Chrysler 200, una berlina “stilosa”

13 gennaio 2014

Due motori, due tipi di trazione, un cambio automatico a nove marce e una particolare attenzione al capitolo sicurezza per la nuova berlina americana

Chrysler 200, una berlina “stilosa”
NO ALL’ITALIA - La Chrysler ha ufficialmente svelato a Detroit la nuova 200, berlina di medie dimensioni (per gli Usa) dal design sobrio ed elegante che non arriverà in Italia con il marchio Lancia come inizialmente ipotizzato. Portabandiera del nuovo “volto” Chrysler, a cominciare dai fari con luci diurne a led che sembrano integrarsi alla perfezione con la griglia, la 200 adotta finiture di qualità per gli interni, fa il pieno di tecnologia e promette una dinamica di marcia “europea” (il pianale infatti è il conosciuto CUS-Wide derivato da quello della Giulietta).  
 

La Chrysler 200 in versione S, la più sportiva.
 
ANCHE INTEGRALE - Due i motori disponibili per la Chrysler 200: il quattro cilindri 2.4 Tigershark da 184 CV e 235 Nm (rispettivamente + 6% e +10% rispetto al precedente 4 cilindri, con consumi tagliati del 13%) e il V6 3.6 Pentastar da 295 CV e 355 Nm di coppia massima. A richiesta il sistema di trazione integrale (con modalità di guida Sport) capace di scollegare elettronicamente l’assale posteriore per diminuire i consumi di carburante. Di serie il cambio automatico a nove marce con selettore a rotore, in stile Jaguar e Land Rover, e azionabile anche dalle levette dietro al volante.
 
SICUREZZA AI MASSIMI LIVELLI - Nell’abitacolo della Chrysler 200 spiccano la strumentazione con scenografica cornice luminosa blu e display da 7 pollici che replica alcune informazioni principali, e il sistema multimediale UConnect da 8,4 pollici disponibile a richiesta. Nutrito l’elenco dei dispositivi di sicurezza (a detta della Chrysler sono oltre 60), fra gli altri: il cruise control adattivo, la frenata automatica per evitare collisioni frontali, l’avviso di cambio di corsia involontario, il monitoraggio dell’angolo cieco e il sistema di mitigazione del rollio. 
 
 
TERRENO FERTILE - La Chrysler 200 verrà assemblata presso la fabbrica di Sterling Heights, in Michigan, che ha beneficiato di cospicui investimenti per modernizzare gli impianti di verniciatura ed assemblaggio. Sul mercato americano dal secondo trimestre del 2014, la 200 avrà un prezzo di partenza di 21.700 dollari (circa 16.000 euro). Si inserirà in una categoria di vetture, quella delle berline medie, che negli Stati Uniti vale oltre 2 milioni di immatricolazioni l’anno.
Aggiungi un commento
Ritratto di pi67
13 gennaio 2014 - 19:31
mi sembra una cinesata, meno male che non arrivera' in italia come lancia.
Ritratto di Blade Runner
13 gennaio 2014 - 20:35
Se si fosse chiamata Qoros, l'avrebbero massacrata: la coda dell'Audi, il muso impossibile, interni plasticosi... invece, invece su chiama Chrysler (leggi Fiat) et voilà, bellissima, quando arriva in Italia? Alla faccia dell'oggettività di giudizio.
Ritratto di ilovemultijet
14 gennaio 2014 - 03:36
2
non sapevo che i gusti estetici fosse un fattore oggettivo...e non mi sembra nemmeno che Qoros sia stata massacrata nei giudizi. questa berlina in Italia venderebbe qualcosa (con le opportune modifiche) ,magari producendola a Cassino visto che comunque il pianale deriva dalla Giulietta,e chiamandola Lancia Prisma o Beta.
Ritratto di Blade Runner
15 gennaio 2014 - 01:28
Marpionne se ne vuole andare dall'Italia! Quando ci saremo liberati della sua nefasta e suicida politica amministrativa, saremo liberi di comprare la macchina che ci piace senza sterili sciovinismi. Datevi una ragione, Fiat in Italia non produrrà più se non Ferrari (e chi la muove) e Maserati, forse l'Alfa ma per motivi di nostalgia. Fiat è un marchio americano (Marpionne canadese, properietà - Elkann- americana); di stare qui, produrre qui e far lavorare gli iatliani, non ne hanno voglia. Andranno all'estero a far guadagnare, poco, le maestranze estere. E poi quella Chrisler 200 fa proprio schifo, già risente del gusto Fiat.
Ritratto di giancocco
20 febbraio 2015 - 17:22
La macchina è veramente bella. Con i motori diesel fiat il logo lancia in Italia ed un nuovo logo FCA nel resto d'europa venderebbe tantissimo. Molti consumatori europei sono stanchi dei marchi tedeschi per vari motivi... Marchionne provaci reintroduci la 300 e la 200 con motorizzazioni diesel vendile a basso prezzo, sfruttando le enormi economie di scala di cui disponi e attacca l'industria tedesca al cuore... L'FCA ce la potrebbe fare con piccoli investimenti e grandi rendimenti... La jeep dimostra che prodotti americani hanno mercato in Europa perchè la fusione tra i capitali e la tecnologia americana con la motoristica e lo stile italiano sbaraglieranno le concorrenza tedesca in Europa e nel mondo.
Ritratto di fabri99
13 gennaio 2014 - 19:38
4
Come ho già detto in precedenza, è davvero bella. La linea non è originalissima, ma è molto piacevole e anche gli interni non sono male. E lo stesso vale per le cugine Dodge Dart e Fiat Viaggio, sarebbe bello se ne importassero almeno una delle tre anche in Italia...
Ritratto di Fr4ncesco
13 gennaio 2014 - 20:03
Guarda che questa è una midsize, non una compact come la Dart. La variante Dodge dovrebbe essere la futura Avenger (o quella che la sostituisce). Sulla base Dart dovrebbe nascere la 100, una compact Chrysler. Non confoderti per via del pianale in comune, che essendo modulare, si adatta a più lunghezze.
Ritratto di fabri99
13 gennaio 2014 - 20:29
4
A dir la verità non mi ha confuso il pianale, ma proprio le immagini, sembra molto più corta di quello che è... Comunque, rimane davvero bella, se importassero in Europa queste auto, almeno qualcuna, sarebbe davvero bello...
Ritratto di Fr4ncesco
13 gennaio 2014 - 20:47
Anche io appena l'ho vista la prima volta credevo fosse la 100, infatti sembra più piccola. Sarà per la coda un po' fastback e le portiere alte. Se però la guardi bene e in rapporto alle altre vetture, è piuttosto grande, anche una decina di cm in più rispetto alle "midsize" europee.
Ritratto di fabri99
13 gennaio 2014 - 21:10
4
Comunque, sembrare piccola credo sia un bel pregio per una grossa auto, questa Chrysler è davvero bella...
Pagine