NEWS

Dalla Mitsubishi irregolarità nei dati di consumo

20 aprile 2016

Le anomalie interessano 625.000 automobili, tutte destinate al mercato giapponese, delle quali è stata sospesa la produzione.

Dalla Mitsubishi irregolarità nei dati di consumo
TEST FALSATI - La Mitsubishi Motors ha comunicato risultati non rispondenti alla realtà sui consumi e sulle emissioni inquinanti di 625.000 automobili, dichiarando valori inferiori rispetto a quelli reali e violando così la legge giapponese. L’azienda ha ammesso le proprie responsabilità nel corso di una conferenza stampa, dicendo che i test sono stati condotti in modo non conforme a quanto prescrive la legge giapponese. Alla conferenza era presente Tetsuro Aikawa, presidente della Mitsubishi Motors, che si è inchinato davanti ai presenti ed ha anticipato che le irregolarità sono già state segnalate al Ministro dei Trasporti giapponese. Al momento non è chiaro quale strumento abbia utilizzato l’azienda per falsificare i risultati dei test, ma l’agenzia Bloomberg parla di irregolarità nel peso complessivo di quattro modelli.
 
NISSAN PARTE LESA - Le vetture coinvolte sarebbero 625.000, tutte riservate al mercato giapponese delle quali è stata sospesa la produzione: sono le utilitarie Mitsubishi eK Wagon (nella foto sopra) e eK Space e Nissan Dayz e Dayz Roox, appartenenti alla tipologia delle Keycar e incentivate a livello legislativo in virtù degli ingombri molto contenuti. La vicenda interessa 157.000 automobili vendute direttamente dalla Mitsubishi e 468.000 realizzate per conto della Nissan, che ha sollevato la questione dopo aver notato incongruenze nei valori di consumo. Le obiezioni sollevate dalla Nissan hanno portato la Mitsubishi ad organizzare un’indagine interna, che avrebbe poi messo in luce una serie di manomissioni. La vicenda solleva nuovamente la questione legata ai test di omologazione, già scoppiata dopo l’analoga vicenda di cui si è macchiata la Volkswagen.
Aggiungi un commento
Ritratto di mirko.10
20 aprile 2016 - 14:28
2
Bella questa! Copiando tutto e con la loro mini sportsvan.....anche il difetto degli sturmtruppen furbintreffen! Ooooookay! Noi fale tutto uguale, uguale tutto e fale pule mini spoltsvan. Avele pule mini shalan...tutto uguale!
Ritratto di SINESTRO
20 aprile 2016 - 14:39
3
Ahaahah, vero, roba da matti....
Ritratto di MegaMauro
20 aprile 2016 - 14:49
anche mitsubishi va multata in maniera impeccabile. la vicenda dimostra che il diesel non è il male dei mali ma che sono le case disoneste quelle da eliminare
Ritratto di Francesco110
20 aprile 2016 - 19:16
Invece sì, il diesel è il male dei mali. Naturalmente si può barare sulle emissioni di qualsiasi carburante pure del GPL e del metano, ma le emissioni più dannose sia se legali sia se fuori norma sono sempre le stesse: quelle dei diesel.
Ritratto di MAXTONE
21 aprile 2016 - 03:01
Concordo con Francesco.
Ritratto di marian123
21 aprile 2016 - 18:07
Vendendo world car per paesi emergenti con motore fire mentre tutti i costruttori investono su elettrico, ibrido e tecnologie avanzate per la guida autonoma.
Ritratto di Helio
20 aprile 2016 - 15:03
Per favore ora non uscitevene con la solita storia che "però almeno questo si è inchinato, ecc.ecc.". Cioè dopo che ho fatto la cacàta pure io sono bravo a dispensare sorrisi, inchini, e inginocchiate. Una cultura seria si contraddistinguerebbe al limite per la scarsa inclinazione alla disonestà e non nella propensione a prostrarsi solo però dopo. Quindi, inchini a parte, alla fine sono (furbetti o aspiranti tali) tale e quale come noi
Ritratto di Dinozzo
20 aprile 2016 - 15:05
chissà quante ne devono saltare fuori ancora.... voglio vedere VW come ne esce... Mitsubishi sicuramente ne esce peggio, non hanno la stessa potenza e faccia tosta!
Ritratto di MAXTONE
21 aprile 2016 - 03:06
Può essere ma di certo il clamore mediatico del dieselgate VW ha proporzioni bibliche in confronto a questo Mitsubishi anche perché qui si parla di microcar destinate al mercato interno e la legge e' stata violata li mentre VW l'ha violata con modelli venduti in tutto il mondo ed'e' per giunta stata smascherata nel paese dove più ti fanno i coolo a strisce se quando sgarri. Infatti VW subirà un procedimento penale mentre Mitsubishi no.
Ritratto di Fr4ncesco
20 aprile 2016 - 15:23
Ogni mondo è paese, tuttavia il problema e le conseguenze sono riservate al mercato giapponese e Mitsu non ha mai ostentato nulla.
Pagine