NEWS

Anche la Fiat avrà le sue Suv

07 dicembre 2009

Sergio Marchionne ha fatto sapere che alcune Suv della Dodge potrebbero arrivare in Europa nel 2011 "rimarchiate" con il logo Fiat.

LE SUV FIAT - Vetture come la Challenger o la Charger continueranno a essere vendute con il marchio Dodge in Europa, ma prodotti meno "americani" come la Journey o la Nitro (foto in alto) potrebbero arrivare con il logo Fiat sulla carrozzeria.

È quanto spiega ad Automotive News Sergio Marchionne, l'amministratore delegato della Fiat, sulla possibilità di introdurre delle Suv all'interno della gamma del Lingotto.

2009-challenger
La Dodge Challenger.


“Modelli come la Challenger (foto qui sopra) o la Charger sono per definizione americani e non sono rivendibili come vetture di altre Case”, ha sottolineato. Ed ha aggiunto: “ora la nostra priorità è vedere quali prodotti del gruppo Chrysler potrebbero essere rivenduti in Europa come modelli Fiat”.

NON PRIMA DI DUE ANNI - Marchionne rivela, inoltre, che i primi modelli “yankee” ad arrivare in Europa con il marchio Fiat, saranno le versioni rinnovate della Journey e della Nitro (nella foto qui sotto l'attuale serie), in arrivo nel 2011.

Dodge journey 35
La Dodge Journey.

ADDIO LANCIA - Intanto, Marchionne ha confermato che, come da noi anticipato (leggi qui la news), le nuove Ypsilon e Delta (in arrivo a fine 2011) potrebbero essere le prime Lancia a essere rivendute in Europa (non in Italia) con il marchio Chrysler sul cofano.





Aggiungi un commento
Ritratto di FED 88
7 dicembre 2009 - 12:35
Sia la Nitro che la Journey mi sembrano "americanate" fino all'osso..... marchiarle Fiat nn cambiera il fatto che piaciono poco o nulla.... la cosa piu brutta che auto belle come Ypisilon e Delta saranno con il simbolo americano in europa ,lasciando morire il marchio Lancia a livello internazionale..... la Lancia cosi diventerà come la Opel in Inghilterra, dove i sui modelli vengono venduti con il marchio Vauxall
Ritratto di Fraga
7 dicembre 2009 - 12:44
in questo modo il marchio lancia nn conterà + nnt anke se è un'azione di marketing intelligente dato lo scarso appeal delle lancia all'estero...
Ritratto di badman200
7 dicembre 2009 - 13:41
le suv dodge sn molto "americane" e nn credo che rimarchiarle fiat aiuterà nelle vendite...dico solo una cosa: voglio la dodge charger in Italia!
Ritratto di appassionato di alvolante
7 dicembre 2009 - 14:33
voglio la dodge charger srt8 in italia
Ritratto di elakos
7 dicembre 2009 - 18:12
adesso inizio a ricredermi..dopo le ultime dichiarazioni di Marchionne..un traditore, nulla di più...se realizzerà ciò che dice, boicotterò fiat tutta la vita.
Ritratto di Al86
7 dicembre 2009 - 21:31
Fa una cosa buona e contemporaneamente una cattiva, la cosa buona è che Challenger e Charger rimarranno Dodge (e in base a quanto scritto nell'articolo saranno importate in italia? magari!) però non mi va giù questa storia di cambiare marchi non è che cambiando lo stemma sul cofano cambia l'auto, se un'auto è "sbagliata" che la facciano diventare Lancia, Dodge, Fiat o quel che gli gira non è che magicamente comincia a vendere
Ritratto di GL91
8 dicembre 2009 - 09:50
Non ci siamo, le premesse erano ben diverse. Innanzitutto, i modelli dovrebbero essere sviluppati insieme, per quel che riguarda Fiat-Dodge, Fiat Professional-Ram e Lancia-Chrysler, differenziandoli negli interni e nel design; meccanicamente che rimangano uguali, basta che abbiano motori moderni e tenuta adeguata, come vogliono sia gli americani che gli europei. Poi ogni marchio deve avere i suoi mercati: Fiat l' Europa, l' Africa, il Sudamerica e l' India, Dodge il Nordamerica e l' Asia; Lancia l' Europa e l' Africa, Chrysler America e Asia. Ovviamente i marchi Alfa e Jeep rimarrano indipendenti e sfrutteranno solo i pianali e i motori.
Ritratto di Christaylor67
8 dicembre 2009 - 17:52
Premetto k a me le makkine americane sn sempre piaciute... scn me se dvn rimarkiaer degli altri modelli d altre case dovrebbero farlo cn makkine un pò + potenti cm la Charger o la Challenger... la Journey nn m è mai piaciuta tantissimo, sl un poketto il frontale, e la sicurezza k offre cn gli spaziosi interni. la Nitro m piace x il colore rosso scuro, tipico d una Dodge, bei cerki (molto adatti a 5 razze) interni spaziosi, un bel cruscotto, Ampia dentro e nemmeno tanto "grassa" fuori. Non è poi così tanto americana, forse solo x il frontale con maskerina cromata e i fanali anteriori enormi e il retro d una Land Rover. scnd me rimarkiare SOLO qst 2 americane, nn m sembra prorpio il caso, GIA' LE 2 SONO ENTRAMBE VENDUTE CN MOTORE VW. SE LI TOGLIAMO ANKE IL MARKIO, SI PERDE ANKE LA FACCIA!!! x le Lancia Italiane anke x esse nn m sembra il caso d cambiare markio, anke xkè fanno parte della nostra STORIA. e d k x primo le guida con amore e passione x qst celebre markio Italiano, 1 dei + seri delle makkine "lussuose" a costo basso.
Ritratto di Fraga
9 dicembre 2009 - 10:54
ai dirigenti nn gliene frega nnt se il marchio fa parte della storia dell'Italia o se si va a perdere la faccia, a loro interessa vendere e in fatto di marketing sn sicuro ke i dirigenti facciano bene a rimarchiare alcuni modelli.
Ritratto di Al86
9 dicembre 2009 - 11:30
Concordo sul fatto che ai dirigenti non interessa la storia del marchio, ma semplicemente rimarcare i modelli non credo serva a niente, come Dodge i modelli in questione non hanno venduto molto in europa, forse perchè non si adattano bene ai gusti europei e in questo caso semplicemente rimarcarli come Fiat non servirebbe a nulla perchè continueranno a non convincere l'acquirente europeo. La mia "soluzione" sarebbe quella di "migliorarle" e renderle il più possibile "europee" prima di cambiare marchio, magari anche con qualche leggera modifica alla carrozzeria
Pagine