NEWS

Ford Mustang: 310 e 435 CV per le versioni europee

19 luglio 2014

Le prime Mustang ufficialmente importate arrivano con un 4 cilindri 2.3 e un V8 5.0, che incarna la tradizione delle muscle car.

Ford Mustang: 310 e 435 CV per le versioni europee
FINALMENTE IN EUROPA - Dopo cinquant'anni tondi tondi (la prima generazione risale al 1964), la Ford Mustang arriva in Europa. Non che più di una volta non abbia fatto qualche capatina nel Vecchio Continente, ma si è sempre trattato di importazioni non ufficiali: quella che nel Nord America debutterà il prossimo ottobre sarà commercializzata ufficialmente anche da noi nel 2015. Due i motori previsti per la storica coupé a stelle e strisce, che se la vedrà con le altrettanto muscolose Chevrolet Camaro SS (una vera e propria rivalità storica) e Dodge Challenger RT: l'Ecoboost 2.3 e il 5.0.
 
 
QUATTRO OPPURE OTTO - Il primo motore della Ford Mustang sviluppa 310 CV e 434 Nm di coppia: è un quattro cilindri figlio del downsizing, la riduzione di cilindrata, ovviamente turbocompresso. La potenza specifica parla di 135 CV/litro; tra le peculiarità del motore, vi sono albero a gomiti in acciaio forgiato, raffreddamento a getto dei pistoni, fasce elastiche in acciaio, sedi valvole realizzate con materiali a elevata resistenza, bielle in acciaio forgiato, blocco cilindri in alluminio pressofuso ad alta pressione, con alloggiamenti rinforzati per i cuscinetti e coppa dell'olio in alluminio pressofuso. Il 5.0 della nuova Ford Mustang è un V8 aspirato, un'archietettura più in linea con la storia delle muscle car americane, che conta su  valvole di aspirazione di diametro maggiorato al pari di quelle di scarico; alberi a camme rivisti rispetto al precedente V8; molle delle valvole ad alta pressione, per assicurarne un controllo preciso anche agli alti regimi; nuovo disegno della testata, con particolare attenzione all'eliminazione di attriti; camera di scoppio riprogettata in ossequio alle valvole più grandi; bielle in acciaio sinterizzato; cielo dei pistoni ridisegnato e albero a gomiti riequilibrato.
 
 
TARATURE SPECIFICHE - Negli Stati Uniti le Ford Mustang partiranno da 25.000 dollari: difficile prevedere un prezzo così allettante per noi, per vari motivi. Dai volumi giocoforza differenti, al motore di base (negli Stati Uniti il prezzo d'attacco si riferisce a un V6 3.7 aspirato che da noi non arriverà), alle dotazioni: in Europa, le Mustang arriveranno con il Performance Pack, vale a dire un insieme di specifiche fatte apposta per piacere agli europei (e a strade, verosimilmente, più tortuose con le highway). Il Performance Pack prevede pinze freno anteriori da 46 mm a 4 pistoncini con dischi da 352 mm (2.3) o Brembo da 36 mm a 6 pistoncini con dischi da 380 mm (V8 5.0); pinze freno posteriori da 45 mm a singolo pistoncino con dischi da 330 mm; molle ribassate e ammortizzatori monotubo posteriori; impianto di raffreddamento maggiorato per l’eventuale utilizzo in pista; barra duomi; barra antirollio posteriore maggiorata e la taratura più sportiva dell'Abs, del controllo elettronico della stabilità e del servosterzo elettrico Epas.
Ford Mustang Fastback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
274
70
12
10
12
VOTO MEDIO
4,5
4.544975
378
Aggiungi un commento
Ritratto di Delicious
19 luglio 2014 - 19:10
3
All'inizio non mi convinceva ma più la guardo, più mi rendo conto che a livello di design è una naturale evoluzione, e pure piacevole. Inutile girarci attorno: il V8 è il motore da prendere, l'Ecoboost lo prenderanno i poser che vogliono far credere di avere una Muscle Car. "Go big or go home".
Ritratto di supernapolmen
19 luglio 2014 - 19:33
...nel solco delle muscle car!! Molto migliorata specie nel comparto telaistico
Ritratto di MatteFonta92
19 luglio 2014 - 19:59
3
Non è male, ha una bella linea per essere una muscle car, ma non è decisamente il mio genere di auto. Riguardo ai motori, è ovvio che un V8 da 5.0 litri qui da noi è improponibile a causa dei costi di gestione assurdi, quindi penso che la maggior parte dei clienti opterà per il più piccolo (ma comunque prestante) 2.3 EcoBoost.
Ritratto di fabri99
19 luglio 2014 - 21:22
4
Ho sempre amato le muscle car americane, in particolare quello che rappresentano: il sogno americano, tanta potenza da un grosso V8 circondato da una semplice berlina e nient'altro... E la Mustang, che si può dire la madre di queste tipiche auto, non può che essere una delle mie preferite. Ultimamente però sembra che a queste muscle cars manchi qualcosa, quella semplicità e anche un po' arretratezza è come andata persa, oggi vogliono tutte recuperare gli standard di qualità europei, le nostre ultime tecnologie e tendenze. E se da una parte è giusto stare al passo coi tempi, dall'altra queste icone rischiano di uscirne snaturate. E' ancora presto per giudicarla, e nel mio caso bocciarla, ma questa Mustang mi da questa impressione: esteticamente è anonima, non sembra una aggressiva muscle car, tutta spigoli e muscoli, ma piuttosto una filante coupè di qualunque altra casa, se non sapessi che si tratta di una 'Stang, potrei pensare che Infiniti si è data alle coupè sportiveggianti. E' troppo filante e slanciata, non ha la personalità della Mustang e nemmeno le linee di una vera muscle car, la vecchia era un ottimo compromesso tra la tradizione e la modernità, questa invece sembra voler essere a tutti i costi ciò che non è, ovvero una coupè possibile anche in Europa, e così perde anche quello che è sempre stata, ovvero la muscle car americana che tutti conoscono. E sarà pure colpa del downsizing europeo, della mania di Ford di creare global car che finiscono per distruggere dei miti o magari della forte concorrenza che rende il mercato interno insufficiente per quest'auto... Ma per piacere, non chiamate Mustang la coupè qui sopra con quel patetico 4 cilindri Ecoboost... More is better e non mi sembra che non ci sia "more" per una muscle car di un patetico 4 cilindri: ridateci la vera Mustang!
Ritratto di Moreno1999
20 luglio 2014 - 10:08
4
Certo, venderà di più dato che è bellissima e si mantiene con meno, però un 4 cilindri.... per di più Ecoboost che non mi ha mai ispirato
Ritratto di Fr4ncesco
19 luglio 2014 - 21:58
Classica muscle americana, pony car se proprio vogliamo essere precisi, che anche nella versione 2015 riprende la tradizione Mustang, anzi più che mai somiglia a quella del '64. Cofano lungo, coda corta e linee muscolose, tratti distinguibili che la rendono sicuramente unica e paragonabile soltanto con la Camaro e Challenger. Stupendi anche gli interni, anche questi tipici Mustang. Sono stati bravi a riprendere le linee classiche, adattandole ai giorni nostri senza perdere la tipicità della pony più famosa di sempre. Il 4 cilindri Ecoboost è sicuramente un ottimo motore, la soluzione più adatta per poter vendere decentemente qualcosa anche in Europa, ma considerando che già il V6 in America è definito da "pussy", gli appassionati sicuramente la preferiranno (portafogli permettendo) con il classico V8, che dopotutto è un elemento fondamentale per considerare una macchina, una muscle car.
Ritratto di Necchi
19 luglio 2014 - 22:08
Le muscle car americane nn mi hanno mai fatto impazzire, belle da vedere ma non da guidare.. probabilmente ora saranno migliorate, (si spera). Certo che un 4 cilindri su un auto del genere.. e' una bestemmia.
Ritratto di Challenger RT
20 luglio 2014 - 01:49
Spero vivamente che Ford Italia perori la causa dell'abolizione del cosiddetto "superbollo" di fronte all'immobile classe politica italiana, ormai esclusivamente occupata (e preoccupata) a come spartirsi il potere in caso di prossime elezioni (politiche e presidenziali). A meno che Ford Italia non voglia considerare l'opportunità della vendita della sua auto, "icona" per antonomasia, una battaglia già persa in partenza e quindi non degna di essere combattuta, trovo assolutamente necessario che la dirigenza si muova con tutto il suo peso di terzo costruttore nella classifica delle vendite di auto in Italia. Infatti entrambe le motorizzazioni della nuova Mustang verranno colpite dall'iniqua e pesantissima imposta del "superbollo" e questo costituirà sicuramente un disincentivo all'acquisto. Ogni Ford Mustang che non si vedrà per le strade italiane sarà una efficacissima pubblicità gratuita (per Ford) in meno e quindi sprecata, cioè una reale "da toccare con mano" promozione del marchio che non avrà luogo e che non porterà, di riflesso, ad alcun incremento delle vendite delle altre automobili con l'ovale blu. Il 2015 si avvicina. E' tempo di muoversi.
Ritratto di Mattia Bertero
20 luglio 2014 - 09:18
3
Una bellissima macchina americana che incarna alla perfezione lo spirito USA. In Italia per via dell'esistenza del Superbollo è provabile che la stragrande maggioranza degli acquirenti di quest'auto la prenda con il 2.3 Ecoboost anche se il 5.0 sarebbe più "adatto" per quello che la Mustang rappresenta. Inoltre bisognerà poi vedere se il comportamento in curva sarà buono perché le muscle car americane hanno il difetto che in curva non rendono molto. D'altronde in America hanno di quei rettilinei e così poche curve...
Ritratto di Ivan92
20 luglio 2014 - 11:05
6
Che sia V8, altrimenti tanto vale comprare qualcos'altro. In tutta sincerità l'ho vista dal vivo al salone di Ginevra e devo dire che la "vecchia" ha un aspetto più da Muscle Car, questa invece sembra "Europizzata" Se vivessi dall'altra parte dell'oceano sarebbe difficile resistere alla Mustang Shelby GT 500 la quale da loro costa intorno ai 40'000 euro (che in dollari sono qualcosa di più), per non parlare del prezzo del carburante negli USA dove costa meno mantenere una Shelby GT 500 da oltre 660 cv che qui ad un 1.6
Pagine