NEWS

Ford Puma ST: una crossover tutto pepe

Pubblicato 24 settembre 2020

La versione sportiva della Ford Puma monta il motore 3 cilindri 1.5 con 200 CV della Fiesta ST, ma ha un assetto e tarature del telaio ad hoc per esaltare la guidabilità.

Ford Puma ST: una crossover tutto pepe

UN NUOVO MEMMBRO - La famiglia delle Ford ST, che da sempre annovera tra i suoi componenti auto destinate agli appassionati delle prestazioni elevate e della guida sportiva, come le Fiesta e Focus ST, ha una nuova componente. Si tratta della crossover compatta Ford Puma ST, che dovrebbe arrivare sul mercato all’inizio del 2021. 

SI FA NOTARE - A livello stilistico, la Ford Puma ST si distingue dalle versioni standard per il rinnovato fascione anteriore, dotato di spoiler e prese d’aria maggiorate, ma anche per l’alettone posteriore e le maxi ruote: sono di ben 19”, offerte con finitura chiara o scura, e calzano sportivi pneumatici Michelin Pilot Sport 4S. Inoltre, c’è la finitura lucida per il tetto, la cornice della mascherina, i gusci dei retrovisori e l’alettone. Non mancano i loghi ST, e si può avere anche il vivace colore verde Mean dell’auto nelle foto.

NON SI “SCAPPA” DAI SEDILI - All’interno della Ford Puma ST, saltano all’occhio i sedili sportivi Recaro: oltre ad avere fianchetti più pronunciati, al fine di trattenere in modo più efficace il corpo nella guida sportiva, sono anche riscaldabili. Non mancano il pomello del cambio sportivo e il volante in pelle, “tagliato” nella parte bassa come per le auto da corsa. La piccola crossover offre di serie lo schermo di 12,3” con funzioni di cruscotto, e il sistema multimediale Sync 3, con display tattile di 8” a sbalzo nella consolle. 

CHE PEPERINA - La Ford Puma ST monta il motore turbo benzina 3 cilindri 1.5 EcoBoost della Fiesta ST: ha la medesima potenza, 200 CV, ma una coppia di 320 Nm, 30 in più. Il cambio è manuale a 6 rapporti. La Puma ST ha prestazioni di tutto rispetto, perché raggiunge la velocità massima di 220 km/h e i 100 km/h, con partenza da fermo, in soli 6,7 secondi. A richiesta si può avere il Launch Control, una rarità fra le piccole pepate che, attraverso l’elettronica, riduce il pattinamento delle ruote e migliora lo scatto da fermo nelle partenze.

ASSETTO AD HOC - Per migliorare il comportamento su strada della Ford Puma ST, il costruttore ha rivisto l’assetto e incrementato la rigidità torsionale delle sospensioni posteriori, scelto nuove barre anti-rollio (riducono il coricamento laterale dell’auto) e introdotto ammortizzatori a smorzamento progressivo, che promettono di migliorare la stabilità e l’assorbimento delle buche. Inoltre, lo sterzo è più diretto e ci sono freni maggiorati. La Puma ST è dotata di scarico ad hoc e del selettore per le modalità di guida, comprese le Sport e Track per chi vuole divertirsi.

Ford Puma
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
91
65
65
38
42
VOTO MEDIO
3,4
3.41528
301




Aggiungi un commento
Ritratto di NITRO75
24 settembre 2020 - 11:06
Ma voi avete notato un particolare strano? con tutta sta tecnologia buttata dentro, c'è una caduta di stile davvero bassa: la leva del freno a mano!!!!! Perchè non mettere il tasto elettronico? Economie di mercato? In ogni caso anche così non mi convince affatto ed ogni tanto quando ne vedo qualcuna in giro, la trovo davvero anonima tanto da non capire che auto sia ma soprattutto la parte anteriore del tetto, bombata e più alta del posteriore, la fanno sembrare sgraziata.
Ritratto di QwertV2
24 settembre 2020 - 11:20
tecnologia...parliamone, se togli quei due schermi lcd (tra l'altro il centrale così in alto da parecchio fastidio), è circa la solita fiesta di 10 anni fa.
Ritratto di deutsch
24 settembre 2020 - 12:12
4
la gamma puma offre mild hybrid, adas, telecamere, sensori, schermi ... tutte cose non presenti 10 anni fa o presenti in numero e dimensioni decisamente diversi. quale tecnologia vorresti che manca?
Ritratto di flavio84
24 settembre 2020 - 12:48
Dato che ci siamo, togliamogli anche le ruote, magari pure i pedali e xche no, gli sportelli....per le lavatrici vai da euronics
Ritratto di Demon_v8
24 settembre 2020 - 19:00
1
E il volante? Perché non sostituirlo con un joystick??
Ritratto di Meandro78
24 settembre 2020 - 20:26
Meglio un freno a leva che un sistema elettrico scadente. E spesso non si capisce la differenza guardando solo un pulsante.
Ritratto di ANGELINO
25 settembre 2020 - 12:46
Condivido appieno! Eppoi il freno a mano è una imprescindibile caratteristica di un vero pilota sportivo. Io lo uso spesso con la mia CUPRA. Un bel testacoda è sempre una grande soddisfazione.
Ritratto di Paolo-Brugherio
24 settembre 2020 - 22:46
6
NITRO75: il freno a mano con azionamento meccanico funziona sempre; se invece fosse a comando elettrico/elettronico, che si fa nel caso di un'interruzione dell'alimentazione elettrica?
Ritratto di Flynn
24 settembre 2020 - 22:53
Si va beh allora torniamo al cavo anche per l’acceleratore e ai carburatori
Ritratto di Paolo-Brugherio
25 settembre 2020 - 00:25
6
Sostituire un cavo dell'acceleratore costa un tot, sostituire una centralina che fa le veci del cavo costa due tot... Quando la mia auto era nei primi mesi di vita, per due volte mi si è accesa la spia del servosterzo (smettendo di funzionare) ma spegnendo e riaccendendo il difetto spariva. In concessionaria mi dissero che per via di un (cioè uno!) sensore difettoso, bisognava cambiare tutto il piantone dello sterzo. Riparazione eseguita in garanzia, altrimenti solo il costo del piantone era di 1500 euro, più la mano d'opera. Vabbè l'elettronica, ma fino ad un certo punto...!
Pagine