NEWS

Domenica 16 blocco del traffico a Milano. E il 17 torna l'Area C

13 settembre 2012

Per combattere l’inquinamento l’amministrazione milanese rispolvera il blocco dei mezzi. La prima di tre domeniche a piedi è domenica 16 settembre, seguiranno il 14 ottobre e il 16 novembre.

NIENTE AUTO A MILANO - Dalle 10 alle 18 di domenica prossima torna a Milano l’iniziativa domenicAspasso, che dietro il nome che vuole fare simpatia nasconde il più drastico significato di blocco del traffico. Sarà interessato tutto il territorio comunale a eccezione delle strade statali e provinciali, delle autostrade, degli svincoli autostradali e i tratti di strada che collegano le autostrade e i parcheggi in corrispondenza delle stazioni periferiche dei mezzi pubblici.

NON SOLO DOMENICA - Quello di domenica prossima sarà il primo di una serie di blocchi che il Comune ha previsto anche per le domeniche 14 ottobre e 18 novembre. Come misura collaterale è stato anche deciso che i mezzi pubblici saranno utilizzabili per tutta la giornata con un solo biglietto da 1,50 euro. Per dare un sapore di festa alla giornata sono in programma manifestazioni sportive, feste rionali e quant’altro, mentre sarà possibile visitare i musei civici senza pagare il biglietto d’ingresso. La normativa che regola domeniAspasso prevede che possano circolare soltanto i mezzi pubblici, le auto in car sharing, le biciclette e i veicoli elettrici.

CENTRO SOFFOCATO - La decisione del blocco era stata anticipata nei giorni scorsi dalla pubblicazione dei dati statistici relativi al traffico urbano dopo la sospensione delle limitazioni alla circolazione previste nell’Area C, in seguito a ordinanza del Consiglio di Stato. Secondo i rilevamenti compiuti dall’amministrazione comunale, nel periodo di “spegnimento” del sistema dell’Area C le auto nel centro milanese sono aumentate di oltre il 25%. 

MILANO TORNA IN “C” - Quasi in contemporanea con l’annuncio del blocco del 16 settembre è stato anche comunicato che lunedì 17 verrà ripristinato il sistema di gestione del traffico urbano, con il ritorno al ticket d’ingresso. In vista dell’iniziativa l’amministrazione comunale ha promosso una campagna di informazione, costata circa 200 mila euro, che sono diventati un altro motivo di polemica da parte di chi è contrario al ticket. 

QUALCHE NOVITÀ - Da segnalare comunque qualche modifica al sistema che prevede un ticket di 2 euro per i residenti (dopo i primi 40 ingressi gratuiti). Al giovedì il suo funzionamento cesserà alle ore 18, e non alle 19,30, per assecondare le esigenze dei commercianti del centro, mentre soluzioni forfettarie agevolate sono state studiate per le autorimesse del centro; da ricordare che la sospensione era intervenuta in seguito a una causa promossa appunto dal titolare di una autorimessa, ritenutosi danneggiato dalla nuova regolamentazione.





Aggiungi un commento
Ritratto di Merigo
13 settembre 2012 - 21:55
1
Forse mi sbaglio, ma è la prima volta che ricordo di un blocco del traffico già d'estate e quindi con i riscaldamenti ancora spenti e le scuole chiuse che, come sappiamo, appena aprono, cioè ieri, il traffico si triplica. E per di più la settimana scorsa ha piovuto e la pioggia avrebbe dovuto abbattere lo smog e di questo passo a gennaio non basteranno le domeniche. Auguri ai milanesi e un consiglio: andate a vivere in campagna!
Ritratto di finvale
13 settembre 2012 - 23:30
E' vero. Anch'io non ricordo blocchi del traffico a fine estate. Questa è l'ennesima trovata di Pisapirla, ma da milanese gli sono grato. Fa piacere sapere che le istituzioni tengono a te e alla tua salute...peccato che poi si spari per strada; ma è solo un dettaglio.
Ritratto di Lo Stregone
14 settembre 2012 - 17:53
Svuotiamo le città e tutti fuori. Ma poi dopo un po' troveremmo qualche bel tipo che ci verrebbe a dire:"cari signori la campagna non è più come prima: adesso se volete stare qui dovete pagare". E si ricomnicia con nuove tasse e nuove invenzioni per spillarci quattrini a vagonate. T'è capì? Il ritornello non cambia mai purtroppo. Invece di sgobbare come tutti i poveri polli (noi) vengono a battere cassa facendo un piffero tutto il dì.
Ritratto di andreapr86
14 settembre 2012 - 08:29
l'inquinamento conta poco... contano di piu soldi dei permessi, le multe e tutto quanto circola intorno ai blocchi del traffico e le ztl.
Ritratto di Lo Stregone
14 settembre 2012 - 17:55
dovrebbero servire a migliorare la comunità, Invece ci raccontano tante belle storielle, mentre qualcuno si ingrassa la tasca (magari)
Ritratto di Merigo
14 settembre 2012 - 11:32
1
Lungi da me fare da avvocato difensore del Sindaco di Milano Giuliano Pisapia ma, in entrambi i commenti che hanno seguito il mio, rilevo un'inutile e poco riflessiva strumentalizzazione del provvedimento. Infatti, Pisapia altro non fa che applicare la Legge che impone alle Amministrazioni di ridurre il valore di PM10 nell'aria, quando queste superino una determinata soglia. In torto sono quei Sindaci che per evitare commenti come quelli sopra, derogano all'infinito. Ho tuttavia sempre pensato che il blocco del traffico fosse una panacea che, ancor che giusta, tanto per cambiare colpiva solo gli automobilisti, mentre fosse necessario fare rispettare a tappeto le rigide normative esistenti sul rendimento dei generatori di calori delle case, obbligando a sostituire le caldaie fatiscenti a gasolio (a Torino ce ne sono ancora a carbone!) con le modernissime a "condensazione" a metano, che equivale per le auto a passare da Euro 0 a Euro 6. Ma è questa la novità che mi ha colpito e che dovrebbe colpire: il superamento delle PM10 a riscaldamenti spenti e, come ho scritto nel precedente blog, dopo giornate di pioggia che avrebbero dovuto farle precipitare a terra!
Ritratto di finvale
14 settembre 2012 - 13:46
Stai certo che l'unico motivo reale del blocco di domenica è giustificare la reintroduzione del ticket per l'area C, con una motivazione diversa da quella economica. Come tu stesso hai fatto notare, non è possibile che ci siano livelli di pm10 così elevati da imporre un blocco del traffico, dati la pioggia e il vento di questi ultimi giorni.
Ritratto di Lo Stregone
14 settembre 2012 - 17:58
chi è che bussa al mio con-ven-too...E' la giunta Pisapia...canta, balla e non va viaa...
Ritratto di camaro4ever
14 settembre 2012 - 14:22
3
ancora una volta prevale la mentalità dell'imposizione e della prevaricazione: non sono gli amministratori ad essere al servizio dei cittadini, di cui dovrebbero comprendere le esigenze e collaborare a risolverle, ma sono i sudditi a doversi uniformare alla volontà imposta dal Potere. Viva la libertà!
Ritratto di Lo Stregone
14 settembre 2012 - 17:29
mi ero fatto 2 calcoli preventivi: da lunedì 10/09 si torna nel pieno del caos di traffico, e, tempo 10 giorni di traffico intenso poi piomberemo nel solito ritornello: targhe alterne, blocco del traffico, chiusura del centro, stop ai mezzi più inquinanti e via dicendo. Invece qui abbiamo l'anticipo dopo soli 6 giorni. Splendida mossa, in anticipo sui previsto. L'anno prossimo avremo anche il blocco ad agosto quando non ci sarà movimento, e magari nei prossimi giorni avremo anche il blocco notturno dalle 20.00 di sera, alle 8.00 di mattina. Ma mentre il traffico sarà inesistente dentro la città, fuori avremo le tangenziali congestionate. Non si può mica dire alle persone: state a casa e non rompete. Se qualcuno ha voglia di uscire per fare una gita dove va? Vola per caso? Magari avessimo un paio di ali si potrebbe anche, ma poichè non ci sono, bisogna adattarsi a quello che esiste. Ci sono i mezzi pubblici, la metro, i treni, gli aerei. i taxi, la bici, le moto e loro simili, anche i nostri piedi, per chi vuole farsi una bella passeggiata. c'è chi si adatta, chi non si adatta, chi protesta, chi fa finta di niente, chi sta a casa a guardare le partite su Sky o su Mediaset premium, chi ha voglia di uscire e stare in mezzo al mondo o in mezzo agli altri come meglio crede e fa bene. Fra un po' ci diranno di spegnere anche i riscaldamenti che inquinano, così geleremo in casa e indosseremo 4 maglie di lana andando a vivere in cantina, in nome di un mondo più pulito. Bene, ed allora già che ci siamo, cominciamo ad eliminare alcuni milioni di individui, così resteremo di meno, inquineremo di meno e vivremo meglio, ed il mondo ci ringrazierà. Di questo passo possiamo andare avanti all'infinito...
Pagine