NEWS

La De Tomaso finisce in mani cinesi

15 febbraio 2012

Il nuovo socio di maggioranza è una società italiana di un gruppo d'investimenti cinese. Stando alle prime dichiarazioni, il posto degli oltre 1.000 lavoratori della De Tomaso è salvo: la produzione resterà in Italia.

CAPITALI CINESI - È la Car Luxury Investment, il nuovo socio di maggioranza annunciato la scorsa settimana scorsa dalla famiglia Rossignolo, proprietaria della De Tomaso (leggi qui per saperne di più): si tratta di una società italiana del gruppo cinese Hotyork Investment Group, una cordata di investitori finanziari già operante nel mondo delle auto. Stando alle prime indiscrezioni, la gestione operativa dell'azienda resterà in mano alla famiglia Rossignolo che ha rilevato la De Tomaso nell'autunno del 2009.

De tomaso deauville 2 1
Qui sopra e in alto, la suv Deauville, presentata al Salone di Ginevra del 2011, primo modello della rinata De Tomaso: non è ancora entrata in produzione a causa delle difficoltà finanziarie dell'azienda.

PRODUZIONE IN ITALIA - Per conoscere tutti i dettagli dell'accordo bisognerà aspettare i prossimi giorni, ma raggiunto dall'agenzia di stampa Ansa, Qiu Kunjian, presidente del gruppo cinese, manda messaggi rassicuranti ai lavoratori della De Tomaso: “crediamo nel piano finanziario presentato dalla famiglia Rossignolo e intendiamo sviluppare la produzione negli stabilimenti esistenti in Italia, garantendo il mantenimento di tutti i posti di lavoro”. Attualmente sono oltre 1.000 gli operai della De Tomaso in cassa integrazione, divisi tra l’ex stabilimento Pininfarina di Grugliasco, vicino a Torino, e dell’ex Delphi di Livorno. 

Aggiungi un commento
Ritratto di Jinzo
15 febbraio 2012 - 11:25
per salvarci...ormai hanno le redini del gioco....se de tomaso ne deve vendere 1.000 all'anno di sicuro i ricchi cinesi le compreranno e anche in altri paesi dove la esporteranno....qui da noi tutto va sempre piu fallendo perche ormai siamo colonia tedesca che compriamo le loro auto..la maggior parte delle bmw e mercedes vengono prodotte in cina..chi nn lo sa si aggiorni...la cina ci ha dato soldi per 1/3 del nostro debito pubblico in cambio li abbiamo mandato 130.000 aziende italiane li e loro sono padroni al 51%.... l'europa deve morire e ricominciare da zero.....
Ritratto di jb007
15 febbraio 2012 - 12:07
cn 1 inutilità di auto così brutta è kiaro k nn gli resta molto.ma xkè nn rilanciare cn 1 auto + utile???
Ritratto di armyfolly
15 febbraio 2012 - 12:15
ORMAI E' INUTILE NEGARE L'IMPORTANZA CHE I CINESI POSSONO AVERE PER RILANCIARCI!!
Ritratto di Limousine
15 febbraio 2012 - 12:56
Sono lieto per la promettente sorte di operai e relative famiglie, un po' meno per i maneggioni Rossignolo, che avrei volentieri spediti a calci in miniera o a zappar la terra!
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
15 febbraio 2012 - 14:53
Il commento è stato rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di J-B
16 febbraio 2012 - 13:13
1
...la fine degli "ex cinesi"!
Ritratto di miniJCW
15 febbraio 2012 - 21:35
aleeeeeee stiamo apposto un'altra casa automobilistica gestita dai cinesi
Ritratto di GM-one
16 febbraio 2012 - 13:18
il sorpasso della cina era alle porte...non c'è da stupirsi! in europa le varie nazioni si stanno rubando i pochi beni che rimangono ai comuni cittadini...in oriente si sta sviluppando la tecnologia VERA...siamo fregati
Ritratto di Eriol
16 febbraio 2012 - 13:36
Il declino industriale dell'Europa è dovuto alla miopia di politici ed industriali, che hanno venduto il futuro in cambio di un piccolo vantaggio immediato. Inutile illudersi: nessuno salva nessuno. I Cinesi produrranno le De Tomaso in Italia, finché non avranno il know-how per fabbricarsele in casa, a costi molto inferiori e con leggi molto più permissive. Comunque, complimenti ai Rossignolo, hanno imparato bene dalla vicenda Olivetti!
Ritratto di turiadur
16 febbraio 2012 - 15:50
mi auguro solo che per fare questa cosa, giusta per carità ben vengano chi ha i soldi, lo stato non abbia dato alcuna lira (scusate euro...) al sign rossignolo.................altrimenti troppo se la ride quello !!!!!!!!
Pagine