NEWS

Emilia Romagna: cancellato il blocco delle diesel Euro 4

10 ottobre 2018

In seguito alle contestazioni di molti comuni, la Regione Emilia Romagna ha deciso di annullare il preannunciato stop alle auto a gasolio omologate Euro 4.

Emilia Romagna: cancellato il blocco delle diesel Euro 4

NIENTE FUGHE IN AVANTI - C’è voluta la protesta delle amministrazioni comunali ma alla fine il dietrofront c’è stato: in Emilia Romagna non ci sarà l’annunciato blocco per le diesel Euro 4, dunque andando oltre i provvedimenti presi dalle altre regioni del nord, che hanno posto limiti sino alle auto Euro 3. La decisione di cambiare è venuta al termine di una riunione a cui hanno partecipato gli amministratori regionali e i sindaci di una trentina di comuni. Con la maggioranza di questi ultimi che avevano manifestato contrarietà al provvedimento sin dal primo momento che era stato annunciato. 

RISCHIO CONFUSIONE - La discussione è stata approfondita (l’incontro è durato sei ore) e ha affrontato un po’ tutti gli aspetti di un provvedimento del genere. In primo piano è stata messa la disomogeneità della limitazione rispetto a quelle previste nelle altre regioni, oltre al fatto che essendoci molti comuni contrari decisi a non applicare il divieto, l’eventualità di trovarsi con una situazione a “macchia di leopardo” in cui muoversi sarebbe stato molto complicato e disagevole. 

PIÙ PROBABILI LE LIMITAZIONI - Comunque, se da un lato è stato cassata la misura anti Euro 4, dall’altra ne sono state decise altre che aumentano i vincoli di circolazione. Per esempio, sono state ampliate le possibilità che vengano introdotti i blocchi alla circolazione: il programma che era stato annunciato prevedeva che le limitazioni dovessero scattare dopo quattro giorni di superamento dei limiti di inquinamento nell’aria, mentre la riunione Regione-Comuni ha stabilito che ciò avvenga dopo soli tre giorni. Sarà poi aumentato il numero delle domeniche ecologiche.

INCENTIVI ALLA ROTTAMAZIONE - Gli amministratori emiliani hanno poi dato prova di concretezza nell’includere nelle decisioni varate dalla riunione a proposito di aiuti al rinnovo del parco circolante. È stato infatti deciso che la Regione metterà a disposizione 5 milioni per incentivare la sostituzione delle vecchie auto, con la stessa Regione che si farà carico di sollecitare il governo affinché stanzi una cifra analoga, così da dare un contributo concreto alle famiglie che hanno auto vecchie e intendono sostituirle.

Aggiungi un commento
Ritratto di stefbule
10 ottobre 2018 - 12:17
11
Che figura emmer.a!
Ritratto di Fdet_
10 ottobre 2018 - 12:25
Una sconfitta dovuta più che altro alla incapacità delle amministrazioni, in ogni direzione. Se si prende una decisione la si porta avanti. Nel bene o nel male. Per quanto ne so, a Bologna nei giorni di alta pressione autunnali l'aria è irrespirabile.
Ritratto di morino
10 ottobre 2018 - 13:03
Peccato… poi che non si lamentino quando lo smog è visibile dallo spazio...
Ritratto di Giovanni Rana
10 ottobre 2018 - 14:30
Rideremo il giorno che ci sarà lo smog senza piú auto. 75% dei microparticolati sono dovuti a riscaldamenti e cantieri.
Ritratto di Roomy79
10 ottobre 2018 - 20:56
1
Premesso che ho un euro 5 benzina e 9 mesi l’anno giro in scooter, quidni dei blocchi non mi curo...mi sembra assurdo infierire su cittadini incolpevoli, che si ritrovano (senza alcuna colpa) con auto relativamente nuove che non possono circolare con tutto il disagio che ne consegue, in un paese con trasporto pubblico caro e ridicolo! Prima o poi si troveranno di nuovo la gente con i forconi sotto i palazzi della regione.
Ritratto di Agl75
10 ottobre 2018 - 14:28
Purtroppo le varie amministrazioni avevano preparato degli stop a macchina di leopardo, non coordinati e quindi il tutto non poteva stare in piedi. Meglio un passo indietro adesso, figuraccia inclusa che tirar dritto a prescindere perché sì. I blocchi sono necessari, le modalità vanno concertate. Vedremo più avanti che la cosa sarà proposta nuovamente in una veste più completa.
Ritratto di Fr4ncesco
10 ottobre 2018 - 14:55
Concordo.
Ritratto di Claus90
10 ottobre 2018 - 14:33
Ve bene cosi lo smog chi ci rimette sono solo i poveri cittadini lavoratori, non si è liberi neanche di possedere un'auto euro 4 diesel per andare a lavoro o fare la spesa, con tutto l'inquinamento delle frodi e corruzione industriale che esiste vanno a beccare le auto del lavoratore per giunta multandolo. Multassero le multinazionali e le adeguassero agli standard più sofisticati con sistemi di smaltimento intelligente.
Ritratto di Fr4ncesco
10 ottobre 2018 - 14:55
Ri-concordo.
Ritratto di Fr4ncesco
10 ottobre 2018 - 14:58
Le scelte andrebbero prese ponderate tenendo conto di tutti gli aspetti, non bisogna lasciarsi prendere da fretta e idealismo. Tuttavia, meglio aggiustare il tiro che andare avanti in modo sbagliato pur di non ammettere l'errore o per convinzioni politiche, di questo ne va dato atto.
Pagine