NEWS

Ferrari a fuoco: è partito il richiamo

01 settembre 2010

Dopo cinque casi di incendio della Ferrari 458, la casa interviene: per quasi 1300 auto sarà sostituita una paratia paracalore del motore, la cui colla prendeva fuoco in condizione di estremo calore

CINQUE 458 ARROSTO - Contattata da alVolante, la Ferrari ha confermato le indiscrezioni delle ultime ore: dopo gli episodi delle vetture che prendevano fuoco da sole, i concessionari di tutto il mondo hanno iniziato a richiamare in officina le 458 Italia. L’intervento è stato deciso dopo che i tecnici del cavallino hanno potuto esaminare i cinque esemplari che avevano preso fuoco: uno in Francia, uno sulle Alpi svizzere, uno negli Stati Uniti e due in Cina. Nell’ultimo caso, per una delle vetture si era trattato solo di un principio di incendio (leggi qui la news).

LA COLLA CHE BRUCIA - “In estreme condizioni di temperatura ambientale e di utilizzo, “ha spiegato ad alVolante un portavoce della Ferrari, “la paratia paracalore del passaruota posteriore poteva deformarsi e avvicinarsi agli scarichi. L’assemblaggio di tale paratia era fatto mediante materiale adesivo e fissaggi meccanici (rivetti). A causa dell’avvicinamento, la colla poteva scaldarsi e generare fumo e fiamme”. Per tutte le 458 Italia finora prodotte (1248 unità, secondo Ferrari), verrà quindi eliminato il materiale adesivo e sostituito con soli rivetti. Ovviamente, i nuovi modelli prodotti dopo la riapertura della fabbrica del 23 agosto, escono già modificati.

> VAI AL PRIMO CONTATTO DELLA 458 ITALIA

> GUARDA I VIDEO IN PISTA E SU STRADA DELLA 458 ITALIA

Ferrari 458 Italia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
278
49
28
14
15
VOTO MEDIO
4,5
4.46094
384




Aggiungi un commento
Ritratto di bubu
1 settembre 2010 - 12:18
ma sono pazzi... chissà quanti soldi ha speso per comprare quella ferrari e adesso gli si è bruciata!! è pericolosissimo.. se uno capita dentro mentre va a fuoco!?!? io non lo so se dai test che fanno non se ne accorgono..
Ritratto di Marco90
1 settembre 2010 - 12:32
"In estreme condizioni di temperatura ambientale e di utilizzo"...
Ritratto di FG
1 settembre 2010 - 12:34
è uguale: una qualsiasi auto non deve MAI prendere fuoco da sola. Punto. Inoltre, chi ha una Ferrari vorrà farci qualche 2sparata" (magari in pista), no??? Inoltre, molte le vendono in medio oriente dove fanno 50 gradi all'ombra: dovevano starci il doppio attenti...
Ritratto di Marco90
1 settembre 2010 - 15:34
quindi certi limiti di divertimento deduco siano previsti...non sono dei cre tini
Ritratto di Maik147
1 settembre 2010 - 12:45
e dire che le Ferrari sono controllate fin nei minimi particolari prima di essere messi in commercio!!essere fo.ttuti dalla colla dai!!!cmq sempre Forza Ferrari!!
Ritratto di Guido S
1 settembre 2010 - 12:56
Ma non era la tata nano a prendere fuoco????O.o
Ritratto di Silence800
1 settembre 2010 - 13:01
1
Che hanno fatto il richiamo! Si sono resi conto!
Ritratto di Al86
1 settembre 2010 - 13:46
gran "bello" smacco per la Ferarri, da sempre uno dei simboli dell'eccellenza automobilistica italiana, nonché motivo di orgoglio per tutti noi italiani, comunque i progettisti dovevano pensarci prima, in fase di progettazione, a valutare e testare il collante da utilizzare, così si sarebbero risparmiati questa figura
Ritratto di komoguri
1 settembre 2010 - 16:11
Beh dai...alla fine anche i migliori sbagliano. E certamente la Ferrari si scuserà dell'accaduto con qualche oggettino di pregio o con qualche trattamento speciale. Alla fine nessuna macchina è perfetta, guarda quelle normali che guidiamo noi tutti i giorni! La Ferrari dovrebbe essere esente da queste figuracce, come tu giustamente hai detto. Però non è un dramma: tutti possono sbagliare! Quel che forse mi stupisce di più è che si siano affidati ad un collante (che può essere tecnologico e particolare finché vuoi) piuttosto che a qualcosa di più..."raffinato". Pazienza. La Ferrari è sempre la Ferrari, almeno quella stradale...perché quella della pista di F1......................
Ritratto di Pito28
1 settembre 2010 - 19:00
No, mi dispiace tanto ma quando chiedi 195.000 € per un'automobile non ti puoi permettere di sbagliare. E' troppo facile sennò.
Pagine