NEWS

Ford: in Germania un mega simulatore climatico

28 novembre 2014

La Ford ha iniziato a realizzare a Colonia della più grande struttura di questo tipo al mondo.

Ford: in Germania un mega simulatore climatico
NEL CUORE DELLA RICERCA - Presso il suo centro ricerca e sviluppo di Merkenich, nei pressi di Colonia, in Germania, la Ford ha iniziato la realizzazione di una nuova struttura per i test dei veicoli nelle più diverse condizioni climatiche. Il progetto prevede che su un’area di 5.500 metri quadrati sorgano due gallerie del vento attrezzate con impianti in grado di ricreare le situazioni più diverse in tema di caldo e freddo, umidità e aridità, oltre naturalmente al vento. Tutto sino alle più estreme condizioni.
 
GLI AMBIENTIEL MONO IN GALLERIA - Per quanto riguarda la temperatura, l’impianto potrà creare un ambiente freddo sino a 50 gradi sotto zero e caldo sino a 55 gradi. Ciò significa che saranno create le condizioni che si possono trovare rispettivamente nelle zone artiche e nel deserto del Sahara. Assieme al caldo e al freddo estremi, nel nuovo impianto Ford sarà possibile ottenere un’umidità di appena il 10% o al contrario fino al 95%. 
 
VENTI DA URAGANI - Trattandosi poi di due gallerie del vento, non mancheranno le simulazioni di situazioni estreme in materia di ventilazione. Le soffianti del nuovo centro Ford arriveranno a creare venti sino a 250 km/h. In pratica la struttura di Merkenich metterà a disposizione della Ford ambienti con le condizioni che si trovano in zone del mondo che sono ambientalmente tanto inospitali quanto probanti per qualsiasi macchina. Auto comprese.
 
PER LA MESSA A PUNTO CLIMATICA - Tutto ciò per avere la possibilità di sottoporre ai test più significativi le auto e i veicoli commerciali, con l’obiettivo di mettere a punto prodotti sempre più affidabili in ogni condizione ambientale. La Ford ha in proposito ricordato che circa la metà dei veicoli che la Ford vende, sono destinati a essere utilizzati in zone oltre i 1000 metri di altitudine e l’impianto di Merkenich permetterà di proporre veicoli sempre più affidabili per quanto riguarda il funzionamento nelle condizioni climatiche disagevoli.

 

Aggiungi un commento