NEWS

Citroën C5 Aircross: nel 2020 la versione ibrida

Pubblicato 07 novembre 2019

La Citroën C5 Aircross Hybrid dispone di 225 CV e un’autonomia di 50 km in modalità elettrica. In arrivo nell’estate del 2020.

Citroën C5 Aircross: nel 2020 la versione ibrida

LA PRIMA DI MOLTE - La Citroën C5 Aircross Hybrid è la prima suv ibrida ricaricabile della casa francese e un tassello importante nell’offerta della casa francese che preannuncia una gamma elettrificata entro il 2025 per tutti i suoi prodotti. La C5 Aircross Hybrid, diventerà il modello di punta della Citroën e avrà un’autonomia dichiarata in modalità elettrica di 50 chilometri, a patto che la velocità non superi i 135 km/h. 

COME LE ALTRE - Poche dal punto di vista estetico le differenze rispetto alle altre versioni: la Citroën C5 Aircross Hybrid offre una nuova tinta Electric Blue che prevede inserti colorati nelle protezioni delle porte anteriori e nella zona inferiore del paraurti anteriore. Con questa nuova variante cromatica il numero delle combinazioni possibili arriva così a 39. Sul portellone posteriore compare invece il logo hybrid, oltre al simbolo h sui passaruota anteriori. Infine sul lato sinistro è presente lo sportellino per la ricarica esterna.

GARANTITE OTTO ANNI - Anche l’abitacolo della Citroën C5 Aircross Hybrid è quello delle altre versioni con in più l’indicatore di guida in modalità 100% elettrica: quando l’auto viaggia a zero emissioni si accende una luce blu sotto il retrovisore centrale, ben visibile dall’esterno, che permette di farsi identificare nella circolazione come un veicolo elettrico. Come al solito sono previste tre modalità di guida: Electric, Hybrid e Sport. Completano il quadro, il display digitale centrale con grafiche nuove che tra l’altro aggiorna in tempo reale il guidatore sui parametri vitali della vettura. Le batterie sono garantite 8 anni o 160.000 km per il 70% della loro capacità di ricarica. 

CARICA IN UNA NOTTE - Quanto al motore, la Citroën C5 Aircross Hybrid adotta, in pratica, lo stesso sistema ibrido plug-in delle Peugeot 3008 e 508 Hybrid, composto dal quattro cilindri benzina turbo 1.6 Puretech da 180 CV associato al motore elettrico da 109 CV integrato nel cambio automatico e-EAT8. In tal modo il sistema eroga 225 CV complessivi e 320 Nm di coppia. Il tempo di ricarica con una presa domestica standard è di circa una notte, mentre con una wall box, un “pieno” richiede meno di 2 ore. 



Aggiungi un commento
Ritratto di francesco.87
7 novembre 2019 - 13:01
come mai questa 225cv e le altre sorelle (3008 - Grandland X) 300?
Ritratto di 82BOB
7 novembre 2019 - 13:08
Penso, ma è solo una mia ipotesi, che l'idea di PSA sia quella di mettere Citroen su un livello "inferiore" (tra virgolette, non dico sia la Dacia di turno...) rispetto a Peugeot e Opel, più utilitaristica e sbarazzina... Per questo magari puntano a cavallerie meno impegnative, oltre a scelte di design peculiari!
Ritratto di deutsch
7 novembre 2019 - 18:34
4
semplice perchè la 2wd ha un solo motore elettrico con in totale 225cv mentre le 4 wd con secondo motore arrivano a 300
Ritratto di 82BOB
7 novembre 2019 - 13:04
Nonostante sia un SUV devo dire che non mi dispiace troppo, poi con l'ibrido guadagna punti!
Ritratto di Santhiago
7 novembre 2019 - 13:41
Già. Peccato che il costo dell'ibrido ne vanifichi la sensatezza della scelta
Ritratto di deutsch
7 novembre 2019 - 18:34
4
se fai un mero discorso economico forse, se invece valuti altri aspetti invece può essere un ottimo compromesso
Ritratto di Santhiago
7 novembre 2019 - 18:58
Escluso l'autocompiacimento, quali, realmente, possono essere eventuali pregi che giustifichino l'elevato sovrapprezzo dell'ibrido rispetto al tradizionale? (non dirmi l'accelerazione al semaforo in elettrico, l'infotainment.. Parliamo di cose che realmente interessano e servono al cliente). Benefici minimi per costi eccessivi, purtroppo
Ritratto di 82BOB
7 novembre 2019 - 19:18
Fai 50 km in elettrico... praticamente parti la mattina per andare a lavoro, ti fai le tue 8 ore, torni a casa, metti la macchina in garage e la ricarichi con la presa di casa. Non hai speso un euro di carburante, quindi hai risparmiato. Il sabato parti, vai fuori per il weekend e se fai più di 50 km spendi un po' in carburante... Alla fine mi sa che te la ripaghi! Certo, se non hai il garage e lavori a più di 25 km da casa non è forse l'auto più adatta a te, ma in generale è una buona opportunità per abbassare i costi di gestione!
Ritratto di deutsch
7 novembre 2019 - 23:45
4
Messa così è sempre un discorso economico. Mettiamo la giù meglio, fai casa lavoro senza bruciare carburante (se stai entro i 50km). E quando devi fare distanze lunghe non hai preoccupazioni
Ritratto di gv83
8 novembre 2019 - 05:15
Il costo aggiuntivo della versione ibrida giustifica il risparmio nei costi di gestione? E i costi di gestione quanto ridotti sarebbero? La corrente comunque non e' gratis in italia, a meno che non si disponga di pannelli fotovoltaici sul tetto di casa.
Pagine