NEWS

La Fiat “muove” l’Expo 2015

07 novembre 2013

La casa italiana fornirà le vetture per l’organizzazione dell'Expo 2015 a Milano. Per l’occasione, sarà riaperto il museo Alfa Romeo.

La Fiat “muove” l’Expo 2015
ANCHE LA FIAT 500X - Allineate nel cuore di Milano, in via Dante, ci sono 15 fra Fiat 500L, 500L Trekking e 500 Living (a gasolio e a metano): costituiscono il primo lotto di auto di servizio che la casa ha messo a disposizione dell’Expo 2015. Sono state consegnate oggi all’organizzazione dell’evento, alla presenza del sindaco di Milano Giuliano Pisapia, del presedente della regione Roberto Maroni e del responsabile per l’Europa, il nord Africa e il Medio Oriente del gruppo Fiat-Chrysler Alfredo Altavilla. In totale, verrà fornito un centinaio di vetture, tutte rosse, bianche o verdi come i colori della bandiera italiana; fra queste anche la mini crossover Fiat 500X, che debutterà proprio nell’anno dell’Expo. 
 

Da sinistra: Altavilla, Maroni e Pisapia.
 
ECOSOSTENIBILE - Nel corso della cerimonia, Alfredo Altavilla e il commissario per l’Expo 2015 Giuseppe Sala hanno sottolineato come queste Fiat siano in linea con la filosofia di sostenibilità ambientale dell’esposizione universale: consumano e inquinano poco (in particolare le versioni a metano). Inoltre, Roberto Maroni ha confermato che il Museo dell’Alfa Romeo, la cui sede (ad Arese) è a due passi dall’Expo 2015, verrà riaperto al pubblico e sarà un’attrazione culturale extra esposizione. Maroni si è anche detto fiducioso di poter risolvere, entro fine novembre, alcune questioni burocratiche legate al museo (leggi qui la news), in modo da poterlo rendere fruibile al pubblico già prima del via dell’Expo. Alfredo Altavilla, dal canto suo, ha confermato che è intenzione della Fiat gestire questo importante patrimonio nel migliore dei modi.




Aggiungi un commento
Ritratto di TurboCobra11
7 novembre 2013 - 19:08
Sarebbe meglio rappresentare l'Italia con le Maserati e con delle Alfa Romeo, vere come quelle da museo, ma anche in produzione, non solo con delle 500 in tutte le taglie. Ma sarebbe un discorso troppo lungo e fonte di discussioni infinite, perciò speriamo che l'Expo 2015 sia fatto nel migliore dei modi e risollevi l'immagine dell'Italia. ...Saluti
Ritratto di onavli§46
7 novembre 2013 - 20:19
che il management Fiat, cominci a cambiare rotta. Mettersi in evidenza nelle manifestazioni (expo2015 è importantissima per l'Italia) è già un segnale di industria italiana che vuole esserci. Per cui, che i modelli, siano le 500, le Panda, o le Maserati, l'importante è che il marchio appaia in bella presenza. Su questa politica d'immagine, abbiamo tantissimo da imparare dalla Germania, ove i suoi marchi li mette in bella evidenza -sempre e comunque-, sino alla nausea psicologica.
Ritratto di lucios
7 novembre 2013 - 22:17
4
...per quella data qualche modello nuovo?.....ricordo che nel 1990, in occasione dei mondiali, se ne uscirono con la Panda, Uno e Tipo stilizzate con i colori del "CIAO", la mascotte, la ricordate?
Ritratto di lucios
7 novembre 2013 - 22:18
4
....quelle auto erano uscite già da un bel po'.......spero stavolta sfruttino di più l'evento.
Ritratto di Sprint105
8 novembre 2013 - 10:16
questa è una buona notizia. Devo dire che il museo mi manca, ho fatto in tempo a vederlo poco prima che lo chiudessero e, francamente, non vedo tutta questa necessità di ristrutturarlo. Speriamo che Maroni mantenga la promessa e che la Fiat non faccia qualche colpo di mano, per esempio vendendo qualche pezzo con la scusa di pagarsi le spese di ristrutturazione. Vorrei ricordare ai signori di Torino, che i tedeschi usano i loro musei come efficace strumento di marketing e che la Mercedes vuole aprirne uno addirittura in Cina. Basta copiare loro, non è difficile...
Ritratto di Robx58
8 novembre 2013 - 14:45
13
promuovere anche il governo italiano, le "famose auto blu", dato che queste 500L sono in linea con la sostenibilità ambientale, quale posto meglio di Roma dovrebbe e potrebbe essere tutelato, e chi dovrebbe dare il buon esempio se non i nostri governanti? in più per valorizzare il prodotto Fiat 500L, appunto, potrebbero eliminare tutte quelle auto di fabbricazione estera e sostituirle con questo prodotto "italiano"(anche se fabbricato in Polonia).
Ritratto di SaverioS
8 novembre 2013 - 16:48
E evidente a tutti che la Fiat in Italia non investe più ( costruisce sempre più all'estero ) PERÒ QUANDO DEVE FARE BUSINESS IN ITALIA E SEMPRE IN PRIMA LINEA!!!!! e come la Juve, in Italia colleziona rigori e arbitraggi sempre a favore.... poi quando gioca all'estero con arbitraggi stranieri GLI ESPELLONO ANCHE I GIOCATORI......
Ritratto di Erdadda
8 novembre 2013 - 18:19
1
Beh non concordo. La Fiat ha investito miliardi per le fabbriche in Italia. Le Maserati vengono fatte qua, la basic jeep/500x anche. E pure le future alfa romeo. ( sempre che non rimandino ancora al duemilamai ). Ci provano. Solo che lo stato italiano con tasse e sovrattasse rende tutto più difficile. Poi se si vuole diventare più grandi a livello industriale è normale costruire anche fuori. Ciao !
Ritratto di SaverioS
8 novembre 2013 - 21:03
Spero che non ti offendi se ti definisco un fiattaro con la lonza negli occhi e il prosciutto nelle orecchie...tutta gli Italiani se ne sono ormai accorti di come Marchionne stia facendo il doppio gioco sulle spalle di quelli che credono ancora che lui stia "soffrendo".
Ritratto di SaverioS
8 novembre 2013 - 21:06
Spero che non ti offendi se ti definisco un fiattaro con la lonza negli occhi e il prosciutto nelle orecchie...tutta gli Italiani se ne sono ormai accorti di come Marchionne stia facendo il doppio gioco sulle spalle di quelli che credono ancora che lui stia "soffrendo" insieme a loro.....
Pagine