NEWS

Dieselgate: in Germania 1 miliardo di multa alla Volkswagen

13 giugno 2018

La magistratura ha inflitto la pesante multa al gruppo VW per la mancata sorveglianza nelle attività di misurazione delle emissioni.

Dieselgate: in Germania 1 miliardo di multa alla Volkswagen

MANCANZA DI SORVEGLIANZA - Dopo le pesanti sanzioni economiche subite negli Stati Uniti, per il gruppo Volkswagen arrivano ora quelle inflitte dalle autorità tedesche. A quasi tre anni dall’esplodere dello scandalo dei dispositivi illegali nei motori per manipolare i reali valori delle emissioni, la magistratura tedesca ha deciso di sanzionare la Volkswagen per un miliardo di euro. La casa ha fatto sapere che non presenterà ricorso contro il provvedimento, riconfermando la sua ammissione di colpa. Il provvedimento sanzionatorio è stato deciso dalla Procura generale di Brunswick, cioè la sede competente per la vicenda Dieselgate, dato che la sua giurisdizione è il land della Bassa Sassonia, dove si trova Wolfsburg, sede della Volkswagen. La motivazione della multa parla di “venir meno all’obbligo di sorveglianza” nelle attività di rilevamento delle emissioni. Questo nei confronti della società nel suo insieme, indipendentemente dalle responsabilità personali di manager e responsabili tecnici.

10,7 MILIONI DI AUTO IRREGOLARI - In pratica i magistrati inquirente, al termine della lunga indagine aperta dopo l’esplosione dello scandalo, rimproverano al gruppo Volkswagen di aver messo in commercio, tra il 2007 e il 2015, 10,7 milioni di veicoli mossi da motori EA288 (negli Stati Uniti e in Canada), e EA189 (nel monto intero) equipaggiati con “un software non autorizzato”. Nel dichiarare di accettare la sanzione che provvederà a pagare, la Volkswagen ha anche espresso l’auspicio che ciò consenta di voltar pagina in tutta la vicenda. “Volkswagen parte dal principio che la fine di questa vicenda avrà anche importanti effetti positivi su altri procedimenti in atto in Europa contro il gruppo” ha scritto il gruppo stesso.

UN CONTO SEMPRE PIÙ SALATO - Finora l’ammontare delle sanzioni inflitte alla casa a causa del Dieselgate era stimato in 25 miliardi di euro. Ora si aggiunge questo altro miliardo mentre restano in sospeso altri procedimenti aperti. In Germania, in particolare, c’è quello relativo alle accuse di manipolazione dei mercati, per le conseguenze che il comportamento dei vertici del gruppo (hanno negato fino all’ultimo) ha avuto sull’andamento borsistico dei titoli Volkswagen facendo perdere forti somme agli azionisti.

Aggiungi un commento
Ritratto di Porsche
14 giugno 2018 - 12:11
l'autonomia è il vero punto di achille. Quando bruci benzina ci rimetti, il metano DEVE ESSERE BIOMETANO per fare la differenza. Come Vw insegna !!!
Ritratto di Mark R
14 giugno 2018 - 12:19
Stesso punto di achille dell'elettrico ma la differenza sta nel potere ricaricare l'elettrico a casa. Diffusione del biometano??? Quanto le colonnine, quindi è conveniente il metano? Il metano viene incentivato qua in europa... Ma al di fuori ben poco. Invece l'elettrico su scala mondiale. E pensare che toyota dal 2016 ha l'auto ad idrogeno in vendita... Come nel 1997 aveva già il full hybrid... Le altre case automobilistiche arrivano solo ora con dei micro hybrid....
Ritratto di Porsche
14 giugno 2018 - 12:23
attualmente l'elettrico è prodotto da fossile, per la gran parte. Se il biometano sta solo in europa significa solo che siamo più avanti. Il biometano utilizza le stesse condotte del metano tradizionale che è su TUTTO il suolo europeo. Non è vero che è incentivato, anzi, devono ancora iniziare. Il biometano è prodotto da tante fonti che sono scarti di alcuni cicli di produzione. Per cui le emissioni che ne scaturiscono sono estremamente più pulite delle medesime in se... io non ti sto dicendo che l'ibrido non va bene, ti sto dicendo che non inquina come il biometano. Ma è sempre fossile. Lo smaltimento delle batterie ?
Ritratto di Mark R
14 giugno 2018 - 12:36
Dipende quale stato vai a guardare... Prova a guardare su electricity map. Mi spiace ma non significa che siamo più avanti. Il motore elettrico vanta efficienze irraggiungibili da quello a metano (soprattutto da quelli benzina adattati). Prova a pensare se ogni casa sul tetto avesse i pannelli fotovoltaici quanta energia elettrica "pulita" ci sarebbe. Ok smaltimento delle batterie... Vogliamo parlare di come vengono prodotti i motori e tutte le sue componenti annesse?? E le bombole? Prima o poi anche quelle devono essere smaltite
Ritratto di Porsche
14 giugno 2018 - 12:40
ogni casa sul tetto si... chiaro.... ma la gran parte non ha tetti propri
Ritratto di Mark R
14 giugno 2018 - 12:48
Casa intendendo edifici... E non tappezzando ettari di terra.
Ritratto di Zot27
15 giugno 2018 - 16:41
Mark R, invidio la sua pazienza
Ritratto di Mark R
15 giugno 2018 - 20:53
Grazie :) dammi pure del tu ;)
Ritratto di MirtilloHSD
14 giugno 2018 - 18:50
4
Ciao Porsche, vorrei dire che il metano non è la forma più pulita al mondo per l'alimentazione dei veicoli. è un GAS non rinnovabile, quindi direi che pulito non è, anche perchè una ibrida (specialmente plug-in) o un'elettrica emettono molte meno sostanze inquinanti. Che poi ci sia il discorso (che in alcuni paesi non può essere più fatto) che l'energia sia ricavata da fonti non rinnovabili va bene, però dire che il metano è la forma più pulita... Un saluto, Mirtillo
Ritratto di Scatnpuz
14 giugno 2018 - 07:44
Italia strano paese.....dove girano ancora tutte le skodaudivw senza problemi......la juve gioca ancora nel calcio.....i clandestini delinquono beatamente.....ecc....
Pagine