NEWS

Due Regioni passano in zona rossa e tre in arancione: anche per loro le nuove regole

Pubblicato 14 novembre 2020

Campania e Toscana diventano zona rossa, mentre Emilia, Friuli e Marche arancione. Questo significa nuove restrizioni e limitazioni agli spostamenti.

Due Regioni passano in zona rossa e tre in arancione: anche per loro le nuove regole

I DATI PEGGIORANO - Con il Decreto del 3 novembre 2020, il Governo ha introdotto nuove misure restrittive per contenere la diffusione del Covid-19: tengono conto di ventuno parametri, tra cui il numero di ricoveri e la percentuale di tamponi positivi. In base ad essi, viene creata una scala di rischio su quattro livelli per le Regioni: il 3 novembre si era partiti con nessuna Regione in zona verde, tredici in zona gialla, due in quella arancione e cinque nella rossa, ma la situazione è peggiorata e altre Regioni cambieranno presto zona.

DOPPIO SALTO PER LA CAMPANIA - E così, dopo l’ordinanza firmata ieri dal Ministro della Salute, dal 15 novembre Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia e Marche passeranno dalla zona gialla a quella arancione, mentre la Toscana finirà dalla arancione alla rossa. La Campania farà un doppio “salto”: dalla gialla alla rossa.

Vediamo ora come cambiano le restrizioni da zona a zona.

ZONA GIALLA

Attualmente ne fanno parte Lazio, Molise, provincia di Trento, Sardegna e Veneto.

Durata delle restrizioni
Sono entrate in vigore venerdì 6 novembre e, allo stato attuale, dureranno fino a giovedì 3 dicembre.

Spostamenti
Non ci sono restrizioni durante gran parte della giornata, dunque è possibile spostarsi liberamente, tuttavia il Governo raccomanda fortemente di non farlo, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi. In più, c’è il coprifuoco dalle ore 22.00 alle 5.00 del giorno successivo: in questa fascia oraria è vietato spostarsi, se non per comprovate esigenze, e bisogna avere con sé l’autocertificazione.

Mezzi pubblici
Il servizio è garantito, ma la capienza non può eccedere il 50%.

Negozi
Sono aperti, con l’eccezione dei centri commerciali: devono chiudere nel weekend.

Bar e ristoranti
Restano aperti, ma con orario dalle 05.00 alle 18.00.

Didattica
A distanza per medie e università.

Attività ricreative
Stop a mostre, musei, casinò e bingo, oltre agli impianti sciistici.

ZONA ARANCIONE

Attualmente ne fanno parte Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Marche e Umbria.

Durata delle restrizioni 
Due settimane dal giorno in cui entrano in vigore.

Spostamenti
È consentito spostarsi all’interno del proprio Comune, dalle ore 05.00 alle 22.00, senza necessità di motivare lo spostamento (dunque non bisogna avere con sé l’autocertificazione). Dalle ore 22.00 alle 5.00 sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Inoltre, sono vietati 24 ore su 24 gli spostamenti verso altri Comuni e altre Regioni, se non per comprovate esigenze.

Attività inerenti l’auto
Via libera a quelle nei settori del commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori.

Mezzi pubblici
Il servizio è garantito, ma la capienza non potrà eccedere il 50%.

Negozi
Sono aperti, con l’eccezione dei centri commerciali: dovranno chiudere nel weekend.

Bar e ristoranti
I ristoranti e le altre attività di ristorazione, compresi bar, pasticcerie e gelaterie, sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, con orario dalle 05.00 alle 22.00, e per la consegna a domicilio, consentita senza limiti di orario.

Didattica
A distanza per medie e università.

Attività ricreative
Stop a mostre, musei, casinò e bingo, oltre agli impianti sciistici.

ZONA ROSSA

Attualmente ne fanno parte Calabria, Lombardia, Piemonte, Campania, Toscana, Provincia di Bolzano e Valle d’Aosta.

Durata delle restrizioni 
Due settimane dal giorno in cui entrano in vigore.

Spostamenti
Sono vietati tutti gli spostamenti, e in tutte le fasce orarie della giornata, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute (bisogna avere con sé l’autocertificazione).

Attività inerenti l’auto
Via libera a quelle nei settori del commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori. Fino al 21 novembre, però, sono sospese le sessioni per l’esame pratico della patente.

Mezzi pubblici
Il servizio è garantito, ma la capienza non può eccedere il 50%.

Negozi
Chiusi i centri estetici e le attività inerenti la persona, ma aperti i parrucchieri. Sospese le attività commerciali di vendita al dettaglio, con l’eccezione di quelle per la vendita di alimenti, medicinali (farmacie, parafarmacie), tabacchi, giornali e carburanti.

Bar e ristoranti
Chiusi tutto il giorno, ma possono effettuare consegne a domicilio e attività di asporto.

Didattica
A distanza anche per le classi di I e II media, oltre che per medie e università.

Attività ricreative
È possibile effettuare attività motoria, ma in prossimità della propria abitazione, con obbligo di mascherina e distanza di almeno un metro dall’eventuale accompagnatore. L’attività sportiva deve avvenire all’aperto, individualmente e nel proprio Comune. Stop a mostre, musei, casinò e bingo, oltre agli impianti sciistici.





Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
14 novembre 2020 - 12:42
ok
Ritratto di BETTER
16 novembre 2020 - 14:25
Fantastico, Io lavoro in una rivendita di auto usate, possiamo tenere aperto per le vendite, ma nessuno si può muovere per venire a comprare. Tutti i "possibili" clienti ci chiamano e ci chiedono se possono o no venire perchè non si capisce...
Ritratto di Claus90
16 novembre 2020 - 14:28
capito
Ritratto di Flynn
14 novembre 2020 - 13:10
6
Ma come ? Il Contessina e il suo braccio destro Speranza ( un nome, una garanzia) non erano maestri di gestione della pandemia?
Ritratto di AndyCapitan
14 novembre 2020 - 13:51
1
....la divisione per colori mi sembra buona per evitare lockdown totali!....attualmente flynn non abbiamo nessuno in italia all'opposizione in grado di fare meglio di Conte.....bisogna ammetterlo!
Ritratto di Flynn
14 novembre 2020 - 14:03
6
Assolutamente, governo bocciato in toto, peggiore in assoluto dal 1946. Ma alla prova dei fatti il pavoneggiarsi di questa estate serve solo ad accentuare la stupidità di certi personaggi.
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
14 novembre 2020 - 15:33
PREFERIVI QUELLA P*****A DI destra CHE NON SA FARE ALTRO CHE URLARE???? GUARDA CHE IN UN'INTERVISTA RILASCIATA IN PRIMAVERA HA ESPLICITAMENTE DETTO CHE PER FORTUNA CHE NON C'ERA LEI AL GOVERNO, PERCHÉ SE NO NON AVREBBE SAPUTO COSA FARE. E QUELL'ALTRO È SOLAMENTE PEGGIO.
Ritratto di Flynn
14 novembre 2020 - 16:35
6
Avrei preferito una persona di maggior spessore, indipendente dal colore politico. Il Contessina è un scappato di casa eletto da comici. Il che è tutto dire.
Ritratto di maipiu
14 novembre 2020 - 22:06
Flynn, anche io avrei preferito Churchill, però abbiamo Conte da una parte e Salvini e la Meloni dall'altra. Ora se hai un QI superiore a 70 capisci che la cazzata che hai detto sul governo peggiore dal 1946 può essere superata se ci fosse uno dei due...
Ritratto di Flynn
14 novembre 2020 - 23:52
6
Quindi? Dovrei gioire perché e’ in carica il meno peggio?
Pagine