NEWS

Ford Fiesta: ora ha l’ibrido leggero

Pubblicato 09 giugno 2020

Arrivano le versioni 2020 della Ford Fiesta, dotate del noto 1.0 EcoBoost da 125 CV ma con sistema mild hybrid. Più ricca la dotazione per la sicurezza.

Ford Fiesta: ora ha l’ibrido leggero

DUE VERSIONI - A tre anni dal debutto, si aggiorna l’utilitaria Ford Fiesta e arriva il sistema ibrido leggero per il noto motore 3 cilindri turbo a benzina 1.0 EcoBoost. Prende il nome EcoBoost Hybrid ed è previsto nella versione da 125 CV, che affianca quelle non ibride da 95 e 125 CV. Il “cuore” dell’EcoBoost Hybrid è il BISG (belt-driven integrated starter generator), un motore elettrico che funge anche da generatore e motorino d’avviamento ed è collegato tramite una cinghia al motore termico: nelle decelerazioni, viene trascinato e genera energia elettrica, immagazzinata all’interno della batteria a 48 volt; in fase di spinta, il BISG eroga fino a 24 Nm di coppia e sostiene il motore termico, migliorandone lo spunto e i consumi. La casa americana ha adattato allo scopo il 3 cilindri, che ha un ridotto rapporto di compressione e un turbo maggiorato. Il BISG, inoltre, attiva lo stop&start quando l’auto procede per inerzia al di sotto dei 25 km/h. 

CONSUMA MENO - Grazie a queste migliorie, secondo la casa, le Ford Fiesta EcoBoost Hybrid riducono i consumi e le emissioni di CO2 di circa il 5%. Nel realistico ciclo di omologazione WLTP, la versione da 125 CV fa 20 km/litro. Le emissioni di anidride carbonica sono invece di 91 g/km.

PIÙ SICURA - Oltre all’ibrido leggero, l’edizione 2020 della Ford Fiesta può essere ordinata con il cambio robotizzato doppia frizione a 7 marce per il motore 1.0 EcoBoost da 125 CV. Arrivano inoltre nuovi sistemi di assistenza alla guida, a partire dal regolatore di velocità adattativo con funzione di arresto e ripartenza nel traffico: l’auto rallenta e riprende da sé per seguire il flusso delle altre vetture. In più, se è dotata del cambio robotizzato, si arresta in caso di ingorgo e riparte automaticamente se non sono trascorsi più di 3 secondi dallo stop. Debuttano inoltre il sistema che parcheggia l’auto negli stalli trasversali rispetto alla strada e la frenata automatica in retromarcia: nel caso la vettura esca da un parcheggio mentre arriva un altro veicolo e il guidatore non agisce, il sistema emette un cicalino d’avviso ed eventualmente frena.

È CONNESSA - La Ford Fiesta Active, con protezioni per la carrozzeria in stile crossover, guadagna due inedite modalità per il Selectable Drive Modes, che (in mancanza del 4x4) gestisce l’elettronica e la risposta del motore per migliorare il grip: sono la Trail, per i sentieri, e la Sport, per la guida brillante, che si aggiungono alle note Normal, per la guida di tutti i giorni; Eco, per risparmiare carburante; e Slippery, per i fondi bagnati. Tutte le Ford Fiesta 2020 hanno infine il FordPass Connect, sistema multimediale connesso ad internet che mette in comunicazione l’auto con lo smartphone: da esso si possono sbloccare le serrature, controllare il livello del carburante o la pressione dei pneumatici. Non sono state apportate modifiche alla carrozzeria.

Ford Fiesta
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
115
93
52
41
47
VOTO MEDIO
3,5
3.54023
348


Aggiungi un commento
Ritratto di desmo3
9 giugno 2020 - 18:57
E meno male che FCA era l'unica ad aver implementato il Mild Hybrid sulle auto da città...
Ritratto di deutsch
9 giugno 2020 - 19:14
4
ormai è trasversale, ci devono ricorrere tutte anche perchè è una soluzione poco costosa e che si adatta ad auto già in commercio senza grosse modifiche. secondo me sarà la standard base anche perchè il limite dei 95 gr si avvicina
Ritratto di desmo3
9 giugno 2020 - 19:25
sono d'accordissimo con te... mi riferivo solo a quelli che osannano FCA perché in poche mosse ha messo su una gamma pseudo-elettrificata
Ritratto di Mauriglio
9 giugno 2020 - 21:35
Almeno fca non è arrivata ultima come sempre!
Ritratto di Magnificus
9 giugno 2020 - 19:25
Bellissima...nella prima foto...se non era per la necessità di una trazione integrale era la mia auto
Ritratto di oretaxa
9 giugno 2020 - 20:17
Il mild hybrid 12-48V sarà il minimo comun denominatore delle auto nei prox anni. Non devono incentivare auto che ne sono prive. Brava Ford!
Ritratto di deutsch
9 giugno 2020 - 21:44
4
Secondo me neanche mild e full hybrid, ma solo plug-in ed elettriche
Ritratto di ilpellegrino
10 giugno 2020 - 16:15
Io credo che il mild-hybrid sia un ulteriore passo nell'ottica del downsizing dei motori, visto che la Garrett sta sviluppando la tecnologia "e-turbo", ovvero il "turbo elettrificato". Si tratta di un turbo provvisto di un motore elettrico montato sull'alberino delle due giranti, il quale fa girare il turbo anche ai bassi regimi, permettendo l'impiego di turbo di maggiori dimensioni. Quindi, come la sostituzione dei motori aspirati con i turbo ha portato a ridurre le cilindrate, così anche l'utilizzo dell' e-turbo porterà a ridurle ulteriormente.
Ritratto di Demon_v8
9 giugno 2020 - 21:41
1
Molto equilibrata, versatile e piacevole da guidare, per me la migliore del suo segmento
Ritratto di desmo3
9 giugno 2020 - 21:48
io ne presi una a noleggio la scorsa estate... esperienza orribile... mi aspettavo un'auto solida invece era solo una scatoletta di tonno con zero stabilità alle alte velocità
Pagine