esempio mi sto già informando sull'iter da seguire per elettrificare la mia Opel Manta quando i kit di conversione saranno disponibili.
Ritratto di Raul23
30 ottobre 2018 - 19:09
Elettrificare le auto d’epoca....tu stai fuori.
Ritratto di MAXTONE
30 ottobre 2018 - 20:35
Forse ti sei perso l'E-Type elettrica presentata qualche giorno fa: L'elettrico è l'unica via possibile per rendere eterne le auto d'epoca e permettere di utilizzarle quotidianamente con praticità e soddisfazione senza contare l'affidabilità totale di un powertrain elettrico e la sua immediata riserva di potenza con tutta la coppia disponibile già a partire da 0 giri.
Ritratto di Rikolas
30 ottobre 2018 - 22:36
Un E-Type elettrica è uno SCEMPIO!!! Una vettura così non vale più NULLA, zero! Le auro storiche valgono per quel che sono, per la storia che rappresentano, per la loro meccanica, per il loro sound! Eletteificarle vuol dire non capire NULLA di auto, passione e collezionismo!
Ritratto di ForzaItalia
31 ottobre 2018 - 08:58
La E-type elettrificata usata per il metrimonio reale è stata battuta all'asta per un sacco di soldi. QUINDI IL TUO COMMENTO è INESATTO.
Ritratto di v8sound
31 ottobre 2018 - 10:34
Ma non ti viene in mente che l'alto valore raggiunto dipende dall'evento per il quale è stata utilizzata a prescindere dalla motorizzazione?
Ritratto di MAXTONE
31 ottobre 2018 - 11:05
No, credo dipenda anche dall'unicita' del mezzo visto che le E-Type esistenti oggi sono tutte a motore termico. Personalmente amo alla follia l'Audi R8 E-Tron, beati quelli che sono riusciti a mettersene una in garage. Ammetto che la passione per le auto elettriche si è fatta strada in me sin da bambino quando ho iniziato col modellismo dinamico elettrico: l'idea di poter guidare una vera auto che si comportasse esattamente come quelle con cui mi divertivo (velocità e scatto immediati, sibilo del motore elettrico, fluidità totale, niente vibrazioni) mi ha subito conquistato, se avessi la bacchetta magica immetterei sul mercato kit di conversione per tutte le auto termiche, molti dei quali ovviamente dovrebbero essere universali e differenziati solo per potenza e capacità delle batterie nel senso ad esempio "Kit segmento D Trazione Posteriore" ideale per BMW 3er, Mercedes C e Lexus IS, "Kit segmento D per TA: Ideale per Audi a4, Opel Insignia e tutte le segmento D con quella disposizione di trazione oppure ancora un kit per le TI. Tanto oggi anche tra i termici che differenze ci sono più nei caratteri? Col turbo e il downsizing si sono standardizzati, mica è come una volta quando i sei cilindri in linea bmw erano completamente diversi da un v6 Busso e poi tanto il cliente medio europeo ancora le compra diesel queste auto per cui io dico elettrico tutta la vita.
Ritratto di Marco_Tst-97
31 ottobre 2018 - 11:19
Per favore, anche nel modellismo dinamico preferisco i modelli un po' più costosi ma con motore a benzina, più simili nel comportamento alle auto delle quali sono la rappresentazione in scala. Inoltre, da come parli mi sembri un fanatico dell'elettrificazione, uno di quei fan delle auto elettriche a prescindere le cui affermazioni, a mio parere, trovano il tempo che trovano. Evito di rispondere da pra in poi perché non mi sembra tu voglia ragionare ma solo difendere a spada tratta la tua posizione, anche di fronte alle contraddizioni cui essa porta.
Ritratto di Epigrams
30 ottobre 2018 - 19:36
Avere un auto d'epoca e trasformarla in elettrica equivale a distruggere lei e i suoi contenuti che sono il suo DNA, sarebbe meno grave se con una mazza da baseball spacchi tutta la carrozzeria. Vendila finche puoi a qualche appassionato VERO e comprati una Renault Zoe.
Ritratto di MAXTONE
30 ottobre 2018 - 19:56
Non sono d'accordo dal momento che hanno fatto elettrica anche la Delorean DMC12 e va infinitamente meglio di quella con l'asfittico propulsore termico originale.
Pagine