Due chiacchiere con il “papà” dei led della Opel

17 settembre 2015

L'Opel Astra può montare i fari a matrice di led. Ne abbiamo parlato con Ingolf Schneider, senior technical expert di GM per l'illuminazione.

Due chiacchiere con il “papà” dei led della Opel
Con Astra avete fatto debuttare i vostri primi fari a led...
Effettivamente la nostra è la prima media al mondo con fari a “matrice di led”, una tecnologia che noi chiamamo IntelliLux: sono composti da più elementi luminosi e permettono di tenere sempre accesi gli abbaglianti. Una centralina analizza infatti le immagini riprese da una telecamera dietro il parabrezza, individua altre auto sulla strada (che si incrociano o che si seguono) e spegne selettivamente alcuni led per creare una zona d'ombra attorno a loro, evitando di abbagliarne i guidatori. 
 
Come sono composti questi fari?
Guardandoli, è facile identificare cinque elementi a led squadrati e uno, più grande, rotondo. Quest'ultimo è quello che dei fari anabbaglianti; gli altri sono quelli degli abbaglianti: sono loro che vengono spenti e accesi a comando.
 
Quali sono i vantaggi del led?
Questa tecnologia permette innanzitutto di consumare meno corrente (e quindi carburante): quasi tutta l'energia usata è convertita in luce visibile. Dato che non c'è produzione di infrarossi, la luce è talmente “fredda” che, per scongiurare appannamenti, dobbiamo “recuperare” l'aria calda prodotta dall'elettronica di controllo del faro e dal retro dei led e inviarla dentro il faro stesso. In questo modo, evitiamo anche che la neve si depositi sul vetro esterno.
 
 
Ce ne sono altri?
Sì: un led ha una durata di vita media di 10.000 ore. In pratica, dura molto più della vita di una vettura. Inoltre, con la tecnologia della matrice di led possiamo dirigere il fascio luminoso senza ricorrere a parti in movimento: ci sono meno rischi di rottura e anche il costo di produzione si abbassa.
 
A proposito di costi: il led è un vantaggio anche sotto questo punto di vista?
Già oggi una lampada a led ci costa circa 100 euro in meno rispetto a una allo xeno, e i prezzi stanno continuando a scendere. A ciò si aggiunge la maggiore semplicità dell'intero gruppo ottico: un vantaggio che verrà trasferito anche al cliente.
 
L'adozione dei led ha influenzato anche il design?
Sicuramente sì: sono molto più compatti degli altri tipi di luce e ciò ci permette di avere fari più piccoli. Se prima i designer dovevano tenere conto degli ingombri dei fari allo xeno, ora devono “fare i conti” solo con quelli alogeni, che sono ben più piccoli. In futuro, quando avremo solo fari a led, potremo produrre proiettori ancora più sottili.
 
Alcune case di lusso hanno messo in produzione modelli di piccola serie (una serie speciale della precedente Audi A8 e la BMW i8) con fari a laser, che promettono di illuminare a 600 metri: sarà quello il futuro?
Al momento la portata dei fari a led è di circa 300-350 metri: di più non serve, perché al guidatore servirebbe un binocolo per vedere oltre. La tecnologia laser è comunque interessante per altri motivi: principalmente maggiore compattezza dei proiettori. Contiamo di presentare il nostro primo faro laser fra circa cinque anni.
 
Riguardo all'OLED, invece?
La tecnologia OLED sfrutta il principio del led ma su una base organica: si può rendere luminosa un'intera superficie e non avere l'effetto “puntiforme” dei led attuali. Al momento, però, la loro luminosità è molto bassa: non possiamo usarli né per gli “stop” né per i fari. Ci vorrà del tempo per vederli su nostri modelli di serie...
Opel Astra
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
84
96
104
60
63
VOTO MEDIO
3,2
3.191645
407


Aggiungi un commento
Ritratto di anarchico2
17 settembre 2015 - 16:17
Non capisco allora perché alcune case facciano pagare i fari a led più di quelli allo xeno. I fari a led sono tutti di un tipo o ne esistono di diversi?
Ritratto di barby_93l03l407m
29 settembre 2015 - 19:43
risposta alla prima parte->semplice, se i proiettori allo xeno sono la tecnologia in età di prepensionamento, quelli a led sono in appena usciti (trionfanti) dallo sviluppo, il che significa una richiesta crescente sul mercato, e quindi prezzi maggiori (poco importa il costo di produzione per le case)! gli xeno sono meno richiesti e quindi il prezzo cala risposta alla seconda domanda-> ne esistono già svariate tipologie ed utilizzi, dal semplice ruolo di luci di posizione anteriori e posteriori, alle luci freno, dagli indicatori di posizione all'illuminazione targa... ma l'uso più interessante è quello ai proiettori anteriori: statici come nel caso di seat leon (non ne sono sicuro), dinamici come mercedes/bmw (la lente posta anteriormente alla sorgente led, si muove per indirizzare il fascio e in alcuni casi ne elimina una parte per evitar l'abbagliamento), ed infine la cutting-edge technology della matrice di led che portata sul mercato da audi [ https://www.youtube.com/watch?v=GBc5b4YhbNc ] ed ora da opel con astra k(sebbene opel li avesse sperimentati su dei muletti insigna già prima di audi [ https://www.youtube.com/watch?v=tiSCCXaxzXc ]), che spegne singoli led per evitare abbagliamenti ad altri utenti della strada forse audi nei suoi matrix led utilizza più punti sorgente luminosa, per rendere ancora più accurata la delimitazione dei campi anteriori da non abbagliare il futuro comunque sembra essere il laser, e audi già pensa di associarlo alla tecnologia a matrice, magari con questi interessantissimi -a mio avviso- risultati https://www.youtube.com/watch?v=MvN-cqdkYN0
Ritratto di Claus90
17 settembre 2015 - 18:15
I fari a led sono ottimi dal punto di vista della sicurezza perchè illuminano di più e anche per un discorso estetico sono più belli, però con i prezzi che praticano le case led+xeno si va dai 700 ai 1000 euro è troppo.
Ritratto di cris25
17 settembre 2015 - 21:26
1
Davvero una bella novità, penso che l'illuminazione, soprattutto di notte sia importantissima, perciò ben venga il progresso. Certo se magari i prezzi fossero più bassi...
Ritratto di AMG
18 settembre 2015 - 09:14
Lo Xenon illumina nettamente meglio e i Led fanno gran parte di un gioco estetico anche. Il tuo ragionamento è sciocco allora dovresti guidare qualunque cesso su ruote finché abbia caratteristiche tecniche accettabili.
Ritratto di ForzaPisa
18 settembre 2015 - 11:13
Ma assolutamente no: lo xeno è una tecnologia vecchia... tant'è che i FARI a led (e ripeto far, non luci di posizione) hanno una portata maggiore.
Ritratto di elioss
18 settembre 2015 - 16:51
4
continui a far notare la tua ignoranza in materia. la luminosità del led per watt e di lunga superiore allo xeno, ciò vuol dire che 35w di led come una normale lampada allo xeno illuminano più di quest'ultima. Il laser che arriva fino a 600 metri delle nuove bmw i8 è un'evoluzione dei led visto che entrambi funzionano a diodi, e semplicemente uno xeno opera a 200 gradi, un led a 120, quindi c'è bisogno di più led per avere una copertura di visuale ottimale. Non fare il bimbo nutella e informati.
Ritratto di Sepp0
18 settembre 2015 - 21:57
No, AMG, se si parla di proiettori (quindi lasciamo fuori le luci di posizione o le frecce, quelle sì che sono solo per estetica), i LED oltre a consumare meno illuminano meglio e durano di più. E' la classica situazione win-win, peccato che il costo sia ancora tutt'altro che popolare.
Ritratto di ForzaPisa
18 settembre 2015 - 11:28
Ma non capisco: illuminano di più di alogeni e xeno e, hanno una tonalità più neutra che riposa l'occhio e in più, usando le matrici di led puoi tenere sempre gli abbaglianti accesi senza accecare gli altri. Questo secondo te non è un miglioramento? Che altro deve fare un faro?
Ritratto di Sepp0
18 settembre 2015 - 20:59
Costare il giusto. Lo xeno non si è mai diffuso per colpa dei costi, nessuno ha voglia di pagare un faro il triplo del costo dell'altro, soprattutto su macchine dal segmento C in giù. Coi led mi pare che si siano fatti furbi in questo senso, ma i prezzi sono ancora alti, è il classico optional che se non lo dai di serie o non lo leghi obbligatoriamente ad un altro più utile, non se lo fila nessuno.
Pagine