NEWS

Consegne a domicilio: si studia la guida autonoma

18 giugno 2018

Ford e Postmates avviano una sperimentazione per verificare le reazioni dei clienti nei confronti di veicoli con l’autopilota.

Consegne a domicilio: si studia la guida autonoma

NON PROPRIO AUTONOMI - Comincia a Miami la sperimentazione sull’utilizzo di veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio con una collaborazione  tra la Ford e Postmates , il brand leader nel settore delle consegne alimentari on demand. Il progetto ha come obbiettivo particolare quello di studiare le reazioni dei clienti nell’interagire con un veicolo autonomo nell’ambito delle consegne a domicilio, sia per quanto riguarda generi merceologici che per quanto riguarda cibi ordinati da fast food e ristoranti e pronti per essere consumati. I veicoli utilizzati per la sperimentazione, una flotta di Ford Transit Connect, sono infatti solo camuffati per sembrare mezzi a guida autonoma mentre, in realtà, sono guidati da una persona in carne e ossa. 

APP E TOUCH SCREEN - I clienti che ordinano cibo o prodotti tramite la app di Postmates avranno la possibilità di scegliere tra le modalità di consegna quella effettuata da un veicolo a guida autonoma. E sarà successivamente a questa fase iniziale che inizia il vero proprio studio del progetto dove, nel caso di un ristorante, sarà il ristoratore a doversi interfacciare con il Ford Transit Connect per primo, digitando un codice sul touch screen installato sulla fiancata e riponendo il cibo su uno dei tre vani del furgone, progettati di dimensioni diverse anche per studiare la miglior configurazione del mezzo. Una volta raggiunta la destinazione, il cliente riceverà una notifica direttamente sul proprio cellulare e potrà avviarsi a ritirare i prodotti. Seguendo le indicazioni sullo schermo e aiutati da istruzioni audio e da luci che illuminano il vano designato gli abitanti di Miami possono ritirare la cena direttamente sotto casa. Il risultato dello studio, conferma la Ford, andrà a influire sul design del Transit Connect completamente a guida autonoma che la casa di Detroit intende costruire entro il 2021.



Aggiungi un commento
Ritratto di FOXBLACK
18 giugno 2018 - 13:29
Mi piacerebbe vederlo. ..riuscire a parcheggiarlo nelle strette vie cittadine dove non trovi un posto neanche a pagarlo. ...da noi la vedo dura. ..
Ritratto di studio75
19 giugno 2018 - 08:58
5
Vabbè, per il cibo, useranno mezzi piccoli adatti alle nostre strade e, penso, si potrà seguire in tempo reale su smartphone il percorso del tre ruote che ti sta portando la cena. Per oggetti più ingombranti te lo fai spedire al centro postale più vicino.
Ritratto di studio75
19 giugno 2018 - 08:59
5
A questo proposito mi viene in mente che la Piaggio dovrebbe studiare il modo di implementare la propria gamma con veicoli a guida autonoma.
Ritratto di otttoz
18 giugno 2018 - 18:45
l'europa deve creare posti di lavoro non toglierli! semmai tutti i mezzi circolanti devono avere gli ADAS.
Ritratto di Lo Stregone
19 giugno 2018 - 19:50
A mio parere l'Europa parla, parla, ma dei problemi del lavoro delle persone non sa niente.
Ritratto di MirtilloHSD
19 giugno 2018 - 09:26
4
Con questo sistema centinaia, o forse migliaia, di fattorini perderebbero il lavoro. Bocciato! L'automobilista, parlando di guida autonoma in generale, dev'essere aiutato, non sostituito. Un saluto, Mirtillo
Ritratto di Lo Stregone
19 giugno 2018 - 19:53
Lo scopo (ancora non detto chiaramente) è quello di togliere forza lavoro umano a favore di macchine che sono più efficienti e non si fermano mai.
Ritratto di studio75
20 giugno 2018 - 08:10
5
vorrà dire che i fattorini diventeranno meccanici o meccatronici. quando si passo dalle carrozze al motore a scoppio il mondo (anche del lavoro) è andato avanti