NEWS

Ferrari: fatturato e vendite in calo

Pubblicato 04 agosto 2020

Nel 2° trimestre 2020 la Ferrari ha registrato un guadagno netto di 9 milioni, ma tutti gli altri risultati del bilancio sono negativi.

Ferrari: fatturato e vendite in calo

AZIENDA FERMA - Nel trimestre aprile-giugno 2020, con la produzione e la distribuzione a lungo ferme per colpa della pandemia, la Ferrari non ha ripetuto gli straordinari risultati economici e di vendita dei trimestri precedenti. Il fatturato si è ridotto del 42%, passando da 984 a 571 milioni, mentre il margine operativo lordo, dunque il profitto dell’azienda prima del pagamento di interessi, tasse, svalutazioni ed ammortamenti, è sceso dai 314 milioni registrati il 30 giugno 2019 ai 124 del 30 giugno 2020, per un calo del 60%. Nonostante le difficoltà, la Ferrari è riuscita a chiudere il trimestre con un guadagno: l’utile netto è stato di 9 milioni, contro i 184 milioni del 30 giugno. 

NEL SEMESTRE - Considerando la situazione del primo semestre 2020, la Ferrari ha visto ridursi il fatturato da 1,924 a 1,503 miliardi, un calo del 22%, mentre il margine operativo lordo è sceso da 625 a 441 milioni. L’utile netto si è più che dimezzato, passando da 364 a 175 milioni. La casa di Maranello ha incassato 1.238 miliardi dalla vendita di auto e parti di ricambio, il 19% in meno, un calo percentuale minore rispetto a quelli subiti dalla vendita di motori alla Maserati, crollata del 52% a 53 milioni, e delle sponsorizzazioni, scese del 34% a 172 milioni. Alla luce di questi risultati, la Ferrari si aspetta di fatturare più di 3,4 miliardi al 31 dicembre 2020 e di raggiungere un margine operativo lordo fra 1,07 e 1,12 miliardi, stime inferiori rispetto a quello diffuse a maggio, quando il Cavallino prevedeva di fatturare fra 3,4 e 3,6 miliardi e ottenere un margine fra 1,05 e 1,20 miliardi.  

LE CONSEGNE - Nel secondo trimestre 2020 la Ferrari ha consegnato 706 auto, contro le 1.195 dello stesso periodo dell’anno scorso: il calo maggiore è stato registrato in Cina, Hong Kong e Taiwan, dove le immatricolazioni sono passate da 289 a 25, mentre il mercato europeo si è contratto da 803 a 381 unità. Le consegne nel semestre si sono attestate a 4.127 unità, il 22% in meno rispetto alle 25.281 del 30 giugno 2019, per effetto del 90% in meno nell’area della Cina (62 contro 617 auto), del 26% in meno delle Americhe (1.131 contro 1.523) e dell’8% in meno dell’Europa, dove le immatricolazioni sono passate da 2.404 a 2.222.





Aggiungi un commento
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
4 agosto 2020 - 13:34
Come praticamente tutti.
Ritratto di alex_rm
4 agosto 2020 - 22:02
C’è stato il fermo della produzione per 2 mesi e chiaramente se si produce meno si vende meno
Ritratto di desmo3
4 agosto 2020 - 14:10
6
strano... i ricchi non patiscono mica la crisi
Ritratto di Verde73
4 agosto 2020 - 16:27
credo sia dovuto più che altro alla chiusura fisica dei concessionari ed alla impossibilità di muoversi più che ad una crisi di liquidità dei ricchi, il meno 90% della zona cina è dovuto ad un lockdown più stringente del nostro
Ritratto di GinoMo
5 agosto 2020 - 10:08
era proprio chiusa la fabbrica Ferrari
Ritratto di GinoMo
5 agosto 2020 - 10:10
le produzioni annuali di Ferrari sono già vendute per 1-2 anni, avranno semplicemente ritardi di consegna causa fermo produzione. se nel 2021 fanno record di fatturato sappiamo il motivo
Ritratto di Flynn
4 agosto 2020 - 14:13
C’è un errore : 25.281 auto nel primo semestre 2019
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
4 agosto 2020 - 16:45
Ma secondo te è vero??? Sveglia, l'anno scorso hanno immatricolato 10.131 macchine, ti pare che nel solo primo semestre ne hanno vendute 25.281????
Ritratto di Flynn
4 agosto 2020 - 17:26
Secondo te invece “c’è’ un errore“ cosa significa?
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
4 agosto 2020 - 19:42
Perché come hai scritto sembra che in realtà abbiano venduto oltre 25.000 macchine.
Pagine