DS 5: la nuova era del marchio francese

5 marzo 2015

La Citroën pensa che il marchio DS sia maturo per camminare con la sue gambe: a Ginevra il nuovo logo e l’aggiornata DS 5.

DS 5: la nuova era del marchio francese
ADESSO “CAMMINO” DA SOLA - Dopo la “separazione” dalla Citroën avvenuta nel giugno 2014, il marchio DS presenta al Salone dell’auto di Ginevra il suo nuovo logo: è composto dal monogramma DS abbinato al nome DS Automobiles e alla firma “Spirit of Avant-Garde” (spirito innovativo). L’obiettivo mai nascosto è rinnovare l’alto di gamma francese. La prima auto di serie ad inaugurare l’identità del marchio è la nuova DS 5, l’ammiraglia aggiornata specie nel frontale e nella connettività di bordo. La calandra verticale con il simbolo DS al centro è ispirata alle DS del passato mentre i fari anteriori adottano la nuova tecnologia mista xeno-led che ha debuttato lo scorso luglio sulla DS 3. Lo schermo touchscreen a colori da 7 pollici di ultima generazione, migliora l’ergonomia (ci sono 12 pulsanti in meno sulla consolle centrale) ed è dotato di funzione Mirror Screen per la duplicazione dei contenuti dello smartphone. 
 
 
I MOTORI - La DS 5 sarà disponibile con 5 motori Euro 6 ai quali si aggiungerà entro fine anno il 1.6 THP da 210 CV: il 1.6 THP da 165 CV con cambio automatico a sei marce, il 1.6 BlueHDi da 120 CV e 300 Nm (dal secondo semestre anche con cambio automatico), il 2.0 BlueHDi da 150 CV e 370 Nm o da 180 CV e 400 NM e la Hybrid diesel 4x4 da 200 CV. Ai dispositivi di sicurezza già esistenti si aggiunge il monitoraggio dell’angolo cieco. 
 
 
PASSATO, PRESENTE E FUTURO - A Ginevra c’è spazio anche per due show car, la DS 5 Moon Dust caratterizzata dalla vernice grigio opaco e da esclusive finiture interne, e la DS 21 Pallas con carrozzeria blu inchiostro e interni in pelle semi-anilina. La visione futura del marchio è invece rappresentata dalla Divine DS, compatta concept car a quattro porte già presentata a Parigi nel settembre scorso.
VIDEO
DS 5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
18
13
8
7
VOTO MEDIO
3,9
3.90909
88
Aggiungi un commento
Ritratto di Andrea Ford
5 marzo 2015 - 12:02
Ma la DS5 rimane una scultura, un opera d'arte su ruote, ancora oggi a distanza di qualche anno dalla presentazione, rimango estasiato ad ammirarla quando ne vedo passare una.
Ritratto di PopArt
5 marzo 2015 - 13:16
Sono d'accordo! È impossibile non ammirarla!
Ritratto di fastidio
5 marzo 2015 - 13:22
3
non esageriamo, un'opera d'arte? forse la noti perchè ha una linea un pochino piu futuristica delle auto in commercio (e per questo sono d'accordo) ma non mi sembra proprio che abbia tutto questo splendido design..
Ritratto di Lo Stregone
5 marzo 2015 - 15:07
piuttosto che un'opera d'arte, potremmo scrivere che è un po' diversa dagli schemi classici.
Ritratto di Sepp0
5 marzo 2015 - 13:26
...ma non ne ho mai vista passare una. Tante DS3 (più qualche anno fa di oggi), qualche DS4, ma DS5 mai viste. A me piace parecchio, ma è troppo fuori budget per le tasche. E comunque a 40 mila euro prenderei probabilmente altro.
Ritratto di Lo Stregone
5 marzo 2015 - 15:08
di DS5 in giro se ne contanto sulle dita di una mano. Io da quanto è uscita ad oggi ne ho viste massimo 5.
Ritratto di Lo Stregone
5 marzo 2015 - 15:10
se ne contano invece di contanto. Quando invece di quanto.
Ritratto di GianJonasAlexanderSverige
5 marzo 2015 - 21:16
6
Ne ho vista una azzurro metallizzato O.O Eppure era bella comunque
Ritratto di impala
6 marzo 2015 - 19:13
citroen vende abbastanza bene in Francia le ds3, le ds4 molto meno ... poi la ds5 e un flop, anche in francia ce ne sono poché
Ritratto di lucaruddhi
5 marzo 2015 - 12:06
Quando la meccanica sarà a livello di un marchio premium ne riparleremo...
Pagine