NEWS

Chevrolet Volt: se non ti fidi più di lei, te la cambiano gratis

2 dicembre 2011

In seguito ai crash test che hanno visto prendere fuoco la berlina a batterie, la Chevrolet si impegna a sostituire l’auto a chi non si sente sicuro.

LA CASA RIPROGETTA LE BATTERIE - Dopo  quanto capitato la scorsa estate a una Chevrolet Volt (nella foto in alto), che ha preso fuoco spontaneamente in una prova di crash test laterale condotto dai tecnici dell’Nhtsa, l’ente nazionale americano che vigila sulla sicurezza stradale (leggi qui la news)  il costruttore sta collaborando per chiarire l’avvenuto, ma non si è fermata a questo. Secondo un portavoce della General Motors, la casa ha preso in considerazione l’ipotesi di riprogettare le batterie per garantire la massima sicurezza ai clienti, ma non nel breve periodo: d’altronde, il provvedimento non è urgente, dato che la Volt non è più pericolosa di un’automobile tradizionale, come ha già riconosciuto l’Nhtsa.

Opel ampera 2010 12 26

PER LA “GEMELLA” OPEL, CONSEGNE SOSPESE IN EUROPA - Per i proprietari che, nonostante tutto, non dovessero sentirsi sufficientemente sicuri a bordo della loro Volt, la General Motors ha previsto un’opzione interessante: è disposta a riacquistare le vetture, senza che  i clienti ci “smenino” dei quattrini,  sebbene non ci siano ancora state richieste di questo tipo. Inoltre, il costruttore americano ha comunicato che la “gemella” della Chevrolert Volt, la Opel Ampera (nella foto sopra) non debutterà in Europa sino a che non verrà garantita la sicurezza della batterie in tutti i tipi di incidente.

Chevrolet Volt
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
11
11
13
9
9
VOTO MEDIO
3,1
3.11321
53
Aggiungi un commento
Ritratto di Sbyro87
2 dicembre 2011 - 15:23
hanno ammesso l'accaduto e stanno prendendo provvedimenti, a quanto sembra...
Ritratto di jb007
2 dicembre 2011 - 16:52
al giorno d'oggi nn è ammessibile ke le batterie prendano fuoco...
Ritratto di DaveK1982
2 dicembre 2011 - 17:34
7
contengono materiali infiammabili, non solo quelle gm ma tutte. Anche quelle dei computer e dei cellulari. Ma d'altronde anche la benzina può prendere fuoco.
Ritratto di Bracalone
3 dicembre 2011 - 11:37
Nei crash test la Prius non ha mai avuto problemi d'incendio,mai,dalla prima del 1997 alla terza generazione di oggi. Per cui prima di sparare cavolate informati.
Ritratto di DaveK1982
3 dicembre 2011 - 12:37
7
usa batterie NiMh e NON batterie al litio. Solo la futura plug-in prius avrà quelle al litio. Comunque che le batterie al litio contengano materiali infiammabili e che possano esplodere se surriscaldate, cortocircuitate o sovraccaricate è noto. C'è scritto anche sulle batterie dei pc portatili, per esempio. Informati. Ti conviene.
Ritratto di gig
2 dicembre 2011 - 17:00
... comprate solo a benzina! Costa di più ma andate sul sicuro!
Ritratto di Cinque porte
2 dicembre 2011 - 19:21
Sono completamente d'accordo!
Ritratto di gig
3 dicembre 2011 - 13:37
I consumi sono sicuramente peggiori, ma l' affidbilità è ciò che conta maggiormente
Ritratto di nello13
2 dicembre 2011 - 21:45
7
di famiglia sono stato io il primo a portare a casa un diesel..sempre e solo auto a benzina..tornassi indietro??? Un piccolo turbo benzina..tanto costa uguale e anche se si fanno più km con gli stessi litri si perdono con la manutenzione più cara rispetto a quella di un benzina!
Ritratto di Al86
2 dicembre 2011 - 18:06
Direi che è una prova di serietà da parte di GM non negare l'accaduto e dare la possibilità di restituire l'auto riottenendo i soldi spesi (anche se di Volt non ne avranno vendute tante...), per quanto riguarda le batterie agli ioni di litio, sono tutte quante infiammabili (dal cellulare all'automobile) se si danneggia l'involucro protettivo
Pagine